Wade Robson: l'ode al suo Mentore lunga 20 anni che la sete di $ non può cancellare

Il primo maggio 2013 l'ex sostenitore del grande defunto Michael Jackson, Wade Robson, ha depositato una causa civile contro l’Estate di Jackson, cercando di ottenere un’imprecisata somma di denaro a causa di un reclamo non archiviato per "abuso sessuale infantile". La denuncia principale (che delinea in particolare un presunto abuso da parte di Jackson) è stata archiviata sotto sigillo, il che significa che non è disponibile al pubblico, ma la notifica di Robson della denuncia presentata sotto sigillo è pubblicamente disponibile e se leggete il punto #6 qui sotto, vedrete una descrizione del reclamo:


Ecco qui più in dettaglio la denuncia:

Robson ha sostenuto con veemenza Jackson per due decenni, lo ha difeso in entrambe le accuse del 1993 e del 2003-05. Jackson ha incontrato Wade e la sua famiglia alla fine degli anni '80 durante la tappa australiana del Bad Tour e si è tenuto in contatto con la famiglia dopo l'incontro con loro nel backstage del suo concerto.

Nella foto: Wade Robson, sette anni a Logan City, Queensland, Australia. Mostra una mossa di Michael Jackson mentre indossa la camicia e il cappello appartenenti al suo idolo. Wade ha incontrato Jackson per la prima volta dopo aver vinto una Michael Jackson Dance Competition statale nel 1987. I due sono diventati così amici che Wade e la sua famiglia si recheranno a Los Angeles a fine mese per stare con la superstar per un anno per consentire a Wade di diventare il pupillo di Jackson.

Nei primi anni '90, Jackson ha invitato la famiglia a visitare Neverland.

Blanca Francia, Adrian McManus, Ralph Chacon e Kassim Abdool erano ex dipendenti di Neverland che hanno venduto storie ai tabloid in cui affermano di aver visto Jackson molestare Robson e altri ragazzi nel 1993, così lui e sua madre si sono fatti avanti per difendere Jackson e negare le accuse nei media.

Michael Jackson In Fermo Immagine

The Washington Post [Washington, D.C] 28 Agosto 1993.

L'avvocato di Jackson, Howard Weitzman, ha detto: “le accuse contro di lui sono seguite a un tentativo di estorsione fallito, indicando per la prima volta che il padre del ragazzo aveva minacciato di denunciare il presunto abuso a meno che non sarebbero state soddisfatte certe richieste... Weitzman ieri sera ha ripetuto l'affermazione prima sollevata da Hollywood Reporter giovedì e cioè che il padre aveva chiesto 20 milioni di dollari per la produzione di un film e un accordo finanziario con Jackson. "Crediamo che il comportamento del padre del ragazzo sia riconducibile a un livello di estorsione", ha detto.

Il consulente per la sicurezza di Jackson, Pellicano, ha detto che stava portando avanti la propria indagine verso chi aveva fatto trapelare dettagli di fascicoli riservati sulle accuse di abuso infantile in mezzo alle voci che migliaia di dollari erano stati offerti dalle agenzie di stampa per le copie della relazione del city's department of children's services. Del padre del ragazzo, Pellicano ha detto: "Disprezzo l'uomo".

Il padre del ragazzo non ha risposto alle chiamate di un giornalista ieri.

Nel frattempo, un secondo giovane compagno di Jackson ha dichiarato ieri sera che non è stato abusato dalla pop star. Accompagnato da sua madre e dall’avvocato di Jackson, Weitzman, Wade Robson, 10 anni, ha detto su KNBC a Los Angeles che aveva trascorso del tempo su un letto con Jackson, ma che era completamente vestito partecipando a "un pigiama party."

Sua madre ha detto che lei è stata spesso nella stanza quando Jackson ha giocato con un numero imprecisato di bambini e dopo si è addormentato con loro: “Loro hanno giocato così tanto che alla fine si sono semplicemente addormentati”.

All'insistente affermazione del ragazzo che il suo rapporto con la star era basato sul divertimento innocente ha fatto eco Joy Stevenson, che rappresenta Brandon Adams, l'attore bambino che ha avuto un ruolo nel video di Jackson "Bad" e in seguito divenne un suo caro amico. "Ha solo cose positive da dire su Michael", ha detto Stevenson. "Non c'è mai stata un’esperienza negativa, ne con lui ne, per sua conoscenza, con nessun altro".

29 agosto 1993 –  intervista CNN: https://www.youtube.com/watch?v=NLT3gncZW2k Wade Robson afferma: "ci sono state diverse volte in cui eravamo io e Michael. Poi ci sono state altre volte dove erano presenti anche altri amici. È stato solo un pigiama party. Dove

semplicemente mi sono divertito un sacco". Si noti come la sorella di Wade, Chantal Robson, ha ammesso che anche lei dormiva nel letto di Jackson, confutando così la bugia dei media che solo i ragazzi dormivano nel letto di Jackson.

Da un altro articolo del Washington Post del 30 agosto 1993: "... Brett Barnes è un altro ragazzo che si è fatto avanti. Brett, 11 anni, nativo australiano, presentatosi come un giovane Michael Jackson, si trovava nel suo ranch con la madre quando gli investigatori hanno fatto irruzione in cerca di prove incriminanti la scorsa settimana (che non hanno trovato). Brett ha detto ai giornalisti che lui e Jackson avevano condiviso un letto, ma "ha dormito su un lato e io ho dormito dall'altra parte. Era un letto grande."

Wade Robson 10 anni, anche lui australiano; ha incontrato Jackson dopo aver vinto un concorso e ha viaggiato successivamente verso gli Stati Uniti per partecipare ad uno spot della Pepsi. Ha anche trascorso la notte con Jackson, che ha messo la madre di Wade, Joy, sul suo libro paga per un certo periodo di tempo. "E' il miglior amico che abbia mai avuto", ha detto Wade in un notiziario televisivo di Los Angeles giovedì notte. Ad una bionda interessata a una carriera nello show business, Wade ha detto che niente di sessuale è successo tra loro, ci sono stati solo video giochi, giostre e shopping in negozi di giocattoli e dischi".

Nel 1994, Wade Robson ha firmato un contratto discografico con l’etichetta MJJ Music: http://en.wikipedia.org/wiki/MJJ_Music Wade era la metà del giovane duo rap "Quo" http://en.wikipedia.org/wiki/Quo_(gruppo) insieme a DeWayne Turrentine raggiungono un successo moderato.

Ecco il filmato di Robson in piedi in fila per comprare l'album HIStory nel 1995: https://www.youtube.com/watch?v=hqPdgs6rkBw

La carriera musicale dei “Quo” è svanita dopo un solo album, ma Wade è andato avanti diventando un coreografo per star come Britney Spears, Usher, e N'Sync.


Da un articolo su Rolling Stone "Coreografo Hot: Wade Robson" settembre 2000: FORSE la storia di un DICIASSETTENNE australiano, Wade Robson è meglio raccontata da Robson stesso: "Ciao io sono a Las Vegas. Vegas, baby. Beh, l'ultima cosa che ho fatto è stato il tour di Britney – L’ho co-diretto e co-coreografato. Prima di allora, ho lavorato con gli 'N Sync.

"Ho iniziato a ballare quando avevo due anni. Ho visto la realizzazione di 'Thriller' e sapevo tutto di quel mondo da quando avevo tre anni. Quando ne avevo cinque, ho vinto un concorso di danza per imitatori di Michael Jackson e il premio era la possibilità di incontrare Michael. Da allora in poi, è stato come: 'Questo è quello che voglio fare’.

"Ero in una talent company chiamata Talent School di Donny M. Roba pesante, come i centri commerciali. Facevamo quattordici show a settimana. Mi sono esibito a Disneyland quando avevo sette anni e questo è quello che ha suscitato il mio interesse in America. Sono andato bene in Australia - sono diventato come il loro piccolo Michael Jackson, ma stavo girando in tondo, quindi a nove anni ho deciso di trasferirmi quì, mia madre ci ha portato me e mio fratello, Michael mi ha aiutato e mi ha messo in alcuni dei suoi video ".

Robson ha anche ospitato il suo show su MTV intitolato "The Wade Robson Project" che ha caratterizzato ballerini da tutto il mondo in competizioni per il primo posto in una serie di "dance offs". Dopo l'assoluzione di Jackson, ma prima della sua morte, Robson ha eseguito un tributo a Jackson: https://www.youtube.com/watch?v=eYbLsNuUH0s


Dopo l'arresto di Jackson con l'accusa di molestie su minori nel novembre 2003, Robson nuovamente lo difese pubblicamente: https://www.youtube.com/watch?v=kCOiY0r0hRs


Kimmel: Ha iniziato da giovane a ballare con Michael Jackson?

Robson: Già. Ho iniziato a ballare quando avevo due anni. Poi, ho vinto un concorso di danza che Michael teneva in tutto il mondo durante il suo tour quando avevo cinque anni. Era un dance-alike contest

Kimmel: Hai ancora un rapporto amichevole con Michael?

Robson: Si. Parliamo ogni paio di mesi, per recuperare.

Kimmel: Davvero? Beh che tipo è?

Robson: E’ un bravo ragazzo.

Kimmel: E' un bravo ragazzo?

Robson: Si.

Kimmel: Mostrami dove ti ha toccato. [risate]

Robson: Stesso posto dove ha toccato te.

Kimmel: Niente di simile mai? Niente? Niente sciocchezze? Nessun genere di imbroglio?

Robson: No. Non è il tipo. Per niente.

Kimmel: Ma lui è un ragazzo strano, bisogna ammetterlo.

Robson: Sai cosa? Alla fine della giornata, è come, ognuno vede qualcosa di strano su di loro. Tutti vedono qualcosa di strano in lui...


26 Novembre 2003: Hobart Mercury (Australia) - MICHAEL McKENNA "Stella Australiana Racconta Di Aver Condiviso Il Letto Di Jackson"

L’australiano Wade Robson è uno dei più caldi giovani talenti di Hollywood e ieri ha rivelato che da bambino ha condiviso il letto con Michael Jackson.

Nato a Brisbane, Robson, che ha uno show TV di successo negli Stati Uniti e un accordo per dirigere tre film con la Disney, ha rotto il suo silenzio circa gli anni trascorsi in visita da Jackson al Neverland Ranch in California.

Egli adesso ha 21 anni ed è ombreggiato dalla sua amicizia con la superstar, che ha iniziato all'età di cinque anni. Ma Robson dice che è stato un rapporto innocente che non includeva alcun tipo di abuso.

"Non ho mai avuto questa esperienza e spero che non sia mai successo a nessun altro", ha detto...

Robson ieri ha detto che ha anche visitato il tentacolare Neverland Ranch a nord di Los Angeles dopo che la sua famiglia si trasferì negli Stati Uniti con l'incoraggiamento di Jackson.

Robson ha incontrato l'artista nel 1987 dopo aver vinto un concorso di danza-imitazione di Jackson ed è stato poi invitato ad esibirsi con Jackson al suo concerto in Brisbane.

Nel 1991, Robson, la madre Joy e sua sorella Chantalle si trasferiscono a Los Angeles dove è stato quasi subito lanciato in tre video di Jackson - tra cui Black Or White.

In seguito ha firmato con un etichetta privata di Jackson come uno dei componenti di un duo rap, di breve durata, i Quo.

Nel corso degli anni, Robson ha detto che Jackson gli ha fornito gli strumenti e lo ha incoraggiato nella loro amicizia, che, secondo la stella nascente di 187 cm, era sempre "fondamentalmente creativo".

"Il suo interesse iniziale per me è stato a causa della mia danza. Vide il talento e la scintilla che avevo dentro di me e tutto ciò che ha sempre voluto fare è aiutare la mia carriera", ha detto.

Alla domanda se avesse mai dormito nel letto di Jackson, Robson ha detto: "Sì, ma non è successo niente di strano."

Robson ha detto che non pensava fosse "strano" che un uomo adulto potesse condividere lo stesso letto come un bambino.

"Tutto nella vita è così complesso, lui voleva qualcosa intorno che fosse semplice – stare con i bambini", ha detto.

"La cosa più importante che dovete capire è che lui non ha il concetto di realtà.

"E' stato una superstar da quando aveva cinque anni.

"Voglio dire, quale concetto ha lui di ciò che la società pensa sia giusto?"

Robson ha detto che non vede più Jackson spesso come faceva quando era bambino - forse parlo con lui ogni sei mesi - ma rimarrà per sempre un amico.

"Lo sosterrò sempre e qualunque cosa accada o si supponga accadrà- spero che funzioni per lui," ha detto.

"Questo è triste da vedere."


Ecco una dichiarazione che Wade ha scritto in una chat sul suo sito web il 27 Aprile 2004 http://wadej-r.livejournal.com/33364.html pochi giorni dopo che Jackson è stato ufficialmente incriminato da un gran giurì. Leggi quello che Wade aveva da dire su Sneddon): Le cose sono veramente frenetiche nella mia vita in questo momento. So che siete tutti consapevoli del fatto che Michael Jackson è stato rinviato a giudizio e ora deve affrontare un processo per crimini contro i bambini che non sono esattamente cool e questo mi ha fatto strappare il mio telefono dal muro e andarlo a nascondere. Non è un segreto che ho avuto un legame con Jackson quando ero un ragazzino e lui ha avuto una grande influenza su di me professionalmente e personalmente, ma non ho bisogno di ricordare le circostanze che sono accadute quando ero un ragazzino. Soprattutto quando dico "circostanze", sono tutte accuse inventate da quel maledetto DA e capo della polizia lì nella Contea di Santa Barbara. Che cazzo!

Inizialmente, Robson e la sua famiglia non andarono a testimoniare nel processo contro Jackson, ma fino a quando il giudice Melville non ha permesso a Tom Sneddon di citare in giudizio i testimoni di presunti "atti cattivi precedenti" di Jackson, e gli ex dipendenti di Neverland di cui sopra hanno testimoniato di aver assistito a irregolarità da parte di Jackson, che comprendevano carezze, sesso orale e la doccia insieme a giovani ragazzi.

Come risultato, Robson è stato il primo testimone chiamato dalla difesa e anche sua madre e sua  sorella sono stati tra i primi testimoni. Tutti hanno con veemenza e categoricamente negato qualsiasi tipo di abuso per mano di Jackson.

Dopo la morte di Jackson, Wade ha rilasciato la seguente dichiarazione di ricordo e cordoglio a Jackson: http://ohnotheydidnt.livejournal.com/36630746.html

"Michael Jackson ha cambiato il mondo e, più personalmente, la mia vita per sempre. Lui è la ragione per cui danzo, la ragione per cui faccio musica e uno dei motivi principali per cui credo nella bontà pura del genere umano. E' stato un mio caro amico per 20 anni. La sua musica, i suoi movimenti, le sue parole personali di ispirazione e di incoraggiamento e il suo amore incondizionato vivranno dentro di me per sempre. Mi mancherà immensamente, ma so che ora è in pace e incanta i cieli con una melodia e un moonwalk. Ti amo Michael."

Lo stretto rapporto di Robson in giovane età con Jackson e le notti trascorse al Neverland Ranch di Jackson, hanno innescato polemiche e portato Robson ad essere chiamato a testimoniare al processo per molestie del 2005 di Jackson in California. Robson ha difeso Jackson e ha respinto le accuse contro di lui. Jackson fu poi assolto.

