PROCESSO JACKSONS vs AEG - 14 MAGGIO 2013 - TRAVIS PAYNE

Settima settimana- giorno 2: martedì 14 Maggio 2013

Originally by: https://twitter.com/wendylovesmj

Notes kindly given to us by: http://teammichaeljackson.com/ who are reporting from LA Court

Katherine Jackson e Rebbie Jackson sono arrivate in tribunale.

Il processo è arrivato al suo 11° giorno di testimonianze. Sul banco dei testimoni è tornato il 2° testimone per AEG, il coreografo Travis Payne, arrivato in aula indossando una giacca con le iniziali “MJ”, racchiuse in un paio d'ali dorate, sulle maniche.

 

ESAME DIRETTO DI JESSICA STEBBINS BINA:

Bina Stebbins: “Ieri abbiamo parlato del suo coinvolgimento nel This Is It, ricorda?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Aveva un contratto?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “E questo contratto era con la AEG Live?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Michael Jackson fu coinvolto personalmente nella negoziazione del suo contratto con la AEG Live?”

Payne: “Sì, eravamo ad un punto morto riguardo alla firma sul contratto, riguardo al mio essere ingaggiato per il lavoro, perché AEG era ad un punto morto con il mio agente. Perciò, Michael parlò con loro”.

Bina Stebbins: “AEG non voleva pagarla tanto quanto il signor Jackson la pagava?”

Payne: “Si potrebbe dire così, la somma non era assolutamente in linea con la mia retribuzione standard”.

Bina Stebbins: “Il signor Jackson parlò con AEG a suo nome?”

Payne: “Gli chiese di pagarmi secondo la mia retribuzione standard”.

Bina Stebbins: “Perciò, il signor Jackson risolse il problema?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ricevette la somma che voleva?”

Payne: “Era giusta”.

Bina Stebbins: “Abbiamo parlato della preparazione al Center Staging e delle prove private con il signor Jackson. Adesso parliamo delle lamentele e delle conversazioni con la produzione riguardo al fatto che il signor Jackson stava saltando le prove al Forum e allo Staples Center, ok?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Perciò, lei sapeva perché il signor Jackson stava saltando le prove?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Sapeva solo che non si stava presentando, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Obiezione dell’avvocato dei Jackson, Panish, ma Payne ha risposto comunque e il giudice gli ha detto di non farlo. L’avvocato Stebbins ha suggerito la risposta, Panish ha fatto obiezione e Payne viene fatto attendere dal giudice.

Bina Stebbins: “Signor Payne, lei aveva chiesto perché il signor Jackson non era alle prove?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Vedeva ancora il signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Come le sembrava?”

Payne: “Era impegnato con il suo lavoro. Non stava lavorando solo con lo staff e la produzione al This Is It. Stava lavorando anche ad un album e a un libro. E su altre cose che sarebbero andate nel suo libro”.

Bina Stebbins: “Perciò, non stava lavorando solo al This Is It tour, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Lei ieri ha detto che il signor Jackson sembrava stanco. Sa perché?”

 

Obiezione di Panish, respinta dal giudice.

Payne: “Michael mi spiegò che aveva problemi a dormire, ma era entusiasta di andare di nuovo in tour, solo questo”.

Bina Stebbins: “Durante questo arco di tempo, notò che il signor Jackson stava perdendo peso?”

Payne: “Michael era sempre magro, da quando lo incontrai ad aprile era più magro. Quanto possa aver perso da aprile a giugno, non lo so”.

Bina Stebbins: “Parlò con il signor Jackson del fatto che lui poteva aver perso del peso?”

Payne: “Sì, glielo gissi. Sei magro. Lui disse: ‘Beh, sto scendendo al mio peso da combattimento”.

Bina Stebbins: “Dubitava di quello che lui le diceva?”

Payne: “No, lui era sempre sincero con me, non avevo nessuna ragione di dubitare di lui”.

Bina Stebbins: “Come sembrava alle prove?”

Payne: “Certi giorni meglio di altri per quel che riguarda il suo livello di energia e produttività. Per lo più era entusiasta. Aveva giornate sì e giornate no”.

Bina Stebbins: “Lo ha mai visto malato in questo periodo di tempo?”

Payne: “Sì, un giorno in particolare verso la fine del nostro processo. Sentiva freddo. Alla fine, ebbe bisogno di una coperta e di una stufetta per stare bene alle prove. Penso che la frustrazione ed il desiderio di mettere tutto insieme lo teneva sul filo del rasoio. Ma io la presi come se probabilmente stava combattendo il freddo. Ma non sono sicuro”.

Bina Stebbins: “Oltre a quell’unica volta, il signor Jackson mostrò mai questi sintomi di nuovo?”

Payne: “Non in modo estremo come quella volta”.

Bina Stebbins: “Perciò, non accadde di nuovo?”

Payne: “No. Certe volte era stanco e apatico e doveva essere, non convinto, ma supportato nel corso delle prove”.

Bina Stebbins: “Quante volte il signor Jackson saltò le prove?”

Payne: “Non molte”.

Bina Stebbins: “Meno di 5 volte?”

Payne: “Forse circa 5”.

Bina Stebbins: “Queste volte lungo tutto il periodo di preparazione per il tour? In che periodo è avvenuto?”

Obiezione di Panish.

Bina Stebbins: “Queste volte avvennero a giugno o in tutto il periodo di prove?”

Payne: “Non molte più di 5 volte durante le prove della compagnia con tutti il gruppo ad aprile, maggio e giugno”.

Bina Stebbins: “Oltre a questo, ci furono volte in cui il signor Jackson non fu proprio in grado di esibirsi?”

Payne: “So che ci fu una volta quando Kenny Ortega rispedì Michael a casa. Non ne so il motivo. Non ci fu nessun’altra volta, quella fu l’unica”.

Bina Stebbins: “È la stessa in cui ebbe bisogno di una coperta e di una stufa?”

Payne: “Non ricordo”.

Bina Stebbins: “Può essere stata la stessa notte?”

Payne: “Non ne sono sicuro”.

L’avvocato Stebbins ha mostrato un’email come reperto di prova.

Bina Stebbins: “Questa email fu inoltrata a lei il 14 giugno dal signor Ortega?”

Payne: “Um, credo di sì. Dice: A Travis. Sicuramente”.

Bina Stebbins: “Ricevette questa email il 14 giugno?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ok, voglio farle delle domande nel merito. La seconda pagina, Ortega scrive al signor Gongaware: ‘Siete a conoscenza del fatto che il dottore di Michael Jackson non gli ha permesso di venire alle prove? Randy e Frank lo sanno? Per favore, fa’ che siano loro a rimanere a capo di questa situazione di salute. Senza invadere la privacy di MJ, potrebbe essere una buona idea parlare con il suo dottore per assicurarsi che tutto ciò che MJ richiede sia in essere, chi è responsabile del fatto che MJ abbia un’adeguata alimentazione/vitamine/terapia ogni giorno? Personalmente, credo che dovrebbe avere un bravo nutrizionista e un fisioterapista che lavorino con lui regolarmente. Le pretese su questo ragazzo sono mentalmente e fisicamente straordinarie! Le richieste dello spettacolo rendono esausti i nostri  ventenni. Per favore, non sottovalutate la necessità di rimanere al comando di questa situazione’. Ricorda di aver visto questa email?”.

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Era d’accordo con il signor Ortega che MJ dovesse avere un nutrizionista ed un fisioterapista?”

Payne: “Sì. So che c’era una cuoca che trascorreva molto tempo alla residenza, ma questa è un’altra parte della storia. Quando viaggiavamo, c’era un personale di cucina al completo che viaggiava con noi e Michael avrebbe avuto un cuoco speciale che si dedicava solamente lui. Durante le prove a Los Angeles, non era il caso”.

Obiezione di Panish. Il giudice ha depennato l’ultimo commento.

Bina Stebbins: “Parlò con MJ a proposito del fisioterapista?”

Payne: “Ne parlammo perché io sono un fan dei massaggi e suggerii a Michael che forse avrebbe dovuto prenderlo in considerazione. Lui non voleva, pensava fosse una violazione del suo spazio personale. Prendemmo un appuntamento con un fisioterapista che lavora per le Olimpiadi perché si prendesse cura di Michael e gli desse delle vitamine, questo tipo di cose. Era dello Utah. Kenny aveva un certo rapporto con lui e lo chiamò. Kenny ci aveva lavorato per l’apertura dei giochi olimpici. Ma sapevamo che Michael non sarebbe andato fino in fondo, potevamo dirlo dall’espressione del suo viso”.

Bina Stebbins: “Perciò, voi provaste a prendere questo fisioterapista per il signor Jackson e lui non volle, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ricorda se questa catena di email fu prima o dopo che lei vide il signor Jackson quella volta con una coperta e la stufa?”

Payne: “Penso fosse… penso che Michael sarebbe stato con la coperta e la stufa dopo questa email”.

Bina Stebbins: “Sa la data di quando avvenne questo?”

Payne: “Non sono sicuro”.

L’avvocato Bina Stebbins ha mostrato un’altra email.

Bina Stebbins: “Questa email è da parte del signor Gongaware e dice: ‘Io e Frank ne abbiamo già discusso e abbiamo chiesto di avere un incontro faccia a faccia con il dottore, speriamo lunedì. Vogliamo ricordargli che è AEG, NON MJ, CHE STA PAGANDO IL SUO SALARIO, VOGLIAMO CAPISCA COSA CI SI ASPETTA DA LUI.’ Questo dimostra che venne inoltrata anche a lei, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ha una comprensione riguardo a cosa si riferisce questa email?”

Payne: “Io capisco che era stato richiesto un incontro con il dottor Murray per lunedì. E dal rigo seguente, capii che AEG stava pagando il suo salario, non Michael”.

Bina Stebbins: “Parlò con qualcuno di questa email?”

Payne: “No, non era necessario”.

Bina Stebbins: “Pensò fosse correlata all’email del signor Ortega del 14 giugno?”

Payne: “Da quel che capii io, il dottor Murray era lì per supervisionare tutto, non delle cose specifiche. Lui era responsabile di Michael. Non avevo nessun motivo per fare domande su questo, non immaginavo ci fosse. Pensavo che il dottore che era stato scelto per lavorare con Michael fosse di massimo livello”.

Bina Stebbins: “Quando incontrò il dottor Murray la prima volta?”

Payne: “Fui presentato a lui da Michael a casa sua, a Carolwood. Stavo risalendo le scale dallo studio di danza al piano interrato al piano terra e il dottor Murray stava andando giù per le scale. Michael ci presentò”.

Bina Stebbins: “In che modo glielo presentò il signor Jackson?”

Payne: “’Questo è il dottor Murray, il mio dottore’”.

Bina Stebbins: “Lei andò mai nel bagno del signor Jackson al piano superiore?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Il signor Jackson confidava in lei in merito alle cure mediche?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Aveva una comprensione del ruolo del dottor Murray per il signor Jackson?”

Payne: “Io capii che lui era lì per supervisionare tutto ciò che avesse a che fare con Michael, com’è dichiarato nella descrizione del suo lavoro”.

Bina Stebbins: “Dopo che lei vide il signor Jackson al Forum, ad un certo punto vi spostaste allo Staples Center?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Il signor Jackson era malato al Forum o allo Staples Center?”

Payne: “Credo allo Staples Center”.

 

La Stebbins ha mostrato il calendario di prove dello spettacolo.

Bina Stebbins: “Questo dice che le prove a giugno si tennero al Forum la prima e la seconda settimana, mentre la terza allo Staples Center, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ed il signor Jackson è morto il 25 giugno”.

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “E voi stavate provando allo Staples Center solo l’ultima settimana?”

Payne: “Sì, stando a questo, sì”.

Bina Stebbins: “Incontrò di nuovo il dottor Murray?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Quando?”

Payne: “Credo fosse allo Staples Center, io stavo andando a dormire. Fu prima di lasciare le prove per andare a dormire. Vidi semplicemente comparire il dottor Murray e gli dissi: ‘Buonasera’”.

Bina Stebbins: “E quando fu questo?”

Payne: “Credo fosse allo Staples Center, nel corridoio”.

Bina Stebbins: “Nell’ultima settimana di vita del signor Jackson, le prove si svolsero il 23 e 24 giugno, è corretto?”

Payne: “Sì”.

 

L’avvocato ha mostrato un’altra email.

Bina Stebbins: “In questa catena di email, guardiamo la data, è il 22 giugno”.

Payne: “Sì, non so quale giorno della settimana”.

Bina Stebbins: “Era un lunedì”.

Payne: “Ok”.

Bina Stebbins: “E questo è un altro insieme di note sue?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ricorda questa riunione del 22 giugno, un incontro con…”

Payne: “Riunione? Mmm…”

 

Obiezione di Panish per speculazione e direzione del testimone, accolta dal giudice.

Bina Stebbins: “A cosa si riferisce questa email?”

Payne: “Queste sono note che io presi a Carolwood, chiedendo che per favore venissero date al signor Jackson alla prima occasione”.

Bina Stebbins: “Scrisse queste note alle prove? Cosa vuole dire?”

Payne: “Ricordo cosa accadde, ma non i dettagli”.

Bina Stebbins: “E ricorda se quel giorno il signor Jackson era malato?”

Payne: “Non ricordo, potrebbe esserlo stato, ma se fosse stato malato, la sessione non avrebbe avuto luogo”.

Bina Stebbins: “Perciò, il signor Jackson non era malato il 22 giugno?”

Payne: “No, probabilmente il 22 no”.

Bina Stebbins: “Lei a un certo punto ha detto che il signor Jackson aveva il raffreddore?”

Payne: “Sì, se qualcuno ha una coperta addosso, immagino siano i sintomi dell’influenza”.

Bina Stebbins: “Il signor Jackson le parve influenzato il 22 giugno?”

Payne: “Non male quanto stava quando ebbe bisogno di sedersi vicino ad una stufetta con una coperta”.

Bina Stebbins: “Fece lo show durante le prove?”

Payne: “Parti”.

Bina Stebbins: “Quante?”

Payne: “Non sono sicuro di quante parti esattamente, ma posso dire che volevamo fare un segmento dello show quella sera, grossi blocchi per intero, pezzetti di produzione alla volta. Lui fu in grado di fare pezzi di quei blocchi”.

