Victor Guitierrez: il truffatore dietro alle oscenità di Leaving Neverland

 

Fonte : https://themichaeljacksonallegations.com/2016/12/26/victor-gutierrez-and-his-role-in-the-allegations-against-michael-jackson/

 

Chi è Victor Gutierrez: la storia infame di un giornalista freelance che ha venduto storie inventate di pedofilia ai vari tabloid, piu' volte incriminato e condannato,  che è incredibilmente riuscito ad arrivare a Michael Jackson, passando dai Chandler ,e che  è stato citato in giudizio da Jackson , e condannato per diffamazione, a pagare 2,7 milioni di dollari di danni e che è scappato all'estero .

 

Ci sono stati  numerosi giornalisti che hanno parlato riguardo il caso di Michael Jackson e tra loro c'erano molti manipolatori, spesso in modi eticamente discutibili .C'è stato un giornalista in particolare, che si distingue come qualcuno che ha influenzato molto i media e forse anche l’origine delle accuse contro Jackson più di chiunque altro. Il suo nome è Victor Gutierrez.

Il nome Gutierrez potrebbe non sembrare familiare, ma molti dei giornalisti più popolari che hanno riferito del caso Jackson hanno usato Gutierrez come fonte, apparentemente senza controllare le "informazioni" che ha fornito. Diane Dimond lo ha definito una delle sue migliori fonti e ha detto di lui "Non ho mai avuto dubbi su questa persona, mai" [1]. È stato anche utilizzato come consulente in "documentari" trasmessi per televisione sul caso Jackson, programmi che erano pieni di affermazioni non veritiere, affermazioni molto prevenute contro l'intrattenitore.

Gutierrez non solo ha agito come fonte per altri giornalisti, ma è stato anche in contatto con molte persone che in seguito sono apparse come testimoni dell'accusa nel processo del 2005 di Jackson. Inoltre, secondo il giornalista Maureen Orth, l'accusa nel caso di Jackson si basava sul libro di Gutierrez, “Michael Jackson Was My Lover “(discusso di seguito) e riteneva che fosse un'accurata informazione: "Le fonti vicine all'accusa che ho intervistato per questo articolo, avevano tutte famigliarità  con il libro e credevano che fosse un ritratto essenzialmente accurato della relazione di Jackson con Jordan Chandler "[2], Cosi ha scritto Orth nel suo articolo, pubblicato nel numero di Vanity Fair dell'aprile 2003, in cui anche lei sembra dare molto credito a Gutierrez ed alle sue storie oscene.

 

gutierrez

-Qui sopra Victor Gutierrez-

La prima volta che il grande pubblico ha ascoltato il nome di Gutierrez in relazione al caso di Michael Jackson, era il 9 gennaio 1995 quando Diane Dimond annunciò sul suo popolare spettacolo mattutino della radio KABC-AM,  che la polizia aveva riaperto le indagini contro Jackson a causa di un presunto video di 27 minuti su nastro, catturato da una delle telecamere di sicurezza della star, presumibilmente raffigurante atti di molestie. La Dimond dipinse un'immagine molto vivida di quello che c'era sul nastro, nonostante non l'avesse mai visto, attribuendo la storia a una delle sue "migliori fonti".

Dimmond

-Qui sopra Diane Dimmond-

Anche se Gutierrez non è stato nominato in quella particolare trasmissione, è stato rivelato più tardi quel giorno come la sua fonte sullo show televisivo della Dimond, Hard Copy, in cui Gutierrez stesso ha fatto un'apparizione. La Dimond ha trasmesso la notizia su Hard Copy , nonostante abbia ricevuto una lettera subito dopo la sua apparizione su KABC-AM dall'avvocato di Jackson, Howard Weitzman, affermando che ciò che aveva affermato non era vero.

In effetti, l'intera storia si è rivelata una vera invenzione. Il presunto nastro non esisteva e come tale non fu mai prodotto. In effetti, l'unica persona che avesse mai affermato di averlo visto era Gutierrez.

Il ragazzo che Gutierrez sosteneva essere stato molestato sul nastro era il figlio di Jermaine Jackson e il nipote di Michael Jackson, Jeremy Jackson. La madre di Jeremy, Margaret Maldonado, ha ricordato la storia nel suo libro del 1995 intitolato “Jackson Family Values”:

"Ho ricevuto una telefonata da una scrittrice  di nome Ruth Robinson. Conoscevo Ruth da un po 'e rispettavo la sua integrità. Ha reso tutto ciò che aveva da dirmi ancora più difficile da ascoltare. "Volevo avvertirti, Margaret," disse. "C'è una storia che circola sul fatto che ci sarebbe una videocassetta di Michael che molesta uno dei tuoi figli e che tu hai il video." Se qualcun altro avesse detto quelle parole, avrei riattaccato il telefono. Data la lunga relazione che ho avuto con Ruth, tuttavia, le ho dato la cortesia di una risposta. Le dissi che non era vero, naturalmente, e che volevo che la storia si fermasse. Era stata in contatto con qualcuno che lavorava al National Enquirer, che l'aveva avvertita che una storiella era stata scritta per quel giornale. Ruth mi hamesso in contatto con quella donna (dell’Equirer ) e ho negato con veemenza la storia. Inoltre, le dissi che se la storia fosse finita sui media, avrei perseguito il National Enquirer.

