PROCESSO JACKSONS vs AEG - 4 GIUGNO 2013 - RANDY PHILLIPS

Decima settimana – giorno 2: martedì 4 giugno 2013

Nella sessione pomeridiana del 23° giorno di testimonianza, è salito per la prima volta sul banco dei testimoni Brandon Keith Phillips, noto come Randy Phillips, Presidente di AEG Live. Phillips è un testimone avverso per i querelanti ed è citato come individuo tra gli imputati del processo.

Notes kindly given to us by: http://teammichaeljackson.com/ who are reporting from LA Court

 

ESAME DIRETTO DI BRIAN PANISH:

Panish: Buon pomeriggio signore.

Phillips: Buon pomeriggio.

Panish: Lei ha già testimoniato in tribunale, giusto?

Phillips: Sì, l’ho fatto.

Panish: Ed ha avuto un’opportunità di incontrare i suoi avvocati per prepararsi per la sua testimonianza?

Phillips: Sì.

Panish: E quanto tempo ha speso a fare questo, signore?

Phillips: Quante volte o quante… quante ore?

Panish: Beh, iniziamo con quante volte.

Phillips: Probabilmente, dalle 6 alle 8 volte.

Panish: Dalle 6 alle 8 volte. E quante ore ogni volta?

Phillips: Dalle 2 alle 4 ore.

Panish: Quindi, dalle 12 alle 30 ore… qual è la sua migliore stima su quante ore ha passato a prepararsi per testimoniare qui sotto giuramento?

Phillips: probabilmente 30 ore.

Panish: Dov’è andato per prepararsi?

Phillips: Allo studio legale dei miei avvocati.

Panish: Ok, perciò 30 ore allo studio dei suoi avvocati nelle ultime due settimane, corretto?

Phillips: Sì.

Panish: Con quanti avvocati alla volta si è incontrato?

Phillips: C’erano persone diverse in momenti diversi. Di solito, solo due avvocati alla volta.

Panish: Con quanti avvocati diversi si è incontrato?

Phillips: 6.

Panish: 6. Il signor Putnam?

Phillips: Il signor Putnam, naturalmente.

Panish: La signorina Robinson?

Phillips:  Corretto.

Panish: La signorina Cahan?

Phillips: No.

Panish: Non la conosce?

Phillips: No.

Panish: Il signor Tad…?

Phillips: Allen.

Panish: Tad Allen. Lo conosceva prima di questo caso, non è vero?

Phillips: No.

Panish: Ok. Chi altro?

Phillips: Sabrina Strong, Jessica Stebbins.

Panish: D’accordo. E ha revisionato i documenti per prepararsi e rinfrescarsi la memoria, signore?

Phillips: Sì.

Panish: Quanti documenti ha revisionato?

Phillips: Beh, non… non li ho contati. Ma io ed il signor Panish abbiamo visto un sacco di vecchie email di quel periodo ed un paio di articoli.

Panish: Beh, noi non ci siamo mai incontrati, signore?

Phillips: No.

Panish: Ok, perciò quante…  lei non riesce a dirmi se erano 50, 100 o 1000 email… qual è la sua stima migliore?

Phillips: Oh, la mia migliore stima, probabilmente dalle 30 alle 40 email.

Panish: E quanti articoli?

Phillips: 2 o 3.

Panish: Ha rivisto qualcos’altro?

Phillips: No.

Panish: Ha rivisto la sua deposizione?

Phillips: Sì.

Panish: Perciò, è qualcos’altro.

Phillips: Sì.

Panish: Lei è andato a scuola di legge, è così signore?

Phillips: Ho frequentato la scuola di legge. Non mi sono laureato.

Panish: Ma l’ha frequentata per due anni, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: E signore… quante volte ha riletto la sua deposizione nelle ultime due settimane?

Phillips: Una volta.

Panish: Quando lei depose, c’era l’avvocato Putnam a rappresentarla?

Phillips: Sì.

Panish: Quanto tempo trascorse a preparare la sua deposizione?

Phillips: Non ho speso tempo a prepararla.

Panish: Contò sui suoi avvocati perché la preparassero per la sua deposizione?

Phillips: No, perché non… non mi preparai per la deposizione.

Panish: Allora, calcolò semplicemente che non era necessario prepararsi?

Phillips: No.

Panish: Lei era anche…

Phillips: Pensai solo… non pensai io. Loro pensarono che sarebbe stato meglio se l’avessi sostenuta senza fare nessuna preparazione con loro.

Panish: Quindi i suoi avvocati le suggerirono di fare la deposizione senza nessuna preparazione, è corretto?

Obiezione, accolta dal giudice.

Panish: Quindi, lei non fece assolutamente nessuna preparazione per la sua deposizione, è corretto?

