PROCESSO JACKSONS vs AEG: 22 MAGGIO 2013 - SHAWN TRELL

Ottava settimana - giorno 3: mercoledì 22 maggio 2013

Katherine Jackson è arrivata in tribunale.

Notes kindly given to us by: http://teammichaeljackson.com/ who are reporting from LA Court

Nel 16° giorno di testimonianze, sul banco dei testimoni è salito ancora Shawn Trell, Responsabile dell’Area Legale per la AEG Live e designato in più di 24 aree come la persona più informata degli affari di AEG relativamente al tour This Is It di Michael Jackson. L’avvocato di AEG, Jessica Stebbins Bina, ha ripreso il suo esame incrociato.

ESAME INCROCIATO STEBBINS BINA:

Stebbins Bina: “Signor Trell, se ricordo bene dove ci siamo fermati ieri, stavamo discutendo di un accordo fra la AEG Live, il dottor Tohme Tohme ed il signor Jackson eseguito lo stesso giorno dell’accordo per il tour. E vorrei rimettere su il reperto 2320 e farle solo qualche altra domanda a riguardo”.

Trell: “Ok”.

Stebbins Bina: “E vorrei zoomare il paragrafo n°2. Signor Trell, mi può dire che idea ci fosse dietro questo accordo, secondo il grado di conoscenza che lei ha?”

Trell: “L’idea dietro a questo particolare accordo è che Michael voleva che il dottor Tohme Tohme in tour svolgesse certe funzioni in connessione con esso. Com’è scandito qui, che quei servizi potessero includere quei tipi di cose”.

Stebbins Bina: “Quindi, sono quei servizi scanditi qui nel paragrafo n°2 in quel secondo periodo?”

Trell: “Giusto. ‘Agire come un intermediario con l’Artista, coordinare la pubblicità ed altre attività con l’artista in connessione con il tour e altre faccende. Dare assistenza alla creazione del tour, all’opera creativa connessa al tour, e dare assistenza al coordinamento dei musicisti e dei ballerini e ad altri compiti correlati alla produzione ragionevolmente richiesti dal produttore’”.

Stebbins Bina: “Perciò, il dottor Tohme Tohme era il manager personale del signor Jackson, come ha testimoniato ieri?”

Trell: “Giusto”.

Stebbins Bina: “E questo accordo contemplava che lui svolgesse attività supplementari connesse al This Is It tour?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E lei ha idea se questo fosse l’unico compenso che il signor Jackson avrebbe pagato al dottor Tohme?”

Trell: “Non lo so, no”.

Stebbins Bina: “E vorrei scendere appena al paragrafo successivo, perché lei ieri ha detto qualcosa che mi ha un po’ confuso, su quale fosse il compenso del dottor Tohme e per quale motivo non venne pagato. Quindi, questo paragrafo, è questo il paragrafo nell’accordo che stabilisce come e quando il dottor Tohme doveva essere pagato secondo quanto indicato in questo accordo?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “E lei ieri ha detto qualcosa a riguardo di una condizione precedente. Si trova in questo paragrafo?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Può spiegare cosa fosse ciò di cui lei stava parlando?”

Trell: “La condizione di valore monetario era sancita in piccolo, qui, nella definizione dei termini di produzione. E questo è – questo 2 in piccolo è descritto come la data entro la quale ArtistCo, la Michael Jackson Company, abbia ottenuto l’assicurazione per la cancellazione in una forma e ad un costo approvato dal promotore e il promotore abbia ricevuto prova scritta che noi siamo stati nominati come beneficiari di tale assicurazione in accordo con il paragrafo dell’assicurazione dell’accordo del tour”.

Stebbins Bina: “Perciò, ieri abbiamo guardato l’accordo, e c’era quel paragrafo 13.1 che parlava dell’obbligo del signor Jackson di fornire un’assicurazione per la cancellazione. È lo stesso paragrafo al quale si fa riferimento qui?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Perciò, giusto per essere sicura di averla capita bene, il termine di questo accordo, questo accordo con il dottor Tohme, non iniziò finché non fu ottenuta l’assicurazione per la cancellazione?”

Trell: “Esatto. Quindi, mentre questo accordo venne eseguito a gennaio, non fa scattare la sua sussistenza fino a quando queste condizioni non vengano soddisfatte. E questa particolare condizione qui non venne soddisfatta fino alla fine di aprile”.