A suo merito, il National Enquirer non ha mai pubblicato il pezzo. Hard Copy, tuttavia, ha deciso di farlo. La corrispondente di Hard Copy Diane Dimond aveva riferito che le autorità stavano riaprendo il caso di molestie contro Michael. Aveva anche fatto delle accuse alla stazione radio di L.A. KABC-AM in un talk show mattutino condotto da Roger Barkley e Ken Minyard. Le affermazioni della Dimond erano basate sulla parola di uno scrittore freelance di nome Victor Gutierrez. La storia era una bugia oltraggiosa! Non una sola parte di esso era vera. Non avevo mai incontrato l'uomo. Non c'era nessun nastro. Michael non mi ha mai pagato per il mio silenzio. Non aveva mai molestato Jeremy. "[3] https://www.scribd.com/document/65505096/Diane-Dimond-Victor-Gutierrez-Case

Jackson ha fatto causa sia alla Dimond che a Gutierrez e mentre la Dimond (con un piccolo aiuto del procuratore distrettuale di Santa Barbara, Thomas Sneddon) è sfuggita incolume, a Gutierrez è stato ordinato di pagare a Jackson $ 2,7 milioni di danni. Non ha mai pagato e invece è fuggito all’estero e in seguito ha presentato istanza di fallimento.

Gutierrez non solo non è stato in grado di presentare il presunto nastro, ma le sue affermazioni si sono rivelate false!

Ad esempio, sosteneva di aver incontrato Margaret Maldonado (la madre del nipote di MJ n.d.r) in una camera d'albergo che aveva pagato con la sua carta di credito, ma l'hotel non lo aveva mai visto e mai registrato  . Un investigatore privato, Eric Mason, rivelò in una declassazione che un giornalista, Ken Wells, gli raccontò quanto segue di un suo incontro con Gutierrez e il suo avvocato, mentre il caso stava già procedendo:

"Sig. Wells mi ha detto che il 2 luglio 1997, il signor Gutierrez e il suo avvocato, il signor Goldman, sono venuti a casa del signor Wells senza preavviso per discutere della produzione delle presunte fotografie. Durante le loro discussioni, il 2 luglio 1997, Gutierrez raccontò a Wells di tutte le sue “connessioni” nel settore dei tabloid, e che aveva venduto molte storie, alcune delle quali erano state definite "Bullshit" e semplicemente inventate. Secondo Mr. Wells, Gutierrez ha detto che il denaro nel business scandalistico era facile, anche per le storie false. Il signor Wells mi ha detto che ha chiesto al signor Gutierrez in merito al problema del videotape in questo caso. Secondo Mr. Wells, Gutierrez ha detto che "il giudice mi ha detto di portare il nastro e io non potevo presentarlo". Wells ha chiesto a Gutierrez se avesse mai visto il nastro e, secondo Wells, Gutierrez ha sorriso e ha detto "Beh sai com'è.. Sai come vanno queste cose. "Wells mi ha detto che credeva che Guiterrez gli stesse dicendo, senza dirlo in modo così esplicito, che aveva mentito sull'esistenza del nastro." [4]

Oltre alle sue bugie nei media, Gutierrez ha anche pubblicato un libro nel 1996 intitolato “Michael Jackson Was My Lover”. Il libro contiene descrizioni grafiche di presunti atti sessuali tra Jackson e il suo accusatore del 1993, Jordan Chandler. Contiene anche descrizioni sessuali grafiche di presunti atti sessuali tra Jackson e altri ragazzi - ragazze, che hanno sempre affermato, senza mezzi termini, che il cantante non li ha mai molestati o toccati in alcun modo sessualmente inappropriato. A causa del suo contenuto pedofilo, i principali editori negli Stati Uniti non erano disposti a pubblicare il libro. L'editore / distributore minore chelo  ha fatto,  da allora è fallito.