Phillips: È corretto.

Panish: E lei sapeva che quella deposizione che lei ha dato valeva allo stesso modo della testimonianza che sta dando qui oggi sotto giuramento, vero, signore?

Phillips: No.

Panish: Non le è stato mai detto che una deposizione equivale a dare una testimonianza in un tribunale?

Phillips: Non è questa la domanda che mi ha fatto. Lei mi ha chiesto se… se ciò che mi è stato chiesto nella deposizione è esattamente ciò che lei mi stava chiedendo qui in tribunale.

Panish: No, non è stata questa la mia domanda. Potrebbe rileggere la mia domanda, perfavore? E signor Phillips, voglio dirle, signore… se lei non capisce una domanda, non risponda perfavore, ok?

Phillips: Ok.

Panish: E se vuole che io la ripeta, me lo dica perfavore. Ha capito?

Phillips: Lo farò, grazie.

*La domanda viene riletta* E lei sapeva che quella deposizione che lei ha dato valeva allo stesso modo della testimonianza che sta dando qui oggi sotto giuramento, vero, signore?

Panish: Risponda a questo perfavore.

Phillips: In questo… in questo caso, come risposta sì o no, sì.

Panish: E signore… lei sapeva, e la giuria sarà istruita, che la testimonianza in una deposizione equivale e deve essere considerata equivalente a quella che… come se fosse stata data sul banco dei testimoni nel processo, corretto?

Phillips: Corretto, ero sotto giuramento, sì.

Panish: No, è equivalente. Non è per nulla differente. Lei ha capito questo, vero, signore?

Phillips: Io ho capito che ero sotto giuramento. È tutto ciò che ho capito.

Panish: Non le è stato detto all’inizio della sua deposizione che la testimonianza nella sua deposizione equivale a quella data in tribunale, ha lo stesso peso?

Phillips: No.

Panish: Ok, e quindi poi… lei ha letto quella deposizione e poi l’ha firmata sotto pena di spergiuro, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei sa cosa significa spergiuro, giusto, signore?

Phillips: Assolutamente sì.

Panish: Ora, signore, lei attualmente è il Presidente della AEG Live?

Phillips: Corretto.

Panish: E alla fine, chi decide, chi ha l’ultima parola, è lei?

Phillips: Generalmente.

Obiezione, respinta dal giudice.

Phillips: Ok, non è una risposta sì o no, perché ci sono altri dirigenti nella mia società che hanno la responsabilità di certi progetti.

Panish: Chi sta più sopra di lei alla AEG Live, signore?

Phillips: Nessuno, ci sono solo io.

Panish: Quindi lei è quello che comanda, a cui riferire?

Phillips: Sì.

Panish: Corretto… ognuno è responsabile, in definitiva, davanti a lei come Presidente, non è così?

Phillips: In definitiva, sì.

Panish: E lei a chi riferisce, signore?

Phillips: Io riferisco ad un comitato dirigenziale di AEG composto da Dan Beckerman, Jay Marciano, Ted Fikre, Phil Anschutz. Questo è ciò a cui io riferisco.

Panish: Ok, perciò, al momento di questo incidente, al momento della morte del signor Jackson, lei stava riferendo, tra gli altri, a Tim Leiweke, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: Ed il signor Leiweke ha lasciato la società?

Phillips: Sì.

Panish: Il suo impiego è stato terminato?

Phillips: Non lo so.

Panish: Lei ha riportato al signor Leiweke per più di 10 anni, giusto?

Phillips: Quasi 12.

Panish: 12. Aveva un rapporto amichevole con il signor Leiweke?

Phillips: Lo adoravo.

Panish: E quando il signor Leiweke ha lasciato la società, dopo che lui e lei avevate lavorato insieme per 12 anni, non gli ha mai chiesto una volta perché lui ha lasciato la società, è corretto?

Obiezione, respinta dal giudice.

Phillips: No.

Panish: È corretto?

Phillips: È corretto.

Panish: E una delle persone a cui lei riferisce direttamente è Philip Anschutz, è giusto, signore?

Phillips: No, non direttamente. Lui adesso fa parte di un comitato e quando Tim era nella società, no, io riportavo a Tim.

Panish: Signore... Lei ha testimoniato sotto giuramento nella sua… in questo caso, che il signor Anschutz era una delle persone a cui lei riporta direttamente?

Phillips: Ora… ora che il signor Leiweke non è più con la società.

Panish: Lei riporta direttamente al signor Anschutz?

Phillips: Io riporto ad un comitato dirigenziale di cui il signor Anschurz fa parte.

Panish: Ok, ed il signor Anschutz, lui viene a Los Angeles?

Phillips: Occasionalmente.

