Sony ammette che potrebbero aver fatto uscire canzoni false nell'album postumo


Oggi molti fan e sostenitori di Michael Jackson si sentono un po' vittoriosi (compreso tutto lo staff di Truth4mj che ha sempre sostenuto la clamorosa falsicazione della voce di Michael nelle canzoni dei Cascio n.d.r) poichè Sony Music ha ammesso finalmente in tribunale di aver pubblicato tre canzoni false, cantate da un imitatore. Queste canzoni, "Breaking News", "Keep Your Head Up" e "Monster" sono apparse sul primo album postumo del leggendario Michael Jackson, dal titolo "Michael" e pubblicato nel 2010. Album che ha debuttato al numero 3 della Billboard 200 con 228.000 copie in una settimana.

Quando  Epic Records e Sony Music Entertainment hanno pubblicato l'album, c'era  un gruppo  di fan sfegatati (e ben informati n.d.r) che sosteneva che alcune delle canzoni dell'album non erano state cantate da Michael Jackson ma bensi da un impostore che lo imitava (o tentava di farlo n.d.r). Anche la madre di Michael Jackson, Katherine Jackson,  la pensava allo stesso modo. Cosi nel 2014, una fan di nome Vera Serova, ha intentato una causa legale (precisamente una Class Action) contro Eddie Cascio , un “amico” di lunga data di MJ, e la sua società di produzione, Angelikson Productions LLC, accusandolo di aver prodotto canzoni false e averle vendute attraverso l’Estate di Michael Jackson e Sony Music Entertainment al pubblico (quindi frodando gli acquirenti n.d.r). Michael  Jackson era stato amico dei fratelli Cascio sin dagli anni '80 e spesso li definiva la sua "seconda famiglia". Anche James Porte , un supposto co-autore di dodici canzoni controverse di MJ, tra cui le tre sopra citate,è implicato nel caso.

Cascio e Porte hanno affermato che queste canzoni erano state registrate nel seminterrato di proprietà di Cascio nel New Jersey, nel 2007, ma non hanno mai fornito alcuna prova concreta per supportare queste affermazioni. La Serova ha sostenuto alla Corte Superiore di Los Angeles, che le canzoni fossero false, e interpretate da un imitatore, Jason Malachi. La Serova ha citato diverse incoerenze nel modo in cui queste canzoni sono state realizzate, supportate da un rapporto di 41 pagine dell'audiologo forense Dr. George Papcun, che ha concluso dopo una scrupolosa ricerca,  che le canzoni non erano state cantate da Michael Jackson.

La querelante ha offerto diversi documenti di prova, basati sulla preoccupazione della famiglia, degli amici e dei collaboratori di Jackson, che affermavano che in queste tre canzoni in particolare mancavano sia il leggendario vibrato del cantante – che inoltre per esempio i suoi schiocchi di dita ed il rumore dei suoi piedi che battono il ritmo. Inoltre, quando Sony ha cercato di difendersi e ha chiesto a Porte ed a Cascio di fornire tracce vocali alternative di queste canzoni, hanno affermato di averle cancellate tutte dai loro computer.

È interessante notare che la Serova ha anche affermato in tribunale che Sony Music ed i fratelli Cascio, hanno cercato di eliminare le prove di eventuali misfatti e si sono assicurati che i media non abbiano affrontato il problema ad un livello importante. Questo è il motivo per cui questa storia è stata finora a malapena riportata (ricordiamo che Estate paga milioni di dollari all’anno uno spin doctor , Mike Sitrick,  che ha il compito di deviare e manipolare le notizie relative a Michael Jackson sui mass media , facendo arrivare ai media cio’ che decidono loro , ecco perché anche questa volta stranamente in pochissimi parlano della frode di sony con queste canzoni, ma invece i media danno risalto alla finta notizia che gli Eagles avrebbero battuto Thriller nel Guinness dei primati , cosa negata dal World Guinness stesso n.d.r) .

Inoltre, come riporta Damien Shields, un fan-sostenitore storico di MJ, il 7 dicembre 2016, gli avvocati di Sony Music e di Estate, hanno finalmente ammesso che le canzoni potrebbero essere false, infatti dissero che la Sony e Estate avevano preso in parola Porte e Cascio e non avevano fatto le loro indagini sulle canzoni fornite.

L'argomentazione pero' non è stata accettata dal giudice presiedente Ann I. Jones della Corte Superiore di Los Angeles. "Ciò che è problematico" ha detto  "è che state ingannando la gente sotto la vostra stessa ammissione dei fatti".

L’ avvocato di Sony e di Estate, Zia Modabber, ha cercato di trasferire la colpa ai co-imputati Porte e Cascio, dicendo che "non hanno rivelato a Sony o all'Estate , che Michael Jackson non ha fornito la voce principale." Il giudice Jones non era d'accordo con l'argomentazione di Modabber: "Penso che quello che sta tentando di dire  sia: -Siamo stati ingannati come i querelanti ... Non sapevamo che voi stavate registrando roba in uno scantinato che non è stato registrato da Michael. Ci avete detto che era Michael. Abbiamo creduto che fosse Michael. E se c'è un cattivo qui, che si stava impegnando a creare un falso prodotto commerciale, non siamo noi. '"

Sony ed Estate hanno impugnato la sentenza e il 21 agosto la Corte d’Appello della California ha ascoltato le argomentazioni orali nell'appello in cui Sony Music ha ammesso che le tre canzoni "Breaking News", "Keep Your Head Up" e "Monster" con 50 Cent furono infatti eseguite da un sosia e non da Michael Jackson. Lo hanno ammesso allo scopo dell'attuale argomento in appello. Infatti sostenevano di avere il diritto di vendere le canzoni come “cantate da Michael Jackson” anche se l’iconico l'artista non cantava quei brani. I tre giudici del caso devono ora decidere in merito, ed hanno un limite di tempo  di 90 giorni.

Questo stadio è solo un appello intermedio per la difesa di Sony e di Estate tramite il Primo Emendamento (ovvero il diritto , sancito dalla Costituzione Americana, che garantisce la libertà di culto, parola e stampa, il diritto di riunirsi pacificamente e il diritto di appellarsi al governo per correggere i torti. N.d.r)

La Corte d'Appello deciderà se Sony ed Estate debbano rimanere come imputati nella causa o se debbano essere prosciolti ed autorizzati a continuare a vendere l'album in modo ingannevole. La causa contro i fratelli Cascio è molto forte, ma la corte deve prendere una decisione importante per quanto riguarda il coinvolgimento di Sony nella frode. Se il tribunale decidesse riguardo Sony come " non commercial speech ", Sony ed Estate saranno prosciolti come imputati e invece la causa contro i fratelli Cascio proseguirà ancora .

Il “commercial speech” è la pubblicità di un prodotto o servizio attraverso materiale stampato, trasmissione tv o Internet.

È un “commercial speech” quando il tuo avversario mente platealmente nella pubblicità dei suoi prodotti.

Ora quindi la difesa di  Sony sosterrà  che le canzoni sono state fornite loro dai Cascio e da Porte come canzoni originali di MJ e che loro ci  hanno creduto in buona fede (quindi che non hanno mentito perchè non lo sapevano e quindi non hanno fatto un “commercail speech” al solo scopo di vendere n.d.r.).

Fonte: http://hiphop-n-more.com/2018/08/sony-music-concedes-released-fake-michael-jackson-songs-posthumous-album/

Link ai documenti originali  della Class Action mossa da Vera Serova vs. Sony Music :https://www.scribd.com/document/229471634/MJ-Fan-vs-Sony-MJ-Estate-Cascio-Porte#fullscreen&from_embed

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page