Gutierrez ha affermato di aver basato il suo libro sul diario di Jordan, tuttavia i Chandler affermano che Jordan non ha mai tenuto un diario. Un diario in cui Jordan ha documentato il suo abuso sarebbe stato una prova molto importante in qualsiasi indagine contro Jackson, ma nessuna prova del genere è mai stata prodotta. Di nuovo, l'unica persona che abbia mai affermato di aver visto il diario era Gutierrez, un uomo con una credibilità molto discutibile, eppure il suo libro è stato creduto dai pubblici ministeri, almeno secondo Maureen Orth.

È piuttosto chiaro che, piuttosto che il diario di Jordan, il contenuto sessuale grafico nel libro di Gutierrez era basato sulle fantasie perverse di Gutierrez. Abbastanza preoccupante che, Gutierrez nel libro non disapprova il presunto abuso ma invece lo celebra come una storia d'amore consensuale, una meravigliosa "relazione"; non c'è da meravigliarsi perché nella prefazione del libro, tra i titoli di coda, ringrazia NAMBLA (North American Man-Boy Love Association), una infame organizzazione pedofila! [5]. Guiterrez, citando "esperti" senza nome, difende la pedofilia nel suo libro come qualcosa che non è dannoso per i bambini ma frainteso dalla società, e usa le accuse di Chandler a sostegno del suo punto. Ad esempio, scrive:

"Il cliché dei pedofili come vecchi che rapiscono i bambini in sacchi è sbagliato, quanto pensare che tutti gli uomini omosessuali attacchino altri uomini per strada. Gli psichiatri riferiscono che ci sono stupratori e assassini pedofili, così come ci sono omosessuali ed eterosessuali che commettono questi crimini. Questi stessi esperti indicano che i rapporti sessuali tra adulti e minori a volte sono amabili  e non hanno un effetto negativo sulla vita del ragazzo. Quale esempio migliore di Jordie? Fu più duramente colpito dalle procedure legali associate al suo caso che dal suo rapporto con Jackson. "[5]

Come psicoterapeuta leggere queste cose mi fa rabbrividire e solo questo basterebbe a capire chi è quest’uomo, ma andiamo avanti.. (Sonia Dal Ben , traduttrice dell'articolo n. d.r)

Quando Michael Jackson fu accusato di molestie verso Gavin Arvizo , Gutierrez, forse intuendo un'altra opportunità per promuovere il suo lavoro, divenne molto attivo nei media. Ha collaborato alla realizzazione di "documentari" diffamatori su Jackson. Apparentemente le persone che lo hanno assunto come “esperto delle accuse contro Jackson” non hanno creduto alla sua storia, il fatto che sia stato condannato dalla Corte a pagare a Jackson $ 2,7 milioni per aver mentito su di lui, il tema pedofiliaco del suo libro o la sua apparente associazione con NAMBLA erano problematici .

In un articolo del GQ britannico del settembre 2006 su Gutierrez si sostiene che fosse addirittura impegnato a lavorare sul documentario Jackson di Martin Bashir [6].

Rivelatore del suo libro è stata un'intervista con Gutierrez apparsa su un giornale tedesco, Tageszeitung, nell'aprile 2005, mentre Jackson era sotto processo. Secondo un articolo del 2010 sulla rivista tedesca Spiegel, Tageszeitung sosteneva attivamente la pedofilia, (nell’articolo del 2005) ,in una serie di articoli tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80.

"Durante questo periodo, nessun altro giornale offriva ai pedofili un forum tanto quanto l'alternativo, a sinistra, Tageszeitung, che mostrava come socialmente accettabile questa violazione dei tabù che era diventata propria nella comunità di sinistra. In diverse serie, tra cui una intitolata "I Love Boys", e in lunghe interviste, agli uomini è stata data l'opportunità di descrivere quanto era presumibilmente bello e liberatorio il sesso con ragazzi preadolescenti. "C'era una grande incertezza su quanto le persone potessero andare lontano", dice Gitti Hentschel, il co-fondatore e, dal 1979 al 1985, editore di Tageszeitung. Coloro che, come Hentschel, erano apertamente contrari alla promozione della pedofilia erano descritti come "pudici" - in contrasto con la libertà di espressione. "Non esiste la censura nel Tageszeitung", fu la risposta. "[7].