Panish: A quando risale l’ultima volta che l’ha visto?

Phillips: 8 settimane fa.

Panish: Va ai King Games di Los Angeles con lui?

Phillips: Vado con lui ai King Games?

Panish: Si sta sedendo lì nella sua postazione?

Phillips: No.

Panish: Ha discusso di questa causa legale con il signor Anschutz?

Phillips: No.

Panish: Nemmeno una volta da quando è cominciata?

Phillips: Nemmeno una volta.

Panish: Ok, e signore… lei crede che questo caso sia un’estorsione senza fondamento e un ricatto alla AEG Live?

Phillips: Una risposta sì o no? Sì.

Panish: E lei pensa che la signora Jackson ed i figli di Michael Jackson stiano provando a ricattare e ad estorcere denaro ad AEG, giusto?

Phillips: Sì.

Panish: E lei pensa che la signora Jackson abbia provato ad estorcere denaro ad AEG anche prima, vero, signore?

Phillips: Non sono sicuro in merito a che cosa si sta riferendo.

Panish: Ha mai dichiarato sotto giuramento che la signora Jackson ha provato ad estorcere denaro ad AEG?

Phillips: Non che io ricordi.

Panish: Ha mai dichiarato sotto giuramento che la signora Jackson ha supportato e agevolato Joe Jackson perché estorcesse denaro ad AEG?

Phillips: Sta parlando della All Good…

Panish: Signore, la mia domanda è… Sa cosa significa dire qualcosa sotto giuramento, signore?

Phillips: Sì, signor Panish, lo so.

Panish: Ok, sa cosa significa firmare qualcosa sotto pena di spergiuro?

Phillips: Sì, lo so, signor Panish.

Panish: Lei firma cose sotto giuramento senza leggerle?

Phillips: No.

Panish: Ha mai firmato sotto pena di spergiuro che la signora Jackson sta provando ad estorcere denaro alla AEG Live?

Phillips: È possibile. Non ricordo.

Panish: Non ricorda cosa ha firmato in questo caso sotto pena di spergiuro, signore?

Phillips: Non ricordo a quale documento si sta riferendo.

Panish: Beh, signore…

Phillips: Me lo può mostrare?

Panish: Lei legge le cose che ha firmato sotto pena di spergiuro?

Phillips: Naturalmente. Lei sa quanti documenti firmo all’anno, ogni anno… signore?

Panish: Me lo dica, quanti documenti ha firmato sotto pena di spergiuro in questo caso, signore?

Phillips: In questo caso, la deposizione e questo è probabilmente l’unico documento che io sappia.

Panish: Ok, perciò la mia domanda è: ha firmato sotto pena di spergiuro un qualunque documento che afferma quello che io le ho appena detto?

Phillips: Non ricordo di aver detto questo, non posso rispondere.

Panish: La risposta è no, lei non ricorda. È giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: Ed il signor Anschutz non è mai stato preoccupato o ha mai parlato con lei in alcun modo su questa causa legale, giusto?

Phillips: Mai.

Obiezione, respinta.

Panish: Ed ha autorizzato lei a fare tutti i passi che ha fatto per conto della AEG Live in questo caso, giusto?

Obiezione, respinta.

Phillips: Non capisco la domanda.

Panish: Ok. Lei sa cosa vuol dire autorizzare qualcuno a fare qualcosa, signore?

Phillips: Sì.

Panish: Ok. Cosa vuol dire per lei?

Phillips: Dare a qualcuno la facoltà di eseguire un lavoro, di prendere decisioni per la società.

Panish: Ok, e lei… ha eseguito un lavoro e ha preso decisioni per conto della società in relazione a questa causa legale, vero, signore?

Phillips: In relazione a questa causa?

Panish: Sì.

Phillips: No, ho solo preparato la mia testimonianza.

Panish: Beh signore, è… è stata una sua decisione venire qui in tribunale ed accusare la signora Jackson di ricatto senza fondamento, giusto, signore?

Obiezione, accolta.

Giudice: Deve riformularla.

Panish: Signore… lei crede che questo sia un ricatto senza fondamento e vuole venire qui a raccontare la sua versione della storia, giusto?

Phillips: Credo mi abbiate chiamato voi come testimone, perciò sono qui.

Panish: Lei vuole raccontare la sua versione della storia per far sapere a tutti che questo è un ricatto senza fondamento, signore?

Phillips: Vorrei… vorrei che lei non continuasse a chiamarlo ricatto senza fondamento perché è dispregiativo… So che questo è… ciò che ho testimoniato…

Panish: Questo è come il suo avvocato vi sta facendo riferimento, vero, signore… che lei sappia, un ricatto senza fondamento alla AEG Live?