Bina Stebbins: “Ricorda se il signor Jackson provò il 23 giugno?”

Payne: “Le canzoni?”.

Bina Stebbins: “Sì”.

Payne: “Non ricordo”.

Bina Stebbins: “Era lo spettacolo completo o metà?”

Payne: “Non posso parlare con certezza di questo”.

Bina Stebbins: “Com’erano le esibizioni del signor Jackson?”

Payne: “Era in processo di lavorazione, non allo standard dello show. Lo stava studiando, era in processo, non mi aspettavo che lo eseguisse come se fosse di fronte ad una folla, perché non  lo era”.

Bina Stebbins: “Ingranò successivamente?”

Payne: “L’esibizione oscillava. Certi giorni era buona, certi giorni non lo era. I due ultimi giorni furono molto buoni”.

Bina Stebbins: “Sembrava felice?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Descriverebbe la sua esibizione come meravigliosamente buona?”

Payne: “Pensai fosse sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi che si era prefissato”.

Bina Stebbins: “Aveva dubbi sulla capacitò del signor Jackson di fare gli show?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Ebbe la sensazione che ci fosse qualcosa che non andava con lui?”

Payne: “Tutto ciò che vidi fu miglioramento e che ci stavamo avvicinando ai nostri obiettivi”.

Bina Stebbins: “Stava visibilmente bene?”

Payne: “Era migliorato rispetto a prima”.

Bina Stebbins: “Sapeva cosa sarebbe accaduto il giorno dopo?”

Payne: “Ovviamente no”.

Bina Stebbins: “So che questo è difficile. Può dirci come venne a sapere che il signor Jackson era morto?”

Payne: “Ero diretto alla mia sessione di prove con Michael a Carolwood delle 14:00. Ero sulla Highland Avenue e ricevetti una telefonata da mia madre che mi disse che aveva sentito la notizia in tv. Le dissi: ‘Sono sulla strada per andare lì a provare, sono sicuro che è tutto ok’. Mentre mi avvicinavo, sentii la notizia alla radio. Chiamai allo Staples Center e parlai con Stacey. Le chiesi se era successo qualcosa, lei mi disse di no, che stavano provando. Continuai a guidare verso Carolwood. Poi, ricevetti una telefonata prima di arrivare a Carolwood per dirmi che c’era un’emergenza lì alla residenza e di non andarci, ma di venire allo Staples Center. Perciò, io andai allo Staples. Stavamo provando ‘Smooth Criminal’, eravamo ottimisti sul fatto che lui arrivasse. Lo staff era in attesa di qualunque informazione, ricordo Kenny ricevere molte telefonate. Nell’ultima telefonata da Randy e Paul, ricordo che Kenny disse: ‘Ditemi qualcosa per farmi sapere che siete veramente voi e che questa è la verità’. A quanto pare, ebbe modo di riconoscerli al telefono e ricordo che collassò sulla sedia e pianse”.

Bina Stebbins: “Aveva idea di cosa stesse succedendo?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Ha mai visto il signor Jackson bere alcol?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Ha mai visto il signor Jackson prendere farmaci da prescrizione?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Hai mai osservato il signor Jackson in uno stato che le appariva sotto effetto di farmaci?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Quando?”

Payne: “Qualche volta alle prove Michael appariva, sa, giusto un po’ alterato. Pensai che era stato assistito o sotto effetto di qualcosa, per lo più quando veniva alle prove dallo studio del suo dermatologo”.

Bina Stebbins: “Il dermatologo del signor Jackson è il dottor Klein?”

Payne: “È l’unico che io sappia. E un paio di volte Michael apparve intontito di mattina, io lo attribuii al fatto che si fosse appena svegliato”.

Bina Stebbins: “Quante volte il signor Jackson apparve sotto effetto di qualcosa dopo gli appuntamenti dal suo dermatologo?”

Payne: “3 o 4 volte”.

Bina Stebbins: “Ricorda quando?”

Payne: “Un giorno in particolare, non ricordo quale giorno. Ricordo che Andre Crouch, il suo insegnante di canto, doveva venire ad un incontro. Prima di quell’incontro, Michael  sembrava non proprio se stesso”.

Bina Stebbins: “Questo fu al Center Staging o al Forum?”

Payne: “Al Center Staging”.

Bina Stebbins: “Lei ha detto 3 o 4 volte a settimana. Pensò che il signor Jackson avesse un problema coi farmaci da prescrizione?”

Payne: “No”.

Obiezione di Panish.

Bina Stebbins: “Cosa capì lei?”

Payne: “Io capii che era perché stava tornando sul palco, Michael si stava sottoponendo a delle procedure cosmetiche, così avrebbe potuto sentirsi bene con se stesso e fare un lavoro grandioso”.

Bina Stebbins: “Pensò che il signor Jackson probabilmente avesse un problema di dependency dai farmaci da prescrizione?”

Payne: “Non lo vidi come problema”.

Bina Stebbins: “Non era preoccupato che questo potesse essere un problema?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Torniamo alla preparazione del This Is It. Lei ha parlato del Drill, ci ha lavorato su?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Sto per mostrarle una sequenza video dal film This Is It”.

 

Nel filmato, due uomini in vestiti scuri si allenano a fare il Drill.

Bina Stebbins: “Dove eravate quando è stato filmato questo?”

Payne: “Agli Studio Culver City”.

Bina Stebbins: “Quando è stato girato?”

Payne: “A giugno 2009”.

Bina Stebbins: “Agli inizi di giugno?”

Payne: “Probabilmente. So che per fare tutto questo lavoro, non può essere stato molto tempo dopo la prima settimana di giugno”.

Bina Stebbins: “Il timbro datario dello show dice 4 giugno?”

Payne: “Ok”.

 

L’avvocato ha mostrato altre sequenze del film This Is It, in cui ci sono i ballerini, Michael e Payne che eseguono il Drill. Viene mostrata qualche scena sul palco, si è passati da una scena all’altra.

Bina Stebbins: “Siete lei ed il signor Jackson che lo mettete insieme?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ci sono cambi di scena?”

Payne: “Sì, l’idea era quella di mostrare diversi giorni, più giorni, così si poteva vedere il numero prendere forma”.

Bina Stebbins: “Venne coinvolto nel mettere insieme i filmati per il film This Is It?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “I filmati furono alterati in qualche modo per farli apparire migliori?”

Payne: “No, non furono alterati, ma li abbiamo editati. Io scelsi le sequenze migliori di MJ, quelle che pensai avrebbe apprezzato”.

Bina Stebbins: “Il film This Is It ha mostrato accuratamente le esibizioni, ha rappresentato le sequenze come erano in quei giorni, era realistico?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Era una falsificazione?”

Payne: “No, no. Io volevo tornare indietro e rifilmare certe cose, Kenny disse: ‘No, non sarebbe un documentario’. Perciò alcune cose non sono le mie riprese preferite, ma furono incluse. Era realistico”.

Bina Stebbins: “Voglio mostrarle ancora una clip”.

 

L’avvocato ha mostrato ancora una sequenza del film This Is It con Michael e la chitarrista Orianthi, Michael canta “They Don’t Care About Us” e un po’ di “HIStory”, indossa una camicia rossa ed una giacca.

 

Payne: “A volte è difficile identificare dove e quando è stata girata la ripresa, la location”.

Bina Stebbins: “Riesce ad identificare questa sequenza dove venne filmata?”

Payne: “Non è al Center Staging… mmm…”.

Bina Stebbins: “È allo Staples Center?”

Payne: “Mmm… posso vederne un altro po’ e provare a dirle il posto… (lunga pausa) Non sono sicuro di dove sia stato girato questo”.

Bina Stebbins: “Il signor Jackson si stava esibendo?”

Payne: “Sì”.

 

ESAME INCROCIATO DI BRIAN PANISH:

Panish: “Nel filmato del This Is It che abbiamo appena visto, c’era una traccia di canzone che suonava?”

Payne: “Definisca ‘traccia’”.

Panish: “Musica?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perciò, Michael Jackson non stava cantando e ballando?”

Payne: “Non capisco cosa sta dicendo”.

Panish: “C’era una traccia di musica o danza in esecuzione?”

Payne: “Vuole dire una traccia musicale? È diverso signore”.

Panish: “Signore, Michael Jackson non eseguì mai lo show per intero tutto di fila, è corretto?”

Payne: “Corretto”.

Panish: “E molti erano preoccupati che non sarebbe stato in grado di eseguire lo show per intero, è corretto?”

Payne: “Qualcuno può esserlo stato, sì”.

Panish: “Prima di venire qui, ha rivisto qualcosa?”

Payne: “Sì, ho rivisto la mia deposizione”.

Panish: “Chi le ha dato la sua deposizione?”

Payne: “L’ho comprata”.

Panish: “Da chi ha comprato la sua deposizione?”

Payne: “Dall’entità che l’ha registrata”.

Panish: “Era sotto giuramento durante la sua deposizione?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E ha detto la verità?”

Payne: “Ho fatto del mio meglio”.

Panish: “Cos’altro ha fatto o guardato oltre alla sua deposizione prima di venire qui oggi?”

Payne: “Nulla”.

Panish: “Ha incontrato qualcuno?”

Payne: “No”.

Panish: “Ha parlato con Stacey Walker?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ha parlato con la signorina Walker della sua testimonianza?”

Payne: “Naturalmente no”.

Panish: “Qual era la sua impressione del signor Jackson? Com’era?”

Payne: “Amava essere padre”.

Panish: “Cos’ha detto? Amava essere padre?”

Payne: “Sì, ho visto la bellezza del loro rapporto. La loro lealtà verso il padre e la sua verso di loro. Michael li ha educati e istruiti. Quando provavamo, mangiavamo assieme. Abbiamo pranzato spesso insieme a Carolwood”.

Panish: “Michael Jackson voleva mangiare con i suoi figli?”

Payne: “Quando provavamo, mangiavamo tutti insieme”.

Panish: “Ha pranzato con Prince, Paris e Blanket?”

Payne: “Qualche volta”.

Panish: “Vide Prince interagire con suo padre?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ci dica del loro rapporto. Quali erano le sue impressioni?”

Payne: “Pensavo fosse fantastico. Ero molto orgoglioso di vedere Michael come un padre così amorevole. Ero orgoglioso di vedere il loro rapporto. Era grandioso vedere come interagivano, voglio dire, Prince vuole essere un regista, perciò Michael aveva conversazioni con lui su quel processo e gli faceva notare delle cose durante le prove che lui doveva ricordare”.

Panish: “Quindi, lei vide il signor Jackson essere una guida ed un mentore per i suoi figli?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Sapeva che il signor Jackson voleva fare film?”

Payne: “Era nell’ambito dei film da anni”.

Panish: “Sapeva che il signor Jackson voleva che AEG lo aiutasse a fare film?”

Payne: “Ne sentii parlare, ma non ne ho mai saputo i dettagli”.

Il giudice ha posto una domanda simile al testimone: “Venne a sapere che il signor Jackson stava per ottenere che AEG lo aiutasse a fare film?”

Payne: “Questo non lo so”.

Panish: “Da chi sentì che il signor Jackson avrebbe fatto film con l’aiuto di AEG?”

Payne: “Dal signor Jackson”.

Panish: “Descriva il rapporto di Paris Jackson con suo padre. Cosa osservò?”

Payne: “Paris era molto protettiva. Era una ragazzina molto attenta, molto, molto intelligente, molto astuta. Lei era così impressionante. Aveva una totale conoscenza di tutte le attività quotidiane, dall’ora del pranzo e in cosa sarebbe consistito, era molto responsabile… molto oltre la sua età. Conosceva non solo i bisogni di suo padre, ma anche dei suoi fratelli. Aveva molta responsabilità, cosa che io penso lei gradisse. Le piaceva. Era la donna di casa. Amava veramente suo padre. In quel periodo, era arrivata a scoprire il suo successo e la sua notorietà mondiale, perciò indossava le sue magliette di Michael Jackson, la sua borsa di Michael Jackson, la sua fascia di Michael Jackson”.

Panish: “Descriva il senso di responsabilità di Paris”.

Payne: “Era sempre quella che parlava di più dei tre bambini ed era molto interessata a tanti dettagli della casa, se c’era la temperatura giusta, cosa volete mangiare… Si occupava di molte cose per la sua giovane età. Era molto materna. Benediceva il cibo quando mangiavamo insieme. Non riuscirei mai a dirne abbastanza di lei”.

Panish: “Era la cocca di papà?”

Payne: “Sì, credo di sì”.

Panish: “Stava sempre dietro al suo papà?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Anche Blanket era alle prove?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Jackson gli parlava durante le prove?”

Payne: “Sì, lui era tranquillo, ma sempre proprio lì con il suo papà”.

Panish: “Il signor Jackson guidava e faceva da mentore a suo figlio, Blanket?”

Payne: “Sì. Il rapporto di Michael come padre con i suoi figli è quello che ogni bambino spera di avere. Io come persona sarei stato molto grato di avere un padre così”.

Panish: “Concorda che hanno sofferto una perdita immensa?”

Payne: “Naturalmente”.

Panish: “Ha videoregistrato il signor Jackson con i suoi figli?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Dove sono ora quei filmati?”

Payne: “Non lo so”.

Panish: “Non ha detto di averli chiusi in una cassaforte?”

Payne: “No, ho detto che li avevo. Non chiusi a chiave. Solo nella mia collezione personale”.

Panish: “È vero che lei portava sempre una videocamera con lei e fece riprese dalle prove del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Aveva delle videoregistrazioni fatte da lei del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quelle videoregistrazioni, QUEI FILMATI DELLE PROVE DEL THIS IS IT, LE FURONO CONFISCATI QUANDO IL SIGNOR JACKSON MORI’, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “AEG SI PRESE TUTTI I FILMATI DA LEI, E LEI NON LI HA MAI RIAVUTI INDIETRO?

Payne: “Sì, li hanno usati”.

Panish: “AEG SI PRESE TUTTI I FILMATI DA LEI PRIMA DI FARE IL FILM?

Payne: “Sì”.

Panish: “E lei non sa quali filmati AEG abbia scartato?”

Obiezione di AEG.

Panish: “Spostiamoci su un reperto di prova”.

Obiezione di AEG per il fatto che il testimone non risulta in copia nell’email reperto.