Robson ha partecipato al memoriale pubblico di Jackson e piangeva istericamente durante lo svolgimento. Ha dato questa breve intervista a Entertainment Tonight nel luglio 2009 e come potete vedere, era molto orgoglioso della sua amicizia e collaborazione con Jackson, lo ha elogiato per essere stato un "essere umano gentile": https://www.youtube.com/watch?v=ZqubEuZmLfM

Ecco una dedica che Wade ha scritto su Jackson e che è stata pubblicata nell’Official Michael Jackson Opus. La dedica di Wade a Michael Jackson è stata giustamente intitolata "Il mio mentore":


Di solito parlavo con Michael per tre ore al giorno. Non ho mai capito come riusciva a trovare così tanto tempo perché sembrava sempre occupato, ma a lui piaceva chiamarmi e gli piaceva parlare, parlare e parlare. Quando ha ottenuto un telefono cellulare mi ha chiamato e scritto per tutto il tempo. Tutto questo faceva parte di una straordinaria amicizia che durò per 20 anni.

La prima volta che ho incontrato Michael è stato durante il suo Bad Tour nel 1987, avevo cinque anni, la società di Michael teneva un concorso di danza in ogni Paese e io partecipai a quello in Brisbane.. Ho finito per vincere la gara di ballo. Siamo andati a vedere Michael in Brisbane e ad un meet and greet fui presentato a lui. Mi ricordo che indossavo un costume su misura di "Bad" - la cintura di mia mamma era avvolta intorno a me, tipo cinque volte. Michael è rimasto colpito e mi ha chiesto se ballavo. Gli ho detto di si e mi ha chiesto: "Vuoi esibirti con me domani sera nello show?"

Non ci potevo credere. Lui si sarebbe esibito in Brisbane la notte successiva. La sua idea per me era di farmi salire sul palco per l'ultima canzone dello show, che era "Bad". Stava portando su alcuni bambini orfani così ha pensato che sarebbe stato bello portare me completamente vestito da "Bad". Dopo, mia mamma e io abbiamo passato due ore con Michael nel suo hotel e siamo diventati amici. Ci ha mostrato le clip del nuovo Moonwalker a cui stava lavorando e abbiamo parlato e parlato. Non siamo rimasti in contatto, ma mi sono iscritto ad una compagnia di danza letteralmente il giorno successivo e due anni dopo ero in America per lavorare a Disneyland. Mi misi in contatto con Michael attraverso il suo entourage, lui si ricordava di me. Io e la mia famiglia siamo andati al Record One Studio dove stava mixando l’album Dangerous. Ho mostrato a lui alcuni dei miei video di danza e lui mi ha detto: "Tu e la tua famiglia volete venire a Neverland stasera"? Siamo stati tutti d'accordo e siamo rimasti lì per due settimane.

La nostra amicizia era sbocciata. Per due settimane, mi avrebbe portato nel suo studio di danza, avrebbe messo su un po’ di musica e avremmo ballato e fatto confusione per ore. Ci piaceva stare lì e guardare film come Teenage Mutant Ninja Turtles. Altre volte avremmo lasciato Neverland su una macchina, sparando la musica veramente a volume altissimo.

Lui mi ha anche insegnato come fare il moonwalk. Eravamo nel suo studio di danza. Mi ha insegnato passo dopo passo. Non sarei riuscito a dormire per tutta la notte. L'emozione di spingere fuori dalla sbarra e scivolare all’indietro in un moonwalk con l'uomo che lo ha reso famoso era così eccitante.

Più tardi, io e mia mamma volevamo trasferirci in America per inseguire il mio sogno di diventare un ballerino e lui ci ha aiutato. Mi ha dato un grande inizio mettendomi in alcuni dei suoi video come "Black or White". Il ruolo che ha assunto era quello di un mentore.

Mi diceva da quando avevo sette anni che sarei diventato un regista ed è quello che sono diventato, ha creato sete di conoscenza in me. Una volta si presentò alla mia porta, in un mini studio di registrazione, ma la cosa cool era che mi ha impedito di diventare un bambino viziato. Diceva: "Questo è per te, ma voglio vederti fare qualcosa con esso. Non darlo per scontato o io me lo riprendo.”

L’ultima volta che l’ho visto è stato nel luglio del 2008. Io ero a Las Vegas per lavorare ad uno show e lui è venuto a vivere lì. Io, mia moglie e i suoi tre figli abbiamo avuto un barbecue. È stata la cosa più normale del mondo. Io e mia moglie siamo stati a Whole Foods per comprare roba da cucinare. Ma quando siamo arrivati lui aveva già provveduto al catering. Ho detto: “Amico, perché ti sei occupato del catering? Noi qui teniamo sempre del cibo.” Mi ricordo di aver cucinato fuori mentre Michael era seduto lì sotto un ombrello.

Noi abbiamo avuto dei bei momenti perché lui era una persona così premurosa. Più di tutto mi mancheranno quelle conversazioni telefoniche. Io ho ancora quel cellulare con il suo numero dentro. Semplicemente non sopporto l’idea di cancellare i suoi messaggi.

Michael Jackson ha cambiato il mondo e, più personalmente, la mia vita per sempre. Lui è la ragione per cui io ballo, per cui faccio musica e una delle ragioni principali per cui io credo nella pura bontà del genere umano. Lui è stato un mio caro amico per 20 anni. La sua musica, i suoi movimenti, le sue personali parole di ispirazione e di incoraggiamento e il suo amore incondizionato vivranno dentro di me per sempre. Mi mancherà immensamente, ma so che lui adesso è in pace e incanta i cieli con una melodia e un moonwalk.

Ti amo Michael.

Wade Robson


Ecco un'intervista che Wade ha concesso a Rhythm Addicts TV l’11 agosto 2011, durante la quale ha lodato Jackson e ha parlato del suo coinvolgimento con l'imminente MJ Immortal World Tour, che ha avuto inizio alla fine del 2011, e del suo desiderio di "restituire" all’eredità di Jackson: https://www.youtube.com/watch?v=mWtvYzsbtjc#t=150

Ecco un'intervista che Wade ha fatto a “Oprah’s Life Class” nel luglio 2012 e in essa ha ancora una volta elogiato Jackson e attribuito a lui tutto il suo successo: https://www.youtube.com/watch?v=vWazdCJxTFI

Ecco un video risalente al settembre 2012 di Wade Robson che guida una classe di danza in una coreografia sulla canzone "Unbreakable" di Jackson: https://www.youtube.com/watch?v=zdEoi8PI45o

 

Dopo aver letto e guardato tutti quei rifiuti di aver mai subito abusi da parte di Jackson e gli omaggi a lui, qualcuno veramente crede che Jackson lo ha molestato?

 

Quando la storia di Robson ha irrotto nelle news, l'uomo che ha guidato la difesa di Michael Jackson nel processo per molestie del 2005, Thomas Mesereau, ha commentato nei media che una tale dichiarazione così tardiva "deve essere solo una questione di soldi," Mesereau ha ricordato quanto forte e incrollabile Robson sia stato nella sua testimonianza, fermamente convinto che Jackson non lo ha toccato. Robson non è mai crollato durante l’intenso controinterrogatorio. "Michael non ha mai toccato Robson impropriamente in alcun modo." E Mesereau ha deriso l'idea che Robson soffrisse di "memoria repressa" e che si stia facendo avanti solo adesso. Infatti, in un primo momento Robson ha usato la debole e inefficace scusa dei "RICORDI REPRESSI": http://en.wikipedia.org/wiki/Repressed_memory (L'esistenza di ricordi repressi/rimossi è un argomento controverso in psicologia; alcuni studi hanno concluso che può verificarsi in vittime di traumi, mentre altri contestano questo risultato. Secondo alcuni psicologi, i ricordi rimossi possono essere recuperati attraverso la terapia. Altri psicologi sostengono che questo è in realtà piuttosto un processo attraverso il quale i falsi ricordi sono creati miscelando ricordi reali e influenze esterne. Inoltre, alcuni psicologi ritengono che i ricordi repressi sono un sintomo culturale, perché non vi è alcuna prova scritta della loro esistenza prima del XIX secolo. Secondo l’ American Psychological Association, non è possibile distinguere i ricordi repressi da quelli falsi senza prove corroboranti.) per giustificare il motivo per cui egli ADESSO sta sostenendo di aver subito un abuso invece di rivendicarlo in un qualsiasi momento nel corso dei 20 anni precedenti.

È stato confermato che Robson aveva visto uno psicologo infantile, il dottor David Arredondo, che lo ha aiutato a "recuperare" i ricordi "repressi".

Il fatto che Robson ha presentato la sua denuncia solo 2 giorni dopo che il processo JACKSON FAMILYvsAEG Live era iniziato ha suggerito a Mesereau che AEG può essere dietro tutto questo. Robson ha lavorato con AEG in passato durante il tour di Britney Spears e altri.

Se AEG (o chiunque altro) ha effettivamente pagato Wade Robson per mentire, di certo non sarebbe la prima volta che alla sua famiglia (o a qualsiasi altra famiglia che sia collegata a Jackson) è stata offerta una tangente di grandi dimensioni per accusare falsamente Jackson. Nel 2011, nel suo libro "You Are Not Alone", Jermaine Jackson ha scritto quanto segue, a pagina 159:

“Ognuna delle mie lettere senza risposta sembrava irrilevante ora; si trattava di gridare la verità nello stesso modo in cui i media hanno invitato ex-dipendenti a urlare le loro accuse selvagge, indotte da grandi pagamenti a sei cifre e più piccante è l'accusa, più grande è l’assegno. Da quello che successe allora ho appreso che la madre di Wade Robson, Joy è stata avvicinata dal National Enquirer che le ha offerto una somma a sei cifre se cambiava la sua storia ‘per dire che Michael aveva molestato suo figlio'. Per fortuna, gente come Joy si è fatta degli scrupoli e lei, come ogni altro genitore e figlio che aveva trascorso del tempo a Neverland, non avrebbe corroborato le affermazioni del dottor Chandler o di chiunque altro, anche quando la polizia ha girato la vite.”

L’attore Alfonso Ribeiro protagonista di uno spot Pepsi con Jackson nel 1984, https://www.youtube.com/watch?v=mgr3_w4b_0Y nel 1993, è apparso nello show di Geraldo Rivera per difendere Jackson dicendo che a suo padre sono stati offerti 100 mila dollari per mentire e dire che Jackson lo ha molestato. Questo estratto è tratto dal libro di Lisa Campbell "The King of Pop’s Darkest Hour":

Alfonso Ribeiro è apparso su Geraldo, per dire che non c'è mai stato un momento in cui si è sentito a disagio con Michael Jackson. Ribeiro, all'età di dodici anni, ha recitato con Michael e gli altri Jackson in uno spot Pepsi nel 1984. Ribeiro sente che Michael è stato uno dei suoi amici e percepì le accuse come "assurde". Egli ha anche rivelato che a suo padre sono stati offerti 100 mila dollari da un tabloid per dire qualcosa di negativo su Michael Jackson.”

Il 9 maggio 2013 è stato riportato che Wade Robson ha avuto un "esaurimento nervoso" nel marzo 2011, mese in cui si è innescato il suo desiderio di cercare consulenza e durante proprio quelle sessioni di consulenza i suoi "ricordi repressi" sono stati "recuperati".

Ma il problema con questa storia è il fatto che nelle interviste di cui sopra che ha fatto con Rhythm Addicts TV e nello show di Oprah “Life Class” rispettivamente nell’agosto 2011 e luglio 2012, egli non ha mostrato alcun segno di qualsiasi tipo di "esaurimento nervoso". In realtà, ha continuato a lodare e ringraziare Jackson ed era molto entusiasta di lavorare sull’allora prossimo Immortal world tour.

Prima di arrivare alla testimonianza di Wade nel processo del 2005, ricordiamo quello che ha detto Mesereau nel novembre 2012 circa la sua saggia decisione di chiamare al banco dei testimoni i 3 giovani ragazzi che Ralph Chacon, Adrian McManus, Kassim Abdool e Blanca Francia hanno dichiarato di aver visto abusare da Jackson nei primi anni del 1990: Wade Robson, Macaulay Culkin e Brett Barnes. All’epoca, Meserau è stato ridicolizzato per aver fatto testimoniare loro che avevano dormito nel letto di Jackson con lui, ma che non erano mai stati molestati. Il capo della giuria ha detto a Mesereau che se i 3 non avessero testimoniato per Jackson, allora avrebbe potuto non essere assolto per tutti i 14 capi d’accusa. Questa è una dichiarazione molto potente.

La cosa di cui i fan di Michael Jackson a quanto pare non si rendono conto è la necessità di affrontare alcuni aspetti della vita di Michael Jackson e spiegarli. Se non spieghi queste realtà e le utilizzi per umanizzare Michael Jackson, non si persuaderanno mai gli altri che non era un pedofilo.

La mia percezione della comunità dei fan di Michael Jackson è che, per la maggior parte, i sostenitori di Michael Jackson vogliono evitare di affrontare questioni come la sua sessualità, l'interazione con i bambini, la chirurgia plastica, la vitiligine, ecc.

Io ho deciso che le prove che questi ragazzi hanno dormito nel letto di Michael avevano bisogno di essere spiegate. Ho anche deciso che dare seguito a tali prove era un prezzo che valeva la pena pagare in ordine all’illecito loro forte delle smentite che qualsiasi molestia sia mai accaduta.

Lui ha detto che Michael Jackson non sarebbe stato assolto da tutti i capi d’accusa se io non avessi chiamato questi testimoni e spiegato il comportamento di Michael.

Questo doveva essere fatto in modo da proteggere e umanizzare il loro cliente.

Ho pensato che questi dodici giurati erano pro-accusa e pronti a condannare.

Ancora, non si convinceranno mai numerosi segmenti di pubblico che Michael Jackson non era un pedofilo a meno che non si confrontano, spiegano e umanizzano alcuni aspetti della vita di Michael che queste persone trovano preoccupanti o inusuali.


ECCO LA TESTIMONIANZA DI ROBSON RELATIVA AL SUO BACKGROUND E DI COME HA INCONTRATO MICHAEL JACKSON:

ESAME DIRETTO DEL SIG. MESEREAU:

Mesereau: Buon pomeriggio signor Robson. Quanti anni ha?

Robson: 22 anni.

Mesereau: Per favore potrebbe fornirci - prego può solo riassumere la sua storia occupazionale.

Robson: Ho iniziato a ballare quando avevo due anni, professionalmente quando ne avevo cinque. Originariamente in Australia. Mi sono trasferito in America quando avevo otto anni. Sono diventato un ballerino professionista. Ho iniziato a dare lezioni di danza quando avevo 12 anni, dagli 11 ai 12 anni ero in un duo rap, ho iniziato a creare coreografie per diversi artisti quando avevo 14 anni e ora sto dirigendo film.

Mesereau: E dove vive in questo momento?

Robson: Io vivo a Tarzana, in California.

Mesereau: Lei conosce il tizio seduto al tavolo del consiglio alla mia destra?

Robson: Sì.

Mesereau: E chi è?

Robson: E’ Michael Jackson.

Mesereau: Come lo conosce?