Obiezione, accolta.

Panish: Signore…  che lei sappia, le è stato notificato che il suo avvocato, il signor Putnam, è andato in giro a dire che questo caso è un ricatto senza fondamento alla AEG Live, sì o no?

Putnam: Possiamo avere una sidebar, Vostro Onore?

Giudice: Sì, sidebar.

Panish: Signor Phillips, lei crede che questa sia un’estorsione, giusto?

Phillips: Sì.

Panish: E lei crede che AEG non abbia assolutamente nessuna responsabilità in tutto quello che è successo, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei ha affermato e detto al signor Ortega, quando lui si stava lamentando del signor Jackson, che voi controllate tutti, nello specifico il dottor Murray, perché AEG lo fa, giusto?

Phillips: Perché in quel momento, è ciò che pensavo.

Panish: No, no, signore. Non è forse vero che quando il signor Ortega si stava lamentando del signor Jackson e della sua salute, lei gli disse che AEG controlla tutti, incluso il dottor Murray? Sì o no, signore?

Phillips: Non è una domanda sì o no. Anzitutto, nella sua domanda, Kenny Ortega non si stava affatto lamentando del signor Jackson. Non si stava lamentando. Era…

Panish: Signore… quando il signor… era preoccupato per Michael Jackson.

Putnam: Può finire…

Giudice: Beh… ha finito?

Phillips: Sì.

Giudice: Ok.

Panish: Signore, lei ha mai detto a qualcuno che AEG Live controlla tutti?

Phillips: Ho scritto questo sul dottore, il dottore Conrad Murray, in un’email al signor Ortega, pensavo che era stato controllato… Che lui era stato controllato perché in quel momento pensavo che lo era stato e penso ancora che lo sia stato, fino a un certo livello. Ma vada avanti.

Panish: Signore… lei ha scritto al signor Ortega che il dottor Murray era un dottore di successo, vero?

Phillips: Perché era quello che mi era stato detto.

Panish: E lei ha anche scritto al signor Ortega che AEG controlla chiunque, vero, signore?

Phillips: Sì.

Panish: E QUELLO NON ERA VERO… è così, signore?

Phillips: In retrospettiva… non al 100%, no.

Panish: Ha sentito… Signore, nel suo mondo esiste una cosa simile ad una parziale verità?

Phillips: No… c’è quello che… C’è quello che pensavo in quel momento e quello che sono venuto a sapere dopo.

Panish: Ok, signore... Ha mai sentito parlare di verità, tutta la verità, nient’altro che la verità?

Phillips: Sì, signore.

Panish: Ha appena fatto questo giuramento, signore?

Phillips: Sì.

Panish: Ora signore, la AEG Live è una sussidiaria di totale proprietà dell’Anschutz Entertainment Group, corretto?

Phillips: Questa è la mia comprensione.

Panish: È irragionevole aspettarsi che il Presidente sappia se la sua società sia o meno una sussidiaria di un’altra?

Phillips: Signor Panish, questo potrebbe essere il modo in cui è stata fondata. Sto assumendo che sia questo ciò che è. Non sono sicuro al 100% di come sia caratterizzata la società per il discorso tasse.

Panish: Beh, signore… come Presidente, lei è responsabile dei profitti e delle perdite di AEG Live, non è così?

Phillips: Questo è corretto.

Panish: E, signore… non è forse vero che AEG Live non perde soldi per nessun motivo. Noi siamo business, la nostra essenza è tutta sul fare soldi. Non ha detto questo, signore?

Phillips: Fra le altre cose. Lei sta mettendo le cose fuori contesto. Sì, questa probabilmente è una dichiarazione che ho fatto in alcune interviste.

Panish: Beh, rileggiamo la domanda ed io le chiedo di rispondere alla mia domanda.

Phillips: Ok.

Panish: Se lei abbia mai fatto oppure no questa dichiarazione, signore. Ok?

Phillips: Ok.

Panish: Perciò, risentiamola perfarvore.

*La domanda viene riletta*

Panish: E, signore… non è forse vero che AEG Live non perde soldi per nessun motivo. Noi siamo business, la nostra essenza è tutta sul fare soldi. Non ha detto questo, signore?

Phillips: Sì.

Panish: Lo ha detto alla rivista ‘Forbes’, vero, signore?

Phillips: Probabilmente.

Panish: Quello non era uno degli articoli che lei ha rivisto per prepararsi alla sua testimonianza?

Phillips: No.

Panish: Ok. E signore, quando lei ha detto questo, lei stava parlando dell’affare Live Nation/Ticketmaster, non è così, signore?

Phillips: In quell’articolo, sì.

Obiezione, respinta.

Phillips: È corretto.