Panish: “Il  mio reperto non sarebbe stato accettato come prova se lui non fosse stato chiamato a testimoniare”.

Il giudice ha accolto l’obiezione della difesa.

Panish: “Signore, lei è mai venuto a sapere che Randy Phillips disse a Paul Gongaware di assicurarsi di tenere fuori dal film i filmati in cui Michael appariva troppo magro e altre parti?”

Obiezione di AEG.

Panish: “È mai venuto a sapere chi è che comanda alla AEG?”

Payne: “Sì, Philip Anschutz”.

Panish: “E direttamente sotto Anschutz c’è Randy Phillips?”

Payne: “Sì”.

Panish: “A chi riportava Randy Phillips?”

Payne: “In base alla mia comprensione, al signor Anschutz”.

Panish: “Prima che lei cominciasse ad editare i filmati, sapeva che Randy Phillips disse a Paul Gongaware di assicurarsi di eliminare una scena di Michael Jackson perché appariva troppo magro e scheletrico?”

Payne: “Non lo sapevo, no”.

Panish: “Sapeva che AEG aveva rimosso dei filmati prima che lei cominciasse ad editare il This Is It?”

Payne: “No. Voglio parlare… voglio dire”.

Panish: “Ho finito con questa domanda. Michael Jackson appariva scheletrico?”

Payne: “No”.

Panish: “Sa se Paul Gongaware eliminò i filmati di Michael Jackson in cui lui appariva scheletrico?”

Payne: “No”.

Panish: “Torniamo alla famiglia del signor Jackson. Lei ha testimoniato che lei ed il signor Jackson parlavate spesso delle vostre madri, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei è legato a sua madre?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ci dica le sue impressioni e le sue osservazioni sul rapporto di Michael Jackson con sua madre”.

Payne: “Non è un segreto, lui la amava moltissimo, erano legati”.

Panish: “Come lo sa?”

Payne: “Tutti sapevano che Michael amava sua madre. Alle prove parlavamo dei sacrifici fatti dai nostri genitori che ci avevano portato lì”.

Panish: “Il signor Jackson era un umanitario?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Cosa faceva da umanitario?”

Payne: “Lui detiene ancora il Guinness dei primati per essere stato l’intrattenitore che ha donato più soldi in beneficenza. Molte sue canzoni avevano a che fare con il suscitare consapevolezza, con il pianeta, con i bisogni del pianeta e delle persone in tutto il mondo. Lui stava dando luce ai problemi e cosa poteva fare lui per aiutare, per essere coinvolto a compiere un cambiamento positivo”.

Panish: “Michael Jackson è sempre stato un devoto umanitario?”

Payne: “È quello che ho visto io. Sentivo che era la sua passione”.

Panish: “Perché il signor Jackson voleva fare questo tour?”

Payne: “Perché così avrebbe potuto unire le persone di tutto il mondo”.

Panish: “Lei ha testimoniato con sincerità sotto giuramento nella sua deposizione?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Non ha testimoniato che il signor Jackson stava facendo questo tour per arricchire e dare valore aggiunto alle persone di tutto il mondo?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Questa era la sua piattaforma per ricordare alle persone la loro responsabilità, è corretto?”

Payne: “Sì, sì, tra le altre cose. Lui non è mai cambiato, questa è sempre stata la base di partenza per lui. Sono sicuro che nel corso degli anni ha voluto prestare attenzione ad altre cose. Guarire il mondo, sostenere il pianeta”.

Panish: “Conosce ‘We Are The World’?”

Payne: “Sì, è una composizione di Lionel Richie e Michael Jackson per portare aiuti in giro per il mondo”.

Panish: “Chi lavorò e cantò questa canzone?”

Payne: “Michael, Lionel, Quincy Jones, Diana Ross, Stevie Wonder, Bruce Springsteen, Ray Charles, Tina Turner, Dionne Warwick, Paul Simon, Cindy Lauper, Bob Dylan”.

Panish: “Molti artisti?”

Payne: “Sì”.

Panish: “La canzone raccolse soldi per le persone che soffrono la fame in Africa, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Un’altra ragione per cui il signor Jackson stava facendo il This Is It tour era perché voleva che i suoi figli facessero l’esperienza del tour, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era entusiasta di avere i suoi figli come parte di quell’esperienza, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Conosce Karen Faye?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Karen Faye creò dei disegni per le esibizioni?”

Payne: “Lei era la truccatrice. Creò dei disegni con il trucco”.

Panish: “Ha testimoniato che la signorina Faye creò dei disegni per le esibizioni?”

Payne: “Sono confuso”.

Panish: “Quando lei fece la sua deposizione, dichiarò che Karen Faye creò dei disegni per altri performer, ma in particolare per il signor Jackson”.

Payne: “Sì, giusto per chiarire, si tratta di disegni con il trucco, non di abiti”.

Panish: “La signorina Faye era sempre lì con Michael Jackson per il This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era alle preparazioni dello show quando il signor Jackson non c’era?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Loro trascorrevano molto tempo personale?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Avevano un lungo rapporto di tipo personale?”

Payne: “Sì, molti anni”.

Panish: “Per la sua vicinanza al signor Jackson, la signorina Faye potrebbe dire cose che lei non potrebbe?”

Payne: “Sì”.

Panish: “A giugno, la signorina Faye la mise a conoscenza delle sue preoccupazioni per come appariva il signor Jackson, è corretto?”

Payne: “Sì, era preoccupata. Venne da me con fare aggressivo. Io le dissi: ‘Qualunque cosa tu voglia dire, dilla a Kenny’”.

Panish: “A chi riportava Kenny Ortega?”

Payne: “Riportava a Michael. MJ aveva una partnership con AEG, lui lavorava con AEG”.

Panish: “Ha detto partnership. Chi era partner di AEG?”

Payne: “Kenny era il produttore. Non so il rapporto di lavoro”.

Panish: “Ieri ha parlato di partnership. Eravate tutti partner? Condividevate i profitti?”

Payne: “No”.

Panish: “Eravate pagati da AEG?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Pagati da AEG?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Avevate il contratto con AEG?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Gongaware era il produttore dello show?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Phillips era il produttore dello show?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei ha parlato di quelli più in alto nella produzione. Si tratta del signor Ortega, del signor Phillips e del signor Gongaware?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Nessun altro?”

Payne: “Mi piace considerare anche me stesso così, ma io non ero nella produzione”.

Panish: “Chi poteva licenziarla, AEG?”

Payne: “Sì, ne sono sicuro”.

Panish: “Era scritto nel suo contratto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Karen Faye aveva delle preoccupazioni per la salute di Michael e lei non fece niente?”

Payne: “Le dissi – perché eravamo nel bel mezzo delle prove – le dissi: ‘Se senti che sia una cosa seria, parlane con Kenny’”.

Panish: “Sapeva se lei andò dal signor Ortega?”

Payne: “Non lo so”.

Panish: “Lei aveva visto le email della discussione?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ma ha detto che non sapeva se la signorina Faye andò dal signor Ortega?”

Payne: “Ho detto che non lo sapevo”.

Panish: “La signorina Faye andò dal signor Ortega?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E lei non fece nulla se non dire alla signorina Faye di parlare con il signor Ortega?”

Payne: “Lei voleva chiamare un dottore. Ce n’era già uno lì. Io sono un creativo, stavo lavorando allo show per il quale ero stato assunto per focalizzarmi su di esso”.

Panish: “Il 22 giugno, la signorina Faye era preoccupata per il signor Jackson, è corretto?”

Payne: “Non so la data”.

Panish: “Lei poteva osservare il signor Jackson e vedere segnali che lei non poteva vedere?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era frustrata?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Glielo disse?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei sentiva che era stato fatto tutto il possibile per il signor Jackson?”

Payne: “No, volevo che lui avesse uno psicoterapeuta, un nutrizionista, un massaggiatore – che avesse la sua famiglia intorno. Questo era uno scenario diverso per Michael. Era la prima volta che MJ stava lavorando con un’entità come AEG”.

Panish: “IL SIGNOR JACKSON IN PRECEDENZA AVEVA SEMPRE AVUTO IL TOTALE CONTROLLO SULLA PRODUZIONE?”

Payne: “Sì, con le sue società. Io ero sempre stato assunto dalla MJJ Productions prima”.

Panish: “Questa era la prima volta che lei veniva assunto da una società connessa ad una produzione Michael Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Chi mise i soldi per la produzione?”

Payne: “AEG”.

Panish: “Lei era pagato da AEG, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Dopo che Michael Jackson morì, Karen Faye le mandò un messaggio sul cellulare?”

Payne: “Non lo so”.

Panish: “Non ricorda che la signorina Faye le mandò un messaggio chiedendole PERCHE’ LEI STAVA MENTENDO AI MEDIA RIGUARDO A MICHAEL, dopo che lui morì?”

Payne: “Non l’ho mai ricevuto”.

Panish: “Lo sta negando?”

Payne: “Sto dicendo che c’erano molti messaggi. Quello di Karen Faye che diceva che mentivo – se l’ho ricevuto, l’ho cancellato”.

Panish: “Nega di aver ricevuto un messaggio dalla signorina Faye dopo che Michael Jackson morì che le chiedeva: ‘Perché stai mentendo ai media sulle condizioni di Michael’?”

Payne: “Non so se l’ho ricevuto, se lei me lo mostra, sarò felice di parlarne”.

Panish: “Ha memoria di aver risposto al messaggio della signorina Faye?”

Payne: “Certamente non me lo ricordo. Non lo so”.

Panish: “Nega di aver risposto al messaggio della signorina Faye?”

Payne: “Non so se è accaduto”.

Panish: “Sa chi è Charles Claypal?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Claypal aveva un’opinione diversa rispetto alla sua sulle condizioni fisiche di Michael?”

Payne: “Non lo so”.

Pausa

Panish: “Signore, This Is It fu rilasciato dopo che Michael Jackson morì, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Questa era la prima volta che lei era produttore associato di una produzione?”

Payne: “Sì, ero nel documentario”.

Panish: “This Is It fu rilasciato dopo che Michael Jackson morì. Lei era ancora sconvolto per la morte di Michael Jackson?”

Payne: “Naturalmente. Sono ancora sconvolto adesso”.

Panish: “Lei andò alla grande première del This Is It?”

Payne: “Sì”.

L’avvocato Panish ha mostrato una fotografia di Payne alla première del This Is It.

Panish: “Questo è lei?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Dove fu scattata questa?”

Payne: “Allo Staple Arena”.

Panish: “E questo è lei sul tappeto rosso?”

Payne: “Questo era prima di entrare a vedere il film”.

Panish: “E lei era una delle celebrità?”

Payne: “Avevo lavorato al film”.

 

L’avvocato Panish ha mostrato un’altra fotografia di Payne che cammina sul tappeto rosso alla première del This Is It.

Panish: “È la stessa location, la stessa serata, con lei che assume una posa di danza?”

Payne: “Sa, è un modo naturale di farsi una fotografia”.

Panish: “Lei era FELICE alla première?”

Payne: “Sì”.

L’avvocato Panish ha mostrato un’immagine di Payne ed Ortega al lancio del dvd in Australia.

Panish: “È lei che va in giro per il mondo a promuovere il This Is It?”

Payne: “Per essere chiari, io ed i ballerini di MJ abbiamo fatto delle promozioni per il dvd”.

Panish: “SIETE STATI PAGATI PER FARE QUESTE PROMOZIONI?”

Payne: “Penso di sì. Kenny si unì a noi nell’ultima parte”.

L’avvocato Panish ha mostrato una fotografia di Dileo, Ortega e Phillips alla première del This Is It.

Panish: “Chi sono questi?”

Payne: “Frank Dileo, Randy Phillips e Kenny Ortega alla première di Los Angeles”.

Panish: “Sembrano piuttosto felici riguardo a questo?”

Payne: “Sì. Sa, ERAVAMO SOLO FELICI DI ESSERCI LASCIATI IL PEGGIO ALLE SPALLE, era stato molto difficile, LE COSE FINALMENTE SI STAVANO RIMETTENDO INSIEME”.

Panish: “Sulla sinistra è Kenny Ortega e l’uomo con quel grande sigaro è Frank Dileo, è corretto?”

Payne: “Sì, pace all’anima sua”.

Panish: “Lei era presente quando Michael Bush parlò con Frank Dileo del fatto che Michael Jackson aveva perso peso?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Li sentì parlare del fatto che il signor Jackson non mangiava ed era magro?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Frank Dileo era pagato da AEG?”

Payne: “Non lo so”.

Panish: “Sentì il signor Dileo dire di dare a Michael una secchiata di pollo?”

Payne: RIDENDO “No”.

Panish: “Lo trova divertente?”

Payne: “Bè, lo è ora, il modo in cui lei lo ha chiesto”.

Panish: “La signorina Sankey era la produttrice associata del This Is It?”

Payne: “Sì, per il tour dei concerti”.

Panish: “Per cosa lei era il produttore associato del This Is It?”

Payne: “Per il film documentario”.

Panish: “Che rango fa questo?”

Payne: “Non lo so, per me era semplicemente un titolo. L’obiettivo era lo stesso, tutti uguali”.

Panish: “Perciò voi eravate uguali, lei e la signorina Sankey?”

Payne: “Nella nostra opera creativa, MJ aveva creato una famiglia. Anche se fu dato a lei e a me lo stesso titolo, la signorina Sankey aveva responsabilità diverse”.

Panish: “Lei era vicina a Michael Jackson?”

Payne: “Sì”.

L’avvocato Panish ha mostrato le email reperto di prova.

Panish: “Guardiamo all’inizio di questa email. È datata 14 giugno, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Le fu mandata una copia di questa email?”

Payne: “Non vedo il mio nome, se lei dice così”.

Panish: “Lei stava parlando con l’avvocato della difesa, la signorina Stebbins, delle email inoltrate a lei. Ricevette questa email?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ha appena detto che non l’aveva ricevuta”.

Payne: “Sto solo rispondendo, sono nella catena dell’email”.

Panish: “Cosa dice qui?”

Payne: “Travis”.

Panish: “Perciò, tutte queste email le furono inoltrate?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Le lesse?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Questa è datata 13 giugno. Chi è Brother Michael?”

Payne: “L’assistente di Michael, il suo addetto, il suo braccio destro”.

