MOTION FOR A NEW TRIAL VS AEG: JURORS AFFIDAVITS

 

 

 

Il 12 dicembre 2013 gli avvocati dei Jackson hanno depositato in tribunale una mozione per chiedere un nuovo processo contro AEG Live, presentando le dichiarazioni giurate di 4 membri della giuria che il 3 ottobre ha assolto il promotore di concerti dichiarando il dottor Conrad Murray adatto e competente per il lavoro per il quale era stato assunto.

Il giudice Palazuelos ascolterà le argomentazioni degli avvocati relative a questa mozione il 3 gennaio 2014.

Ecco cosa hanno dichiarato sotto giuramento i 4 giurati, le cui identità restano ignote (tutti i nomi dei giurati sono stati oscurati nei documenti):

 

Allegato 1

Io, (nome redatto), dichiaro quanto segue:

  1. Ho conoscenza diretta dei fatti esposti nel presente atto e se chiamato come testimone, potrei testimoniare e testimonierei in modo competente sulle questioni di seguito espresse.
  2. La mia esperienza di giurato in questo caso era la prima che avessi mai avuto e dopo un processo di tale durata e importanza, volevo davvero compiere il mio dovere di giurato al meglio delle mie capacità.
  3. Dal giorno del verdetto, sono molto turbato e all’inizio non riuscivo a mangiare o nemmeno a controllare le mie email perché ero così dispiaciuto per il verdetto e per il fatto che in questo caso non sia stata fatta giustizia a causa del modo in cui era stata formulata la domanda n°2 sul modulo del verdetto (aggiunte a penna).
  4. Sebbene fossi impaziente di cominciare le deliberazioni e di iniziare a discutere le prove, non ho mai avuto la possibilità di discutere nessuna delle questioni importanti emerse nel corso del processo a causa del modulo del verdetto. Il modulo ha limitato le nostre discussioni alla sola questione dell’assunzione, anche se la maggioranza delle prove presentate al processo coinvolgevano la questione del conflitto di interessi creato dalla AEG Live tra il dottor Conrad Murray e Michael Jackson.
  5. La domanda n°2 sul modulo del verdetto chiedeva: “Il dottor Conrad Murray era inadatto o incompetente per il lavoro per il quale era stato assunto?” Il chiaro significato di questa domanda, quando associata alla prima che chiedeva: “AEG Live ha assunto il dottor Conrad Murray?” ha limitato la nostra valutazione della competenza del dottor Murray al momento in cui era stato assunto. La domanda non ci permetteva di discutere se il dottor Murray fosse diventato inadatto o incompetente in un momento successivo.
  6. Sono rimasto scioccato nel constatare che dovevamo smettere di deliberare dopo la domanda n°2 se avessimo votato “no” alla domanda che chiedeva se il dottor Murray era inadatto o incompetente a svolgere il lavoro per il quale era stato assunto. Volevo e mi aspettavo di deliberare sulle questioni della supervisione negligente e dell’ingaggio negligente, per le quali ci era stato detto ed eravamo stati istruiti che fossero teorie separate.
  7. Non credo che il modulo del verdetto fosse giusto o formulato in modo corretto, e per come era stata scritta la domanda n°2 era una trappola che ci ha impedito di deliberare sulle vere questioni del caso. In questo processo, la questione non era se il dottor Murray era inadatto o incompetente nel momento in cui era stato assunto, ma se AEG Live avrebbe proprio dovuto assumerlo e se il dottor Murray era stato reso inadatto o incompetente a causa del conflitto di interessi creato.
  8. Non capisco perché non sia stato messo nessun riferimento temporale in queste domande – ed io ritengo che l’aggiunta delle parole “in qualunque momento” alla domanda n°2 sarebbe stata d’aiuto. La domanda era troppo specifica e ristretta, rendendoci impossibile rispondere alla domanda in modo logico.
  9. Questo è stato un modo molto ingiusto e penoso di terminare il caso. Non c’era alcun dubbio nella mia mente sul fatto che AEG Live fosse responsabile, ma non ho avuto alcuna opportunità di discutere questa questione a causa della domanda n°2 sul modulo del verdetto. (Redatto). Mi sentirò sempre male per quello che è successo in questo caso.

Dichiaro sotto pena di spergiuro secondo le leggi della California che quanto precede è vero e corretto.

Firmato l’11 dicembre 2013, presso (redatto) California.