Robson: L'ho conosciuto quando avevo cinque anni. Penso che sia stato nell'87. Michael era in tour, stava facendo il tuor "Bad". E io lo imitavo come ballerino in quel momento. Lui teneva questa cosa, era qualcosa in connessione con Target o qualcosa di simile, teneva queste gare di ballo, erano come dei contest, ovunque si recasse. Così ho partecipato ad uno di questi contest e ho finito per vincerlo, sono arrivato in finale e ho vinto, il premio era quello di incontrare Michael. Così l'ho incontrato dopo uno dei suoi concerti a Brisbane, in Australia. Ed è stato proprio come in un meet-and-greet in una specie di stanza. Ci siamo incontrati e io ero in tutto il mio, sa, ero vestito come nel video di "Bad" e tutto il resto. Lui era come se fosse molto divertito, ha saltellato sul mio vestito e mi ha chiesto se ballavo. Ho detto, "sì". E mi ha chiesto di esibirmi con lui nello spettacolo la notte successiva. Così dopo - alla fine del concerto, sono salito sul palco e ho ballato nello show con lui. Nel successivo – successivi - credo che entro i successivi due giorni, mia madre e io siamo andati a fargli visita nella sua camera d'albergo e siamo rimasti per un paio di ore. E' stato a Brisbane, in Australia. E abbiamo proprio parlato di quello che volevo fare. E poi nei successivi due anni, non abbiamo avuto alcun contatto. Io ho continuato a perseguire la mia carriera di danza in Australia. E poi la compagnia in cui ero, la compagnia di danza, doveva venire in America per eseguire una performance a Disneyland. Così siamo partiti tutti. Sono salito sul palco e mi sono esibito in quella performance. Come ho detto, non abbiamo avuto alcun contatto con Michael e niente del genere. In qualche modo mia madre entrò in contatto con la segretaria di Michael in quel momento, Norma Stokes.

SIG. ZONEN: Vostro Onore, ho intenzione di oppormi alla forma narrativa della risposta.

LA CORTE: Accolta.

DOMANDA DEL SIG. MESEREAU: Dopo che sua madre si mise in contatto con Norma Stakes, cosa è successo dopo?

Robson: Ha parlato con Michael circa – volevamo capire se potevamo entrare di nuovo in contatto con lui e incontrarlo ancora. Ha parlato con Michael. Michael si ricordava di me da quando l'avevo incontrato a cinque anni, voleva incontrarmi di nuovo. Quindi ero lì con mia madre, mia sorella, mio padre e i miei nonni. Siamo andati a incontrarlo al Record One Recording Studios. E questo è stato - era l'89.

Mesereau: E cosa è successo dopo?

Robson: Ci siamo incontrati con lui. Era in mezzo, si sa, stava lavorando sulla musica e su quel genere di cose. Stava facendo un servizio fotografico in quel momento allo studio. Abbiamo fatto alcune foto con lui. La mia famiglia e io siamo andati nel suo – era una specie di green room e gli ho fatto vedere alcune videocassette di tutte le cose di danza che avevo negli ultimi due anni. E, sa, era solo veramente eccitato mentre guardava tutto quello che avevo fatto. E poi alla fine della visita, ha invitato la mia famiglia e me al ranch quel fine settimana.

Mesereau: E ha iniziato un rapporto di amicizia con il signor Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei ha trascorso molto tempo a Neverland?

Robson: Sì. Abbiamo trascorso un sacco di tempo lì, sì.

Mesereau: Quando pensa sia stata la prima volta che è andato a Neverland?

Robson: E' stato subito dopo quella visita. Sono abbastanza sicuro che sia stato quella sera stessa che siamo andati, tutta la mia famiglia siamo andati al ranch. E, sa, siamo stati per, non so, circa una settimana o qualcosa del genere.

Mesereau: E approssimativamente quale anno era quello in cui crede di essere andato a Neverland per la prima volta, signor Robson?

Robson: Era il 1989.

Mesereau: Va bene. E con chi è andato a Neverland la prima volta?

Robson: Sono andato con mia madre, mia sorella, mio padre e i miei nonni.

Mesereau: E per quanto tempo è rimasto in quella prima visita?

Robson: Penso che sia rimasto circa una settimana.

Mesereau: E dopo aver trascorso una settimana a Neverland, che cosa ha fatto?

Robson: sono tornato in Australia.

Mesereau: Va bene. Dopo ha rivisto il signor Jackson?

Robson: Sì. Lo avremmo - non ricordo le date esatte, ma nel corso dei successi due anni, io e mia madre saremmo andati, non so, forse due volte l'anno, qualcosa del genere, a trascorrere un paio di settimane con Michael.

Mesereau: Voleva passare la notte a Neverland?

Robson: Alcune volte ero a Neverland. Altre volte sono stato - lui aveva un appartamento in penso che sia a Westwood e a quel punto saremmo rimasti lì, anche.

Mesereau: Ecco, sua madre e lei avete soggiornato in un appartamento a Westwood?

Robson: Sì. Quella volta e penso anche un altro paio, a volte mi piace stare da solo. Sempre - credo - a volte - il più delle volte mia madre e io siamo andati al ranch insieme. Credo di esserci stato solo una volta da solo, senza mia madre. C'era altra gente lì.

Mesereau: Ed è rimasto in contatto con il signor Jackson in quegli anni?

Robson: Sì.

Mesereau: E come ha comunicato con il signor Jackson?

Robson: Quando non eravamo lì, sa, ci piaceva parlare al telefono o ci saremmo inviati fax continuamente.

Mesereau: Ad un certo punto si è trasferito negli Stati Uniti in modo permanente?

Robson: Sì. Ci siamo trasferiti nel settembre del 1991, mia madre, mia sorella e io.

Mesereau: Ha vissuto qui da allora?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha vissuto a Los Angeles da allora?

Robson: Sì.

Mesereau: Quante volte pensa di aver soggiornato a Neverland?

Robson: Um, ho avuto modo di essere là qualcosa come venti volte o qualcosa di simile. Mediamente una ventina di volte.

Mesereau: Ed è rimasto lì per periodi di tempo variabili?

Robson: Sì. La maggior parte del tempo di solito un week-end, sa. Venerdì, Sabato e Domenica.

Mesereau: Qual è il periodo di tempo più lungo, in cui pensa di aver alloggiato a Neverland?

Robson: Sa, potrei dire da una settimana a una settimana e mezzo.


Dopo questa breve introduzione, Mesereau va dritto al sodo: ha chiesto senza mezzi termini a Robson se fosse mai stato molestato da Jackson e Robson ha negato con veemenza e ha anche negato di aver mai fatto la doccia con Jackson. Mesereau ha anche chiesto a Robson riguardo al dormire in camera da letto di Jackson e ha confermato che sia lui che sua sorella dormivano lì. Prestate particolare attenzione quando ha ammesso di essere stato a Neverland "un mucchio di volte", senza Michael:

Mesereau: Lei considera Michael Jackson un suo amico?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei considera lui un caro amico?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei è al corrente delle accuse mosse in questo caso, non è vero?

Robson: Sì.

Mesereau: Ed è a conoscenza, in quanto lei è seduto qui oggi, che il signor Jackson è accusato di aver molestato lei?

Robson: Sì.

Mesereau: Signor Robson, Michael Jackson l’ha mai molestata in qualche momento?

Robson: Assolutamente no.

Mesereau: Signor Robson, Michael Jackson l’ha mai toccata in modo sessuale?

Robson: No, mai.

Mesereau: Signor Robson, il signor Jackson ha mai toccato impropriamente qualsiasi parte del suo corpo in qualsiasi momento?

Robson: No.

Mesereau: La prima volta che ha visitato Neverland - credo che lei abbia detto che è stato circa una settimana il tempo in cui lei e sua madre siete rimasti?

Robson: Sì.

Mesereau: Dove ha alloggiato?

Robson: Ho soggiornato in camera di Michael.

Mesereau: E potrebbe per favore descrivere la stanza alla giuria?

Robson: Quando si entra c'è - c'è un letto, un po' come fosse il letto principale, in diagonale a sinistra. I pavimenti sono in legno. C'è un secondo piano che si può raggiungere andando verso destra salendo, dove c’è anche un altro letto. C'è un bagno a sinistra. Ci sono bagni su entrambi i lati del letto principale al primo piano.

Mesereau: E lei è stato in camera di Michael Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: La prima volta che è stato lì?

Robson: Sì.

Mesereau: Per sua conoscenza, sua madre è mai stata in camera di Michael Jackson?

Robson: Nella stanza? No.

Mesereau: Sua sorella?

Robson: Sì.

Mesereau: E quando ricorda che anche sua sorella era in camera?

Robson: In quel primo viaggio, la prima volta che siamo andati a Neverland.

Mesereau: Va bene. Cosa ricorda di aver fatto a Neverland durante quella prima visita quando vi ha trascorso circa una settimana?

Robson: Beh, in quel momento non aveva molte delle giostre. Abbiamo guardato film in teatro. Sa, ci piaceva giocare ai video giochi. Ci piaceva guidare i golf carts intorno alla tenuta, guardare gli animali. Quel genere di cose.

Mesereau: Il signor Jackson l’ha mai aiutata con la sua carriera?

Robson: Sì.

Mesereau: Cosa ha fatto?

Robson: Quando mi sono trasferito qui, avevo nove anni, lui mi ha messo in un paio di suoi video musicali. Ero nel video di "Jam", in "Black or White" e "Heal the World". E questo tipo di cose mi ha aiutato a ottenere un agente di ballo, ad entrare in un’agenzia di danza, e - e, sì. E poi un’altra cosa, quando ho detto che ero in un duo rap tra gli 11 e i 12, avevamo un contratto con l’etichetta di Michael Jackson gestita dalla Sony.

Mesereau: Si ricorda la seconda volta che ha visitato Neverland?

Robson: No, non me lo ricordo.

Mesereau: Si ricorda se ha soggiornato in camera di Michael Jackson in altre occasioni?

Robson: Sì.

Mesereau: E in genere quando soggiornava in camera di Michael Jackson, cosa faceva?

Robson: Quello che facevamo fino a -

Mesereau: Certo. Qualsiasi cosa.

Robson: Sì. Ci piaceva guardare – le stesse cose. Ci piaceva guardare film, ci piaceva giocare ai videogiochi, sa, avremmo fatto una battaglia di cuscini ogni ora. E poi parlavamo. Passavamo il tempo così.

Mesereau: Quante volte pensa di aver alloggiato nella camera di Michael Jackson a Neverland?

Robson: La stessa quantità di volte in cui ci sono stato. Beh, no, non è vero, mi scusi. Io ci sono stato un sacco di volte senza Michael, semplicemente con altri amici e famiglia in viaggio lì. Ma, non so, forse tra le 15 e le 20 volte.

Mesereau: E non è mai avvenuto alcun contatto sessuale in nessun momento tra lei e il signor Jackson, giusto?

Robson: Mai.

Mesereau: Ha mai fatto una doccia con il signor Jackson?

Robson: No.

Mesereau: Ha mai fatto il bagno con il signor Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: E per favore ci spieghi cosa vuol dire.

Robson: Una volta con mia sorella e me, mia sorella, io e Michael, siamo andati nella Jacuzzi a Neverland Ranch.

Mesereau: E sa quando è stato più o meno?

Robson: Io non lo so. Non posso dirlo con certezza. Ho la sensazione che sia stato all'interno di quel primo viaggio nel '89 quando sono andato lì.

Mesereau: Si ricorda ciò che il signor Jackson indossava nella Jacuzzi?

Robson: Dal mio ricordo, posso dire che indossava degli shorts. Sa, erano come dei pantaloncini da bagno. E questo quello che indossava.

Mesereau: E’ mai accaduto qualcosa di inappropriato in quella Jacuzzi?

Robson: No.

Mesereau: E’ mai successo qualcosa di inappropriato in qualsiasi doccia con lei e il signor Jackson?

Robson: No. Mai stato in una doccia con lui.

Mesereau: Ha incontrato qualcuno chiamato la signora Chandler quando era a Neverland?

Robson: Sì.

Mesereau: E quando pensa sia stato?

Robson: Penso che sia stato quando avevo circa 13 anni. Ma non riesco a individuare di più - qualcosa di più definitivo di questo. Intorno a quel periodo.

Mesereau: Si ricorda di aver mai visto qualcuno a Neverland parlare con la signora Chandler?

Robson: Mi scusi, può ripetere?

Mesereau: Ha mai visto la signora Chandler parlare con qualcuno a Neverland?

Robson: Sì, voglio dire, forse con i cuochi o - sa, con il cameriere o qualcosa di simile.

Mesereau: Cosa ricorda che la signora Chandler ha fatto a Neverland?

Robson: La vedevo principalmente se ci sedevamo a mangiare per cena o qualcosa di simile. Queste erano le uniche volte in cui la vedevo.

Mesereau: Ha mai visto dare ordini a persone intorno a Neverland?

Robson: Sì, beh -

SIGNOR ZONEN: Ho intenzione di oppormi, questo è un leading .

LA CORTE: Accolta.

DOMANDA DEL SIG. MESEREAU: Quando ha visto la signora Chandler parlare con queste persone a Neverland, cosa ricorda di quello che ha fatto?

SIGNOR ZONEN: l’oggetto della domanda è irrilevante e vago.

SIGNOR MESEREAU: Ci sono state testimonianze su di lei, Vostro Onore, su ciò che lei ha visto.

LA CORTE: le concedo la domanda. Può rispondere.

IL TESTE: La ricordo, sa, ordinare cibo, quel genere di cose, dal cameriere o dallo chef, o qualsiasi altra cosa. E, sa, la cosa di cui mi accorgevo in genere è che era sempre una sorta di - sa, lei si comportava come se il posto era suo. Era come se desse degli ordini alle persone intono a lei. E, sa, credo che io lo abbai notato perché mia madre, quando siamo andati lì, ha sempre reso molto chiaro che quella era la casa di Michael Jackson.

Questa era la casa di qualcuno e -

MR. ZONEN: Ho intenzione di oppormi in quanto non risponde alla domanda ed è narrativo.

LA CORTE: Va bene. L'ultima frase è cancellata.

DOMANDA DEL SIG. MESEREAU: signor Robson, qualcuno le ha detto che cosa dire in quest'aula oggi?

Robson: No.

Mesereau: Tutto quello che ha detto è la completa e onesta verità?

Robson: Sì.

Mesereau: Il signor Jackson ha mai fatto niente di sbagliato con lei?

Robson: No.

SIGNOR MESEREAU: Non ho altre domande.

LA CORTE: CONTROINTERROGATORIO?


Zonen ha iniziato il suo controinterrogatorio chiedendo sarcasticamente a Robson quanti anni aveva la prima volta che "ha dormito con Jackson" (ha deliberatamente usato queste parole come se fosse implicata una connotazione sessuale, invece di dire "hai dormito NELLO STESSO LETTO con Jackson); notate come Robson testimoniò che SIA LUI CHE SUA SORELLA Chantel dormirono nel suo letto e come lui si intrufolò nel letto di Jackson. Egli non è stato forzato o persuaso a dormire lì! In questo estratto, Robson è stato in grado di sfatare due miti dei media; che Jackson voleva solo ragazzi nel suo letto e che ha costretto i ragazzi a dormire con lui.


CONTROINTERROGATORIO DEL SIGNOR ZONEN:

Zonen: Il signor Jackson è stato strumentale nel suo essere in grado di trasferirsi negli Stati Uniti per seguire la sua carriera?

Robson: Sì.

Zonen: E’ grato per l'aiuto e l’assistenza del signor Jackson nello sviluppo della sua carriera?

Robson: Sì.

Zonen: E’ andato al liceo o all'università prima di tutto?

Robson: No.

Zonen: In nessuno dei due?

Robson: Io non ho frequentato una scuola pubblica. Ho fatto gli studi a casa.

Zonen: Ha studiato a casa durante tutte le superiori?

Robson: Sì.