Panish: “Si legge: ‘Brother Michael ha chiamato. MJ si è preso un giorno di malattia’, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Dice: ‘Ordini di Murray’, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Come parte della sua responsabilità di produttore associato del This Is It, lei ha riferito questa informazione a quelli sopra di lei, giusto?”

Payne: “Non vedo chi – Posso benissimo averlo fatto se ho ricevuto l’informazione che Michael non stava venendo, avrei avvisato gli altri”.

Panish: “Ok. Parliamo del fatto che il dottor Murray non voleva che il signor Jackson venisse alle prove. Il signor Gongaware voleva che il dottor Murray restasse in controllo della salute di Michael Jackson, è corretto?”

Payne: “È quello che dice l’email”.

Panish: “Sta dicendo che non è vero?”

Payne: “Tutti volevano stare in controllo della salute di MJ”.

Panish: “Lei ha detto che voleva vitamine, un fisioterapista, un nutrizionista. Kai Chase non è una nutrizionista, vero?”

Payne: “No, lei è una cuoca”.

Panish: “Chi era il nutrizionista del signor Jackson?”

Payne: “Non ce n’era nessuno”.

Panish: “Chi era il fisioterapista del signor Jackson?”

Payne: “Non ce n’era nessuno. Io ne volevo uno che conosco che ha lavorato per i giochi olimpici”.

Panish: “Sarebbe d’accordo sul fatto che i ballerini sono simili agli atleti?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Sarebbe d’accordo a dire che i ballerini e gli atleti sono simili nelle loro necessità per l’energia e la resistenza fisica, nelle loro estenuanti routine fisiche?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Come ballerino, lei spinge il suo corpo ai limiti, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Puoi avere lesioni come ballerino, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lesioni che necessitano cure?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Assumere farmaci può condizionare l’esibizione?”

Payne: “Sì”.

 

L’avvocato Panish ha mostrato un’email.

Panish: “In questa email datata 14 giugno, dal signor Ortega al signor Gongaware, si legge: ‘Per favore, non sottovalutate il bisogno di rimanere in controllo di questo’. Ha una comprensione in merito a che cosa il signor Ortega si stava riferendo?”

Payne: “Sì, io capisco che lui voleva un bravo nutrizionista ed un fisioterapista per Michael”.

Panish: “E qui dice: ‘Per favore, mettiamo loro al controllo della sua salute’. Ricorda questo?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Ortega era preoccupato delle condizioni fisiche di Michael?”

Payne: “Sì”.

 

L’avvocato Panish ha mostrato un’email.

Panish: “Poi abbiamo questa email dal signor Gongaware della stessa catena di email. Gongaware scrive: ‘Vogliamo ricordargli che è AEG, NON MJ, che sta pagando il suo salario’. Ricorda questo?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Pensa fosse tirannico?”

Obiezione di AEG. Il giudice ha chiesto a Panish di riformulare la domanda.

Panish: “Dalla stessa email: ‘Io e Frank ne abbiamo già parlato e abbiamo richiesto un incontro faccia a faccia con il dottoreì. Ricorda questo?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Di nuovo, il signor Gongaware sta affermando: ‘Vogliamo ricordargli che è AEG, NON MJ, che sta pagando il suo salario’. È corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Proprio come lei era pagato da AEG, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “L’email afferma:‘Vogliamo ricordargli cosa ci si aspetta da lui’, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Obiezione di AEG.

Panish: “Ovviamente, voglio dire, l’email dice: ‘Vogliamo che capisca cosa ci si aspetta da lui’. Ha una comprensione riguardo a cosa questo fa riferimento?”

Payne: “Non ero informato dei dettagli di cosa ci si aspettasse dal dottor Murray. Perciò, non ho una comprensione riguardo a cosa ci si aspettava dal dottor Murray, oltre al fatto che lui fosse un dottore”.

Panish: “Ha una comprensione riguardo a cosa AEG stava per guadagnare dal loro investimento?”

Payne: “No, non è qualcosa che spetta a me capire essendo un artista”.

 

Panish: “Chi era a capo dello show?”

Payne: “AEG ERA PRODUTTORE E PROMOTORE. Sicuramente, MJ era la star e doveva essere contento”.

Panish: “Devi assicurarti che la star stia bene, altrimenti perdi i soldi, è corretto?”

Payne: “Forse. Non sono al corrente di questi dettagli”.

Panish: “Stavano succedendo molte cose. Se AEG non ha a cuore il miglior interesse del signor Jackson, non stanno proteggendo il loro investimento, è corretto?”

Obiezione di AEG.

Panish: “Lei prima ha dichiarato che il signor Phillips stava venendo ogni giorno per vegliare sul loro investimento, non è vero?”

Payne: “Può averlo fatto. Non sono al corrente di questo”.

Panish: “Signore, lei ha testimoniato sotto giuramento che il signor Phillips stava venendo ogni giorno alle prove del This Is It per vegliare sull’investimento della sua società?”

Payne: “Non capisco perché l’investimento sia una brutta cosa. Lei sta – Io non ho nessun interesse in questa battaglia, non sto nascondendo niente. Quando lei fa così, è piuttosto aggressivo. Mi sento come se mi stesse mettendo all’angolo certe volte”.

Panish: “19 giugno. Lei ci ha raccontato tutto sugli eventi del 19 giugno, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ne è sicuro?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Diamo un’occhiata. Risolleviamo la questione. Stiamo parlando della verità, giusto?”

 

L’avvocato Panish ha mostrato il programma di prove del This Is It.

Panish: “Perciò, lei ieri ci ha parlato di questo reperto. Ieri ci ha detto che stavate parlando con il signor Jackson delle coreografie per ‘Jam’ e ‘They Don’t Care About Us’, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ha parlato dell’introduzione del Drill sul quale aveva lavorato insieme al signor Jackson, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Avevate lavorato sul cantare insieme, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Poi, le è stato mostrato questo programma e le è stato chiesto se quel giorno avevate lavorato per un blocco di 3 ore, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei ha detto che avevate lavorato insieme per 3 ore e poi avevate fatto una pausa di 10 minuti, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei ha detto che il signor Jackson e lei stavate passando in rassegna passi di danza, per combinare tutto, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “SIGNORE, MICHAEL JACKSON QUEL GIORNO NON ERA ALLE PROVE”.

Payne: “Ho detto sulla base di questo programma, questo è ciò a cui stavo rispondendo. Dalle 12 alle 15 era previsto che provassimo”. (Si faccia riferimento alla testimonianza di Payne del giorno prima: Payne NON ha detto ‘sulla base di questo programma’).

Panish: “Lei ha detto che eravate lì alle prove il 19 giugno. Che il programma lo dica, ne sono sicuro”.

Payne: “Se MJ non c’era, non ho motivi per non crederle”.

Panish: “Lei ha detto alla giuria che il signor Jackson era lì, sulla base di questo programma”.

Payne: “Se c’è una discrepanza, va bene. Se era sul programma… Se lei sta dicendo che lui non era lì, prenderò per buona la sua parola, ma…”

Panish: “Ma non può dirci se lei era lì tutti i giorni?”

Payne: “Io ero lì tutti i giorni. Ho detto che Michael non c’era tutti i giorni”.

Panish: “LEI HA TESTIMONIATO CHE LAVORO’ INSIEME AL SIGNOR JACKSON QUEL GIORNO. NON HA DETTO ‘SULLA BASE DI QUESTO PROGRAMMA’, non è vero?”

Payne: “Va bene, io stavo parlando a partire dal programma. Se lei dice che MJ non era lì… lui a volte non si presentava”.

Panish: “Lei conosce il dottor Klein?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ha ricevuto delle iniezioni di versed (midazolam, ndt) dal dottor Klein?”

Sidebar. Subito dopo, è stata chiamata la pausa pranzo.

Dopo la pausa pranzo, e prima che il controinterrogatorio del testimone continuasse, c’è stato un aspro dibattito fra gli avvocati delle due parti. AEG ha tentato di abolire delle prove, citando le cartelle cliniche. L’avvocato Panish voleva mostrare la data della visita di Michael Jackson dal dottor Klein per confutare la testimonianza di Travis Payne. Il giudice ha permesso che la prova venisse mostrata.

Una volta che è ripreso il controinterrogatorio, Travis Payne ha ripetutamente chiesto assistenza agli avvocati di AEG, Bina Stebbins e Putnam. Loro non hanno potuto fare altro per aiutarlo se non fare obiezione. Tutte le obiezioni di AEG sono state respinte.

Panish: “Durante la pausa, gli avvocati di AEG le hanno mostrato la sua precedente testimonianza, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perché le hanno mostrato la sua precedente testimonianza?”

Payne: “Per aiutarmi”.

Panish: “Perché, lei non riesce a ricordare quello che ha detto?”

Payne: “No, la mia testimonianza è cambiata”.

Panish: “Perciò, lei ha parlato con gli avvocati di AEG e loro gliel’hanno mostrata?”

Payne: “Forse gli avvocati possono spiegare. Non so dove vuole arrivare con questo”.

Panish: “Perciò, gli avvocati di AEG le hanno mostrato la sua deposizione in modo che lei potesse parlarne qui una volta tornato sul banco?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perché lei non riesce a ricordare?”

Payne: “Non è questo. È passato del tempo. Voglio essere chiaro nella mia testimonianza qui”.

Panish: “Quante pagine della sua testimonianza precedente le hanno mostrato?”

Payne: “Due”.

Panish: “Una pagina riguardava il signor Gongaware e le email?”

Payne: “Sicuramente, credo avesse a che fare con questo”.

Panish: “Qual è stata l’altra pagina della sua precedente testimonianza che le è stata appena mostrata?”

Payne: “Aveva a che fare con le prove del 19 giugno”.

 

 

Panish: “Perciò, quella è la prova da cui il signor Jackson venne rispedito a casa e non fece le prove, giusto?”

Payne: “Non sapevo quando, volevo essere chiaro su cosa stavamo… stavamo andando avanti e indietro, volevo assistenza per essere chiaro così so che…”

Panish: “Voglio farle una domanda. Lei ieri ha testimoniato di essere andato a casa del signor Jackson a Carolwood per una prova il 19 maggio. Ha testimoniato che lei ed il signor Jackson stavate provando dei passi a casa sua, è corretto?”

Payne: “Sì, eravamo nel suo studio di danza nel seminterrato”.

Panish: “IL 19 MAGGIO?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perciò, lei ieri sotto giuramento ha testimoniato… andiamo a quel reperto specifico, ok?”

Payne: “Ok”.

Panish: “Ieri gli avvocati della difesa le hanno mostrato solamente tre appuntamenti, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ci può dire se qualcuno di essi è avvenuto?”

Payne: “No”.

Panish: “Lei non ci può dire se provò insieme al signor Jackson?”

Payne: “Io ero lì”.

Panish: “VOSTRO ONORE, PER FAVORE, ORDINI AL TESTE DI RISPONDERE ALLA DOMANDA”.

Il giudice ha chiesto al testimone di rispondere alle domande come gli venivano poste.

Panish: “Ieri nella sua testimonianza non ci ha detto che non ricorda. Lei ha detto: ‘Questo è ciò che facemmo il 19 maggio 2009. Facemmo 10 minuti di pausa… è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Signore, MICHAEL JACKSON NON ERA CON LEI IL 19 MAGGIO, VERO?”

Payne: “No”.

Panish: “Perché Michael Jackson era ad un appuntamento con un dottore per una procedura medica, è corretto?”

Payne: “Se lei dice che Michael Jackson non era lì, allora non lo metto in discussione. Non so dove lui fosse”.

Panish: “Ieri ci ha detto che lei era lì a provare insieme al signor Jackson il 19 maggio, e oggi ci sta dicendo di no. Com’è questa cosa?”

Payne: “Stavo parlando sulla base del programma che ho letto. Non conosco il programma personale del signor Jackson”.

Panish: “Ma lei NON ha detto: ‘Non so dove fosse il signor Jackson’. Lei ci ha raccontato le specifiche mosse di danza ed esibizioni che avete provato, ci ha detto che  vi prendeste 10 minuti di pausa, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E QUESTO NON ERA VERO. E ora lei dice: Non ho alcun problema, ho fatto un errore. Non ha avuto alcun problema ieri dicendo che lei era insieme al signor Jackson a provare nella sua casa il 19 maggio, vero?”

Payne: “No”.

Panish: “Diamo un’occhiata ai dati delle cartelle cliniche del signor Jackson di quel giorno.”

L’avvocato Panish ha mostrato le cartelle cliniche di Michael Jackson dallo studio del dottor Arnold Klein.

Panish: “Le cartelle cliniche mostrano che il signor Jackson si stava togliendo una ciste in quell’arco di tempo del 19 maggio 2009, lo vede?”

Payne: “Sicuro”.

Panish: “Perciò, il signor Jackson NON era con lei dalle 12 alle 15 del 19 maggio. Questo le rinfresca la memoria?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ora, in precedenza lei ha testimoniato che il signor Jackson era lì alle prove con lei il 22 giugno 2009. Era lì?”

Payne: “Non lo so……………………………………………….”.

Panish: “Non ci ha detto da quel banco dei testimoni questa mattina che il signor Jackson fece le prove con lei il 22 giugno?”

Payne: “Sì”.

Obiezione di AEG, respinta dal giudice.

Panish: “Signore, risponda semplicemente alla domanda. Il signor Jackson aveva un altro appuntamento medico il 22 giugno, lo vede?”

Payne: “Ok. Non conosco il programma personale del signor Jackson, io lavoravo solo con lui”.

Panish: “Lei doveva testimoniare la verità, corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perciò, lei ci sta dicendo che quello che lei ricorda ora è la verità?”

Payne: “Siamo umani, certe volte facciamo errori”.

Panish: “Ma lei HA TESTIMONIATO SOLO STAMATTINA che era con il signor Jackson a fare le prove per il This Is It tour in quelle date, non è questa la verità?”

Payne: “Ma ora sto dicendo che mi sono sbagliato, non lo sto mettendo in discussione. Sto solo dicendo che sulla base del programma che lei mi ha mostrato, provammo dalle 12 alle 15”.

Putnam: “Io non le ho mostrato un programma che afferma questo”.

Payne: “Beh, l’altro avvocato me lo ha mostrato”.