Panish: E lei era critico nei confronti della Live Nation per aver speso un’enorme quantità di soldi per fare affari con certi artisti, corretto?

Phillips: Perché loro… ha determinato che i prezzi dei biglietti aumentassero. Sì. La risposta è sì.

Panish: Ok, signor Phillips, se non capisce la domanda, non deve rispondere. Ok…

Phillips: Ok.

Panish: Potrebbe provare a rispondere alle mie domande, perfavore?

Phillips: Sì.

Panish: Ok, e se lei non capisce, va bene, posso chiederglielo di nuovo.

Phillips: Ho afferrato. Capisco.

Panish: Non mi offenderò. Non sempre faccio le migliori domande possibili. Ok…

Phillips: Lo consideri fatto.

Panish: D’accordo. Allora partiamo da qui. Nel 2009, lei era preoccupato per l’enorme disoccupazione che corrodeva le vendite dei biglietti per il This Is It tour di Michael Jackson, corretto?

Phillips: Dovrei vedere l’articolo, non penso che mi stavo riferendo al tour di Michael Jackson.

Panish: Quindi non ricorda di aver detto questo nell’articolo, signore?

Phillips: Dovrei leggere l’articolo, signor Panish.

Panish: Di nuovo, signor Phillips, la mia domanda era: non ricorda di aver fatto questa dichiarazione nell’articolo?

Phillips: Non ricordo l’articolo, signor Panish. Ha fatto di proposito una copia così sbiadita cosicché io potessi a malapena leggerla?

Panish: Sa, potrei dirle con sincerità che non l’ho fatto. Ma questa qui dovrebbe essere migliore, perciò mi lasci usare questa. Comunque la sua è una bella foto.

Phillips: Questa è la cosa più gentile che mi ha detto oggi.

Panish: Me ne dia solo l’opportunità, signor Phillips.

Obiezione: Vostro Onore, facciamo obiezione a questo, non sembra ci sia nella lista delle loro prove.

Panish: Non deve essere nella lista delle prove per rinfrescare la sua memoria, vero?

AEG: Solo finché sia utilizzata per rinfrescarla.

Giudice: Ok.

Panish: Questo le rinfresca la memoria su dove lei discusse nel merito dell’enorme disoccupazione?

Phillips: Sì.

Panish: Ora, signore… La Live Nation nel suo business…

Phillips: Ok, c’è… c’è una parte che parla del tour di Michael Jackson… perché io questo non l’ho letto…

Panish: Io non…

Phillips: Sono solo curioso…

Panish: Purtroppo signor Phillips, io devo fare le domande.

Phillips: Oh, lo so.

Panish: Se lei vuole farmi salire lì sopra, sarei felice che lei mi interrogasse; ma non penso che loro lo permetteranno. Perciò, sarò felice di rispondere a qualsiasi domanda lei voglia chiedermi fuori dal tribunale; ma qui, non mi è permesso fare questo. Ok…

Phillips: Ok.

Panish: Se lei vuole, fuori. Sono felice di rispondere a qualsiasi domanda lei voglia farmi.

Phillips: Capisco.

Panish: Ora, signor Phillips… la Live Nation nel suo business è il numero 1, giusto?

Phillips: Live Nation è il maggior promotore di concerti al mondo, sì.

Panish: Questo è un sì?

Phillips: Questo è un sì.

Panish: Lei si è mai riferito alla Live Nation come ad un gorilla di 400 chili?

Phillips: Molte volte.

Panish: E lei è felice di essere il numero 2, le sta bene questo?

Phillips: Lo adoro.

Panish: Lo adora. E non vuole essere il numero 1, giusto?

Phillips: Vorrei essere piuttosto un numero 2 di maggior successo.

Panish: Quindi, lei non vuole essere il numero 1, corretto?

Phillips: No se significa che perdo soldi, no.

Panish: Lei non vuole essere il numero 1, vuole rimanere il numero 2. Le sta bene questo, giusto?

Phillips: Mi sta bene questo.

Panish: E ha detto al signor Anschutz che lei non vuole essere il numero 1?

Phillips: Non me lo ha mai chiesto, ma se lo facesse, glielo direi.

Panish: Allora il signor Philips Anschutz le ha detto che lui è felice di essere il numero 2?

Phillips: Sì, lui non è nel gioco delle quote di mercato. Si tratta di profitti.

Panish: Quindi la risposta è sì, giusto?

Phillips: Sì.

Panish: Ok, ora signore… lei conosceva il signor Jackson, o Michael Jackson, dalla metà degli anni ’90, quando stava lavorando a delle trattative con LA Gear, è corretto?

Phillips: Sì, per conto di Michael Jackson.

Panish: LA Gear era un’azienda di scarpe, non so se siano ancora sul mercato, lo sono?