Stebbins Bina: “Quindi, anche se questo accordo fu firmato a gennaio, AEG cominciò a pagare il dottor Tohme a gennaio?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “A causa di questo sottoparagrafo qui?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “E poi lei ha detto che l’assicurazione arrivò a fine aprile?”

Trell: “Fu determinata a fine aprile, credo, sì”.

Stebbins Bina: “E quindi a quel punto, se il dottor Tohme avesse svolto quei servizi di management per la produzione come da paragrafo n°2, AEG Live allora avrebbe iniziato a pagarlo?”

Trell: “A condizione che i pagamenti fossero autorizzati da Michael, lo avremmo fatto”.

Stebbins Bina: “E il dottor Tohme stava ancora svolgendo quei servizi alla fine di aprile?”

Panish: “Nessun fondamento”.

Trell: “Non lo so, stava per essere questa la mia risposta, non lo so”.

Stebbins Bina: “Ad un certo punto, voi veniste informati dal signor Jackson che il dottor Tohme non stava più svolgendo alcun servizio per lui?”

Trell: “Sì. Ci avvisò che lui era – noi non eravamo autorizzati a pagare il dottor Tohme in ottemperanza a questo accordo”.

Stebbins Bina: “Quindi, mentre a gennaio il signor Jackson volle questo accordo, a maggio non volle più che il dottor Tohme fosse pagato in connessione al This Is It tour?”

Trell: “È corretto”.

Giudice:  “Posso farle una domanda? Voi lo pagate… se c’è operatività e loro ottengono l’assicurazione, voi lo pagate retroattivamente alla data originaria del contratto? Perciò, voi lo paghereste fin da gennaio o da qualsiasi altro momento fosse stato firmato l’accordo?”

Trell: “Se potessi… che numero è, che ci guardo?”

Stebbins Bina: “Sì… è….”

Panish: “Non riesco a credere che lei non ce l’abbia lì dentro, ha qualunque cosa al mondo lì dentro”.

Stebbins Bina: “È un documento striminzito, potrebbe essere finito sepolto in quel raccoglitore”.

Giudice: “Mi ricorda quando venne firmato?”

Trell: “È datato 24. Fu firmato il 26 gennaio”.

Giudice: “Ok, suppongo che ciò che sto chiedendo è, una volta che loro… assumendo che abbiano ottenuto l’assicurazione, il pagamento di Tohme, supponendo che si sarebbe pagato, sarebbe stato a partire dal 26 gennaio?”

Trell: “D’accordo, ho capito la domanda”.

Giudice: “Bene”.

Trell ha letto i documenti.

Panish: “Che data? Mi scusi, fu firmato il 26?”

Trell: “La data quando fu firmato l’accordo del tour, il 26”.

Panish: “26, ok, grazie”.

Trell: “Vostro onore, credo che la risposta… credo che la risposta sia no. Sarebbe stato pagato a partire dalla data in cui quelle condizioni sarebbero state soddisfatte, perché la definizione del termine di produzione che lei vede nel paragrafo 3 si riferisce al periodo temporale, ‘il successivo 1° febbraio 2009 e la data entro la quale ArtistCo abbia ottenuto l’assicurazione per la cancellazione’. Perciò, il termine di produzione come definito, che è quando queste parcelle sarebbero state pagate, sarebbe iniziato a partire dalla soddisfazione di quella condizione, cosa che avvenne alla fine di aprile”.

Giudice: “Ok, perciò, se Tohme avesse fornito servizi prima di questo, sarebbe stata responsabilità del signor Jackson?”

Trell: “Corretto. Non sarebbe stato un obbligo corrispondergli alcuna somma sotto questo accordo”.

Giudice: “Ok”.

Stebbins Bina: “Grazie. E ci fu un altro accordo eseguito il 26 gennaio, vero?”

Trell: “È corretto”.

Stebbins Bina: “Ok. E vorrei soffermarmi rapidamente su questo, non penso che è uno di cui abbiamo parlato molto, è il reperto 2319. E signor Trell, per risparmiarle la fatica di tirarlo fuori da quel raccoglitore, sto per avvicinarmi con una copia, perché penso che sia terribilmente grosso”.

Trell: “Ok grazie”.

Stebbins Bina: “Andiamo proprio in cima a questo signor Trell, cos’è questo documento?”

Trell: “Si chiama ‘accordo di sviluppo film’”.

Stebbins Bina: “E cosa riguardava questo accordo?”