Zonen: Quindi ha iniziato la sua carriera di danza molto presto e ha continuato fino ad oggi; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. Ora, la prima volta che ha dormito CON il signor Jackson aveva sette anni; è corretto?

Robson: Ho dormito NELLO stesso letto con lui. Ma, sì, avevo sette anni.

Zonen: Ha capito che la mia domanda significasse qualcosa di diverso da questo?

Robson: Sembrava.

Zonen: Va bene. Ma ha dormito nello stesso letto con lui quando aveva sette anni; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: C’era qualcun altro in quel letto con lei?

Robson: Mia sorella, Chantel Robson.

Zonen: Lei [Chantel] aveva dieci anni; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: E' vero che non c’era un altro adulto ovunque in quella stanza nel momento in cui lei si è intrufolato nel letto con il signor Jackson?

Robson: Vero.

Zonen: E in effetti, facendo il bilancio di quella settimana in cui lei aveva sette anni ha continuato a dormire con il signor Jackson; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Sua sorella è stata anche lei lì tutto il tempo durante quella settimana?

Robson: Sì.

Zonen: Pure lei era in quel letto con lei?

Robson: Sì.

Zonen: Sua sorella ha continuato a condividere il letto con lei e il signor Jackson, successivamente, o lei [Robson] ha dormito solo con il signor Jackson in seguito?

Robson: Che cosa si intende con "in seguito"?

Zonen: Beh, in tutte le occasioni in cui è tornato a visitare il ranch di Michael Jackson, è rimasto nella sua stanza, da solo, con lui?

Robson: Sì. Ma mia sorella non era in - non è stata per niente con noi in America.


Andando avanti, Zonen ha cercato di consolidare il mito secondo cui Jackson "ha predato" le famiglie che non hanno avuto una figura paterna chiedendo a Robson circa il fatto che suo padre non ha mai più visitato Neverland dopo la prima volta:


Zonen: Va bene. Così, quando si è trasferito qui - e per inciso, suo padre era lì durante la prima settimana, quando aveva sette anni; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Ma suo padre dopo non è tornato a visitare Neverland?

Robson: No.

Zonen: Va bene. Così lei è già negli Stati Uniti. Suo padre è rimasto in Australia.

Robson: Sì.

Zonen: Sua madre rimane negli Stati Uniti?

Robson: Sì.

Zonen: Nel bilancio dei suoi successivi anni, suo padre semplicemente non era con voi negli Stati Uniti; è giusto?

Robson: Non era lì con noi, no.

Zonen: E il signor Jackson ha capito anche questo, o non lo ha fatto, che suo padre non era lì mentre voi eravate a Neverland?

Robson: Beh, ha capito che non era lì, sì.

Zonen: Va bene. E lei ha avuto qualche contatto con suo padre?

Robson: Sì. Abbiamo parlato al telefono.

Zonen: Per telefono?

Robson: Sì.

Zonen: Lei va in visita da suo padre?

Robson: Mi scusi, stiamo parlando di quando mi sono trasferito in America?

Zonen: Sì.

Robson: Oh, sì, sono andato da lui, almeno ogni due anni per Natale.

Zonen: E’ mai venuto negli Stati Uniti per visitare voi?

Robson: Sì.

Zonen: Lui è venuto in visita altre volte con voi a Neverland?

Robson: No.


Zonen è tornato di nuovo sulla questione della sistemazione per la notte di Robson, e Robson ha dichiarato che ha chiesto di dormire in camera da letto di Jackson, di sua volontà e poi Jackson ha chiesto a sua madre il permesso, che lei ha concesso. Quando è stato chiesto da Zonen perché voleva dormire nella stanza di Jackson, ha detto che voleva stare intorno a lui e che questo è esattamente ciò che ci si aspetta non solo da un bambino, ma anche da molti adulti! Zonen ha anche sarcasticamente chiesto a Robson se avesse mai dormito con altri uomini adulti, in un tentativo maldestro di imbarazzare sia Jackson che Robson:


Zonen: Ha parlato con sua madre, prima di quella prima settimana in cui ha dormito con il signor Jackson e con sua sorella, riguardo proprio alle modalità sul dormire?

Robson: Beh, sì, il primo giorno che siamo arrivati​​ al Neverland Ranch - sa, penso che siamo arrivati nel pomeriggio. Siamo usciti un pò. Quando è arrivata l’ora di andare a letto, ho chiesto a Michael se potevo stare con lui nella sua stanza. E poi Michael e io siamo andati a - mamma si trovava in una camera per gli ospiti. Siamo andati in camera sua e gliel’ho chiesto. Michael le ha chiesto se le andava bene. E lei ha detto sì.

Zonen: Va bene. Ora, lei ha chiesto a Michael Jackson se poteva condividere la sua stanza con lui. Ora, cos’è che l’ha spinta a farlo? Aveva sette anni. Che cosa è stato che le ha fatto chiedere se poteva rimanere con lui nella sua stanza?

Robson: Beh, è la stessa cosa che succede a qualsiasi bambino. Quando - sa, quando si ha un migliore amico o un nuovo amico che hai trovato, si ha sempre voglia di stare nella stessa stanza con loro.

Zonen: Lui aveva circa 30 anni; è giusto?

Robson: Sì, credo di sì.

Zonen: Si era mai intrufolato nel letto con un uomo di 30 anni, prima di quel giorno?

Robson: Mio padre.

Zonen: Va bene.

Robson: Ma a parte questo, no.

Zonen: Con qualsiasi altra persona che aveva appena conosciuto?

Robson: No.

Zonen: Va bene. E in effetti, in tutta la sua adolescenza, non ha mai dormito nel letto con un altro uomo diverso da Michael Jackson e suo padre; è corretto?

Robson: Mai dormito in un letto con un altro uomo, no.

Zonen: Ora, lei ha avuto una conversazione con sua madre su dove desiderava dormire quella notte, quella prima volta. Anche in questo caso, aveva sette anni; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Sua madre le ha parlato del fatto che forse avrebbe dovuto stare con lei nel cottage degli ospiti?

Robson: No.

Zonen: E’ stata lei [la madre] a suggerire che sua sorella sarebbe dovuta venire con lei e stare in quella stanza con il signor Jackson?

Robson: Io non ricordo questo. Ricordo che Chantel, mia sorella, voleva venire anche lei.

Zonen: Sua madre aveva effettivamente visto la camera che - o le stanze che costituiscono la suite - camera da letto di Michael Jackson?

Robson: Sì. Quando siamo arrivati ​​al ranch, ci ha portato in giro, dappertutto, anche nella sua stanza.

Zonen: Quindi capì allora che la suite - camera da letto era composta da un numero di camere diverse con in realtà letti in almeno due di loro; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: E c'erano bagni su entrambi i piani; è giusto?

Robson: Non credo che ci sia un bagno al secondo piano. Ce ne sono due al primo piano.

Zonen: Sua madre ha avuto l'impressione che lei avrebbe voluto dormire in un posto diverso da quello di Michael Jackson durante la prima volta che andò in camera sua all'età di sette anni?

Robson: Non che io sappia.

Zonen: Va bene. Ha parlato con lei il giorno dopo riguardo a dove effettivamente ha dormito quella prima sera?

Robson: No, non che ricordi.

Zonen: In qualsiasi momento durante la prima settimana, quando lei era lì all'età di sette anni, ha mai detto a sua madre che in realtà ha condiviso il letto con Michael Jackson?

Robson: Sono sicuro.

Zonen: Pensa di averlo fatto?

Robson: Sì.

Zonen: Si ricorda la risposta di sua madre dopo averlo sentito?

Robson: No.

Zonen: Sua sorella, in sua presenza, ha detto a sua madre che anche lei ha dormito nello stesso letto con Michael Jackson all'età di dieci anni?

Robson: Non posso dirlo con certezza. Non mi ricordo, ma -

Zonen: In qualsiasi momento durante la prima settimana in cui eravate lì, ha avuto una qualsiasi conversazione con sua madre in cui le ha espresso preoccupazione su dove stava dormendo?

Robson: No.

Zonen: Con quale frequenza ha continuato a visitare Michael Jackson dopo esservi ritornato all'età di otto anni?

Robson: Direi due volte all'anno.

Zonen: Va bene. E durante quei periodi di tempo, sarebbe rimasto per un massimo di una settimana alla volta, giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Ci sono state volte in cui ha effettivamente soggiornato a Neverland per molte settimane in ogni visita?

Robson: Non che io ricordi. Come ho detto, una settimana o una settimana e mezzo. Forse saranno state due settimane, ma non mi ricordo più di questo.

Più avanti, Robson ha negato di essere stato toccato da Jackson durante delle prove di ballo, che è ciò che Adrian McManus ha testimoniato in precedenza nel processo parlando del suo tempo a Neverland. Tuttavia, ha ammesso di aver trascorso un sacco di tempo da solo con Jackson nel suo condominio " Hideout" [“Nascondiglio” NdT] a Century City e nelle varie camere d'albergo e ho la sensazione che egli dice nella sua causa legale in corso contro l’Estate di Jackson che questo è il posto in cui è stato "abusato":

Zonen: Ci sono stati periodi di tempo quando era a Neverland e ha lavorato con il signor Jackson a delle coreografie?

Robson: No. Voglio dire, avremmo scherzato e ballato un po' in studio ogni tanto, sì.

Zonen: C'è mai stato un momento in cui era sulla pista da ballo con il signor Jackson e lui stava mostrando un passo e ha afferrato il suo cavallo in modo simile a come avrebbe afferrato il suo mentre fa quella performance?

Robson: No, questo non è vero.

Zonen: Lei non ha alcun ricordo di questo?

Robson: No.

Zonen: Questo non è accaduto?

Robson: No.

Zonen: Durante il periodo di tempo in cui lei aveva otto anni, è mai rimasto nella stanza di Michael Jackson quasi tutto il tempo?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. A 11 anni, le è stato chiesto di fare una deposizione, non è così?

Robson: Sì.

Zonen: E lei ha effettivamente testimoniato sotto giuramento in presenza di due procuratori a Los Angeles; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: C'era anche un avvocato presente che la rappresentava; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. Dopo questa deposizione, ha continuato a dormire nella stanza di Michael Jackson?

Robson: Sì.

Zonen: Ha continuato a dormire nel letto di Michael Jackson?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. Ora, durante il periodo di tempo dagli otto anni fino all'età di 11 anni, ha spesso visitato il signor Jackson?

Robson: Sì. Per la stessa quantità di tempo. Forse due volte l'anno, o ogni due mesi, qualcosa del genere.

Zonen: È sicuro quando dice che durante ciascuna di queste visite, ha alloggiato nella camera di Michael Jackson?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. Ci sono mai state occasioni in cui è andato a visitare il signor Jackson quando sua madre non c'era?

Robson: Sì. Penso sia successo un paio di volte nel suo appartamento a Century City in cui mia madre mi avrebbe lasciato e a me sarebbe piaciuto rimanere per, sa, una notte o poco più da solo con Michael lì.

Zonen: Era quello il luogo chiamato "The Hideout"?

Robson: Mi ricordo di un luogo chiamato "The Hideout". Non mi ricordo se era quel luogo.

Zonen: Ci sono stati diversi posti che avete visitato e trascorso una notte in Century City?

Robson: Sì, c'era un albergo che era - voglio dire, mi scusi, un appartamento che era in Westwood e poi un altro che era in Century City.

Zonen: C'era un posto dove il signor Jackson viveva, a Westwood o a Century City, dove c'era un hotel dall'altra parte della strada?

Robson: Sì.

Zonen: E potrebbe essere questo il caso in cui periodicamente lei sarebbe andato a trovarlo lì, sua madre sarebbe rimasta in albergo, ma lei sarebbe rimasto con lui nella sua stanza?

Robson: Una volta, quando ci siamo andati, siamo stati - credo che sia stato l'appartamento a Westwood, il suo appartamento a Westwood. C'era un Holiday Inn che era dall'altra parte della strada e ci siamo stati la maggior parte del tempo. E poi certe notti sarei voluto andare da Michael e stare con lui.

Zonen ha cercato di entrare davvero nella testa dei giurati piantando i semi del dubbio circa l’ "innocenza" di Jackson nell’avere bambini che dormono nel suo letto. Ha chiesto sarcasticamente a  Robson se lui e i suoi genitori avessero mai parlato sulla convenienza del fatto che lui dormisse nel letto di Jackson e questo era un modo per far mettere in discussione alla giuria il giudizio dei genitori di Robson. E proprio per mostrare quanto in basso l'accusa sarebbe scesa per screditare Robson, Zonen gli ha chiesto se è possibile che egli avrebbe potuto essere molestato mentre dormiva e non essersene reso conto!

Zonen: Signor Robson, ci sono mai state occasioni in cui lei era con Michael Jackson dove non ha dormito con lui nel suo letto?

Robson: Sì.

Zonen: Quante volte è successo?

Robson: Non lo so. Forse tre, quattro volte.

Zonen: Quindi, nella maggior parte, la stragrande maggioranza delle volte ha condiviso il suo letto con lui?

Robson: Sì.

Zonen: Ora, in qualsiasi momento, ha iniziato delle conversazioni con sua madre circa la convenienza di dormire con questo uomo che aveva ormai 30 anni?

Robson: No.

Zonen: Lei non lo considera per niente insolito?

Robson: No.

Zonen: Sua madre lo ritiene insolito?

Robson:_No.

Zonen: Ha mai parlato con suo padre di questo?

Robson: Sì.

Zonen: Ha parlato con suo padre del fatto che lei dormiva con Michael Jackson?

Robson: No, voglio dire, sa, tutti lo sapevano e nessuno ha mai detto che era - non abbiamo mai parlato del fatto che potesse essere insolito o qualcosa di simile.

Zonen: Sua madre le ha mai chiesto se qualcosa di non appropriato è accaduto nel letto con lui?

Robson: No.

Zonen: Lei ha semplicemente assunto che non è successo niente?

Robson: Sì.

Zonen: Ci sta dicendo che non è successo niente; è giusto?

Robson. Sì.

Zonen: Va bene. Quello che ci sta veramente dicendo è che nulla è accaduto mentre era sveglio; non è così?

Robson: Vi sto dicendo che non succedeva mai niente.

Zonen: Signor Robson, quando era addormentato, non avrebbe potuto sapere quello che succedeva, soprattutto all'età di sette anni, avrebbe potuto saperlo?

Robson: Mi viene da pensare che una cosa del genere mi avrebbe svegliato.

Zonen: Sua madre si è mai lamentata con lei che stava perdendo il suo contatto e che lei stava perdendo il suo contatto con lei [con sua madre]? Le ha mai detto questo?

Robson: No.

Zonen: In realtà, lei era molto turbata per il fatto che stava perdendo la sua capacità di avere accesso a suo figlio, non è così?

Robson: No.

Zonen: C'era, in effetti, una doccia a Neverland nella suite, la suite - camera da letto?

Robson: Sì.

Zonen: Ma lei non la usata?

Robson: L'ho usata da solo.

Zonen: Lui era nella stanza mentre lei stava utilizzando la doccia?

Robson: Nella camera da letto, non nella doccia, che aveva la sua propria porta.

Zonen: Aveva sette anni quando hai iniziato a usare quella doccia; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Quando ha smesso di dormire con il signor Jackson?

Robson: Credo che abbia smesso quando ho compiuto  circa, non so, forse 13, 14 anni, qualcosa del genere.

Zonen: Perché ha smesso?

