STATUS CONFERENCE del 15 febbraio 2011

La novità di questa udienza è la richiesta depositata dai due avvocati della difesa Chernoff e Flanagan di sostituire l’avvocato Joseph Low, che non rappresenterà più il Dottor Murray, con l’avvocato Nareg Gourijan.

L’avvocato Eugene Patterson Harris dello studio legale Geragos & Geragos ha informato il Giudice Pastor di un possibile conflitto di interessi in merito alla richiesta del team di difesa di Murray dal momento che anche Gourijan lavorava nello studio legale di Mark Geragos nel biennio 2003/2005 quando lo studio rappresentò Michael Jackson in occasione delle false accuse di abuso su minore.

Gourijan ha dichiarato che era impiegato presso lo studio legale Geragos & Geragos ma era l’avvocato Harris a rappresentare Michael Jackson. Non ebbe mai alcun incontro con l’accusa di quel procedimento e se ne occupò pochissimo. Gourijan ha proposto la presentazione di un fascicolo, specificando comunque che all’epoca Conrad Murray non aveva nulla a che fare con la vita di Michael.

Il Giudice Pastor ha ricordato un regolamento sul conflitto di interesse in base al quale non è possibile rappresentare un cliente senza che il precedente cliente sia stato debitamente informato e abbia dato il suo consenso, cosa che resta valida anche se il precedente cliente è deceduto.

Il procuratore Walgren ha chiarito di non aver avuto alcuna informazione sulla faccenda, che pur non sollevando preoccupazioni più di tanto necessita di essere conosciuta approfonditamente. Ha espresso il bisogno dell’accusa di avere a sua disposizione tutti i dettagli per capire se possono emergere delle perplessità, quindi la questione va sviluppata del tutto.

La cosa migliore da fare secondo il Giudice Pastor è inoltrare tutti i dettagli agli avvocati dell’Estate di Michael Jackson. Il caso di Murray potrebbe indurre Gourijan a screditare il suo precedente cliente Michael Jackson in un modo che il Giudice si è detto non sicuro che possa risultare indipendente dalle informazioni comunicate a quel tempo allo studio legale che lo rappresentava. Ha perciò decretato che venga convocato in aula nell’udienza successiva un avvocato dell’Estate di Michael così come sarà ancora chiesto allo studio Geragos & Geragos di presenziare.

L’accusa e la difesa hanno fornito i questionari provvisori per la selezione dei giurati che verranno sigillati, di modo che tutti loro possano vederli solo nell’aula del tribunale. Una prematura divulgazione dei questionari può alterare un processo equo, pertanto non è concesso alcun riferimento ai questionari per evitare che i potenziali giurati possano arrivare con risposte pre-determinate.

Il Giudice Pastor ha ancora sollecitato la difesa a fornire il Discovery all’accusa che si è lamentata di non aver ricevuto alcun materiale, al contrario da parte loro lestamente consegnato. Il Giudice ha quindi chiesto a Chernoff di essere pronto per la prossima udienza, convocata giovedì 24 febbraio alle 01.00 pm PST.

Prima di chiudere l’udienza però, la difesa ha sollevato dei problemi sul Discovery dell’accusa per quanto riguarda delle impronte digitali, incluse quelle di Alberto Alvarez. Walgren ha precisato di aver già fornito un documento firmato dalla stessa difesa con le immagini di queste impronte, ma Chernoff ha obiettato che persino degli esperti hanno trovato quelle immagini indecifrabili e ha richiesto fotografie di migliore qualità.

Il Giudice ha quindi decretato che durante la prossima Status Conference del 24 febbraio saranno prese in esame le seguenti questioni:

  1. Conflitto d’interesse relativo all’avvocato Gourijan
  2. Discovery di entrambe le parti
  3. Questionari proposti per i giurati
  4. Istruzioni dei giurati
  5. Convocazione di ulteriori udienze pre-processo

 

Fonte: http://www.teammichaeljackson.com/tmj_003.htm

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page