Phillips: No, no.

Panish. Ok, e lei ha descritto Michael Jackson come la più grande star del panorama musicale contemporaneo, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei lo ha descritto come un genio e ha detto che non c’è nessun altro intrattenitore come lui nel mondo di oggi, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei sapeva che sarebbe stato un risultato monumentale per AEG Live ingaggiare Michael Jackson, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei sapeva che non sarebbe stato facile farlo perché Michael Jackson non aveva fatto alcun tour in 12 anni circa, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei voleva Michael Jackson da quando AEG aprì l’O2 a Londra nel 2007?

Phillips: Corretto.

Panish: E l’idea con l’O2 è… portiamo la montagna da Maometto, giusto?

Phillips: Sì.

Panish: Penso sia questo il modo in cui lei lo ha descritto.

Phillips: Sì, quella era la nostra strategia.

Panish: Perciò, in altre parole, il signor Jackson… Maometto, sarebbe venuto all’O2 ed il mondo sarebbe venuto da lui e lui non avrebbe avuto bisogno di viaggiare, giusto?

Phillips: Giusto.

Panish: E il mondo sarebbe venuto a vederlo a Londra, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: Questa è stata sempre la sua strategia per ottenere Michael Jackson, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: E questo richiede un artista speciale come  Michael Jackson perché accada, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: Ma il problema che lei incontrò era che le persone che stavano lavorando con il signor Jackson, come Raymone Bain, non voleva avere incontri con lei?

Phillips: No, anzi, il contrario, Raymone, attraverso Peter Lopez, in realtà chiamò John Meglen per avere un incontro.

Panish: Beh, Michael Jackson non voleva andare in tour, vero, signore?

Phillips: All’epoca io non ebbi mai a che fare direttamente con Michael Jackson. Trattai con Peter Lopez e Raymone Bain. E alla fine, lui decise di non andare in tour, questo è corretto.

Panish: Ok, ma Raymone Bain organizzò un incontro nel 2007, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: Ma Michael Jackson non era pronto in quel momento a fare un qualsiasi tour, corretto?

Phillips: Beh, allora perché lei avrebbe organizzato l’incontro?

Panish: Signore, potrebbe rispondere alla mia domanda perfavore?

Phillips: Se l’avessi capita, lo farei.

Panish: Non voglio… Non devo discutere con lei, quindi perfavore, non lo faccia con me, perché poi io lo farò con lei e mi metterò nei guai. Ok…

Phillips: Questo è un incentivo per me, ma vada avanti.

Panish: Voglio dire, anche a me piace… ma ho intenzione… non voglio mettermi nei guai.

Phillips: Posso dire che lei è un pugile.

Panish: Ho provato a non discutere per gran parte di questo tempo ormai, perciò, perfavore,da parte mia le chiedo solo di non fare questo, perché altrimenti comincerò a farlo anch’io. Ok…

Phillips: Ce l’ha fatta, abbiamo un accordo.

Panish: Michael Jackson nel 2007 non disse che non era pronto per andare in tour?

Phillips: Michael Jackson non mi disse mai questo. A dirmelo furono Raymone Bain e Peter Lopez.

Panish: E poi, nel giugno del 2008, Tom Barrack… che era il presidente della Colony Capital, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei conosce il signor Barrack, corretto?

Phillips: Beh, lo incontrai per mezzo di questa cosa, non lo conoscevo…

Panish: La mia domanda era: lei conosce il signor Barrack?

Phillips: Ora lo conosco, sì.

Panish: Ed il signor Barrack è un ottimo amico del signor Anschutz, vero?

Phillips: Sì, credo avessero fatto affari insieme prima.

Panish: Giusto. Ed il signor Barrack ed il signor Anschutz parlarono al cellulare mentre il signor Anschutz era in Africa, corretto?

Obiezione per sentito dire, accolta.

Stessa obiezione. Giudice: “se lui sa, respinta”.

Panish: Lei sa se ebbero oppure no una conversazione telefonica mentre il signor Anschutz era in Africa?

Phillips: Beh… io penso che fosse il signor Barrack in Africa. Non penso che il signor Anschutz fosse in Africa.

Panish: Ok, invertiamo. Il signor Barrack era in Africa. Lui chiamò il signor Barrack dall’Africa per parlare con lui?

Stessa obiezione.

Phillips: Si è confuse di nuovo. Il signor Anschutz era a Denver ed il signor Barrack era in Africa.

Panish: Ho detto questo. Il signor Barrack era in Africa.

Phillips: Giusto.

Panish: Il signor Denver… il signor Anschutz era qui, negli USA.