Robson: Io non ho smesso di dormire con lui. Io semplicemente non ho passato più la notte con lui, voglio dire, nella sua stanza o qualcosa di simile da allora, credo.

Zonen: Non è tornato a Neverland da quando aveva 13 anni?

Robson: Ci sono tornato. Non con lui.

Zonen: E’ tornato a Neverland da quando avevi 13 e vi ha effettivamente trascorso la notte?

Robson: Sì.

Zonen: In quante occasioni da quando aveva 13 anni?

Robson: Un sacco. Sempre la stessa cosa. Tra le 20 e le 25 volte Qualcosa del genere.

Zonen: L’ha portata in altri luoghi come Las Vegas?

Robson: Sì.

Zonen: E mentre era a Las Vegas, è andato a vedere Siegfried&Roy?

Robson: Sì.

Zonen: E stare con il signor Jackson allora è stata un'esperienza molto emozionante, non è vero?

Robson: Sì.

Zonen: Era in grado di andare ovunque voleva a Las Vegas e portarla con sé?

Robson. Sì.


Nel seguente estratto, Zonen ancora una volta ha provato a insistere sul racconto dei media secondo cui Jackson faceva il "lavaggio del cervello" ai suoi giovani amici nel volere che si vestissero come lui e fossero come lui (questo implicava che Jackson avesse un feticcio per vedere i ragazzi vestirsi come lui), e poi è tornato di nuovo sulla questione del dormire in camera da letto di Jackson. Robson ha negato di conoscere altri bambini che hanno dormito nel letto di Jackson e ha testimoniato ancora una volta che lui e Jackson hanno dormito da soli in una stanza d'albergo a Las Vegas, mentre sua madre ha alloggiato in una stanza separata.


Zonen: Ha iniziato a vestirsi come lui?

Robson: L'ho sempre fatto anche prima che lo incontrassi.

Zonen: Va bene. E durante il tempo in cui era con lui, gli piaceva che lei indossasse un abbigliamento simile a quello che indossava lui; è corretto?

SIGNOR MESEREAU: Obiezione; è speculazione.

LA CORTE: Accolta.

Zonen: Le ha mai detto che voleva che lei si vestisse come lui?

Robson: No.

Zonen: Le ha mai dato cappelli simili al tipo di cappelli che indossa lui?

Robson: Si perché glieli ho chiesti io.

Zonen: E ha, in effetti, indossato quei tipi di cappelli quando era con lui?

Robson: Sì.

Zonen: E quando era a Las Vegas, le ha fatto indossare quei cappelli in giro per le strade [di Las Vegas] con lui?

Robson: Sì.

Zonen: Quando era a Las Vegas, dove ha alloggiato?

Robson: Siamo stati al Mirage Hotel.

Zonen: Chi è venuto a Las Vegas con voi?

Robson: Mia madre.

Zonen: Solo sua madre?

Robson: Sì.

Zonen: Sua sorella era con voi?

Robson: No.

Zonen: Sua sorella si è trasferita negli Stati Uniti con voi?

Robson: Sì.

Zonen: Ma lei non è venuta a Las Vegas con voi?

Robson: Beh, non eravamo - non vivevamo negli Stati Uniti a quel tempo. Vivevamo ancora in Australia. Eravamo in visita.

Zonen: Quando era nell'hotel di Las Vegas, è vero che è rimasto con il signor Jackson nel suo letto?

Robson: Sì.

Zonen: E sua madre ha alloggiato in una stanza separata; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Ora, ci sono stati altri ragazzi che lei conosceva che hanno dormito con Michael Jackson in quel periodo?

Robson: No, non che io conoscessi. Voglio dire, l'unica volta che sono stato in giro con altri ragazzi, con altri bambini al ranch, penso che sia successo una volta o due, e, sa, saremmo stati tutti in camera e ci saremmo rimasti fino ad addormentarci su divani, letti , lettini, ovunque fossero.

Zonen: Conosce Jordie Chandler?

Robson: Sì.

Zonen: Ha appena descritto - ha appena detto alla giuria che - conosce la madre di Jordie Chandler; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Qual è il suo nome?

Robson: Io la conosco - June. June Chandler.

Zonen: Va bene. La descriva per noi. Che aspetto ha?

Robson: Lei è scura, ha i capelli scuri quasi neri. Un genere di - occhi marroni. Penso che ha qualche - un pò come - ha la carnagione un pò scura.

Zonen: Donna sottile? Grossa?

Robson: Donna sottile.

Zonen: Ora, si ricorda il figlio Jordie?

Robson. Sì.

Zonen: In quante occasioni ha incontrato Jordie?

Robson: Una volta.

Zonen: Solo una volta?

Robson: Questo è tutto quello che riesco a ricordare, sì.

Zonen: E ha trascorso la notte con Jordie?

Robson: Sì, tutti noi siamo stati in camera di Michael.

Zonen: Lei dice "noi tutti siamo stati". C'erano altre persone lì oltre a Jordie?

Robson: Sì, Macaulay Culkin era lì e suo fratello Kieran Culkin.

Zonen: Ora, Macaulay Culkin ha delle sorelle, non è vero?

Robson: Non lo so.

Zonen: C'erano delle ragazze con voi quella notte?

Robson: Non che io ricordi.

Zonen: Ci sono mai state delle le ragazze, oltre sua sorella, quando lei aveva sette anni, che in realtà hanno trascorso la notte in camera di Michael Jackson con lei durante gli anni in cui lo ha conosciuto e ha trascorso la notte nella sua stanza?

Robson: Sì.

Zonen: Chi?

Zonen: C'era Brandy Jackson.

Zonen: Mi scusi?

Robson: Brandy Jackson, la nipote di Michael.

Zonen: E lei in quante occasioni ha trascorso la notte con voi?

Robson: Solo una che io ricordi.

Zonen: Una notte?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. Quindi stiamo parlando di un periodo di circa cinque anni; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: In quei cinque anni si ricorda di Brandy. Chi altro ricorda?

Robson: Mia sorella e Brandy. Questo è tutto quello che ricordo.

Zonen: Ora, sua sorella in realtà non è mai più venuta in quella stanza e passato la notte con voi dopo la prima settimana quando lei aveva sette anni; è corretto?

Robson: Sì, non che io ricordi.

Nel suo libro "Michael Jackson Was My Lover", Victor Gutierrez ha scritto che Jackson, Brett Barnes e Jordan Chandler hanno deliberatamente lanciato grosse pietre contro i leoni da compagnia di Jackson e Zonen ha cercato di verificare se questo presunto incidente fosse vero. Per Zonen usare quel libro come riferimento credibile è indicativo di quanto disperata fosse l'accusa nel tentativo di lanciare fango addosso a Jackson davanti alla corte dell'opinione pubblica. Robson ha ammesso che era vero, ma che lui e Jackson hanno lanciato piccoli ciottoli ai leoni, non grandi pietre.

Zonen: E' una dichiarazione corretta dire che i ragazzi che vi soggiornarono per lunghi periodi di tempo erano piuttosto turbolenti?

Robson: Turbolenti?

Zonen: Già.

Robson: Che cosa intende?

Zonen: Beh, andare in giro a bighellonare o semplicemente erano bambini non tenuti sotto stretta supervisione?

Robson: Oh, sì. Voglio dire, si sa, i ragazzi sono ragazzi. Ci piace andare in giro e divertirci.

Zonen: In modo forte e chiassoso?

Robson: Sì.

Zonen: E occasionalmente rompere le cose?

Robson: Accidentalmente, sì.

Zonen: Ed essere un po' disobbedienti?

Robson: Alcuni di loro forse.

Zonen: Ci sono mai state occasioni in cui lei e il signor Jackson lanciavate pietre contro il leone nello zoo?

Robson: Pietre al leone. Sì, penso di sì.

Zonen: Questo è accaduto, lo ha fatto?

Robson: Sì.

Zonen: Il signor Jackson stava gettando sassi contro il leone in sua presenza; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: L'ha incoraggiata a fare la stessa cosa?

Robson: Sì. Piccoli ciottoli, ma, sì.

Zonen: Non erano esattamente ciottoli. Erano pietre di buone dimensioni, non è così?

Robson: No, ricordo che erano piccole pietre.

Zonen: Questo è stato ideato per irritare il leone, non è vero?

Robson: Sì, cercavamo di convincerlo a fare qualche rumore.

Zonen: Perché era divertente per il signor Jackson e per lei?

Robson: Sì.

Zonen: Quanti anni aveva all'epoca?

Robson: Credo sette o otto.

Zonen: C'erano altri ragazzi con voi a quel tempo?

Robson: No. Forse mia sorella.

Zonen ritorna di nuovo sull'argomento delle conversazioni di Jackson con Robson riguardo alla correttezza di far dormire un giovane ragazzo nello stesso letto con un maschio adulto. Robson ha testimoniato che ne parlarono, ma che non riusciva a ricordare i dettagli circa la loro conversazione:

Ora, ha detto che ha passato una notte, da quello che riesce a ricordare, con Jordie Chandler. Conosce Brett Barnes?

Robson: Sì.

Zonen: Ha mai passato una notte con Brett Barnes?

Robson: No.

Zonen: Ha mai incontrato Brett Barnes?

Robson: Sì.

Zonen: Quanti anni aveva quando hai incontrato Brett Barnes?

Robson: Penso di averne avuto nove. Fu subito dopo che ci siamo trasferiti in America.

Zonen: In quell'occasione, quando ha passato la notte con Jordie Chandler, Macaulay e suo fratello, anche Brett Barnes era lì?

Robson: No.

Zonen: Sa se Brett Barnes ha trascorso delle notti con Michael Jackson?

Robson: Non lo so.

Zonen: Sa se hanno mai condiviso un letto?

Robson: Non lo so.

Zonen: Michael Jackson ha mai parlato con lei circa la correttezza di dormire con lui?

Robson: Potrebbe riformulare la domanda?

Zonen: Michael Jackson ha mai avuto una conversazione con lei, il cui oggetto della conversazione era se fosse giusto per lei dormire con un uomo più o meno trentenne?

Robson: Sì.

Zonen: Lo ha fatto?

Robson: Ne abbiamo parlato entrambi.

Zonen: Davvero. A che età? Quando ha fatto quella prima conversazione?

Robson: Non ricordo.

Zonen: Quando aveva sette anni?

Robson: Non ricordo.

Zonen: E' accaduto durante la prima settimana che era lì?

Robson: No.

Zonen: Pensa che sia accaduto poco dopo che si è trasferito negli Stati Uniti?

Robson: Davvero non ricordo.

Zonen: Qual è stata la natura di quella conversazione?

Robson: Non ricordo in particolare una conversazione. Sono sicuro che sia accaduto qualcosa a riguardo, sa, ne abbiamo parlato a un certo punto; che - sa, che andava bene.

Zonen: Il signor Jackson le ha mai detto che era come la sua famiglia per lui?

Robson: Sì.

Zonen: Glielo ha detto spesso?

Robson: Sì.

Zonen: Le ha detto che si sarebbe preso cura di lei?

Robson: No.

Zonen: Le ha detto che l'avrebbe protetta?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. Ha mai detto a sua madre in sua presenza che lei era come la sua famiglia?

Robson: Sì.

Zonen: E che sua madre poteva fidarsi di lui?

Robson: Sì.

Zonen: In effetti, la parola "fiducia" è stata usata in molte conversazioni con Michael Jackson, non è così?

Robson: Sì, ci piaceva parlare di fiducia, sa, altre persone, e questo genere di cose.

Zonen: Ma egli la incoraggiava particolarmente ad avere fiducia in lui, lo ha fatto?

Robson: No, non c'è stato nessun accento particolare su questo.

Zonen: Quanto tempo ha passato con Macaulay Culkin?

Robson: Uhm, c'era in quel - il viaggio di cui abbiamo parlato, credo fosse stato per un paio di giorni. Credo di essere stato con lui un'altra volta presso l'appartamento a Century City, per una notte. Credo che si trattasse di questo.

Zonen: Ora, il viaggio che ha descritto, quel viaggio dove è avvenuto?

Robson: Quale viaggio?

Zonen: Forse ho capito male. Ha detto "il viaggio di cui ho appena parlato"?

Robson: Oh, quello di cui ho parlato. Questo è stato quello di cui ho detto che Jordie Chandler era lì a Neverland.

Zonen: Era Neverland?

Robson: Sì.

Zonen: Lui era lì e lei era lì, per quale periodo di tempo lo siete stati insieme? Solo una notte?

Robson: No, è stato per un paio di giorni.

Zonen: E' proseguito per più di una notte?

RObson: Sì.

Zonen: In entrambe le notti, avete trascorso il tempo nella stanza di Michael Jackson?

Robson: Sì.

Zonen: Ora, ha uno di voi realmente passato la notte nel letto di Michael Jackson con il signor Jackson?

Robson: No. Penso che - da quello che ricordo - solo una notte in particolare e mi ricordo che io e Kieran Culkin, credo, dormivamo sul letto di Michael e Michael dormiva su un lettino, o qualcosa del genere, dal nostro lato e non so, Macaulay si è addormentato su un divano o qualcosa del genere.

Zonen: Nell'appartamento a Century City, credo che ha detto di averci trascorso qualche tempo pure con Macaulay Culkin?

Robson: Sì. Credo che sia stato per una notte lì, sì.

Zonen: Anche suo fratello era lì?

Robson: Non ricordo con sicurezza. Non ricordo che lui fosse lì.

In questo estratto, Zonen ha cercato di usare la "psicologia inversa" per ingannare Robson e fargli ammettere che Jackson lo baciava e lo accarezzava e ha continuato a ridicolizzare Jackson chiedendo a Robson se lo ha mai coccolato nel letto. Durante questa testimonianza, Robson ha parlato dell'ultima volta che ha dormito nello stesso letto con Jackson, cosa che è avvenuta quando lui aveva 14 in un hotel di Los Angeles. E' lecito ritenere che Robson dirà di essere stato molestato in questa occasione nella sua causa legale in corso contro l'Estate. Dopo questa serie di domande, Zonen ha concluso il suo controinterrogatorio:

Zonen: Il signor Jackson l'avrebbe periodicamente baciato, non è così?

Robson: No.

Zonen: Periodicamente abbracciato?

Robson: Sì.

Zonen: Toccato?

Robson: Mi ha abbracciato. Vorrebbe dire -

Zonen: Le ha messo le mani tra i capelli?

Robson: No.

Zonen: Le ha toccato la testa e la faccia?

Robson: Sì.

Zonen: L'ha mai baciato sulla guancia?

Robson: Sì.

Zonen: L'ha mai baciato sulle labbra?

Robson: No.

Zonen: Si ricorda tutti gli altri bambini che sono stati lì in quel periodo?

Robson: Quale periodo?

Zonen: Da quando aveva sette anni fino a quando si fermò a dormire lì all'età di 13 anni.

Robson: Al ranch?

Zonen: Sì.

Robson: Ne abbiamo parlato, ma non ricordo.

Zonen: Conosceva il figlio di Blanca Francia?

Robson: No. Sapevo chi fosse. Ma non credo che l'abbia mai incontrato.

Zonen: Qual era il suo nome?

Robson: Non lo so.

Zonen: "Jason" le suona familiare?

Robson: Sì, ma credo perché l'ho sentito di recente. Comunque, sì.

Zonen: Ora, ci sono state delle altre occasioni dopo che lei ha compiuto 14 anni in cui è andato ed è rimasto al Neverland Ranch di Michael Jackson, quando lui era effettivamente là?

Robson: Sì.