(Firma redatta)

Allegato 2

Io, (nome redatto), dichiaro quanto segue:

  1. Ho conoscenza diretta dei fatti esposti nel presente atto e se chiamato come testimone, potrei testimoniare e testimonierei in modo competente sulle questioni di seguito espresse.
  2. Dopo essere stato seduto quasi per 6 mesi di processo in questo caso, io credevo che la signora Katherine Jackson avesse provato il suo caso contro la AEG Live. Malgrado questo, non ho avuto la possibilità di votare a favore dei querelanti a causa del modo in cui il modulo del verdetto è stato formulato.
  3. La domanda n°2 sul modulo del verdetto chiedeva: “Il dottor Conrad Murray era inadatto o incompetente per il lavoro per il quale era stato assunto?” Quando siamo arrivati a questa domanda, (nome redatto) ha discusso con noi il fatto che il chiaro significato di quella domanda, quando associata alla prima che chiedeva: “AEG Live ha assunto il dottor Conrad Murray?”, non ci dava altra scelta se non quella di considerare la competenza del dottor Murray nel momento in cui era stato assunto. Abbiamo discusso sul fatto che la domanda non ci permetteva di votare o discutere se il dottor Murray fosse diventato inadatto o incompetente in un momento successivo. Io credo che le prove abbiano dimostrato che il dottor Murray diventò inadatto a causa del conflitto di interessi creato dopo che la AEG Live cercò di controllare il dottor Murray per fare in modo che portasse Michael Jackson alle prove.
  4. Sono rimasto scioccato nel constatare che dovevamo smettere di deliberare dopo la domanda n°2 se avessimo votato “no” alla domanda che chiedeva se il dottor Murray era inadatto o incompetente a svolgere il lavoro per il quale era stato assunto. Volevo e mi aspettavo di continuare a discutere sulle questioni della supervisione negligente e dell’ingaggio negligente, per le quali ci era stato detto ed eravamo stati istruiti che fossero teorie separate. Penso che se il dottor Murray fosse competente o meno per essere un medico generico per il tour nel momento in cui è stato assunto non avesse nulla a che fare con le vere questioni di questo caso.
  5. Molti giurati sono rimasti decisamente turbati dal fatto che non potessimo continuare o completare le nostre deliberazioni – specialmente perché avevamo trascorso molto tempo a sentire le prove di questo caso. Un giurato, (nome redatto), si è rifiutato di terminare le deliberazioni e ha insistito perché continuassimo a rispondere alle altre domande. Il nostro portavoce, (nome redatto), disse a (nome redatto) che avremmo mandato il nostro verdetto al giudice e ci avrebbe detto lei se lo avevamo completato in modo non corretto.
  6. Non credo che il modulo del verdetto fosse giusto o formulato in modo corretto e non penso che sia stata fatta giustizia in questo caso.

Dichiaro sotto pena di spergiuro secondo le leggi della California che quanto precede è vero e corretto.

Firmato il 10 dicembre 2013, presso (redatto) California.

(Firma redatta)

Allegato 3

Io, (nome redatto), dichiaro quanto segue:

  1. Ho conoscenza diretta dei fatti esposti nel presente atto e se chiamato come testimone, potrei testimoniare e testimonierei in modo competente sulle questioni di seguito espresse.
  2. Essere stato selezionato e aver reso il servizio di giurato per questo caso è stata una delle esperienze più importanti della mia vita. Per un caso di tale importanza, sarei stato disposto a deliberare con il massimo dello scrupolo fino a dicembre. Ho preso il mio ruolo di giurato molto seriamente, e ancora prima che iniziassimo a deliberare, ho chiesto che tutte le prove fossero portate in camera di consiglio.
  3. Con mio shock ed enorme disappunto, però, non ho mai avuto la possibilità di discutere le questioni più importanti o di riesaminare le email più pertinenti a causa del modo confuso in cui era stato formulato il modulo del verdetto e dell’ordine con cui vi erano elencate le domande. Ancora oggi, non capisco perché abbiamo dovuto smettere di deliberare dopo aver risposto alla domanda n°2 o perché ci sia stato impedito di discutere del conflitto etico e di qualsiasi altra vera questione di questo caso.
  4. La domanda n°2 sul modulo del verdetto chiedeva: “Il dottor Conrad Murray era inadatto o incompetente per il lavoro per il quale era stato assunto?” Quando siamo arrivati a questa domanda, (nome redatto) ha discusso con noi il fatto che il chiaro significato di quella domanda, quando associata alla prima che chiedeva: “AEG Live ha assunto il dottor Conrad Murray?”, non ci dava altra scelta se non quella di considerare la competenza del dottor Murray nel momento in cui era stato assunto. Io ritenevo che la domanda avrebbe dovuto includere le parole “in qualunque momento”, ma non era così. Ho anche pensato che sarebbe stato preferibile avere questa domanda alla fine del modulo. Le vere questioni di questo caso erano la supervisione negligente e l’ingaggio negligente del dottor Murray da parte di AEG Live – e ci sarebbe dovuto essere stato consentito di discutere prima di queste questioni.
  5. Durante le nostre deliberazioni, ho chiesto di mandare una domanda al giudice perché ci spiegasse la domanda n°2, ma il portavoce aveva già risposto “no” e seguito le istruzioni per firmare il modulo. Mi sento così truffato perché mi sono seduto per più di 5 mesi di processo e ho sentito una gran quantità di prove sul conflitto di interessi creato, eppure non ho mai nemmeno deliberato per niente su questa questione o neanche riesaminato le centinaia di prove che erano state presentate. La maggior parte dei giurati ha discusso sul fatto che anche loro credevano che un tale conflitto etico esistesse, ma le nostre deliberazioni sono state interrotte bruscamente.
  6. È estremamente frustrante aver reso un servizio in questa giuria per così tanto tempo e poi aver dovuto mettere fine alle deliberazioni a causa di una domanda sul modulo del verdetto relativa a un fatto che non era nemmeno in discussione in realtà o neanche importante in questo caso. Per me, le prove più importanti coinvolgevano eventi avvenuti dopo che il dottor Murray era stato assunto.