Il giornalista del giornale ha incontrato Gutierrez in un hotel di Hollywood. L'articolo è intitolato "Es war Liebe!" ("Era Amore!"), Riferendosi alla presunta "relazione" tra Michael Jackson e Jordan Chandler. Si inizia con la menzogna che il libro di Gutierrez sia basato sul diario di Jordan, e poi vengono presentati i dettagli sulla vita di Gutierrez. Cresciuto in Cile, è diventato giornalista, successivamente si è trasferito negli Stati Uniti nel 1984, dove ha lavorato come fotografo ai Giochi olimpici di Los Angeles. In seguito, non è tornato nel suo paese, invece ha trovato un lavoro con un giornale spagnolo. Poi:

"Nel 1986 riferisce di una conferenza della North American Man Boy Love Association. Il cosiddetto NAMBLA fu fondato alla fine degli anni '70. All'inizio, il "Support Group for Relationships Between Generations"(“Gruppo di suporto per le relazioni tra diverse generazioni”) è stato promosso in modo prominente da Gore Vidal e Allen Ginsberg, poi è stato rapidamente isolato dal resto del movimento gay. Alla conferenza Gutierrez sente per la prima volta: "Michael è uno di noi". Un pedofilo. "Jackson è stato trattato come un idolo lì, come una speranza per l'accettazione sociale."

Gutierrez lascia il suo lavoro al giornale, parla con i dipendenti di Jackson, intervista i primi ragazzi. Presto finisce i soldi per la ricerca. Lui vende la sua auto, risparmia denaro sul cibo. Impara: ci sono diversi tipi di pedofili, la pedofilia è vecchia quanto la razza umana, non ogni gioco che si fa è un crimine orribile. Victor Gutierrez dice: "Nei cinque mesi del loro rapporto Michael Jackson e Jordie Chandler erano felici. Era amore. "[8] (e lo dice con enfasi aggiunta.)

[* Nota: per essere chiarissimi, Jackson non è mai stato un membro di NAMBLA e non ha mai avuto alcuna associazione con loro. Ciò che i membri esprimono qui è un pio desiderio.]

Alla domanda perché non ci sono più ragazzi che accusano Jackson, Gutierrez offre ancora una volta una visione rivelatrice della sua "filosofia":

"Hanno tutti paura", dice Gutierrez. Non di Michael e del suo potere ma dell'opinione pubblica. "Riguarda l'omosessualità", afferma Gutierrez, "nessuno vuole essere il ragazzo gay di Jackson". La sua teoria: se Madonna avesse una relazione o un rapporto d'amore con un ragazzo minore sarebbe uno scandalo molto più piccolo. Al cortile della scuola il ragazzo sarebbe un eroe. Come amante di Jackson, è un finocchio.

"Tra cento anni forse tali rapporti saranno accettati dalla società", afferma Gutierrez. La storia gli ricorda Oscar Wild e il suo giovane amante, Bosi. Come Gutierrez, lui stesso eterosessuale (in realtà in  diverse interviste nel corso degli anni, Gutierrez ha rilasciato dichiarazioni contraddittorie sulla propria sessualità) , cerca un editore per il suo libro nel 1995, e sente dire che lui “romanza” i pedofili. "[8]

Mentre in questo articolo Gutierrez non protesta contro l'affermazione di "romanzare i pedofili" e il giornalista non mette mai in discussione il ritratto della pedofilia di Gutierrez come una sorta di rapporto d'amore consensuale, nelle pubblicazioni in lingua inglese Gutierrez è più cauto.

Nel numero di settembre 2006 della rivista britannica GQ, in un articolo basato sulla versione degli eventi di Gutierrez e quindi chiaramente prevenuto per lui e contro Jackson, la storia della visita di Gutierrez alla conferenza NAMBLA viene rielaborata senza nominare l'organizzazione:

"Gutierrez ha iniziato le sue indagini nel 1986 quando è andato sotto copertura con il LAPD. Mentre partecipava a una conferenza segreta tenuta da un'organizzazione sospetta a Los Angeles, Gutierrez sentì molti riferimenti a Michael Jackson. Per quanto il mondo sapesse in quel momento, "Wacko Jacko" era solo un eccentrico. Il fatto che gli piacesse la compagnia di giovani ragazzi non sembrava più sospettoso del fatto  che aveva in giro con uno scimpanzé chiamato Bubbles. "[6]

Mentre nell'articolo di Tageszeitung, è stato suggerito che fosse lì come reporter, in GQ si sostiene che sia andato lì "sotto copertura con il LAPD". È molto improbabile che il LAPD coinvolga estranei non addestrati per operazioni sotto copertura sotto i propri ufficiali addestrati. In realtà, è molto improbabile che Gutierrez possa essere stato presente a una conferenza NAMBLA come estraneo (figuriamoci come reporter) perché l'organizzazione è molto cauta su chi viene lasciato entrare e molto riservata circa le esatte condizioni delle loro conferenze annuali. [9] [10] Solo i membri e le persone di cui NAMBLA ha fiducia, ricevono un invito.