Zonen: E lei non è stato con lui nella sua stanza?

Robson: L'unica volta di cui mi ricordo è stato quando sono andato lì con alcuni familiari e amici e non sapevamo che lui fosse lì. E, sa, ci siamo come imbattuti in lui e siamo stati fuori un po', e no, non ho dormito nella sua stanza.

Zonen: Ha mai parlato con Michael Jackson del fatto che a una certa età lei era troppo grande per dormire nello stesso letto con lui?

Robson: No.

Zonen: Ha mai avuto una conversazione con lui se avrebbe dovuto o meno, continuare a dormire nel suo letto?

Robson: No.

Zonen: Ricorda l'ultima volta che ha dormito nel suo letto?

Robson: L'ultima - penso che sia stato quando avevo circa 14. Fu in una stanza dello Sheraton Hotel di Los Angeles.

Zonen: E come le è capitato di essere lì con lui?

Robson: Ho pernottato con lui per, penso che sia stata solo una notte.

Zonen: Ha chiamato lei o l'ha chiamato lui?

Robson: Non ricordo.

Zonen: Nelle occasioni in cui è stato nel letto con il signor Jackson, vi siete coccolati?

Robson: No.

Zonen: Vi sareste mai trovati uno accanto all'altro?

Robson: No.

Zonen: Vi sareste toccati?

Robson: No.

Zonen: Ritiene che sarebbe stato inopportuno farsi delle coccole nel letto?

Robson: No.

SIGNOR ZONEN: Non ho altre domande.

Sotto esame diretto, Mesereau ha tentato di chiarire le idee sbagliate che Zonen ha evitato durante il suo controinterrogatorio chiedendo a Robson di spiegare perché si vestiva come Jackson PRIMA che si fossero mai incontrati, perché ha gettato sassi contro i leoni di Jackson, l'abitudine di Jackson di abbracciare le persone a cui era affezionato e altri argomenti. Robson non sentiva che tutte le interazioni che Jackson ha avuto con lui, con la sua famiglia o con altri bambini fossero state inappropriate. Notate come Robson ha assolutamente negato di essere stato molestato nel condominio a Century City di Jackson e nelle varie camere in cui hanno alloggiato , perché questo estratto della testimonianza sarà la chiave per sfatare la sua causa in corso, perché sicuramente affermerà di essere stato molestato in quei luoghi:

ESAME DIRETTO DEL SIGNOR MESEREAU:

Signor Robson, il procuratore le ha chiesto circa il suo abbigliamento uguale a quello di Michael Jackson. E credo che abbia detto qualcosa su di lei vestito come lui prima di incontrarlo.

Robson: Sì.

Mesereau: Vuole spiegare questo?

Robson: Beh, sa, sono diventato un fan di Michael Jackson quando avevo due anni, quando ho visto la realizzazione di "Thriller" e ho iniziato a ballare come lui quando avevo, sa, tre o quattro anni. Quindi penso di aver iniziato quando avevo circa cinque anni a vestirmi come lui perché lo imitavo. Mi sono fatto i costumi e tutto quel genere di cose. Quindi ho voluto vestire come lui da quel punto, prima che lo incontrassi.

Mesereau: Il signor Jackson l'ha mai incoraggiata a vestire come lui?

Robson: No.

Mesereau: Lei vestiva come lui, in quanto suo fan e amico?

Robson. Sì.

Mesereau: Ora, il procuratore ha parlato dei sassi che lei ha gettato ad un leone. Vorrebbe per favore spiegare quello che stava descrivendo.

Robson: Beh, c'era questo leone nella gabbia. E, sa, siamo andati per sentire il suo ruggito e lui era praticamente solo seduto lì, sa, senza fare niente. Così abbiamo preso un paio di sassolini e li abbiamo gettati nella gabbia.

Mesereau: E il procuratore ha usato la parola "pietre" e lei ha detto "ciottoli". Quanto grandi erano queste cose?

Robson: Erano piccole, sa - non lo so, un quarto di pollice o qualcosa del genere.

Mesereau: Stava cercando di ferire il leone?

Robson: No.

Mesereau: Per sua conoscenza, il signor Jackson stava cercando di ferire il leone?

Robson: No.

Mesereau: Va bene. Il procuratore le ha posto domande circa il fatto se lei fosse stato o meno, considerato come uno di famiglia. Si considera essere parte della famiglia di Michael Jackson?

Robson: Si, voglio dire, abbiamo avuto una sorta di amicizia. Perché eravamo così vicini. E' stato come una famiglia.

Mesereau: E ha usato la parola "famiglia" di tanto in tanto quando parlava con lui?

Robson. Sì.

Mesereau: Ha sentito sua madre o sua sorella usare la parola "famiglia"?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei pensa che tutto questo fosse strano?

Robson: No.

Mesereau: Il procuratore le ha chiesto se il signor Jackson le ha dato un bacio sulla guancia.

Robson: Uh-huh.

Mesereau: E lei ha detto che è successo qualche volta?

Robson: Sì.

Mesereau: Pensa che ci fosse qualcosa di non appropriato in questo?

Robson: No.

Mesereau: Lo ha fatto davanti a sua madre?

Robson: Sì.

Mesereau: Lo ha fatto davanti a sua sorella?

Robson: Sì.

Mesereau: Sua madre lo ha baciato sulla guancia?

Robson: Sì.

Mesereau: Sua sorella lo ha baciato sulla guancia?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei ha baciato il signor Jackson sulla guancia?

Robson: Sì.

Mesereau: Forse sua madre era solita abbracciare il signor Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: Forse il signor Jackson era solito abbracciare sua madre?

SIGNOR ZONEN: Obiezione, è irrilevante quello che è successo con la madre.

LA CORTE: Respinta. Vada avanti.

Mesereau. Forse il signor Jackson abbracciava sua madre?

Robson: Sì.

Mesereau: Forse sua sorella abbracciava il signor Jackson?

SIGNOR ZONEN: Obiezione, anche questo è leading.

LA CORTE: Respinta.

Mesereau: Forse sua sorella ha abbracciato il signor Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: E lei ha visto il signor Jackson abbracciare sua sorella?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai pensato che fosse qualcosa di non appropriato vedere il signor Jackson abbracciare qualsiasi membro della sua famiglia?

Robson: No.

Mesereau: Ha mai pensato che fosse inopportuno vedere qualsiasi membro della sua famiglia abbracciare il signor Jackson?

Robson. No.

Mesereau: Ora, lei ha detto che sua sorella a volte sarebbe rimasta nella stanza del signor Jackson, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: E quanto spesso ricorda sia successo?

Robson: Mi ricordo solo che all'interno di quel primo viaggio eravamo lì. Così è stato - per, sa, tre o quattro notti o qualcosa del genere.

Mesereau: E lei ha menzionato Brandy. Di nuovo, chi era Brandy?

Robson: Era la nipote di Michael Jackson.

Mesereau: Ha visto Brandy stare nella sua stanza?

Robson: Sì.

Mesereau: Qual è il maggior numero di bambini che abbia mai visto stare nella stanza di Michael Jackson, se si ricorda?

Robson: Sì, probabilmente 4-5.

Mesereau: E si ricorda cosa facessero i bambini nella sua stanza?

Robson: Beh, prima di andare a dormire, lo stesso genere di cose. Ci piaceva giocare ai videogiochi, guardare film. Fare una battaglia con i cuscini. Sa, cose così.

Mesereau: Ha mai visto qualcosa di natura sessuale tra il signor Jackson e uno qualsiasi di questi bambini?

Robson: Mai.

Mesereau: Ora, il procuratore ha citato Macaulay Culkin. Ha conosciuto Macaulay Culkin a Neverland?

Robson: Sì.

Mesereau: E' stata questa la prima volta che lo ha incontrato?

Robson: Penso che potrei averlo incontrato su un set di uno spot o di uno dei suoi video o - o, no, penso di averlo incontrato in "Black or White", la prima volta, nel video musicale.

Mesereau: E' rimasto in contatto con il signor Culkin?

Robson: No.

Mesereau: E lui è qualcuno con cui comunica su base regolare?

Robson: No.

Mesereau: Va bene. Ora, lei avrebbe visto la famiglia del signor Culkin a Neverland?

Robson: Suo fratello Kieran, altro non mi ricordo.

Mesereau: E quanti anni pensa potrebbe aver avuto suo fratello?

Robson: A quel tempo, avrebbe avuto, credo, nove o dieci anni, o qualcosa del genere.

Mesereau: Ha visto il signor Jackson abbracciare altri bambini a Neverland?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha visto altri bambini abbracciare il signor Jackson a Neverland?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai pensato che qualcosa di tutto questo sia stato inopportuno?

Robson: No.

Mesereau: Ha visto il signor Jackson baciare i bambini a Neverland?

Robson: Sulla guancia, sì. Oppure sulla testa, o sulla parte superiore della testa, qualcosa di simile.

Mesereau: Ha mai visto i bambini baciare il signor Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: Qualsiasi cosa di quello che ha visto le è sembrato

inopportuno?

Robson: No.

Mesereau: Ha visto un sacco di bambini visitare Neverland occasionalmente?

Robson: Sì.

Mesereau: E che cosa intende dire?

Robson: Penso che siamo stati lì una volta quando ha avuto uno dei suoi incontri, come quello con la Heal the World Foundation dove ha avuto un gruppo di ragazzi ospiti lì e - sa, vi hanno passato la giornata.

Mesereau: E di quanti bambini pensa che stiamo parlando?

Robson: Probabilmente circa 100 o 50, tra i 75 e i 100 bambini, qualcosa del genere.

Mesereau: C'erano adulti con quei bambini?

Robson: Sì.

Mesereau: E lei ha detto, "Heal the World". Cosa significa questo per lei?

SIGNOR ZONEN: Ho intenzione di oppormi, sta superando la portata dell'esame diretto, ed è irrilevante e al di là della portata della sua conoscenza.

LA CORTE: Respinta. Può rispondere.

IL TESTE: Può ripetere la domanda?

Mesereau: Si. Che cosa era "Heal the World", per quanto se ne ricorda?

Robson: Per quanto ne sapevo, era una fondazione o un ente di beneficenza che Michael aveva creato che, sa, raccoglieva denaro per i bambini con malattie. Non so esattamente che tipo, ma -

Mesereau: Ha interagito con qualcuno di questi ragazzi che hanno visitato Neverland quel giorno?

Robson: Forse, sì, voglio dire, li ho salutati o ho incontrato un paio di loro o qualcosa del genere.

Mesereau: Ha visto il signor Jackson abbracciare altri bambini?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha visto loro abbracciarlo?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha visto il signor Jackson baciare questi bambini?

Robson: Sì.

Mesereau. Ha visto loro baciarlo?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai visto qualcosa di inappropriato?

Robson: No.

Mesereau: Ha visto il signor Jackson abbracciare gli adulti che erano con i bambini?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha visto gli adulti che erano con i bambini abbracciare il signor Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai pensato che qualcosa di tutto questo fosse inappropriato?

Robson: No.

Mesereau: Ora, il procuratore le ha posto domande che riguardavano il toccare i capelli. Si ricorda se il signor Jackson ha mai toccato i suoi capelli?

Robson: Non riesco a ricordare un episodio in particolare, ma credo sia qualcosa che avrebbe potuto fare a un certo punto.

Mesereau: Le capita mai di ricordare il signor Jackson fare qualcosa di inappropriato con i suoi capelli?

Robson: No.

Mesereau: Ha mai visto il signor Jackson toccare un altro bambino in testa?

Robson: Sì.

Mesereau: Glielo ha visto fare molte volte?

Robson: Molte volte.

Mesereau: Le è mai sembrato come se qualcosa di non appropriato stava succedendo quando ha visto questo?

Robson: No.

Mesereau: Il procuratore le ha chiesto circa la disobbedienza a Neverland e ha detto che ha visto alcuni bambini comportarsi così a volte?

Robson: Si, voglio dire, agivano come fanno tutti bambini. Voglio dire, sa, andare in giro guidando le golf cart e lanciarsi palloncini d'acqua a vicenda e fare le cose che, credo, non so, forse farebbero arrabbiare i genitori ad un certo punto, ma si trattava di queste cose .

Mesereau: E anche lei si è impegnato in alcune di queste cose?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai visto Michael Jackson con un palloncino d'acqua combattere con i bambini?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai visto i bambini lanciare palloncini d'acqua a Michael?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai visto Michael lanciare palloncini d'acqua ai bambini?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai visto Michael in golf cart con i bambini?

Robson: Sì.

Mesereau: Quando era solito giocare a Neverland durante il giorno, Michael sarebbe stato spesso con voi?

Robson: Sì.

Mesereau: E che cosa avrebbe fatto Michael con lei?

Robson: Ci piaceva andare sulle giostre insieme, sa, avremmo guidato la golf cart in giro insieme, avremmo guardato gli animali insieme, visto film insieme.

Mesereau: Ha visto il signor Jackson agire in modo simile con gli altri bambini?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha mai visto niente di inopportuno succedere quando stava facendo una di queste cose?

Robson: No.

Mesereau: Ora, quanto spesso ricorda sua madre venire a Neverland con lei?

Robson: Era con me ogni volta, tranne quella di cui ho parlato quando ero lì con Jordie Chandler e Macaulay.

Mesereau: Cosa ricorda di aver visto fare a sua madre a Neverland?

Robson: Un sacco di volte ha fatto le stesse cose con noi.

Mesereau: Lei a volte sarebbe stata con il signor Jackson quando tutti i bambini stavano giocando?

Robson: Oh, sì. Stava giocando con noi.

Mesereau: Ora, lei ha citato la visita in un appartamento a Century City con il signor Jackson, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: E che cosa si ricorda di aver fatto nell'appartamento con il signor Jackson?

Robson: Lo stesso genere di cose. Aveva i videogiochi lì. Sa, anche le caramelle. Ci piaceva mangiare, guardavamo, sa, spettacoli televisivi, gli Stooges. Uscivamo lì intorno, giocavamo.

Mesereau: Ha mai visto il signor Jackson fare qualcosa di inappropriato con qualsiasi altro bambino in quell' appartamento?

Robson: No.

Mesereau: Dove altro è stato con il signor Jackson?

Robson: Come ho detto, siamo andati a Las Vegas. Nell'appartamento a Westwood e in quello a Century City. Allo Sheraton Hotel. Lui una volta è venuto e siamo stati nel posto in cui stavo io.

Mesereau: Dove era?

Robson: A Hollywood. Era - un condominio dove abitavo io, mia madre e mia sorella.

Mesereau: Ha visto il signor Jackson fare qualcosa di inappropriato in uno qualunque di questi luoghi?

Robson: No.

Mesereau: Ha mai visto il signor Jackson toccare qualsiasi bambino in modo sessuale, in uno qualsiasi di questi luoghi?

Robson: Mai.

Mesereau: Il signor Jackson l'ha mai toccata impropriamente in uno di questi luoghi?

Robson: No.

Mesereau: Ora, avete seguito le notizie nei media che dicono che in qualche modo il signor Jackson è stato visto toccarla impropriamente?

Robson: Sì.

Mesereau: Cosa ne pensa?

Robson: Penso che sia ridicolo.

SIGNOR MESEREAU: Non ho altre domande.

