"Children of the World": We Are the World cantata dai bambini

La storia del progetto "Children of the World": We Are the World cantata dai bambini

 

Ventisette anni e due mesi fa un gruppo di bambini, tra cui le star bambine Alyssa Milano, Fergie (ora dei Black-Eyed Peas) e Drew Barrymore, è entrato nella storia riunendosi per registrare una versione per bambini di 'We Are The World'. Si è sentito poco parlare di questa versione di 'We Are The World' da allora, ma è da non perdere. Significava molto per Michael, che disse: 

Avevo pensato che la canzone dovesse essere cantata dai bambini. Quando finalmente ho sentito i bambini che la cantano nella versione del produttore George Duke ho quasi pianto. E' la migliore versione che abbia sentito. - Michael Jackson (Moonwalk)

Il 'Children Of The World Project' è il frutto della personalità della radio Sonny Melendrez ed è prodotto da George Duke che ha anche lavorato con Michael nel suo album 'Off the Wall'. Questa versione per bambini della canzone è stata nominata per un Grammy nella categoria 'Best Recording for Children' nel 1986.


Dal sito ufficiale del progetto, Sonny ricorda: 

"Quando la mia radiosveglia suonò una mattina di marzo del 1985 fui svegliato dalla voce pura di un bambino che cantava le parole "We are the world. We are the children". Nel mio stato confuso ricordo di aver pensato che avrei voluto aver avuto quella ovvia idea: una versione per bambini dell'inno mondiale - We Are The World

Dopo essermi svegliato bene realizzai che il "bambino" che avevo sentito era, in effetti, Michael Jackson e quella che stavo ascoltando era la registrazione originale. 

Balzai dal letto e chiamai il mio produttore. Quel pomeriggio, nel mio show su Radio KMGG, condivisi la mia visione di mettere insieme i bambini più talentuosi di Los Angeles e dare loro l'opportunità di fare la loro parte per l'associazione benefica creata per coloro che soffrono la fame in Etiopia - USA For Africa. 

La risposta fu a dir poco travolgente, con centinaia di genitori e bambini che chiamavano e volevano far parte di questa idea. 

Il 'Children of the World Project' era nato. 

Quando Michael Jackson, che aveva scritto la canzone con Lionel Ritchie, sentì parlare del progetto dette subito la sua benedizione e suggerì anche di fare un'audizione ai suoi nipoti di talento, Brittany e Valencia Jackson. L'hanno fatta e sono apparsi sulla registrazione 

Dopo diverse settimane e con l'aiuto di innumerevoli volontari, tra cui il mio amico e professionista dell'intrattenimento Roger Neal, avevamo esaminato oltre 1500 bambini di varie località di tutta la California meridionale. Fu fatto ogni sforzo per far sentire speciale ogni bambino, dai 5 ai 17 anni, su cosa e perché gli veniva fatta un'audizione. Ad ognuno di loro fu regalato un certificato e una t-shirt in ricordo della loro partecipazione. 

Contattai il pluripremiato produttore George Duke e gli chiesi di unirsi a noi. Lui non solo accettò, ma portò con sé musicisti leggendari, Stanley Clarke, Phillip Bailey, e Steve Smith dei Journey, a suonare sulla traccia. 

Dopo aver personalmente chiamato ognuno dei 50 scelti (e potete immaginare le loro reazioni entusiastiche), sotto la direzione della professoressa Martha Woodhull, il coro trascorse diverse settimane a provare le parti.

Sonny registra con Stacy Ferguson alias 'Fergie'

Oltre a queste voci di talento incredibili aggiungemmo un altro gruppo di star bambini con la consapevolezza che tutti sarebbero stati trattati allo stesso modo, indipendentemente dal loro nome o da quello che avevano fatto. Questa era stata la stessa politica adottata dal cast originale di We Are The World. Questo gruppo comprendeva Drew Barrymore, Danielle Brisebois, Alyssa Milano, Danny Pintauro e altri. 

Quindi il 27 aprile 1985, uno dei più bei cori di bambini mai assemblato entrò nei Westlake Studios di Hollywood e registrò "la versione dei bambini" di We Are The World. 

Ogni nota fu anche filmata per un video della canzone. Non riuscivo a smettere di pensare ai più di 1400 ragazzi che non facevano parte del gruppo e suggerii che una parte del video li includesse tutti. Fu convenuto di finire le nostre riprese al Griffith Park di Los Angeles, dove ogni bambino del mondo immaginabile fu rappresentato da centinaia di giovani cantanti, compresi i non vedenti, non udenti o comunque portatori di handicap. Volevamo dimostrare che quando si tratta di dare non ci sono barriere. Tutti possono partecipare. 

Tenete a mente che la nostra produzione in studio e in esterni, per non parlare delle innumerevoli ore di programmazione, sarebbe costata centinaia di migliaia di dollari. Eppure ad ogni esigenza fu fatto fronte con donazioni, attrezzature e decine di specialisti. 

E', ad oggi, il mio impegno caritatevole e professionale di cui sono più fiero. 

L'anno successivo fummo informati che la nostra versione della canzone era stata nominata per un Grammy. Attraverso il potere della radio (prima dell'avvento di Internet) e lo sforzo di migliaia di esseri umani altruisti, generosi e pieni d'amore, le parole che Michael Jackson aveva dato al mondo - "Siamo quelli che rendono un giorno più luminoso, quindi iniziamo a dare" - presero nuova vita e significato con "The Children of the World". 

Essi non solo hanno dato per aiutare i loro fratelli e sorelle che soffrono la fame, ma hanno anche fatto un tributo speciale a "un bambino del mondo" - Michael Jackson." 

-Sonny 

L'attore Shavar Ross, anch'egli parte del progetto da bambino, ha condiviso questa foto della registrazione:

 

Il "Children of the World Project" ha una pagina FB ufficiale (anche se non molto attiva) e molti dei membri originali si sono apparentemente riuniti nel 2010 per rivivere i loro ricordi d'infanzia del lavoro sul progetto. 

E infine questo è il video della versione dei bambini di "We Are the World": http://www.youtube.com/watch?v=plvCJwXehn8&feature=player_embedded

 

FONTE: www.mj-777.com/p=8764

- Traduzione a cura di 4everMJJ per MJFanSquare.

COMMENTI

Please login to post comments or replies.