Panish: “Perciò, l’avvocato di AEG le ha mostrato un programma con le sue note scritte a mano sopra e lei ha convenuto con esso?”

Payne: “”.

Panish: “Non era vero, è così?

Payne: “A quanto pare per quella data in particolare ho fatto un errore”.

Panish: “Le sono state mostrate solo 3 programmazioni, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E LEI NON CI HA DETTO LA VERITA’ RIGUARDO A NESSUNO DEI 3, NON E’ VERO?”

Payne: “Se mi sono sbagliato su dov’era esattamente il signor Jackson quelle 3 volte… se ho fatto un errore su dov’era di preciso, posso assolutamente ammetterlo”.

Panish: “Dove sono tutte le sue altre programmazioni?”

Payne: “Ho consegnato tutto prima del processo”.

Panish: “Non ha nessun’altra programmazione?”

Payne: “Non avevo ogni singola programmazione. Tutto ciò che avevo l’ho consegnato all’inizio del processo”.

Panish: “All’inizio di questo processo?”

Payne: “Sì, nella mia deposizione”.

Panish: “Lei ha testimoniato che provava 5 volte a settimana con il signor Jackson a casa sua. Questo non è vero, è così?

Payne: “Era programmato che provassimo”.

Panish: “Le è stato chiesto quanto spesso FACEVATE LE PROVE, non è così?”

Payne: “Quella era la nostra programmazione”.

Panish: “No, a lei NON è stato chiesto se quella era la vostra programmazione. Le è stato chiesto QUANTE VOLTE HA FATTO LE PROVE CON IL SIGNOR JACKSON PER IL THIS IS IT TOUR, non è così?”

Payne: “La nostra programmazione era 5 volte a settimana”.

Panish: “Vostro onore, perfavore, chieda al teste di rispondere alla domanda”.

Obiezione di AEG. Il giudice: “Passiamo oltre”.

Panish: “Lei ha testimoniato che il signor Randy Phillips era quasi sempre alle prove, è corretto?”.

Payne: “Sì”.

Panish: “Sarebbe corretto dire che al signor Jackson non era richiesto di venire alle prove finché tutta la compagnia non fosse pronta?”

Payne: “Non penso che sia del tutto accurato”.

Panish: “È quello che voglio dire io. Non sarebbe del tutto accurato dire che al signor Jackson non era richiesto di venire alle prove finché tutta la compagnia non avesse finito, giusto?”

Obiezione di AEG. L’avvocato Panish ha cominciato a leggere la trascrizione della testimonianza di ieri di Payne: “Michael Jackson non doveva venire alle prove finché l’intera…”

Obiezione di AEG.

Panish: “Corrisponde al vero dire che il signor Jackson NON DOVEVA venire alle prove?”

Payne: “NO. DOVEVA VENIRE”.

Panish: “Corrisponde al vero dire che il signor Jackson NON DOVEVA venire alle prove finché tutti non fossero pronti per lui?”

Payne: “NO. DOVEVA VENIRE COMUNQUE. C’ERANO ALTRE COSE CHE LUI DOVEVA FARE”.

Panish: “È CORRETTO DIRE CHE IL SIGNOR JACKSON NON DOVEVA VENIRE ALLE PROVE?”

Payne: “NO. LUI DOVEVA VENIRE ALLE PROVE. FACEVA PARTE DEL LAVORO”.

Panish: “Quando le è stato chiesto dall’avvocato di AEG se lei aveva coreografato il Dangerous Tour, lei ha detto che ne coreografò delle parti, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quando lei coreografa qualcosa, riceve i credit?”

Payne: “Sì, a meno che non ci siano già dei credit. Per il Dangerous Tour, io aggiunsi delle parti”.

Panish: “Mi permetta di farle una domanda. Lei ci ha detto di aver coreografato il Dangerous Tour, non è vero?”

Payne: “Feci delle aggiunte, non lo coreografai completamente”.

Panish: “Chi ebbe i credit?”

Payne: “Non lo so”.

Panish: “Lei lesse i credit?”

Payne: “Ehm…”.

Panish: “Il signor Ortega saprebbe chi ottenne i credit?”.

Payne: “Naturalmente”.

Panish: “Altri ebbero i credit, non lei, è corretto?”

Payne: “Sì. Questo cosa vorrebbe dire?”.

Panish: “Lavelle Smith era solito essere il suo coreografo partner?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ora signore…”

Payne: “Posso chiarire che io mi unii al Dangerous Tour quando era già ampiamente in lavorazione? Il programma era già stampato. Quando mi unii al tour, feci ‘They Don’t Care About Us’ e certe altre parti. Contribuii alla coreografia”.

Panish: “Vediamo cosa dice il signor Ortega riguardo ai credit del Dangerous Tour, lei si fida del signor Ortega?”

Payne: “Sì. Ma lui, come me, è umano e può commettere errori”.

 

L’avvocato Panish ha mostrato come reperto il programma del Dangerous Tour con i credit. La coreografia è di Michael Jackson. Il testimone ha detto che i credit gli sono stati dati.

Panish: “Ha mai avuto qualcosa dove le sono stati dati i credit?”

Payne: “Sì, dopo il tour il programma venne aggiornato”.

Panish: “Dov’è il programma che le dà i credit per la coreografia?”

Payne: “Non ho mai preso i credit. Io ero uno dei coreografi partner. Tutti sanno che ero uno di quelli che aveva contribuito”.

Panish: “Dov’è il manuale a cui lei si riferisce dove ha ottenuto i credit?”

Payne: “Sarebbe stato nel nostro itinerario di viaggio”.

Panish: “Dov’era stampato?”

Payne: “Nell’itinerario di viaggio dell’History Tour di Michael”.

Panish: “Ne ha una copia?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lo porterà alla corte?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Torniamo al signor Phillips, ok? Lei ha detto che lui era lì alle prove per il This Is It tutti i giorni?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E questo era al Forum?”

Payne: “Corretto”.

Panish: “Lei ha testimoniato che credeva che il signor Phillips fosse uno che comanda in AEG, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Phillips vegliava sul loro investimento?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ed il signor Phillips era lì ogni giorno?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Anche il signor Gongaware era uno che comanda, lui teneva d’occhio tutto: spese, investimento, ecc…?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Gongaware era a conoscenza di tutto ciò che succedeva?”

Payne: “Non so di cosa fosse a conoscenza”.

Panish: “Ora, 14 maggio 2009. Guardiamo l’email del signor Ortega”.

Payne: “Ok”.

 

L’avvocato Panish ha mostrato l’email reperto da Ortega a Paul Gongaware, parte della quale dice: “È lento ad afferrare il lavoro”.

Panish: “Ora. Secondo la sua comprensione, il signor Jackson stava avendo difficoltà a raccogliere il materiale dello show?”

Payne: “Dove sta leggendo?”.

Panish: “Lei era con Michael Jackson tutti i giorni, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Conosceva il signor Jackson, giusto?”

Payne: “Sicuro”.

Panish: “Secondo la sua comprensione, stava avendo difficoltà a raccogliere il materiale dello show?”

Payne: “No”.

Panish: “Qualunque tipo di materiale?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Kenny Ortega scrive a Paul Gongaware che Michael Jackson sta avendo difficoltà ad afferrare il materiale, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei non è d’accordo?”

Payne: “In parte non sono d’accordo”.

Panish: “Perciò, lei è in una posizione migliore del signor Ortega per sapere questo?”

Payne: “Non è ciò che ho detto”.

Obiezione di AEG respinta dal giudice.

Panish: “Vostro Onore, per favore, istruisca il testimone di aspettare la domanda”. Il giudice: “Non parli sopra la domanda”.

Panish: “Il signor Ortega era in una posizione migliore rispetto a Travis Payne per valutare se Michael Jackson stava avendo difficoltà ad afferrare il materiale?”

Payne: “È giusto, quella è la sua opinione”.

Panish: “Non ha risposto alla domanda. Lei è più ben informato del signor Ortega?”

Payne: “Non sto dicendo questo”.

Panish: “Chi ha più esperienza?”

Payne: “Il signor Ortega”.

Panish: “Chi ha più conoscenze?”

Payne: “Di cosa sta parlando? Per certi aspetti, io ho più conoscenze di coreografia di quante ne abbia il signor Ortega”.

Panish: “Lei era preoccupato per l’improvviso cambio di peso del signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era preoccupato che il suo improvviso cambio di peso lo stesse turbando psicologicamente?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Questo fu portato alla sua attenzione dall’addetto al guardaroba del signor Jackson?”

Payne: “Lo sapevo da me”.

Panish: “Quindi, nel mese di giugno lei sapeva che il signor Jackson stava mostrando un improvviso cambio di peso?”

Payne: “Prima di giugno, notai che il signor Jackson era più magro di come lo conoscevo”.

Panish: “Lei non sta rispondendo alla mia domanda”.

Payne: “Le sto dicendo che quando incontrai Michael ad aprile, lui era più magro di quanto fosse stato in passato”.

Panish: “Io le sto chiedendo dell’improvviso cambio di peso”.

Payne: “No, lui è sempre stato magro”.

Panish: “Sta testimoniando che lei non ha mai visto un improvviso cambio di peso del signor Jackson durante la preparazione del This Is It tour?”

Payne: “No”.

Panish: “Lei vide un improvviso cambio del suo peso nella preparazione del This is It?”

Payne: “Vostro onore, durante… quando lei dice ‘improvviso’, lui era già magro”.

Panish: “Signore, è vero che lei sta testimoniando qui che non ha mai osservato nel signor Jackson un improvviso cambio di peso durante la preparazione del This Is It tour?”

Payne: “No, questo è vero”.

Panish: “Lei cominciò a lavorare con AEG senza un contratto, è corretto?”

Payne: “Non firmato”.

Panish: “Lei aveva un accordo con AEG che avrebbe lavorato senza un contratto firmato?”

Payne: “Non so come rispondere a questo”.

Panish: “Leggerò la sua deposizione”.

Obiezione di AEG. Panish: “Non sono arrivato a fargli la domanda prima della loro obiezione!”. AEG: “Lui non può leggere la deposizione ad alta voce…” Il giudice: “Allora gli faccia la domanda”.

Panish: “Signore, tutte le sue negoziazioni per l’ingaggio del This Is It furono fatte con il produttore AEG Live? Era la prima volta in 30 anni che lei veniva assunto da un’entità che non era la MJJ Productions, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era AEG che la pagava?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei iniziò a lavorare senza un contratto firmato?”

Payne: “Sì”.

Panish: “?Perciò, lei lavorò in modo retroattivo per AEG prima di firmare un contratto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Sapeva che stava per ottenere un compenso equo prima di firmare?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perciò, lei iniziò a lavorare, e poi il suo contratto fu retrodatato al 1 aprile 2009, è corretto?”

Payne: “Credo di sì”.

Panish: “Diamo un’occhiata al suo contratto con AEG”.

Panish ha introdotto come reperto il contratto di lavoro fra Payne e AEG.

Panish: “Mi permetta di farle identificare questo. Perciò, lei si aspettava di essere pagato per il lavoro anche se inizialmente non aveva nessun contratto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Questo è il suo contratto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E per quando è datato?”

Payne: “1 aprile 2009”.

Panish: “Quindi, il suo contratto fu approvato, andò avanti, ma lei lo firmò dopo, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Veniva pagato?”

Payne: “Sì, dopo le nogoziazioni”.

Panish: “E il contratto dichiara che soltanto AEG poteva licenziarla? E’ scritto qui in questo paragrafo. Questo le rinfresca la memoria?” Panish ha mostrato il contratto a Payne.

Payne: “Sì, dice che AEG può risolvere il contratto”.

Panish: “Lei presentava fattura per essere pagato?”

Payne: “Lo avrebbe fatto il mio agente”.

Panish: “Lei ha detto che vide il dottor Murray a Carolwood a maggio?”

Payne: “Sì”.

Panish: “?Ha testimoniato che lei stava salendo le scale mentre Murray le stava scendendo, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei ha detto che il signor Jackson le disse: ‘Questo è il dottor Murray’, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “La seconda volta che vide Murray fu la notte prima che il signor Jackson morisse?”

Payne: “Penso di sì. Nel corridoio, ci incrociammo”.

Panish: “Lei vide il dottor Murray nel corridoio dello Staples Center la notte prima che il signor Jackson morisse. Lei aveva delle preoccupazioni, è corretto?”

Payne: “Volevo che Michael andasse a casa e andasse a dormire”.

Panish: “È vero che lei disse al signor Ortega che il dottor Murray non aveva l’aspetto di un dottore professionista?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Conrad Murray a lei non sembrava un dottore, giusto?”

Payne: “Sì, non sembrava ufficiale”.

Panish: “Lei non sentiva che lui fosse un dottore ufficiale che avrebbe dovuto lavorare per il signor Jackson, è corretto?”

Payne: “All’epoca…”.

Panish: “Lei non conosceva le credenziali del dottor Murray?”

Payne: “Non quando stava lavorando per Michael. Appresi quali fossero dopo che Michael morì”.

Panish: “Chi gliele disse dopo che Michael Jackson morì?”

Payne: “Appresi le credenziali del dottor Murray durante il suo processo? Lo stavo seguendo”.

Panish: “Venne a sapere che Conrad Murray era un cardiologo?”.

Payne: “Sì, durante il primo processo”.

Panish: “Quando lei sentì le prime notizie riguardo al fatto che il signor Jackson era morto di attacco di cuore, fu sorpreso o no?”

Payne: “Non sapevo che Michael avesse problemi di cuore”.

Panish: “Sapeva che aveva problemi di insonnia?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Sapeva che il signor Jackson stava ricevendo dei trattamenti dal dottor Murray per i suoi problemi di insonnia?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era conoscenza ampiamente diffusa che il signor Jackson avesse problemi di insonnia?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era conoscenza ampiamente diffusa che durante i tour del signor Jackson, durante lo svolgimento del tour, il signor Jackson avesse difficoltà a dormire?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Che lei sappia, il signor Ortega conosceva i problemi di insonnia di Michael Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “In base a quello che lei sa, crederebbe che tutti in AEG non potevano sapere che il signor Jackson aveva problemi di insonnia?”

Obiezione di AEG.

Payne: “Lei conosce il signor Gongaware?”.