Dichiaro sotto pena di spergiuro secondo le leggi della California che quanto precede è vero e corretto.

Firmato l’11 dicembre 2013, presso (redatto) California.

(Firma redatta)

Allegato 4

Io, (nome redatto), dichiaro quanto segue:

  1. Ho conoscenza diretta dei fatti esposti nel presente atto e se chiamato come testimone, potrei testimoniare e testimonierei in modo competente sulle questioni di seguito espresse.
  2. Voglio avere questa opportunità di condividere i miei pensieri e i miei sentimenti con il giudice Palazuelos riguardo alle istruzioni dei giurati e al verdetto.
  3. Come giurati, noi abbiamo fatto tutto quello che ci è stato chiesto, abbiamo fatto sacrifici e con buona volontà siamo rimasti seduti per quasi 6 mesi di un processo molto importante. Il caso, tuttavia, è finito in modo sbrigativo, fornendo così un verdetto a favore della difesa. Il modulo del verdetto ha determinato che noi smettessimo di deliberare dopo la domanda n°2. Io credo che il modulo del verdetto fosse ambiguo e non dava modo ai giurati di andare avanti nelle nostre deliberazioni.
  4. Io credo che alcuni dei giurati volessero rendere un verdetto a favore dei querelanti e che alcuni giurati fossero sconvolti e turbati dopo aver appreso che dovessimo terminare le deliberazioni dopo aver risposto “no” alla domanda n°2. La domanda n°2 sul modulo del verdetto chiedeva: “Il dottor Conrad Murray era inadatto o incompetente per il lavoro per il quale era stato assunto?” Quando siamo arrivati a questa domanda, (nome redatto) ha discusso con noi il fatto che il chiaro significato di quella domanda, quando associata alla prima che chiedeva: “AEG Live ha assunto il dottor Conrad Murray?”, non ci dava altra scelta se non quella di considerare la competenza del dottor Murray nel momento in cui era stato assunto.
  5. Ho discusso con i giurati la mia convinzione che i reclami più validi da parte dei querelanti fossero la supervisione negligente e l’ingaggio negligente, ma non ci è mai stato permesso di deliberare su queste rivendicazioni a causa del modulo del verdetto. Uno dei giurati, (nome redatto), si è persino rifiutato di terminare le deliberazioni e voleva continuare a rispondere alle altre domande. Abbiamo discusso sul fatto di scrivere una domanda al giudice in riferimento a quella domanda, ma non volevamo che qualcuno sapesse a che punto eravamo nelle nostre deliberazioni.
  6. Vorrei far sapere al giudice che non abbiamo avuto la possibilità di deliberare o di dare un verdetto sulle rivendicazioni dei querelanti per cui il dottor Murray non è diventato inadatto o incompetente fino al momento in cui venne creato il conflitto di interessi, i suoi doveri erano cambiati, le pressioni erano aumentate, o anche fino al momento in cui il contratto venne preparato e firmato dal dottor Murray.
  7. Ho davvero provato più che ho potuto ad essere un giurato giusto e responsabile per tutto il corso di questo processo. Ho preso un sacco di appunti, così da avere sempre prove a conferma dei miei commenti. Ho provato in quella camera di consiglio a trovare un modo per conseguire l’esito giusto. Ho continuato a leggere e a rileggere il modulo del verdetto e le istruzioni. La domanda n°2 ha determinato la cessazione delle nostre deliberazioni in modo brusco e ha lasciato alcuni giurati insoddisfatti del verdetto.

Dichiaro sotto pena di spergiuro secondo le leggi della California che quanto precede è vero e corretto.

Firmato il 12 dicembre 2013, presso (redatto) California.

(Firma redatta)

 

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page