Nell'articolo del 2006 della rivista GQ si afferma anche che "dopo la prima fase della sua ricerca" [6] Gutierrez ha inviato una copia del suo libro alla polizia di Los Angeles, ma non hanno fatto nulla "perché non ero nessuno, solo un reporter latinoamericano a Los Angeles "[6]. Prendete nota del fatto che solo un paio di paragrafi prima nello stesso articolo, si afferma che Gutierrez era in quella conferenza NAMBLA del 1986 "sotto copertura con il LAPD", che contraddice l'affermazione che il LAPD avrebbe ignorato le informazioni che provenivano da lui perché era "un nessuno, solo un giornalista latinoamericano a Los Angeles".

(Tenete presente che il fatto che abbia assistito ad  una conferenza del  NAMBLA nel 1986 , si basa esclusivamente sulle parole di Gutierrez. È possibile che abbia mentito, come ha fatto su tante altre cose, ma se ha effettivamente assitito ad una conferenza NAMBLA, sembra improbabile che fosse lì come un estraneo e non avesse un qualche tipo di connessione con il gruppo, forse è per questo che la sua storia continua a cambiare sul perché e come era lì.)

Il soggetto principale dell'articolo di GQ è un film che Gutierrez ha progettato di realizzare con il suo libro, con l'aiuto di Randy Barbato e Fenton Bailey, fondatori della società di produzione World of Wonder. Sulla base di quanto affermato dai due produttori nell'articolo, come il libro, il film sarebbe anche servito allo scopo di ritrarre le presunte molestie infantili come una relazione consensuale e romantica.

"Nonostante la natura esplosiva degli eventi che descrive, la sceneggiatura è in realtà un modello di comportamento  amoroso accetato. "Volevamo catturare la sensazione inebriante del primo amore che era quello che era per Jordie", dice Bailey. [...]

Al centro del film, e l'elemento più controverso in esso, è la presentazione di Jordie come un volenteroso, anche desideroso, partecipante a una relazione con un uomo che aveva adorato fin dall'età di quattro anni. "L'unico modo in cui il pubblico può vedere qualcuno come Jordie è come una vittima", dice Bailey. "Il fatto che abbia potuto entrare nella relazione con Michael Jackson di sua spontanea volontà è, per molte persone, tremendamente problematico." [6]

In precedenza nell'articolo Barbato è citato dicendo:

"In America ci troviamo di fronte al fattore" eek ". Gli europei non hanno quel tipo di schizzinosità. L'America può gestire la versione “purificata” della storia, ma la nostra storia si basa sulla versione tabloid. "[6]

Barbato riconosce anche che il loro film "esula da una qualsiasi delle norme accettabili":

"Tuttavia, il produttore rimane comprensibilmente cauto sul successo finale della sua impresa. "I film indipendenti sono diventati mainstream negli Stati Uniti", afferma Barbato. "Sono diventati un genere. Ma questo progetto è indipendente nel vero senso della parola. Va fuori da qualsiasi norma accettabile. "[6]

Dopo che Gutierrez visitò la conferenza del NAMBLA nel 1986, afferma l'articolo di  GQ del 2006, iniziò a "stringere amicizie" con alcuni dei dipendenti di Jackson:

"Per i prossimi cinque anni Gutierrez rintracciò il maggior numero possibile di colleghi ed ex colleghi di Jackson. Essere un Latino lo ha aiutato - è stato relativamente facile per lui stringere amicizie con la cameriera di El Salvador, Blanca Francia, che ha lasciato l'impiego di Jackson nel 1991, e la costaricana PA (assistente personale), Orietta Murdock, che lo ha citato ingiustamente licenziamento nel 1992. "[6]

Ancora una volta leggiamo che dopo quella conferenza NAMBLA, in cui i pedofili esprimono il desiderio che Jackson diventi uno di loro, con un ragazzo celebre come "speranza di accettazione sociale" [8] della pedofilia, Gutierrez va in missione e fa amicizia con alcuni degli impiegati di Jackson. Gli stessi impiegati che in seguito avrebbero fatto delle accuse contro la star.

Ci sono anche fatti da considerare su una possibile connessione tra Gutierrez e i primi accusatori di Jackson, la famiglia Chandler. Secondo l'articolo del GQ del 2006, Gutierrez si interessò ai Chandler quando vide Jordan, sua madre e sua sorella in compagnia di Jackson in diversi eventi durante quel periodo, inclusi gli World Music Awards del 1993 a Montecarlo.

"Come “paria” nel mondo delle celebrità del giornalismo dell’ intrattenimento freelance, Gutierrez è stato costretto a rinunciare allo scrivere e per un certo periodo si è sostenuto finanziariamente vendendo antenne satellitari. Poi, nel 1993, il suo interesse fu risvegliato quando sentì parlare di un ragazzo di nome Jordie Chandler con cui Jackson stava apparendo in grandi eventi mediatici, come i World Music Awards a Montecarlo. "[6]

Come abbiamo mostrato in altri articoli, le accuse di Chandler non hanno avuto origine dallo stesso Jordan Chandler. Fu suo padre, Evan Chandler, che per primo aveva avuto l'idea preconcetta che l'amicizia tra suo figlio e Jackson fosse sessuale; fu Evan Chandler che fece pressioni e minacciò il ragazzo di sostenere la sua idea.