Phillips: Tom Barrack chiamò Phil Anschutz, non sono sicuro dove lui fosse. Ok…

Panish: Perché loro avevano un rapporto personale?

Obiezione, respinta.

Phillips: Avevano un rapporto d’affari. Non so cosa fosse oltre a questo.

Panish: E questo fu a fine agosto del 2008, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei apprese che la Colony Capital aveva acquistato l’ipoteca sul Neverland Ranch?

Phillips: Sì.

Panish: E sapeva che il signor Barrack era uno dei capi della Colony Capital?

Phillips: Sì.

Panish: Ed il signor Anschutz poi chiamò lei e le disse di incontrarsi con il signor Barrack, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: E poi lei andò negli uffici della Colony Capital, giusto?

Phillips: Sì.

Panish: Il signor Jackson era presente all’incontro?

Phillips: No.

Panish: Qualcuno stava rappresentando il signor Jackson in quell’incontro?

Phillips: No.

Panish: Quell’incontro fu a giugno del 2008?

Phillips: Penso sia stato più tardi… penso sia stato al agosto 2008, questo in base ai miei ricordi.

Panish: Ok. Mi faccia vedere se posso rinfrescarle la memoria, signore. Le mostrerò un reperto.

Phillips: Ok, perciò dev’essere stato giugno.

Panish: Ha visto questo prima d’ora, signore?

Phillips: Sì.

Panish: Rinfresca la sua memoria che l’incontro si tenne a giugno del 2008 e non ad agosto?

Phillips: Credo di sì.

Panish: Ok. Voglio mostrarle questa email. Chi scrisse questa email?

Phillips: Io ho scritto questa email.

Panish: E a chi la stava scrivendo?

Phillips: A Richard Nanula, che credo sia un socio della Colony Capital.

Panish: Ok. Chi altri è in copia in questa email?

Phillips: Un tizio di nome P. Fuhrman, che non sono sicuro chi sia; Tim Leiweke; Paul Gongaware; John Meglen e Rob Hallett.

Panish: Ok. Conosciamo tutti tranne il signor Hallett, chi è?

Phillips: Lui è a capo della AEG Live di Londra.

Panish: Ok, e qual è l’oggetto di quest’email, signore?

Phillips: Era il riepilogo della proposta che noi avevamo fatto a Raymone Bain e Peter Lopez ed io l’avevo estratto per il periodo successivo, ma questo era fondamentalmente un piano strategico che avevo preparato per Michael Jackson.

Panish: Ok, ma c’era un incontro che lei aveva predisposto e nessuno era lì a rappresentare il signor Jackson, corretto?

Phillips: Non a questo punto, no.

Panish: È corretto, signore?

Phillips: Corretto.

Panish: E qui è dove lei disse che Michael Jackson non era uno veloce e un perfezionista assoluto, giusto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei voleva assicurarsi di avere il maggior controllo possibile nel trattare con il signor Jackson, corretto?

Phillips: In riferimento alle sue spese, sì.

Panish: Potrei chiedere che la domanda venga riletta, perfavore?

*La domanda viene riletta*

Phillips: E di nuovo… questo è ciò che scrissi ed io mi stavo… mi stavo riferendo alle sue spese.

Panish: Ok. Ma lei questo non lo scrisse qui, vero, signore?

Phillips: No, ma se lei legge tutta l’email, si capisce.

Panish: Beh, leggiamola signore. È stato lei a scrivere tutta questa email, vero, signore?

Phillips: Sì.

Panish: E lei non scrive cose nelle email che non sono vere, è così, signore?

Phillips: Naturalmente no.

Panish: Sarebbe sbagliato scrivere in un’email qualcosa di falso in un’email, non è così, signore?

Phillips: Se all’epoca io pensavo che fosse vero…

Panish: Ok. Perché non ci legge quello che scrisse, signore?

Phillips: Richard, queste sono solo le mie idee estemporanee soggette a modifiche e ad aggiunte nel momento in cui prepareremo un piano biennale MJ BR e presenteremo un ampio piano di marketing e un budget. Mentre gli aspetti di questo scenario proposto possono essere resi esecutivi prima di queste linee temporali, ti avverto che MJ non è uno veloce ed un assoluto perfezionista, deve essere controllato il più possibile.

Panish: Ok, si fermi qui. Scrisse che doveva essere controllato il più possibile?

Phillips: Sì.

Panish: E in questo momento la Colony Capitaly possedeva l’ipoteca sulla casa del signor Jackson, giusto?

Phillips: Non ho idea di che rapporto ci fosse. Io sapevo che loro l’avevano salvata dal pignoramento rilevando il debito su Neverland dalla Fortress Capital. È tutto ciò che so.

Panish: Il Neverland Rand era l’adorata casa del signor Jackson, vero, signore?