Payne: “Sì”.

Panish: “Sapeva se il signor Gongaware era a conoscenza dei problemi di insonnia del signor Jackson?”

Obiezione di AEG.

Panish: “Signore, per quanto lei ne sappia, era ben noto nel settore che il signor Jackson aveva problemi di insonnia, è corretto?”

Payne: “Non so quanto fosse noto. Penso che molte persone lo sapessero. A me lo disse Michael”.

Panish: “E lei sapeva questo prima della preparazione per il This Is It tour?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E per quel che ne sa lei, il signor Gongaware sapeva che il signor Jackson aveva problemi di insonnia?”

Obiezione di AEG.

Payne: “No”.

Panish: “Vediamo la sua deposizione, lei ha detto di averla fatta sotto giuramento, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei ha firmato la sua deposizione sotto pena di spergiuro, è corretto?”

Payne: “Sì”.

 

L’avvocato Panish ha fatto vedere alla corte il video della deposizione di Payne.

Panish: “Signore, lei sa che se lei cambia la sua testimonianza, potrebbe ledere la sua credibilità?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei sapeva che una volta fatta la sua deposizione, poteva revisionarla e cambiare qualsiasi possibile discrepanza in essa prima di venire qui a testimoniare oggi Sapeva di avere la possibilità di fare qualunque cambiamento, è corretto?”

Payne: “Beh, l’ho capito solo pochi giorni fa. Ecco perché ho voluto leggerla, sto provando a fare ogni sforzo che posso per essere il più attendibile possibile”.

Panish: “Lei ha fatto la deposizione a gennaio 2013. Lei ha detto di aver lei stesso visto il video, giusto?”

Payne: “Sì, l’ho vista sabato”.

Panish: “E in quella deposizione si era stipulato che essa sarebbe stata consegnata al suo avvocato perché lei la revisionasse. Ne hanno redatto una copia aggiornata e poi gliel’hanno rispedita di nuovo, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei sapeva che il signor Jackson aveva problemi di insonnia?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Ortega sapeva da molti anni che il signor Jackson aveva problemi di insonnia, è corretto?”

Payne: “Penso di sì”.

Panish: “Il dottor Murray doveva aiutare il signor Jackson con quel problema?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Le fu spedita un’email che abbiamo visto precedentemente nella quale si diceva che il dottor Murray non aveva permesso al signor Jackson di venire alle prove, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ieri ci ha detto che c’erano state molte prove allo Staples Center e che lei non sa a quante venne il signor Jackson, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Non è vero questo, è così?”

Payne: “Quando ieri ho visto il programma”.

Panish: “Gli avvocati della difesa le hanno mostrato molte programmazioni di prove allo Staples Center”

Obiezione di AEG. L’avvocato Panish ha mostrato come reperti le programmazioni delle prove.

Panish: “Ecco signore. Vediamo quante prove in totale ci furono allo Staples Center prima che Michael Jackson morisse: 1, 2 ,3. Solo 3, è corretto?”.

Payne: “Sì”.

Panish: “Lui non venne il 22 giugno?”

Payne: “Penso di no”.

Panish: “Perciò, il signor Jackson partecipò a 2 prove allo Staples Center, non è vero?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ora, era sua comprensione che il dottor Murray fosse responsabile per il sostentamento del signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ricorda l’email di Ortega sul nutrimento e su cure adeguate per il signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ed era sua comprensione che dovesse occuparsene il dottor Murray?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei ha menzionato qualcosa in merito ad un dottore dello staff?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E lei si aspettava che il dottor Murray fosse un buon medico?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Un medico idoneo a prendersi cura del signor Jackson?”

Payne: “Assolutamente sì”.

Panish: “Lei ha detto di aver ricevuto 5000 candidature per il casting dei ballerini per il This Is It, è corretto?”

Payne: “Penso 5000. Si presentarono in 2300 e noi li selezionammo da questi”.

Panish: “Lei sa quanti curricula di dottori ricevette AEG? A quanti dottori AEG fece il colloquio per il lavoro con il signor Jackson nel This Is It tour?”

Payne: “No”.

Panish: “Quanti dottori misero alla prova?”

Payne: “No”.

Panish: “Una delle sue preoccupazioni per il signor Jackson era che lui fosse affaticato e dolorante?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ieri, quando l’avvocato della difesa le faceva da guida, ha detto che non ha mai visto segnali dell’uso del signor Jackson di farmaci da prescrizione durante tutto questo tempo, durante il Dangerous Tour, l’History Tour ed il This Is It tour. Non ha mai visto alcun segnale che può ricordare, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quando qualcuno mostra segnali e sintomi di mancanza di energia, può essere indicativo di un problema con i farmaci da prescrizione. Lei non ha detto di aver visto il signor Jackson letargico?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei vide il signor Jackson stordito durante le prove del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Sarebbe d’accordo col dire che l’insonnia potrebbe essere un segnale, un sintomo di un problema con i farmaci da prescrizione?”

Payne: “Sì, prima non lo sapevo, ma da quando ho visto il processo penale del dottor Murray, ho imparato che sono effetti collaterali”.

Panish: “E lei sapeva che il signor Jackson aveva problemi di insonnia, stordimento, svenimenti, che potrebbero essere un segnale dei farmaci da prescrizione, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Aveva visto il signor Jackson svenire e cadere a terra?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Saltare il lavoro e le esibizioni potrebbe essere sintomo di qualcuno che ha un problema con i farmaci da prescrizione?”

Payne: “Potrebbe essere”.

Panish: “Lei vide il signor Jackson saltare le prove del This is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E se qualcuno è incoerente, questo potrebbe essere sintomo di quel problema?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E lei vide il signor Jackson incoerente, è corretto?”

Payne: “Non incoerente, diciamo, non pienamente in sé. Deve capire che è facile parlare con il senno di poi. In quel momento, io non sapevo nulla di cosa era stato rivelato dopo la morte del signor Jackson. Durante quel periodo non avevo nessun motivo per pensare al perché lui svenisse”.

Panish: “Io le sto chiedendo di segnali e sintomi”.

Payne: “Ed io sto concordando con lei”.

Panish: “Lei vide, ed il signor Ortega le disse di aver visto il signor Jackson incoerente…”

Obiezione di AEG, accolta dal giudice.

Panish: “Lei vide il signor Jackson affaticato e stanco, è corretto?”

Payne: “Sì, è vero”.

Panish: “E questi potrebbero essere segnali di un problema coi farmaci da prescrizione?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Venne mai a sapere che il signor Jackson era ubriaco e abbattuto alla conferenza stampa del This Is It a Londra?”

Payne: “No”.

Panish: “Sentì dire che il signor Phillips gli aveva urlato contro così forte da far tremare i muri?”

Payne: “No”.

Panish: “Ora signore, lei sa che il signor Jackson stava perdendo peso nel periodo delle prove?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E lei non lo aveva mai visto perdere peso in quel modo prima?”

Payne: “Vero”.

Panish: “E nella sua esperienza, non aveva mai perso peso in quel modo prima?”

Payne: “Corretto”.

Panish: “Lei raccomandò uno stilista, Zaldy Goco fu inserito nello staff?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei aveva già lavorato con questo stilista?”

Payne: “No, ero un suo fan, volevo lavorare con lui”.

Panish: “Lei pensò che potesse aggiungere qualcosa allo show del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei aveva già lavorato con un altro costumista, Michael Bush? Avevate lavorato insieme nell’History Tour?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quindi i due designer lavorarono insieme al This Is It?”

Payne: “No, non era necessario che facessero questo”.

Panish: “Voglio mostrarle… Zaldy Goco aveva uno stile unico”.

Payne: “Pensammo che sarebbe stato un buon elemento per il signor Jackson e volevamo fare un servizio fotografico speciale”.

Panish: “Voglio mostrarle una fotografia di una creazione di Zaldy Goco”.

 

Panish ha mostrato la foto di questo costume:

Panish: “Questa è una creazione fatta per il signor Jackson da Zaldy Goco per il This Is It?”

Payne: “Sì, Michael l’adorava”.

 

Panish ha mostrato lo scatto di Michael in sala costumi con i pezzi sulle spalle del costume di Zaldy Goco.

Panish: “Ok. Lei vede questa foto di quando al signor Jackson furono fatti provare i pezzi delle spalle?”

Payne: “Sì, era la prima volta che Michael li vedeva”.

Panish: “Lei vide il signor Jackson in maglietta durante questa prova costumi?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Vide la sua clavicola?”

Payne: “Sì”.

Panish: “È alquanto scheletrica?”.

Payne: “Sì”.

Panish: “Questa foto fu scattata il 19 giugno 2009?”

Payne: “Credo di sì”.

Panish: “Non era in grande forma fisica, vero?”

Payne: “No, non era in grande forma fisica ed era dolorante”.

Panish: “Soffriva?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei ha parlato del fatto che il signor Jackson appariva stordito e privo di energia. Lei disse al signor Ortega che il signor Jackson sembrava assistito, giusto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Per assistito lei intendeva dire che sembrava sotto effetto di farmaci?”

Payne: “Sicuramente”.

Panish: “E disse al signor Ortega che il signor Jackson a lei sembrava assistito, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era il suo ruolo riferire questo tipo di cose, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Non era sua responsabilità prendersi cura del signor Jackson?”

Payne: “Mi aspettavo che il dottore si prendesse cura di lui”.

Panish: “Pensò che il signor Jackson fosse stordito?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lo disse al signor Ortega?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perché si aspettava che lui andasse in fondo a questa questione, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E quando disse al signor Ortega che il signor Jackson le sembrava assistito, credette che il signor Ortega avrebbe scoperto cosa stava succedendo?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perché il signor Ortega le disse che sarebbe andato fino in fondo a questa situazione?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Le disse che avrebbe sistemato questa cosa, giusto?”

Payne: “Al meglio delle sue possibilità”.

Panish: “Perché si aspettava che il signor Ortega si sarebbe occupato di questa situazione?”

Payne: “Se si trattava di abuso, volevamo occuparcene, scoprirlo”.

Panish: “Perché?”

Payne: “Ci tenevamo a Michael”.

Panish: “Inoltre, c’erano degli obiettivi da raggiungere, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “L’obiettivo era andare all’Arena O2 di Londra. E quegli obiettivi stavano per non essere raggiunti, c’erano delle preoccupazioni, giusto?”

Payne: “Ce n’erano alcune, sì”.

Panish: “In particolare, il signor Phillips ed il signor Gongaware erano preoccupati?”

Obiezione di AEG. Il giudice: “Lei era in copia in queste email?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Apprezzo la sua interruzione, Vostro Onore”. Il giudice: “Mi fa piacere che la pensi così”. Risate in aula.

Panish: “Stavamo parlando delle persone che erano preoccupate del fatto di raggiungere l’obiettivo di arrivare a Londra all’Arena O2 per il This Is It. Il signor Gongaware ed il signor Phillips erano preoccupati di raggiungere questi obiettivi, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “C’erano incontri in corso per andare a vedere il signor Jackson e parlare con lui del fatto di dover raggiungere gli obiettivi?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei pensò anche, in un paio di occasioni, che il signor Jackson sembrava assistito dopo essere andato dal dottor Klein?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quando lei dice ‘assistito’, vuole dire sotto l’effetto di farmaci?”

Payne: “Pensai che fosse qualche sorta di sedativo, se stavano facendo qualche procedura cosmetica o al viso, avrebbero usato  un sedativo”.

Panish: “Sa cos’è il Demerol?”

Payne: “L’ho scoperto dopo che è morto”.

Panish: “Non prima?”

Payne: “Sentii lui menzionarlo nella sua canzone, ‘Morphine’”.

Panish: “La morfina non è il Demerol, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ha testimoniato che secondo la sua opinione il signor Jackson sembrava assistito durante le prove, è così?”

Payne: “Sì”.

Panish: “A fine maggio il signor Ortega era preoccupato per il signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Ortega era preoccupato del fatto che il signor Jackson saltava le prove?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Era preoccupato per il raggiungimento dell’obiettivo degli spettacoli all’Arena O2?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E lei ha detto che tutti volevano che il signor Jackson facesse bene?”

Payne: “Sì, incluso lo stesso signor Jackson”.

Panish: “Tutti volevano che Michael Jackson ci riuscisse?”

Payne: “Assolutamente sì”.

Panish: “Ora, il signor Jackson dalla metà di giugno alla sua morte stava soffrendo di continua debolezza fisica, è corretto?”

Payne: “Era sporadico”.

Panish: “Fu convocato un incontro con il signor Jackson perché tutti voi pensaste che lui aveva bisogno di un recupero fisico?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quando lei parla di recupero fisico, intende il suo corpo?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Come in quella fotografia?”

Payne: “Sì. Stava perdendo peso, diceva che era dolorante. Stava mettendo insieme la sua energia. La mancanza di sonno e un’alimentazione inappropriata stavano cominciando a farsi vedere”.

Panish: “Cos’è il teleprompter?”

Payne: “È uno strumento in cui si inseriscono le parole per leggerle, è come il suggeritore elettronico che il Presidente può usare per leggere un discorso”.

Panish: “Il signor Jackson conosceva le parole delle sue canzoni?”

Payne: “Penso di sì. Conosceva la maggior parte di esse. Ma per sicurezza voleva un teleprompter”.

Panish: “Sta dicendo che il signor Jackson voleva un teleprompter in modo da poter sapere le sue stesse canzoni?”

Payne: “No, questo non è vero. Michael lo voleva perché non voleva fare nessun errore – per  sicurezza estrema se ne aveva bisogno nel caso in cui si sarebbe potuto bloccare su un verso. Lo usavamo anche per l’ordine delle canzoni, così avrebbe saputo quale sarebbe venuta dopo – per rinfrescargli la memoria”.

Panish: “Il signor Jackson aveva mai usato un teleprompter prima, qualsiasi altra volta, in qualunque altro suo  tour?”

Payne: “No”.

Panish: “E quelle erano canzoni che lui aveva cantato migliaia di volte prima, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Direbbe che era insolito?”

Payne: “Non insolito. Lui lo volle”.

Panish: “Non era insolito per Michael Jackson…”

Payne: “Non l’aveva mai avuto”.