Sorprendentemente, come Gutierrez, Evan Chandler ha parlato di presunte molestie su minori come se fosse una storia d'amore consensuale. Nel libro di Ray Chandler, “All That Glitters”, sentono addirittura il bisogno di spiegare in una nota a piè di pagina perché la presunta "relazione" tra Jordan e Jackson è descritta come una storia d'amore:

"La convinzione di Evan e Monique in quel periodo, secondo cui Jordie e Michael erano "innamorati ", è significativa per il problema di comprendere le molestie sessuali nei bambini più grandi. Non gli venne in mente che il tredicenne non era un partecipante disponibile. "[11; pagina 45]

In una telefonata segretamente registrata tra Evan Chandler e David Schwartz che si è tenuta l'8 luglio 1993, quindi prima che Jordan avesse "confessato" ad Evan le presunte molestie , Evan afferma che furono altre persone a convincerlo della nocività dell'amicizia tra Jackson e Jordan. Se una di queste persone fosse Victor Gutierrez o no, non possiamo dirlo, tuttavia ci sono ulteriori fatti da considerare su una possibile connessione tra Victor Gutierrez e Evan Chandler:

Nel suo libro, Gutierrez presenta la corrispondenza legale, le lettere appartenenti ai Chandler e le fotografie private di Jordan, la sua stanza e la casa dei Chandler. Gutierrez fece amicizia con la cameriera dei Chandler, Norma Salinas, quindi quei documenti avrebbero potuto essere stati forniti da lei. Tuttavia, il libro di Gutierrez contiene anche storie, con dettagli diversi, identici a quelli che compaiono in “All That Glitters” di Ray Chandler, un libro che è stato pubblicato quasi dieci anni dopo la pubblicazione di Gutierrez.

Un'altra deduzione alla possibilità di un collegamento tra i Chandler e Gutierrez è il fatto che il presunto disegno realizzato nell'ottobre del 1993 da parte di Jordan, delle parti intime di Jackson, include un testo che fa menzione del nome "Orietta" due volte.

Jackson ha assunto un’ assistente personale di nome Orietta Murdock che ha licenziato nel 1992 e che ha citato l'intrattenitore per licenziamento ingiusto. Orietta Murdock, tuttavia, non lavorò più per Jackson nel 1993, quando la star trascorse del tempo con la famiglia Chandler e il fatto che lei sia citata dai Chandler nel contesto di quel disegno è peculiare. Come accennato in precedenza in questo capitolo, Gutierrez si è vantato in un articolo nel 2006, che tra il 1986 e il 1991 ha stretto amicizie con dipendenti di Jackson, come Orietta Murdock, così l'apparente connessione di Chandler con Murdock sarebbe passata attraverso di lui?

Se ci fu davvero una collaborazione riguardo alle accuse nel 1993 tra i Chandler e Gutierrez, il rapporto doveva essersi stretto in seguito perché nel 2004 Ray Chandler, mentre faceva il suo giro nei media , promuovendo il suo libro, chiamava Gutierrez un "immorale" e ha dichiarato che non approvava il suo libro [12].

Nonostante la sua credibilità molto discutibile, a quanto pare gli investigatori nel caso Jackson hanno preso sul serio Gutierrez. In un articolo del Los Angeles Times datato 28 agosto 1993, si afferma che Victor Gurierrez fu tra le prime persone che la polizia intervistò riguardo al caso contro Jackson (le accuse furono formalmente formulate il 17 agosto 1993): "Uno degli intervistati erano Victor Gutierrez, un giornalista indipendente della California del Sud che ha lavorato a un libro su Jackson per diversi anni. Gutierrez ha parlato con gli ufficiali della polizia di Los Angeles per due ore giovedì ed è stato nuovamente intervistato venerdì. Non ha rivelato ciò che è emerso durante quelle sessioni, ma ha detto al Times che ha intervistato per il suo libro alcuni degli stessi giovani ricercati per essere interrogati dal LAPD. "[13]

Molti dei testimoni che hanno testimoniato per l'accusa al processo di Jackson del 2005, e sui quali è stato perlopiu’ costruito il caso della "prima cattiva condotta" dell'accusa , erano persone che avevano contatti con Victor Gutierrez prima di vendere le loro storie ai tabloid per soldi.

Ricordate, Gutierrez è l'uomo che ha detto a Ken Wells nel 1997 che i i soldi dei tabloid erano facili anche con storie false e inventate.

