THE PEOPLE vs CONRAD MURRAY: udienza di rinvio a giudizio del 25 gennaio 2011

Poco prima delle 09.00 am PST è cominciata la breve udienza per il rinvio a giudizio di Conrad Murray.

Lo Stato della California ha depositato il Felony Information, il documento di notifica del reato, per l’imputazione di involuntary manslaughter, omicidio colposo.

Il giudice Pastor ha chiesto all’imputato Conrad Robert Murray: “What is your plea?” – “Come si dichiara?”

Murray ha cominciato la sua dichiarazione con queste parole: “Vostro onore, sono un uomo innocente…”, ma il giudice Pastor gli ha ripetuto la domanda: “Come si dichiara?” e l’imputato ha risposto: “Not guilty”, ovvero non colpevole:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=nl60I73XLR0

La Corte ha chiesto agli avvocati una stima dei tempi del processo, che la difesa ha quantificato in 8 settimane circa, mentre l’accusa dalle 4 alle 6 settimane. Murray si è avvalso del diritto allo speedy trial, che consente all’imputato di essere sottoposto al processo con giuria non oltre 60 giorni dal rinvio a giudizio. Il giudice Pastor ha quindi decretato che la selezione dei giurati abbia inizio il 28 marzo 2011 alle ore 09.00 am PST. L’accusa ha dichiarato che sarà pronta per il processo.

C’è da dire che è possibile tale data cambi una volta che l’accusa presenti le mozioni per presentare le prove a sua disposizione per il processo e la difesa tenti di bloccare queste prove, e viceversa.

La Corte ha chiesto come intendono pronunciarsi l’accusa e la difesa in merito all’uso di questionari nella procedura di selezione dei giurati: l’accusa si è detta favorevole mentre la difesa ha dichiarato di non saperlo ancora. La Corte ha espresso la propria ferma convinzione che in questo caso i questionari debbano essere usati e ha raccomandato gli avvocati di preparare le domande per questi questionari.

La Corte ha convocato un’altra udienza pre-processo il 7 febbraio 2011 alle 01.30 pm PST nella quale si discuterà tra le altre cose sull’opportunità di consentire l’accesso alle telecamere nell’aula del tribunale durante il processo.

L’imputato Murray ha chiesto di poter rinunciare alla presenza in aula per quella data dal momento che si troverà a Houston, Texas. Il giudice ha consigliato all’imputato di non rinunciare al suo diritto di essere presente a tutte le udienze, ma ha accolto la richiesta di Murray dal momento che sono state depositate in tribunale le pratiche che secondo il codice penale della California danno all’imputato l’opportunità di assentarsi dalle udienze pre-processo.

La difesa ha presentato anche la certificazione dell’avvenuta notifica al Medical Board del Texas e del Nevada della sospensione della licenza medica di Murray in California. Conrad Murray può regolarmente esercitare la sua professione medica nel Texas e nel Nevada.

Per l’accusa di involuntary manslaughter, Murray rischia al massimo 4 anni di reclusione.

All’indomani dell’udienza di rinvio a giudizio, Thomas Meserau ha rilasciato un’intervista alla MSNBC nella quale ha dichiarato di non credere alla versione dei fatti raccontata da Murray e di ritenerlo colpevole per la morte di Michael Jackson:

http://www.msnbc.msn.com/id/26184891/vp/41270696#41270696

 

Fonti: http://latimesblogs.latimes.com/lanow/2011/01/michael-jackson-dr-conrad-murray-pleads-not-guilty.html

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page