Panish: “Mi lasci finire. Non era insolito per Michael Jackson avere bisogno di un teleprompter per le sue stesse canzoni che lui aveva cantato migliaia di volte prima senza mai avere usato un teleprompter?”

Payne: “Io posso confermare, per esempio, che Michael non ne aveva mai usato uno per i testi delle canzoni, ma per un discorso che lui fece alla fine di ‘Earth Song’, fece un discorso e usò un teleprompter per quello, ma non per le sue canzoni prima”.

Panish: “È d’accordo che era molto insolito per Michael Jackson avere un teleprompter con i testi delle sue stesse canzoni?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Cos’è una controfigura?”

Payne: “Uno stuntman. Alcune volte sono usati nelle produzioni per dei dettagli nelle riprese se la star non è necessaria. Ad esempio, nella pubblicità dell’History, io fui una controfigura per Michael. Avrebbero usato i miei piedi, poi tagliati con Michael a figura intera”.

Panish: “Conosce Rob?”

Payne: “Quale Rob?”.

Panish: “Conosce un qualsiasi Rob?”

Payne: “Io conosco quello nel video. Credo abbia lavorato alle simulazioni sull’immagine”.

Panish: “Rob richiese una controfigura per Michael Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Ortega le scrisse a proposito di una controfigura per Michael Jackson per i filmati video del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Chi è Chucky?”

Payne: “È un ballerino?”

Panish: “Chucky fu usato come controfigura per Michael Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Chi è Misha Gabriel?”

Payne: “Misha Gabriel fu un’altra controfigura di Michael, ma era più basso di lui. Però, più simile a colori”.

Panish: “Più simile a colori al signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E Chucky… Chi è Casanova?”

Payne: “È un artista tributo, è uno degli artisti tributo a Michael Jackson”.

Panish: “Quindi, è un impersonator di Michael Jackson?”

Payne: “Sì, a lui piace l’espressione ‘artista tributo’”.

Panish: “Si veste per somigliare a Michael Jackson?”

Payne: “Sì, a molte persone non piace la parola ‘impersonator’, preferiscono ‘Artista Tributo’”.

Panish: “E Rob richiese una controfigura per i filmati video del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Misha Gabriel fu videoregistrato come controfigura del signor Jackson per le riprese video del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quel filmato venne usato nel film This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perciò, alcune parti del This Is It hanno mostrato una controfigura e non Michael Jackson, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Dove fu girato questo?”

Payne: “Probabilmente agli Studios Culver. A Misha fu chiesto di saltare attraverso una lastra di vetro per ‘Smooth Criminal’. Sarebbe stato usato sul palco. Si sarebbe visto questo video del salto  e poi Michael si sarebbe alzato per fare l’esibizione live”.

Panish: “Questo c’era nel film?”

Payne: “Sì”.

Panish: “A giugno, il signor Jackson era atteso a queste prove, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei non ci può dire se era lì oppure no, giusto?”

Payne: “Sì, ma lui c’era…”.

Panish: “Lei ieri ha detto: ‘Non so quando c’era’. Lo cambia adesso?”

Payne: “No, la maggior parte del tempo lui c’era. Non era un affare di stato. Ripensandoci dopo tanto tempo… sto provando a rispondere meglio che posso”.

Panish: “Ci furono 18 prove al Forum, è corretto?”

Payne: “Sembra di sì”.

Panish: “Può controllarlo lei stesso. È ciò che mostra la programmazione?”

L’avvocato Panish ha mostrato al testimone la programmazione delle prove al Forum.

Payne: “Sì”.

Panish: “E lei non sa a quante prove il signor Jackson venne?”

Payne: “No”.

Panish: “Provare significa salire sul palco. Lei non sa quante volte vide il signor Jackson sul palco?”.

Payne: “No”.

Panish: “Non era un affare di stato, giusto?”

Payne: “Corretto”.

Panish: “Chi è Michael Bearden?”

Payne: “Era il direttore della band”.

Panish: “Il signor Bearden aveva preoccupazioni in merito alle esibizioni di Michael Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish ha mostrato una catena di email nella quale è incluso anche Payne. C’è un’email da Michael Bearden a Kenny Ortega che dice: “MJ non è ancora abbastanza in forma per cantare questa roba dal vivo e ballare contemporaneamente. Può usare le ballate per cantare dal vivo e recuperare le energie. Una volta che sarà abbastanza in salute e avrà più forza, ho piena fiducia che possa cantare dal vivo la maggior parte dello spettacolo. La sua voce adesso è fantastica, lui ha bisogno di riaccumularla. Ho ancora bisogno che tutti i grandi numeri di danza siano nel sistema, così possiamo concentrarci sulla coreografia”.

Panish: “La vede?”

Payne: “Sì, penso di sì”.

Panish: “Questo è Michael Bearden che scrive – in realtà sta scrivendo il signor Ortega per parlare dell’incontro che il dottor Murray, Frank Dileo, Randy Phillips…  stanno per avere a casa del signor Jackson. L’email è datata 16 giugno. L’email fu messa in copia a tutti quelli che stavano andando a casa del signor Jackson, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “In un’altra parte della catena di email, il signor Ortega scrive: ‘Quello che mi preoccupa, ho una lista di cui discutere con MJ che Bearden mi ha dato’. Lei sa quali erano le sue preoccupazioni?”

Obiezione di AEG.

Panish: “Era in programma che il signor Jackson si unisse alla band quella sera?”

Payne: “Sta chiedendo… non sono sicuro che quello fosse un giorno della settimana in cui lui sarebbe dovuto venire a provare”.

Panish: “Lei sa se venne?”

Payne: “No”.

Panish: “Questo è dove nell’email il signor Bearden vi sta dicendo, 9 GIORNI PRIMA CHE MICHAEL JACKSON MORISSE, che il signor Jackson non era abbastanza in forma per ballare e cantare contemporaneamente. Lei era d’accordo con questo?”

Payne: “Non lo vidi accadere, perciò non lo so. Lui stava facendo delle prove private con Michael Bearden. Questa era la sua opinione”.

Panish: “Può confutare che il signor Bearden vi stesse dicendo la verità?”

Payne: “No”.

Panish: “Perciò, il signor Bearden sta esprimendo la sua preoccupazione e che crede che il signor Jackson non fosse in forma per cantare e ballare contemporaneamente. Glielo sta dicendo, giusto?”

Payne: “Sì, io ero in copia”.

Panish: “Lei non canta?”

Payne: “No”.

Panish: “Non è la sua area di competenza?”

Payne: “No”.

Panish: “Poi, il signor Bearden dice: ‘Una volta che sarà abbastanza in salute e avrà più forza, ho piena fiducia che possa cantare dal vivo la maggior parte dello spettacolo’. È corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Le disse quando pensava che il signor Jackson poteva fare tutto lo show dal vivo?”

Payne: “Chi me lo disse?”.

Panish: “Il signor Bearden”.

Payne: “No”.

Panish: “Il signor Bearden poi dice: ‘Ho ancora bisogno che tutti i grandi numeri di danza siano nel sistema’. Che significa ‘i grandi numeri di danza nel sistema’?”

Payne: “Significa predisposti nello show”.

Panish: “In altre parole, se non si può fare lo show, si può avere o l’uno o l’altro?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Sta confutando questo?”

Payne: “No”.

Panish: “Lei sapeva che AEG stava parlando di staccare la spina riguardo allo show del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Capì che questo causava stress al signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Obiezione di AEG.

Panish: “Discusse di questo con il signor Ortega, sulla possibilità che AEG staccasse la spina?”

Payne: “Non tutto il tempo, ma sapevamo che dovevamo metterlo insieme o la spina sarebbe stata staccata”.

Panish: “19 giugno, il signor Jackson non stava bene neanche quel giorno, è corretto?”

Obiezione di AEG.

Payne: “Non sono sicuro riguardo al 19 giugno”.

Panish: “Mi permetta di chiederglielo di nuovo. Il signor Jackson fu mandato a casa senza mettere piede sul palco?”

Payne: “Non ricordo, non sono sicuro sulla data esatta. Se lei mi mostra una data… voglio dire, concorderò, ma non sono certo della data esatta”.

Panish: “Il signor Jackson fu rispedito a casa senza mettere piede sul palco?”

Payne: “Non lo so”.

 

L’avvocato Panish ha mostrato a Payne la sua deposizione. Il giudice ha detto a Panish: “Gli permetta di rinfrescarsi la memoria prima” e Payne ha letto la sua deposizione.

Payne: “Ok, ci rinuncio”.

Panish: “Questo rinfresca la sua memoria che il signor Jackson fu rispedito a casa?”

Payne: “Mi ricorda la mia risposta, che all’epoca è stata questa, credo di sì”.

Panish: “La sua deposizione non caratterizzava il signor Jackson come esausto? È così?”

Payne: “Sto solo dicendo, è così?”

Panish: “Tornerò di nuovo da lei e le mostrerò la pagina 133, rigo 6. In realtà, legga tutta la parte”.

Payne: “Ok”.

 

Il testimone ha letto la sua deposizione.

Payne: “Sì”.

Panish: “Questo le rinfresca…”

Payne: “Sì”.

Panish: “Per favore, Vostro Onore, faccia in modo che il testimone mi lasci finire la domanda”.

Il giudice ha dato istruzioni a Payne.

Panish: “Caratterizzerebbe il 19 giugno con il signor Jackson che era esausto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E che il signor Jackson appariva paranoico?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Come qualcuno che usa farmaci da prescrizione?”

Payne: “Potrebbe essere”.

Panish: “Lei vide questi sintomi nel signor Jackson il 19 giugno?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il signor Ortega le scrisse quel giorno – rigo 7, veda in fondo”.

Payne: “Hmm…”.

Pausa. Durante la pausa, il giudice ha detto che se il testimone non riesce a ricordare qualcosa, gli dovrebbe essere mostrata la sua deposizione e data la possibilità di leggere/ricordare. Se il testimone dice che la sua precedente deposizione non lo aiuta, allora si può procedere a mostrare la deposizione del testimone alla giuria.

Panish: “Signore, quindi il 19 giugno il signor Jackson non provò a casa sua?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il 20 giugno, tutti voi andaste ad un incontro con il signor Jackson a casa sua a Carolwood, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quando arrivaste lì, lui aveva freddo?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Kenny Ortega massaggiò i suoi piedi e le sue mani?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Una sera, durante l’ultima settimana di prove per il This Is It, il signor Jackson non riuscì  a salire sul palco. Non era coerente, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Non aveva il sufficiente livello di energia, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Vede questa foto del signor Jackson che prova ‘Thriller’ il 24 giugno 2009?”

Payne: “Sì”.

L’avvocato Panish ha mostrato questa foto:

Panish: “È come appariva il signor Jackson alla fine delle prove del 24 giugno 2009?”

Payne: “Sì, questo è il momento spirituale, quasi una preghiera”.

Panish: “Ok, ora signore, lei ha detto che gli ultimi due giorni il signor Jackson migliorò rispetto a come stava prima?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ma non al punto in cui voleva essere?”

Payne: “Sì”.

Panish: “2 volte alle prove il signor Jackson rimase avvolto in una coperta, è corretto?”

Payne: “Io so solo di una volta”.

Panish: “La prima volta, il 10 giugno 2009?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Il 23 e il 24 giugno, sapeva che il signor Phillips era alle prove?”

Payne: “Non lo so”.

Panish: “Il 24 giugno il signor Jackson salì sulla rampa?”

Payne: “Sì, sul palco”.

Panish: “La rampa si sollevò?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Quel giorno lei dovette aiutare il signor Jackson in modo che non cadesse, è corretto?”

Payne: “Ero lì. La padroneggiava, lo aveva già  fatto prima senza correre rischi”.

Panish: “Lei era lì per proteggerlo da un’eventuale caduta, è corretto?”

Payne: “No”.

Panish: “Perciò, prima del 24 giugno, lui non era salito su quella rampa, vero?”

Payne: “Cosa? Stavamo per partire 8 giorni più tardi”.

Panish: “Lei sapeva del dottor Finkelstein nel Dangerous Tour?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lui era lì per aiutare il signor Jackson a gestire il suo dolore?”

Payne: “Non so le sue responsabilità all’epoca”.

Panish: “Sapeva che il signor Jackson aveva sofferto di dolori e trauma dopo le sue ustioni allo scalpo sul set dello spot Pepsi?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ora, lei ha detto che il signor Ortega era dell’opinione che il signor Jackson non fosse pronto per il tour, è corretto?”

Payne: “Penso che lei stia parafrasando”.

Panish: “Credeva che il signor Ortega era dell’opinione che MJ non fosse pronto fisicamente?”

Payne: “Se scrisse così”.

Panish: “Questo era a giugno, 5 giorni prima che Michael Jackson morisse, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei poteva percepire che c’era qualcosa che non andava, ma non sapeva cosa fosse, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Ma lei sapeva che il signor Jackson era diverso?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei sapeva in quei 4 giorni prima della sua morte che non era il Michael Jackson che lei conosceva, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Panish: “E lui morì 4 giorni dopo?”

Payne: “Sì, il 25 giugno 2009”.

Panish: “Le fu detto che il signor Jackson era malato. Le fu chiesto tutto quello che riguardava i suoi problemi coi farmaci nel Dangerous Tour?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Le ultime date di quel tour erano in Cile e in Perù?”

Payne: “Credo di sì. Poi si interruppe in Messico”.

Panish: “Ricorda che furono cancellati gli show?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Non sapeva perché?”

Payne: “No”.

Panish: “Lei pensava che il signor Jackson stava alla grande in quel tour?”

Payne: “Supposi che il tour fosse stato cancellato perché potevano esserci state insurrezioni civili nel paese, oppure problemi con le prenotazioni”.

Panish: “Signore, quello che io le stavo chiedendo… gli show furono cancellati per una qualunque ragione. Lei non sapeva perché?”

Payne: “No”.

Panish: “Lei pensava che il signor Jackson stesse bene?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Poi gli show furono cancellati?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Elizabeth Taylor portò Michael in terapia di recupero?”

Payne: “Corretto”.

Panish: “Lei non aveva visto nessun segnale di farmaci da prescrizione?”

Payne: “No”.

Panish: “Proprio come nel This Is It?”

Payne: “Esatto, non avevo visto nulla che mi aveva allarmato”.