L’ex guardia giurata, Ralph Chacon ha testimoniato che lui e altri ex dipendenti di Jackson (che i media chiamavano spesso "Neverland 5") hanno parlato con Gutierrez prima di andare a vendere la loro storia alla rivista The Star [14]. Ex guardia giurata, Kassim Abdool ha testimoniato di aver incontrato Gutierrez una volta,  che hanno avuto una conversazione di due, tre ore [15]. L'ex cameriera, Adrian McManus ha testimoniato che Gutierrez "avrebbe cercato di aiutarci nella nostra causa" [16]. Un'altra testimone dell'accusa è stata l'ex cameriera, Blanca Francia, menzionata nell'articolo di GQ del 2006 come uno dei dipendenti Jackson con cui Gutierrez ha stretto amicizia poco dopo la sua presunta visita a NAMBLA nel 1986 [6]. Nel libro di Gutierrez c'è una foto dei due insieme [5]. Altre persone con cui Gutierrez ha fatto amicizia, come Orietta Murdock o la cameriera salvadoregna dei Chandler, Norma Salinas, non hanno testimoniato, ma hanno fatto il giro dei media vendendo menzogne piccanti su Jackson ai tabloid.

Michael Jackson era la vittima più famosa a livello internazionale delle menzogne e delle manipolazioni di Gutierrez, ma non era l'unico. Alla fine del 2003, nel suo paese d'origine, il Cile, Gutierrez pubblicò un articolo in cui collegava un politico di un partito di destra ad una cerchia pedofila. L'articolo di Gutierrez ha fornito una descrizione dettagliata di ciò che è accaduto presumibilmente nella casa di un uomo d'affari, Claudio Spiniak, arrestato pochi giorni prima, per aver creato una cerchia pedofila. Gutierrez ha affermato che un senatore dell'Alleanza per il Cile (una coalizione di partiti politici di destra) ha partecipato a quelle orge pedofile. Non ha nominato il politico nel suo articolo, ma ha affermato che il nome del senatore è stato dato alle autorità. Più tardi, in un'intervista condotta da Gutierrez per un programma televisivo, un ragazzo minore, un bambino di strada, sosteneva di aver visto un noto politico di destra alle orge di Spiniak. [17] Il ragazzo in seguito ritrattò la sua dichiarazione e fu rivelato che Gutierrez gli pagò da 10.000 a 20.000 pesos cileni. Nel febbraio 2004 l'avvocato di Gutierrez ha confermato il pagamento, ma ha affermato che si trattava solo di un "gesto umanitario", non di qualcosa dato in cambio dell'intervista e delle false accuse. Le autorità non sono riuscite a trovare alcun collegamento tra la cerchia pedofila e qualsiasi politico del partito accusato da Gutierrez, ma le voci erano abbastanza per offuscare l'immagine pubblica della coalizione di destra e di alcuni politici. [18] [19]

Nel 2008 Gutierrez è stato condannato a 61 giorni di prigione ed a pagare 30 milioni di pesos cileni (circa 60.000 dollari) all'ex Miss Universo, ex moglie dell'ex presidente argentino Carlos Menem, Cecilia Bolocco, per le dichiarazioni diffamatorie fatte sulla sua vita privata . Questo è stato considerato un precedente, il più alto compenso mai concesso in questo tipo di casi in Cile [20].

Victor Gutierrez, l'uomo accreditato dai giornalisti dei media e dall'accusa, come una fonte affidabile di informazioni su Michael Jackson, le cui storie hanno ispirato molti articoli sui media e "documentari" sulla star, e dalle quali l'origine stessa delle accuse contro Jackson, puo’ essere fatto risalire ad un uomo che è stato condannato come un bugiardo in un tribunale, non una volta ma almeno due volte, e non in uno, ma in due paesi diversi!

Victor Gutierrez, un uomo che ha espresso inquietanti visioni sulla pedofilia, che ha scritto un lavoro di fiction-narrativa sessuale, pieno di fantasie pedofile su una presunta reciproca "relazione" tra un uomo e un bambino; un uomo che ha avuto l'audacia di ringraziare NAMBLA nella prefazione di questo libro; che dal suo stesso account, ha visitato una conferenza NAMBLA nel 1986, è stato direttamente coinvolto nell'aiutare a modellare e formare le false accuse fatte contro Michael Jackson!

Ricordiamo quanto già detto sopra : Gutierrez è stato ordinato di pagare a Jackson $ 2,7 milioni di danni. Non ha mai pagato e invece è fuggito all’estero e in seguito ha presentato istanza di fallimento.