Simile a un giocatore di scacchi esperto, Zonen ha fatto una mossa cruciale e Robson è stato colto alla sprovvista quando gli ha chiesto come si sarebbe sentito se avesse saputo che Jackson aveva una "grande quantità" di materiale sessualmente esplicito e Robson ha convenuto che avrebbe avuto "problemi" circa le motivazioni di quella persona. Zonen ha concluso il suo controinterrogatorio dopo questa domanda e ciò di cui non si è reso conto è di aver fatto ammettere a Robson che non sapeva che Jackson avesse una collezione di porno, sradicando così completamente la sua teoria secondo cui Jackson utilizzava il porno (e l'alcol) per abbassare le inibizioni delle sue precedenti "vittime" e rendergli più facile molestarle. Vale la pena notare che né Jason Francia né Jordan Chandler hanno mai accusato Jackson di avergli mostrato del materiale porno o di averli plagiati con l'alcool.

RIPRENDE IL CONTROINTERROGATORIO DEL SIGNOR ZONEN:

Quando il signor Jackson è rimasto con lei nel suo appartamento di Hollywood, quanti anni aveva?

Robson: Direi 11 o 12 anni.

Zonen: Ha condiviso il letto con lei in quel momento?

Robson: Sì.

Zonen: Va bene. C'era un solo letto nella sua camera; è corretto?

Robson: No, era in realtà - era un - una specie di futon [materasso trapuntato giapponese srotolato sul pavimento usato come letto. NdT] che era il nostro divano nel salotto.

Zonen: Quindi voi due siete rimasti sul divano in salotto?

Robson: Sì.

Zonen: Era quel divano la vostra residenza normale? Era lì dove normalmente dormiva?

Robson: Penso che era lì che dormivo a quel punto, sì.

Zonen: Pensa che sia dove dormiva?

Robson: Sì.

Zonen: Ha dormito in altre stanze in tempi diversi?

Robson: Sì.

Zonen: Ora, tutti quei luoghi che ha citato sono tutti i posti, una serie di luoghi in cui lei è stato con Michael Jackson. In tutte quelle occasioni ha dormito nello stesso letto con lui; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Pensa che sia opportuno, per un uomo di 35 anni dormire con un bambino di otto anni?

Robson: Non ho alcun problema con questo.

Zonen: Supponiamo che l'uomo di 35 anni ha un'ossessione per il materiale sessualmente esplicito. Questo cambierebbe il suo punto di vista?

SIGNOR MESEREAU: Obiezione.

SIGNOR ZONEN: E' nelle prove.

SIGNOR MESEREAU: Questa è speculazione; presume fatti non pertinenti.

LA CORTE: Sostengo l'obiezione per l'uso del termine "ossessione".

DOMANDA DEL SIGNOR ZONEN: Se lei avesse saputo che la persona, l'uomo di 35 anni che dormiva con un bambino di otto, possedeva una grande quantità di materiale sessualmente esplicito, questo le avrebbe causato preoccupazione per le motivazioni di quella persona, mentre lui era nel letto con il ragazzo?

Robson: Sì.

SIGNOR ZONEN: Non ho altre domande.

Tuttavia, sotto ulteriori chiarimenti da parte di Mesereau riguardo a cosa consistesse il materiale sessualmente esplicito di Jackson (legale, adulto, pornografia eterosessuale), Robson ha testimoniato che egli non sarebbe stato interessato alle motivazioni di Jackson:

ULTERIORE ESAME DIRETTO DEL SIGNOR MESEREAU:

Se lei avesse conosciuto Michael Jackson, come un uomo adulto, che leggeva Playboy, Hustler, Penthouse, riviste che mostrano donne nude, sarebbe stato qualcosa che la riguardava?

Robson: No. Questo è quello che stavo per dire in seguito. Sarebbe dipeso dal tipo di materiale, da quale tipo di materiale pornografico si parlava .

Mesereau: Questo le avrebbe interessato?

Robson: No.

SIGNOR MESEREAU: Non ho altre domande.

SIGNOR ZONEN: Posso avvicinarmi al testimone?

LA CORTE: Sì.

Zonen ha tirato fuori il suo "asso di picche" in un ultimo disperato tentativo di pregiudicare la giuria contro Jackson e screditare Robson; gli fu concesso il permesso dal giudice Melville di presentare a Robson copie di 2 dei libri d'arte legali che sono stati sequestrati nel 1993: "Boys Will Be Boys" e "Man: A Sexual Study of Man", l'ultimo dei quali raffigurava atti sessuali tra uomini adulti. Robson ha ammesso che sarebbe stato "preoccupato" se un uomo adulto che possedeva quel materiale avrebbe condiviso il letto con dei ragazzi (notare che Zonen ha usato il termine "intrufolarsi a letto" per implicare che Jackson avesse aspettato fino a quando i ragazzi fossero già addormentati nel suo letto, così si sarebbe poi intrufolato nel letto):

ULTERIORE CONTROINTERROGATORIO DEL SIGNOR ZONEN:

Vorrei mostrarvi un paio di exhibit, il numero 841 e il numero 842, che sono stati indicati in precedenza in questa corte a questa giuria. Cominciamo con il primo intitolato "Boys Will Be Boys". Mi piacerebbe che desse un'occhiata a un paio di pagine. Basta andare avanti e iniziare a sfogliare le pagine, per favore. Vuole descrivere l'immagine sul lato destro?

Robson: C'è un ragazzo con le gambe aperte ed è nudo.

Zonen: Va bene. L'immagine mostra in modo prominente i suoi genitali, non è vero?

Robson: Sì.

Zonen: A lei, questo ragazzo quanti anni le sembra abbia?

Robson: Forse 11 o 12.

Zonen: Ecco, la stessa età che aveva lei quando dormiva con Michael Jackson; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Vada avanti e sfogli un paio di pagine in più, si può fermare proprio lì, la prossima pagina. Quale immagine mostra a sinistra?

Robson: Solo un giovane ragazzo a piedi nudi su una roccia.

Zonen: I suoi genitali sono ben visibili in quella foto; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Sembra che questo bambino sia molto simile all'altro?

Robson: Sì.

Zonen: Vada avanti per altre 2 pagine. Cosa c'è in queste due pagine?

Robson: C'è un ragazzo, che ha circa la stessa età, 11 o 12 anni, ed è nudo.

Zonen: Va bene. E anche in queste immagini i suoi genitali sono ben visibili; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: In realtà, se si prende solo un secondo e sfoglia tutte le pagine di quel libro - lo può fare abbastanza rapidamente, se vuole. Non deve visualizzare pagina per pagina, ma faccia come desidera. È vero, signor Robson, che tutte le foto in quel libro sono di ragazzi di circa la stessa età?

Robson: Sì.

Zonen: 10, 11, 12 anni?

Robson: Sì.

Zonen: E che molte delle fotografie, se non la maggior parte, raffigurate in quel libro sono di ragazzi nudi; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: E in effetti, nella maggior parte di quelle immagini, i genitali appaiono ben visibili; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Sarebbe preoccupato riguardo ad una persona che possiede un libro del genere?

Robson: No.

Zonen: Sarebbe preoccupato se il suo bambino di 12 anni dormisse con una persona che possiede un libro del genere?

Robson: No.

Zonen: Lei non avrebbe alcun tipo di preoccupazione?

Robson: No. E' - per me, non è così - non è un libro pornografico. E' una sorta di, sa - non lo so, è solo un libro.

Zonen: Vorrei - e mi piacerebbe mostrarvi l'exhibit 596, per favore. Prendetevi un momento per guardare quel libro.
Fermiamoci per un momento. In effetti questa è la prima foto, in quel libro; è corretto?

Robson: Non ho notato, no. Vuole che vada alla prima immagine?

Zonen: Sa, no, è possibile scegliere qualsiasi immagine, in realtà. Basta andare avanti e aprire il libro a caso. Proprio lì.

Robson: Oh, mi scusi.

Zonen: E' un dato di fatto, quando si guarda attraverso quel libro, quello che è raffigurato in quel libro, in tutto quel libro ci sono una serie di fotografie di due uomini impegnati in atti sessuali?

Robson: Sì.

Zonen: E in effetti, gli atti sessuali sono gli atti di entrambi impiegati in una masturbazione, nel sesso orale o sodomia; è giusto?

Robson: Da quello che ho visto, sì.

Zonen: E la sodomia, che lei sappia, è un atto di sesso anale; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Si preoccuperebbe di una persona che possiede quel libro e che si intrufola nel letto con un bambino di dieci anni?

Robson: Sì, credo di sì.

SIGNOR ZONEN: Non ho altre domande.

SIGNOR MESEREAU: Posso avvicinarmi, Vostro Onore?

LA CORTE: Sì.

Sotto un ulteriore interrogatorio, Mesereau ha chiesto a Robson di leggere ad alta voce l'iscrizione che Jackson ha scritto in "Boys Will Be Boys" e l'iscrizione che una fan ha scritto nel libro "The Boy; A Photographic Essay", che è stato inviato a Jackson nei primi anni '80. Successivamente, Robson ha dichiarato che non sarebbe stato preoccupato per quei due libri d'arte a causa della raccolta di Jackson di porno eterosessuale legale (di cui egli non era nemmeno a conoscenza):

ULTERIORE INTERROGATORIO DEL SIGNOR MESEREAU:

Signor Robson, voglio mostrarle l'exhibit 841. Dice, "Boys Will Be Boys." Lo vede questo?

Robson: Sì.

Mesereau: Ok. Ora, mi piacerebbe che leggesse la scritta su quel libro, va bene? Legga ad alta voce, se vuole.

Robson: Va bene. "Guarda il vero spirito di felicità e gioia nei volti di questi ragazzi. Questo è lo spirito della fanciullezza, una vita che non ho mai avuto e che sognerò sempre. Questa è la vita che voglio per i miei figli. MJ. "

Mesereau: Avendo letto questa iscrizione e dopo aver guardato questo libro, avrebbe qualche preoccupazione nel dormire con Michael Jackson se fosse a conoscenza che questo libro è stato trovato nella sua casa?

Robson: No.

Mesereau: Mi permetta di mostrarle l'exhibit 842. La prego di leggere ad alta voce l'iscrizione su quel libro.

Robson: È questa, "Per Michael dalla tua fan. Bacio, bacio, bacio, abbraccio, abbraccio, abbraccio. Rhonda. 1983"

Mesereau: Ha guardato attraverso quel libro - va bene? - E dice, "The Boy; A photographic Essay", giusto?

Robson: Io non ho guardato attraverso quel libro.

Mesereau: Va bene. Perché non guarda attraverso quel libro che il procuratore le ha mostrato e la prego di dire se si dovrebbe o no, avere un problema nell' essere nella stessa stanza con Michael Jackson sulla base di ciò che si vede in quel libro e all'iscrizione.

Robson: No.

Mesereau: Va bene. Ora, lasciate che vi mostri - lasci che le mostri l'exhibit 596 che il procuratore le ha mostrato. Basta leggere la copertina, se non le dispiace.

Robson: "L'uomo, uno studio sessuale dell'uomo. Illustrato con fotografie e stampe d'arte."

Mesereau: Va bene. Ora, ha visto quelle foto e ha detto che era un po' disturbato dalle immagini, giusto?

Robson: Beh, non sono stato disturbato dalle immagini.

Mesereau: Beh, se - se leggeva questo libro e sembra essere un libro che a che fare con la sessualità maschile in tutte le diverse aree, e sapeva che questo libro esisteva insieme a centinaia di edizioni di Hustler, Playboy, Penthouse -

SIGNOR ZONEN: Ho intenzione di oppormi, questo è leader.

DOMANDA DEL SIGNOR MESEREAU: - le avrebbe dato fastidio?

SIGNOR ZONEN: Ho intenzione di oppormi questo è leader.

LA CORTE: Respinta. Può rispondere.

IL TESTE: Puo ripetere?

Mesereau: Certo. Supponiamo che lei abbia appreso che Michael Jackson aveva dieci anni di edizioni Hustler, Playboy, Penthouse - va bene? - Riviste, riviste di tipo eterosessuale, e supponiamo che - ha mai visto la biblioteca di Michael Jackson?

Robson: Sì.

Mesereau: Quanti libri pensa che ci siano in quella biblioteca?

Robson: Migliaia.

Mesereau: E supponiamo che in mezzo a tutti quei libri lei abbia trovato, "Uno studio sessuale dell'uomo, illustrato con fotografie e stampe", va bene?

Robson: Sì.

Mesereau: Mettendo insieme tutto questo, dormire con il signor Jackson avrebbe destato preoccupazione in lei?

Robson: No.

SIGNOR MESEREAU: Non ho altre domande.

Zonen ha poi cercato di insinuare che la fan denominata "Rhonda" che ha inviato a Jackson quel libro era in realtà un amante gay, o qualcosa in tal senso, chiedendo a Robson un suo parere sull'autenticità della firma di Rhonda. Successivamente a Robson è stato mostrato un altro libro che raffigurava uomini nudi in posizioni provocanti e questa fu un'esca lanciata da Zonen per sostenere la sua affermazione che Jackson fosse asessuato, ma Robson non è caduto nella trappola!

ULTERIORE CONTROINTERROGATORIO DEL SIGNOR ZONEN:

Signor Robson, relativamente ai tre libri che sono di fronte a lei e a cui ha già dato un'occhiata, mi piacerebbe ripercorrere l'iscrizione che - l'exhibit 842 è un libro, lei è stato invitato a leggere ad alta voce. Dia un'occhiata a quell'iscrizione di nuovo. Vada all'ultima parola, che è il nome. Qual è il nome che vede?

Robson: Rhonda.

Zonen: Nota qualcosa di insolito circa il nome?

Robson: No.

Zonen: Nota, che è scritto con le virgolette su entrambi i lati?

Robson: Sì.

Zonen: Di solito questo non vuol dire che non è il nome quando qualcuno lo scrive tra virgolette?

Robson: Non che io sappia.

Zonen: Ha mai scritto il suo nome tra virgolette?

Robson: No.

Zonen: Questo perchè in realtà si tratta di qualcuno che non si chiama Rhonda, giusto?

SIGNOR MESEREAU: Obiezione; questa è speculazione.

LA CORTE: Accolta.

DOMANDA DEL SIGNOR ZONEN: I tre libri che le ho dato finora per dargli un'occhiata, tutti raffigurano ragazzi o uomini adulti, prevalentemente nudi e quello che raffigura gli uomini adulti, li mostra impegnati in atti sessuali; è corretto?

SIGNOR MESEREAU: Ho intenzione di oppormi; già chiesto e risposto. Questo è cumulativo.

LA CORTE: Respinta.

ZONEN: Ho intenzione di mostrare tre libri aggiuntivi ora, se posso. Cominciamo con l'exhibit 578, se può dargli un'occhiata, per favore.

SIGNOR MESEREAU: Stessa obiezione. E' cumulativo; generico; e va oltre l'ambito del caso.

LA CORTE: Respinta.

Zonen: Inizierò con la prima immagine. Cosa vede proprio lì?

Robson: Vedo qualcosa al centro dell'immagine, si tratta di un disegno. E c'è un uomo nudo con i suoi genitali esposti e ci sono canguri su entrambi i lati.

Zonen: Va bene. Vada avanti e proceda. Può andare ancora avanti. Basta può smettere di sfogliare. Può interrompere. Quello che ha visto finora sono tutte foto di uomini nudi; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: E nelle immagini i loro genitali sono ben visibili; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Alcune di queste sono immagini di bondage, non è vero?

SIGNOR MESEREAU: Obiezione; è leader.

SIGNOR ZONEN: E' un controinterrogatorio, Vostro Onore.

SIGNOR MESEREAU: Assume fatti non pertinenti.