Panish: “Ok vediamo. Signore, sarebbe giusto dire… qualcuno ha il cellulare acceso, qualcuno ha il suo cellulare acceso… ” Panish ha continuato: “Mi lasci provare di nuovo, ancora un paio di domande, apprezzo che lei sia qui”.

Payne: “Nessun problema”.

Panish: “Lei vide che il signor Jackson stava… aveva l’impressione che stava portando tutto a termine negli ultimi giorni di prove del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Pensò che le pressioni dello show si erano manifestate esse stesse sul fisico di Michael Jackson?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Perciò, lei aveva la sensazione che ci fosse qualcosa che non andava, semplicemente non sapeva cosa fosse?”

Payne: “Sì”.

RIESAME DIRETTO DI STEBBINS BINA:

Bina Stebbins:”Signor Payne, quella notte che il signor Jackson apparve indisposto era il 19 giugno?”

Obiezione di Panish per guida del testimone.

Bina Stebbins: “Il 19 giugno, quella sera credo lei abbai testimoniato che il signor Jackson era gelido?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Disorientato o qualsiasi cosa…?”

Payne: “Hmm… credo di sì’”.

Bina Stebbins: “Lo aveva mai visto in quelle condizioni prima?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Lo vide mai in quella stessa condizione di nuovo?”

Payne: “No, disorientato, no”.

Bina Stebbins: “Dopo quel giorno, ricorda che aveva un aspetto migliore?”

Payne: “Sì, negli ultimi due giorni in cui completammo lo show”.

Bina Stebbins: “Aveva qualche dubbio sul fatto di non riuscire a portare Michael Jackson dove doveva?”

Payne: “Sa, non ho mai dubitato di Michael, lui era l’architetto. Parte della mia responsabilità era di portarlo lì”. Il testimone ha iniziato a piangere.

Bina Stebbins: “E lo ha fatto? Pensa di averlo portato lì?”

Payne: “Assolutamente sì!”.

Bina Stebbins: “Quando lei parla di pressioni, lui aveva 50 anni”.

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Sa se lui voleva entusiasmo nel mettere insieme uno show grandioso?”

Payne: “Lo voleva assolutamente, per questo stavamo lavorando”.

Bina Stebbins: “Voglio chiederle delle volte in cui lo vide assistito. Accadde giusto quelle 2 o 3 volte che lei menzionò ad Ortega?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Una volta apparve stordito?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Notò confusione?”

Payne: “No, ci fu una volta a casa, e le volte che ho menzionato al Center Staging, io capii che Michael era tornato da un appuntamento dal dermatologo”.

Bina Stebbins: “La mia domanda ieri, quando le abbiamo mostrato quel programma, quello era una giornata tipica per lei?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “C’erano molti giorni in cui lei lavorava ed era lì approssimativamente 3 o 4 ore?”

 

L’avvocato Stebbins ha mostrato di nuovo il programma reperto di prova della difesa al testimone Payne.

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ci fu un numero di giorni a maggio in cui lei lavorò con il signor Jackson per coreografare lo show?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Quanto spesso vedeva effettivamente il signor Jackson?”

Payne: “Non posso dirlo”.

Bina Stebbins: “La maggior parte dei giorni?”

Obiezione di Panish.

Bina Stebbins: “Il signor Jackson era lì a casa sua la maggior parte dei giorni?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “La maggior parte dei giorni?”

Payne: “Sì, una significativa quantità di giorni”.

Bina Stebbins: “E riguardo al Dangerous Tour, lei lo coreografò?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “È risaputo?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Subito dopo pranzo, le ho mostrato un paio di pagine, è corretto?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Gliene ho mostrata un’altra relativa alle email del signor Gongaware”.

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Questa fu inoltrata dal signor Ortega dopo che il dottor Murray suggerì di tenerlo lontano dalle prove?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Volevano fissare un incontro con il dottore?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Vostro Onore, posso avvicinarmi al testimone?”

Panish: “Quali pagine?”

Giudice: “Deve fare la domanda prima”.

 

La Stebbins ha guardato la deposizione per arrivare all’email di Gongaware che parla del fatto che Michael aveva saltato le prove.

Bina Stebbins: “Signor Payne, le ho chiesto se ricordava questa, lei mi ha detto che ricordava questa email”.

Payne: “Giusto”.

Bina Stebbins: “Ha una migliore comprensione di che cosa stavate discutendo?”

Obiezione di Panish. Sidebar.

Bina Stebbins: “Voglio chiederle se ricorda questa email?”

Payne: “Sì, la interpretai che loro ne avrebbero discusso perché c’erano state delle inconsistenze alle prove e c’era bisogno di avere un incontro su questo”.

Bina Stebbins: “Lei ha mai partecipato all’incontro con il dottor Murray?”

Payne: “No”.

Bina Stebbins: “Qual era la sua comprensione di cosa faceva il dottor Murray lì?”

Payne: “Chi, il dottor Murray? Era lì per prendersi cura del paziente, dei bisogni nutrizionali del signor Jackson, per renderlo pronto per lo show, visto che lui non saliva sul palco da un decennio”.

Bina Stebbins: “Qualcuno le disse queste cose?”

Payne: “Le supposi semplicemente io”.

Bina Stebbins: “Glielo disse il signor Jackson?”

Payne: “No, non gli ho mai fatto domande sulle cose sue”.

Bina Stebbins: “Lei non parlò mai con il dottor Murray delle condizioni cliniche del signor Jackson?”

Payne: “No, no”.

Bina Stebbins: “Prima le sono state fatte domande in merito ad un messaggio sul cellulare?”

Payne: “Ok”.

Bina Stebbins: “Ricorda di aver ricevuto uno qualsiasi di quei messaggi?”

Payne: “Assolutamente no”.

Bina Stebbins: “Conosce Karen Faye?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Siete amici?”

Payne: “Abbiamo una conoscenza professionale, non siamo amici”.

Bina Stebbins: “Sapeva che lei era insieme al signor Jackson?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “La vide?”

Payne: “La vidi una volta”.

Bina Stebbins: “Perciò, lei trascorreva del tempo con il signor Jackson quando la signorina Faye non c’era?”

Payne: “Vero”.

Bina Stebbins: “Lei ha un’impressione che la signorina Faye può essere una persona che crea divisioni?”

Payne: “Oh sì, lei ha una reputazione per questo”.

Obiezione di Panish accolta dal giudice.

Bina Stebbins: “Andava d’accordo con lei?”

Payne: “Siamo professionali l’uno con l’altro, ma non amici”.

Bina Stebbins: “Lei era preoccupato dopo che il signor Jackson fu rispedito a casa?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Sapeva che c’era qualcosa che non andava?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Dopo quell’episodio, lui tornò e fece due buone prove, è corretto?”

Payne: “Sentii che eravamo assolutamente in salita”.

Bina Stebbins: “Non aveva preoccupazioni?”

Payne: “Sentivo ancora che dovevamo fare strada, ma sapevo che Michael poteva farlo. Ero preoccupato delle incongruenze. Quel giorno che lui era avvolto in quella coperta, pensai che stesse prendendo l’influenza”.

Bina Stebbins: “Oltre a questo, aveva preoccupazioni sul signor Jackson – oltre al fatto che era un ballerino più datato?”

Obiezione di Panish.

Bina Stebbins: “Oltre a questo, intorno a maggio/giugno, quali erano le sue preoccupazioni riguardo al signor Jackson?”

Obiezione di Panish.

Bina Stebbins: “Quello che sto cercando di dire… lei ha detto che l’episodio del 19 giugno era insolito?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Oltre a quella prova, c’è stata una qualsiasi altra volta… quali erano le sue preoccupazioni?”

Payne: “Ero preoccupato che la produzione pensava che lui non stesse venendo abbastanza spesso alle prove. Ero preoccupato di dover creare uno show che a Michael sarebbe piaciuto fare. Se fosse stato troppo ambizioni, non sarebbe stato divertente per lui. Se lo fosse stato meno, ai fan di Michael Jackson non sarebbe piaciuto. Perciò, doveva essere equilibrato”.

Bina Stebbins: “Voglio chiederle brevemente del 22 giugno. L’avvocato dei querelanti le ha mostrato 3 programmazioni, 3 programmazioni per lo show del This Is It?”

Payne: “Ok”.

Bina Stebbins: “12 maggio?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “19 maggior?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “E 17 giugno?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Ne vede una del 22 giugno?”

Payne: “Penso di no”.

Bina Stebbins: “Può vedere in fondo a quel modulo”.

Payne: “Ok”.

Bina Stebbins: “Questo commento si riferisce al 22 giugno?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “Quella è una programmazione?”

Payne: “No, sono note sulla sessione. Una sessione di giorno. Sembrano essere note che io spedii a Brother Michael dalla sessione che io avevo avuto con Michael che volevo Brother Michael stampasse e desse al signor Jackson”.

Bina Stebbins: “Lei ha visto una sua fotografia alla première del This Is It?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “La famiglia del signor Jackson era alla première del This Is It?”

Payne: “Io vidi Jermaine. Lo incontrai e scambiammo una stretta di mano”.

L’avvocato Stebbins ha mostrato una fotografia di Jermaine Jackson e Travis Payne alla première del This Is It.

Bina Stebbins: “Questo è lei?”

Payne: “Sì”.

Bina Stebbins: “C’erano anche altri fratelli del signor Jackson?”

Payne: “Credo di sì”.

 

L’avvocato Stebbins ha mostrato una fotografia di Jermaine Jackson, Tito Jackson, Marlon Jackson e Jackie Jackson che sorridono insieme a Kenny Ortega.

Bina Stebbins: “Sembrano felici?”

Payne: “Sì, sembrano soddisfatti”.

Bina Stebbins: “Lei era felice?”

Payne: “Lo ero perché eravamo passati attraverso così tante cose… (piangendo) E sembrava come se quel brutto periodo fosse alle nostre spalle. Con il film… ero orgoglioso che avevamo messo insieme almeno quello che lo show doveva essere per i fan di Michael Jackson. Quello che lo show sarebbe stato. Il nostro intento era rappresentare cosa sarebbe stato lo show. Ero felice”.

 

RIESAME INCROCIATO DI BRIAN PANISH:

Panish: “La première del This Is It. La signora Jackson non era lì”.

Payne: “No”.

Panish: “I figli di Michael Jackson non erano lì”.

Payne: “No”.

Panish: “Loro non avevano superato il brutto periodo della perdita del loro papà… il signor Jackson”.

Payne: “Tutti noi non l’avevamo fatto”.

Panish: “Loro non stavano fumando grossi sigari come il signor Dileo”.

Payne: “No”.

Panish: “Lei ha detto di aver visto il signor Jackson avvolto in una coperta solamente una volta?”

Payne: “Che io ricordi, una volta”.

Panish: “Quella volta il signor Gongaware era presente allo Staples Center, dove il signor Jackson era avvolto in una coperta e seduto vicino ad una stufetta, è corretto?

Payne: “Sì”.

Panish: “Ci fu un’altra volta al Forum dove il signor Jackson era avvolto in una coperta e seduto vicino ad una stufetta, è corretto?”

Payne: “Non che io sappia”.

Panish: “Ok, mi permetta di darle la sua deposizione da leggere, perché non va a pagina 64, dal 1° rigo al 18. Legga qui signore”.

Payne: “L’ho letto questo, signore. Non è quello che lei mi ha chiesto”.

Panish: “Signore, questo le rinfresca la memoria? Il signor Jackson avvolto in una coperta?”

Payne: “Non è corretto. Io l’ho visto che aveva freddo, che tremava una volta a casa sua, e poi un’altra volta allo Staples Center”.

Panish: “Voglio mostrare in aula la deposizione del testimone”.

Giudice: “Io voglio vedere tutto quello che lei vuole mostrare”.

Sidebar.

Panish: “Lei non è mai stato presente all’incontro a Carolwood?”

Payne: “Corretto”.

Panish: “Quando le è stata mostrata quell’email scritta dal signor Gongaware che parla di cosa ci si aspetta dal dottor Murray, lei non lo sapeva?”

Payne: “No”.

Panish: “Cosa capì lei quando il signor Gongaware scrisse: COSA CI SI ASPETTA DA LUI. Lei si aspettava che il dottor Murray portasse il signor Jackson alle prove?”

Payne: “Sì, capii che il dottor Murray gli avrebbe fornito qualunque sostentamento per portare Michael alle prove”.

Panish: “Perché loro erano arrabbiati… perché Brother Michael vi aveva chiamato dicendovi che il signor Jackson era malato?”

Payne: “Corretto”.

Panish: “Il signor Gongaware ed il signor Phillips non erano contenti?”

Payne: “No”.

Panish: “Perché loro stavano pagando il dottor Murray perché portasse il signor Jackson alle prove?”

Obiezione di Bina Stebbins.

Panish: “Beh, lui era in copia nelle email”.

Payne: “Può ripetere la domanda?”

Panish: “Era sua comprensione che AEG stesse pagando il dottor Murray per portare il signor Jackson alle prove?”

Payne: “Lui può averlo detto”.

Giudice: “Qual era la SUA comprensione?”

Payne: “Io capii che Michael aveva bisogno di un fisioterapista, di un nutrizionista, qualunque cosa lui potesse fare per ottenere che Michael venisse alle prove, così noi potevamo finire lo show”.

Panish: “Un’ultima cosa, signore. Lei ha detto che forse Michael aveva l’influenza?”

Payne: “Sì, sembrava influenza”.

Panish: “Aveva il raffreddore?”

Payne: “Non che io sappia”.

Panish: “Aveva mal di gola?”

Payne: “Non lo so se aveva mal di gola”.

Panish: “Lui non ha mai detto questo?”

Payne: “No”.

Panish: “Lui disse solo che era stanco?”

Payne: “Sì”.

Panish: “Lei sa come si manifestano i sintomi di astinenza da farmaci da prescrizione?”

Payne: “No, ma conosco i sintomi dell’influenza, che è quello a cui pensai”.

Panish: “Ma il signor Ortega non le disse questo?”

Payne: “No”.

Panish: “Qualcun altro le disse che pensava che il signor Jackson avesse l’influenza quel giorno?”

Payne: “No”.

Testimone congedato.

 

Fonte: http://teammichaeljackson.com/archives/8393

COMMENTI

Please login to post comments or replies.