Note alle fonti  nell’articolo originale:

 

[1] Intervista a Diane Dimond su The Ken and Barkley Company morning show (KABC-AM Radio, 9 gennaio 1995)

 

[2] Maureen Orth - Losing His Grip (Vanity Fair, aprile 2003) http://www.vanityfair.com/fame/features/2003/04/orth200304

 

[3] Margaret Maldonado - Jackson Family Values: Memories of Madness (Newstar Pr, novembre 1995)

 

[4] Dichiarazione di Eric Mason (Michael Jackson vs Diane Dimond, et al., Los Angeles Superior Court No. BC119778, 16 ottobre 1997)

 

[5] Victor Gutierrez - Michael Jackson era il mio amante (Alamo Square Dist Inc, 1996)

 

[6] Robert Sandall - Michael Jackson Was My Lover (Brtish GQ Magazine, settembre 2006)

 

[7] Jan Fleischhauer e Wiebke Hollersen - La rivoluzione sessuale e i bambini, come la sinistra ha preso le cose troppo lontano (Der Spiegel, 2 luglio 2010)

http://www.spiegel.de/international/zeitgeist/the-sexual-revolution-and-children-how-the-left-took-things-too-far-a-702679-3.html

 

[8] "Es war Liebe!" (Die Tageszeitung, 5 aprile 2005) http://www.taz.de/1/archiv/?id=archivseite&dig=2005/04/05/a0170

 

[9] Operazione segreta dell'ambulante Robert Hamer dell'FBI come descritto nell'Ordine di modifica degli ordini e parere modificato - USA v. David Cary Mayer, pagina 8 .: "Ha richiesto un invito alla conferenza NAMBLA del 2002 ma è stato negato perché non era stato un membro per un periodo di tempo abbastanza lungo. "

https://themichaeljacksonallegationsblog.files.wordpress.com/2016/12/usa-vs-mayer.pdf

 

[10] Onell R. Soto - Il gruppo poco conosciuto promuove il sesso "benevolo" (17 febbraio 2005)

Citazione: "Gli incontri annuali, disse Polhemus, erano affari silenziosi. Ai partecipanti è stato detto di recarsi nella città ospitante e la sede non è stata divulgata fino all'ultimo minuto.

"Non vogliono la stampa e non vogliono che i poliziotti si presentino", ha detto.

http://legacy.signonsandiego.com/news/metro/20050217-2208-manboy-daily.html

 

[11] Raymond Chandler - All That Glitters: The Crime and the Cover-Up (Windsong Press Ltd, settembre 2004)

 

[12] Jacko: lo zio di Accusatore per la pubblicazione di Exposé (FoxNews, 8 settembre 2004)

http://www.foxnews.com/story/0,2933,131615,00.html

 

[13] Charles P. Wallace e Jim Newton - Jackson Back on Stage; Continua l'inchiesta (Los Angeles Times, 28 agosto 1993)

http://articles.latimes.com/1993-08-28/news/mn-28760_1_michael-jackson

 

[14] La testimonianza di Ralph Chacon al processo di Michael Jackson del 2005 (7 aprile 2005) http://michaeljacksonallegations.com/wp-content/uploads/2014/11/Court-Transcripts.zip

 

[15] La testimonianza di Kassim Abdool al processo di Michael Jackson del 2005 (25 aprile 2005)

https://themichaeljacksonallegationsblog.files.wordpress.com/2016/12/court-transcripts.zip

 

[16] La testimonianza di Adrian McManus al processo di Michael Jackson del 2005 (8 aprile 2005)

https://themichaeljacksonallegationsblog.files.wordpress.com/2016/12/court-transcripts.zip

 

[17] La prensa y el caso Spiniak (El Periodista, 27 agosto 2004)

http://www.elperiodista.cl/newtenberg/1682/printer-63826.html

 

[18] Abogado confirma que Víctor Gutiérrez entregó dinero a L.Z. (Emol.com, 11 febbraio 2004)

http://www.emol.com/noticias/nacional/2004/02/11/138241/abogado-confirma-que-victor-gutierrez-entrego-dinero-a-lz.html

 

[19] Víctor Gutiérrez reconoce que pasó su billetito a menor del caso Spiniak (La Cuarta, 12 febbraio 2004)

http://www.lacuarta.cl/diario/2004/02/12/12.04.4a.CRO.GUTIERREZ.html

 

[20] Millonaria sentencia un favore di Cecilia Bolocco remece a la farándula local (El Mercurio, 30 ottobre 2008)

http://www.emol.com/mundografico/?F_ID=657315 - l'articolo originale non è più disponibile, per una fonte secondaria vedi: https://themichaeljacksonallegationsblog.files.wordpress.com/2016/12/www-emol -COM-1-bolocco.pdf

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page