Phillips: Difficile rispondere visto le cose che Michael Jackson mi disse su Neverland, perciò…

Panish: Michael Jackson aveva mai vissuto al Neverland Ranch?

Phillips: Non quando io lo incontrai.

Panish: Perciò non aveva mai vissuto al Neverland Ranch…

Phillips: Oh no… sì, ci aveva vissuto, ma non quando io…

Panish: Non era la mia domanda, signore.

Phillips: Oh, sì, ovviamente ci aveva vissuto.

Panish: La mia domanda era… beh, potrebbe… c’è un problema con le mie domande?

Giudice: Vi state parlando l’uno sull’altro, ciascuno di voi due deve aspettare che l’altro abbia finite di parlare.

Panish: Signore, glielo chiederà di nuovo. Il signor Jackson aveva mai vissuto al Neverland Ranch?

Phillips: Sì signor Panish, ci aveva vissuto.

Panish: Penso che tutti conoscano il mio nome, non è necessario che lo ripeta ogni volta. Colony Capital possedeva l’ipoteca sul Neverland Ranch, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei stava andando ad incontrarli per discutere di un tour del signor Jackson e delle sue idee nel merito, giusto?

Phillips: Corretto, in risposta alla loro richiesta.

Panish: In risposta alle conversazioni del signor Barrack con il signor Anschutz?

Phillips: Corretto.

Panish: E lei scrisse al signor Nanula che il signor Jackson doveva essere controllato il più possibile, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: Lo trova divertente, signore?

Phillips: No.

Panish: Lei stava ridendo?

Phillips: No.

Panish: Pensa che ci sia qualcosa di divertente qui?

Phillips: No. Penso sia tragico. Ma vada avanti.

Giudice: Restano solo un paio di minuti.

Panish: D’accordo. E signore, era sua comprensione che come parte dell’accordo Colony Capital/Neverland, il signor Barrack volesse che il signor Jackson generasse profitti?

Phillips: Quando incontrai…

Panish: La domanda è semplice.

Phillips: Sì, sì.

Panish: Ok, ed il signor Barrack istruì lei a contattare il dottor Tohme Tohme, corretto?

Phillips: In realtà, lo fece il signor Nanula.

Panish: Ok, e lei aveva mai sentito parlare del dottor Tohme Tohme prima?

Phillips: No.

Panish: Lei era… direbbe che lei aveva familiarità con l’industria della musica a quel tempo?

Phillips: Ci stavo lavorando.

Panish: Significa che aveva familiarità con essa, signore?

Phillips: Sì signor… sì. Sì signore.

Panish: Non deve dire nemmeno così, se rispondesse semplicemente un sì o un no, sarebbe grandioso.

Phillips: Ok.

Panish: D’accordo?

Phillips: Sì.

Panish: Ok. Ma lei non aveva mai sentito parlare di questo signore, il dottor Tohme, giusto?

Phillips: No.

Panish: Ed il signor Barrack le disse che il dottor Tohme Tohme era un consulente di Colony Capital e aveva lavorato con loro da anni?

Phillips: Sì.

Panish: Quindi era sua comprensione che questo dottor Tohme Tohme avesse un rapporto di lavoro stretto con la Colony Capital in questo momento, giusto?

Phillips: Sì.

Panish: E sapeva se questo dottor Tohme avesse mai lavorato oppure no con Michael Jackson?

Phillips: Secondo Richard Nanula, lui stava rappresentando Michael Jackson perché Jermaine Jackson era andato dal dottor Tohme per chiedergli di salvare il Neverland Ranch.

Panish: Signore, tutto ciò che io le ho chiesto è: aveva una comprensione se il signor Tohme, o Tohme Tohme, stava lavorando con il signor Jackson? Questo è tutto ciò che le ho chiesto.

Phillips: Sì.

Panish: E quale sarebbe la risposta a questo?

Phillips: Sì.

Panish: Perciò, lei andò all’incontro con la Colony Capital che deteneva l’ipoteca sul Neverland Ranch e loro le dissero di contattare Tohme Tohme, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: Tohme Tohme era un consulente e un socio d’affari di Colony Capital di lunga data, corretto?

Phillips: Corretto.

Panish: E lui stava lavorando anche per Michael Jackson.

Phillips: Sì.

Panish: Lei pensò che ci fosse un certo conflitto d’interessi, signore?

Phillips: No.

Panish: Suppongo che siamo… Purtroppo, per oggi non potrò farle ulteriori domande. Riprenderemo domani. Ma se lei ha qualcosa da chiedermi nel corridoio, sono disponibile.

Phillips: Molto gentile da parte sua.


Fonte: http://teammichaeljackson.com/archives/8741

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page