LA CORTE: Respinta.

DOMANDA DEL SIGNOR ZONEN: E' corretto? Come quella foto lì?

Robson: Sì.

Zonen: Considera questo come materiale omoerotico?

Robson: Sì.

Zonen: Exhibit numero 590-B, dia un'occhiata a questo, per favore. Ci dica il titolo.

Robson: "Prima della mano dell'uomo."

Zonen: Andiamo avanti e diamo un'occhiata al contenuto di quel libro. Foto di giovani nudi; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Lo considera materiale omoerotico?

Robson: No.

Zonen: Perché no?

Robson: Guardo questo più come una sorta di - riguardo alla fotografia è più di un libro d'arte, per me.

Zonen: Pensa che sia l'impostazione di fondo che lo rende unico?

Robson: Unico?

Zonen: Beh, ci sono solo uomini nudi in esso; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Guardi l'exhibit numero 599, si può fermare. Queste sono tutte foto di ragazzi e uomini, tutti nudi; è corretto?

Robson: Io non ho visto nessun ragazzo. Ho visto uomini.

Zonen: Quanti anni pensa che abbia la persona più giovane che ha visto in questo libro fino ad ora?

Robson: Forse 19 - 18, 19 anni.

Zonen: Pensa che questa persona abbia 19 anni?

Robson: 18, 19, sì.

Zonen: Va bene. Ed effettivamente, in ciascuna di esse, i genitali sono ben visibili; è corretto?

Robson: Sì.

Zonen: Dia un'occhiata a questo libro, per favore, exhibit numero 590-A. Si può fermare qui. Cosa assume dopo avergli dato uno sguardo? In particolare nella pagina su cui è concentrato in questo momento, cosa vede?

Robson: Ci sono due uomini nudi e sembra come se fossero in procinto di baciarsi.

Zonen: In questo libro, infatti, ciascuna delle immagini raffigura due uomini nudi; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: E in ogni caso, entrambi stanno facendo qualcosa con l'altro di natura sessuale; è giusto?

Robson: No.

Zonen: Sono abbracciati, si stanno toccando, si stanno accarezzando?

Robson: Sono in posa.

Zonen: Sono in posa. E sono tutti nudi?

Robson: Sì.

Zonen: Considera questo come arte omoerotica?

Robson: Le dispiace se guardo un pò meglio?

Zonen: Proceda.

Robson: Sì, è - non credo che sia così erotico. Sembra più amare in un modo, in un modo non sessuale.

Zonen: Beh, che dice rispetto a quello che ha appena sfogliato? Dov'è la sua mano?

Robson: Giù nei suoi pantaloni.

Zonen: Va bene. Possiamo andare avanti e chiudere questo libro proprio ora.
Signor Robson, sarebbe preoccupato se un uomo in possesso di questi sette libri dormisse con un ragazzo tra i 5 e i 12 anni?

Robson: Se si trattasse di un uomo che non conosco, forse. Ma non di Michael.

Zonen: E' perché vede il signor Jackson come per la maggior parte, asessuato?

Robson: No.

Zonen: Perché crede che egli in realtà non abbia un interesse sessuale?

Robson: Credo che abbia un interesse sessuale per le donne.

Zonen: Lo sapeva che possedeva queste riviste?

SIGNOR MESEREAU: Obiezione, Vostro Onore, non ha lasciato il testimone completare la sua risposta.

LA CORTE: Accolta.

SIGNOR MESEREAU: Può il testimone completare la sua risposta, Vostro Onore?

LA CORTE: Sì.

IL TESTE: Credo che abbia un interesse sessuale per le donne.

DOMANDA DEL SIGNOR ZONEN: Per le donne?

Robson: Sì.

Zonen: Questi libri non le suggeriscono il contrario?

Robson: Non necessariamente.

 

Dopo aver sfogliato i libri che raffiguravano la sessualità maschile, Zonen si è focalizzato sui libri che descrivevano relazioni eterosessuali e immagini grafiche di donne che inserivano corpi estranei all'interno delle loro vagine e Robson ha raddoppiato continuando a difendere la sessualità di Jackson e ha ribadito che lui non avrebbe alcun problema se il suo bambino dormisse nel letto con Jackson perché lui lo conosceva personalmente:

Zonen: Va bene. Passiamo dall'altra parte del bancone. Exhibit numero 575, ha mai visto questa rivista prima?

Robson: No.

Zonen: Non questa nello specifico. Una rivista di questa natura?

Robson: Di questa natura, sì.

Zonen: Va bene. E andando avanti a sfogliarla, possiamo fermarci lì. Non c'è bisogno di andare oltre. Questa rivista ritrae donne nude, o una donna, in questo caso, che inserisce oggetti dentro di lei; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Si potrebbe considerare questo essere molto grafico -

Robson. Sì.

Zonen: - in termini di materiale sessualmente esplicito?

Robson: Sì.

Zonen: Exhibit numero 520, ci dice il titolo di questo.

Robson: "Hard Rock Affair."

Zonen: Va bene. Vada avanti a sfogliare alcune pagine. Quella rivista raffigura immagini grafiche sessuali di un uomo e una donna impegnati in rapporti sessuali e nel sesso orale; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Potrebbe considerare questo essere più o meno come hard-core e come materiale pornografico; è giusto?

SIGNOR MESEREAU: Obiezione. Travisa le prove.

SIGNOR ZONEN: Gli ho chiesto come egli lo considerava.

LA CORTE: Respinta. Può rispondere.

IL TESTE: Se è come hard-core quello che vedo, è questo quello che ha chiesto?

Zonen: Sì.

Robson: No, non è hard-core da quello che vedo.

Zonen: Che cosa potrebbe essere oltre questo?

Robson: Ho visto cose pazzesche, cose bondage folli, ogni genere di cose.

Zonen: Ha visto il bondage nell'ultima pubblicazione; è giusto?

Robson: Sì, ma non stavano realmente facendo nulla.

Zonen: Va bene. E lei potrebbe considerare il bondage all'altezza?

Robson: Sì. Quando si arriva lì, sa, roba davvero insolita.

Zonen: Qual è il titolo di questo? La rivista che abbiamo qui è l'exhibit 522.

Robson: "Double Dicking Caroline."

Zonen: Andiamo avanti a sfogliare un paio di pagine. Queste sono tutte fotografie di un uomo e una donna impegnati in praticamente tutto ciò che un uomo e una donna possono fare; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Compresi gli atti di rapporti sessuali, atti di sesso orale e la foto a destra di fronte a lei, atti di sesso anale; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Questo dovrebbe essere preso in considerazione come abbastanza hard-core, non è così?

Robson: Sì.

Zonen: Il titolo di questo, per favore?

Robson: "Stiff Dick Lynn." O "for Lynn," mi scusi.

Zonen: "For Lynn"?

Robson. "Stiff Dick for Lynn."

Zonen: Vada avanti e volti pagina, se vuole.

Robson: Non avrei mai pensato che avrei avuto una stanza piena di persone guardarmi fare questo.

Zonen: E' abbastanza. Sarebbe d'accordo sul fatto che questa è una rappresentazione di un uomo e di una donna impegnati in praticamente ogni variazione che un uomo e una donna possono fare l'uno con l'altro; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Sessualmente. Il materiale collettivo che le è appena stato mostrato non le provoca un momento di pausa quando pensa alla prospettiva di questa persona che possiede tutto ciò e si intrufola a letto con un ragazzo di dieci anni?

Robson. No.

Zonen: E lei permetterebbe a un bambino di intrufolarsi nel letto con una persona del genere?

Robson: Se conosco la persona, sì.

Zonen: Se le conosce?

Robson: Sì.

Zonen: Con il suo bambino, lei avrebbe qualche problema se dormisse con un uomo di 35-40 anni?

Robson: Se conosco bene la persona, no.

MR. ZONEN: Non ho altre domande.

 

Sotto ulteriore esame diretto di Mesereau, Robson ha sabotato le affermazioni del procuratore Zonen secondo cui Jackson avrebbe utilizzato il porno per diminuire le inibizioni sessuali delle sue vittime, affermando che non ha mai nemmeno saputo che Jackson possedesse materiale pornografico! Come può essere possibile che Jackson abbia utilizzato il "porno da sposo" con le sue precedenti "vittime" nel 1993 se loro non sapevano nemmeno che lui lo avesse?

ULTERIORE ESAME DIRETTO DEL SIGNOR MESEREAU:

Signor Robson, questa quì è la sua fidanzata, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei è eterosessuale, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei è un amico intimo di Michael, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Quando era un bambino, Michael Jackson le ha mai mostrato qualsiasi tipo di materiale sessualmente esplicito?

Robson: No.

Mesereau: Ha mai visto Michael Jackson mostrare materiale sessualmente esplicito a qualsiasi altro bambino?

Robson: No.

SIGNOR MESEREAU: Posso avvicinarmi, Vostro Onore?

LA CORTE: Sì.

Mesereau: Ora, mi permetta di mostrare ancora una volta l'exhibit numero 841. Lo vedi questo?

Robson: Sì.

Mesereau: E ha avuto la possibilità di sfogliare quel libro?

Robson: Sì.

Mesereau: Va bene. Lasci che le mostri ancora l'exhibit numero 596, dice: "Uno studio sessuale dell'uomo." Ha visto?

Robson: Sì.

Mesereau: Ha avuto la possibilità di sfogliare quel libro?

Robson. Sì.

Mesereau: Va bene. E lasci che le mostri nuovamente l'exhibit numero 842, "A boy; A Photographic Essay" va bene? E questo è quello con la scritta: "A Michael, da una fan amorevole, Rhonda" Ok?

Robson: Sì.

Mesereau: E ha avuto la possibilità di sfogliare quel libro?

Robson: Sì.

Mesereau: In effetti, si vedono bambini con fotografie piuttosto innocenti di giovani ragazzi, giusto?

SIGNOR ZONEN: Obiezione, è leader, Vostro Onore.

LA CORTE: Respinta.

Mesereau: Fotografie innocenti di giovani ragazzi in varie situazioni, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Va bene. Si vede un giovane ragazzo appeso a un albero, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Si vede un ragazzo seduto davanti a una porta, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Si vedono giovani ragazzi su una spiaggia, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Va bene. Ora, andiamo - rapidamente, al materiale che il procuratore le ha mostrato, ok? Egli le ha mostrato alcune riviste che mostravano attività eterosessuale, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Va bene. Ha visto un libro che descrive la pornografia infantile in quel gruppo?

Robson: No.

SIGNOR ZONEN: Credo che ci fosse una restrizione della Corte sull'uso di questa parola, Vostro Onore, avviata dalla difesa. A meno che la restrizione non sia terminata.

SIGNOR MESEREAU: E' corretto. E ho fatto un errore usando la parola. La ritiro e mi scuso.

LA CORTE: Va bene. Il problema è che a volte è una parola appropriata da utilizzare e, a volte non lo è. Ma la giuria è stato istruita su di essa. E così se si vuole riformulare, va bene.

SIGNOR MESEREAU: Va bene. Quei libri che il procuratore le ha mostrato, sono libri sugli uomini, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Lei ha visto un libro che dice: "A Study of Male Sexuality" [Uno studio sulla sessualità maschile NdT] e mostra alcuni atti sessuali tra uomini, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: E lui le ha mostrato un certo numero di riviste che riguardavano l'attività sessuale tra uomo e donna, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau: Va bene. Le ha mostrato un libro che riguarda dei bambini che fanno sesso?

Robson: No.

Mesereau: Le ha mostrato un libro dove un uomo sta facendo sesso con un bambino?

Robson: No.

Mesereau: Il procuratore ha cercato di suggerire che il signor Jackson è asessuato. Si ricorda quella domanda?

Robson: Sì.

Mesereau: Crede che sia asessuato?

Robson: No.

Mesereau: Ha mai visto il signor Jackson con le donne nella sua vita?

Robson: Con che tipo di donna? Una donna con cui lui ha avuto un rapporto?

Mesereau: Con cui lui è stato sposato.

Robson: Sì, con Lisa Marie.

Mesereau: Quando era a Neverland, ha mai visto qualche cosa che le ha suggerito si trattasse di pedofilia?

Robson: No.

Mesereau: Ha mai visto qualsiasi rivista o poster che le ha fatto pensare alla pedofilia?

Robson: Mai.

SIGNOR MESEREAU: Non ho altre domande.

 

Sotto ulteriore controinterrogatorio di Zonen, Robson ha ancora una volta ribadito che non aveva alcun indizio circa il fatto che Jackson possedesse riviste pornografiche finché non gli sono state mostrate sul banco dei testimoni.

ULTERIORE CONTROINTERROGATORIO DEL SIGNOR ZONEN:

Signor Robson, quando ha appreso per la prima volta che Michael Jackson possedeva materiale di questa natura prima di adesso?

Robson: L'ho appreso in questo momento.

Zonen: Tutti gli anni in cui ha conosciuto Michael -

Robson: In realtà, nessuno mi ha detto da dove queste provenissero.

Zonen: Assuma che provengano dalla residenza di Michael Jackson.

Robson: Supponendo sia così, questa è la prima volta che lo vedo.

Zonen: Va bene. E non aveva mai, mai saputo che il signor Jackson collezionasse materiale sessualmente esplicito?

Robson: No.

Zonen: Questo è qualcosa di nuovo che sta apprendendo proprio oggi; è giusto?

Robson: Sì.

Zonen: Ci sta dicendo che questo non avrebbe alcun effetto sulla sua convinzione che lui abbia una qualche idoneità nel dormire con ragazzi di dieci anni?

Robson: No.

Zonen: Lei sapeva che c'è stata una successione di ragazzi di 10 anni che dormivano con lui, non è vero?

SIGNOR MESEREAU: Obiezione. Travisa le prove; chiedo che la Corte si pronunci.

LA CORTE: Accolta.

Zonen: Sapeva di altri bambini che dormivano con lui?

Robson. No.

Zonen: Mai?

Robson: No.

Zonen: Lo sapeva che dormiva con Brett Barnes?

Robson: No.

Zonen: Lo sapeva che dormiva con Macaulay Culkin?

Robson: No.

Zonen: Lo sapeva che dormiva con Jordie Chandler?

Robson: No.

SIGNOR ZONEN: Non ho altre domande.

 

Infine, prima di terminare la sua testimonianza, Robson ha dichiarato che la sua opinione su Jackson non è cambiata, nonostante tutto quello che è stato detto sul banco dei testimoni dall'accusa:

ULTERIORE ESAME DIRETTO DEL SIGNOR MESEREAU:

In realtà ha visto i bambini dormire nella sua stanza di tanto in tanto, giusto?

Robson: Sì. Quando era presente anche lui, sì.

Mesereau. E Macaulay Culkin era lì, giusto?

Robson: Sì.

Mesereau. Mai visto succedere qualcosa di inappropriato, giusto?

Robson: No.

Mesereau: Qualcosa di quello che il procuratore ha detto ha cambiato la sua opinione su Michael Jackson?

Robson: Niente affatto.

Mesereau: Le ha fatto cambiare la sua opinione sul fatto che abbia mai potuto fare qualcosa di inappropriato con un bambino?

Robson: Niente affatto.

SIGNOR MESEREAU: Non ho altre domande.

SIGNOR ZONEN: Non ho altre domande.

Quindi, avete appena sentito la storia direttamente dalla sua bocca, anche se la sta cambiando.

MICHAEL JACKSON NON HA ABUSATO SESSUALMENTE DI WADE ROBSON. Punto. Fine della storia.

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page