Trell: “Questo accordo aveva a che fare con un impegno che stavamo prendendo o per entrare in un accordo di sviluppo per un film o per sottoscrivere i costi di un copione che fosse sviluppato da una terza parte”.

Stebbins Bina: “E noi abbiamo sentito che il signor Jackson aveva un interesse per i film. Credo che lei ne abbia parlato ieri. Questo è correlato all’interesse del signor Jackson per un film? Sviluppare un film?”

Trell: “Sì, lui era interessato a sviluppare film. Un’associata AEG Company è nel settore dei film. Michael lo sapeva. Perciò, questo era un accordo stipulato come parte e sezione dell’accordo del tour per seguire questo interesse che lui aveva nello sviluppo di film”.

Stebbins Bina: “Zoomiamo il paragrafo 2. Penso sia sulla pagina successiva… no, è sulla stessa. E ce n’è un po’ di più dopo. Signor Trell, questo è evidentemente un paragrafo molto corposo. Mi può dire solo in generale questo accordo cosa stabilisce di fare rispettivamente per AEG ed il signor Jackson?”

Trell: “Si contemplava di stipulare un accordo separato per lo sviluppo di film, come avevo accennato, che avrebbe incluso lo sviluppo fino a tre progetti di film. Quello che noi sapevamo che all’epoca Michael era interessato a fare era correlato al video di ‘Thriller’, con cui suppongo la maggior parte della gente ha familiarità. In alternativa, contemplava anche che se ci fosse stata una terza parte, una parte non correlata ad AEG, interessata a sviluppare film, noi avremmo anticipato un milione di dollari per lo sviluppo di quel copione”.

Stebbins Bina: “E c’era una data entro la quale il signor Jackson in qualche  modo doveva iniziare a sviluppare a sviluppare il film, e voi avreste contribuito ai costi? Potrebbe voler metter su il paragrafo 3”.

Trell: “Credo fosse il 1° giugno. Sì. Il 1° giugno 2009”.

Stebbins Bina: “E quindi, mi dica cosa stabilisce questo paragrafo. Doveva avvenire entro il 1° giugno 2009?”

Trell: “Beh, entro quella data, voglio dire, penso l’idea fosse che le cose sarebbero andate avanti in una maniera per cui o noi avremmo stipulato un accordo separato con lui, oppure qualcun altro avrebbe sviluppato un copione. Io avevo parlato con persone che lavorano a quel gruppo societario di film al quale ho fatto riferimento. So che loro erano impegnati a vedere se c’era qualcuno interessato allo sviluppo di quel copione. Passato il 1° giugno, loro non avevano identificato nessuno che fosse interessato a portare avanti quel progetto. Perciò, questo contemplava, sa, una data entro cui quelle attività sarebbero avvenute”.

Stebbins Bina: “E quindi, se queste non fossero avvenute entro il 1° giugno, se entro il 1° giugno nessuno fosse stato interessato a sviluppare il film, AEG avrebbe ancora avuto qualche obbligo verso il signor Jackson secondo quell’accordo?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “E venne un momento nel quale voi tentaste di protrarre questa scadenza del 1° giugno per dare al signor Jackson più tempo di sviluppare le sue idee per un film?”

Trell: “Sì. Voglio dire, penso che l’interesse ci fosse ancora da parte del signor Jackson. E so che noi eravamo interessati ad aiutarlo nella realizzazione di ciò che lui voleva compiere qui. Perciò, noi in effetti preparammo un emendamento per questo accordo protraendo la data al 1° ottobre, se ricordo correttamente”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Jackson firmò mai quell’emendamento?”

Trell: “No, fu preparato e fu fornito ai rappresentanti del signor Jackson, ma non ci ritornò mai indietro esecutivo”.

Stebbins Bina: “Perciò questo accordo per i film, mai nulla venne fuori da esso? È questo che mi sta dicendo?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Ma esso era uno dei 3 accordi eseguiti il 26 gennaio tra il signor Jackson e la AEG Live?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Vorrei passare all’idea di… possiamo ritornare all’accordo del tour, che è… l’ho perso adesso. Credo sia il 677. Reperto dei querelanti 677-???. Quindi, alla fine della giornata di ieri, signor Trell, ho promesso che oggi avremmo parlato di più a proposito dell’assicurazione per la cancellazione”.

Trell: “Ok”.

Stebbins Bina: “E voglio rizoomare sul paragrafo 13.1. Signor Trell, ieri lei ha testimoniato, se ricordo correttamente, che questa è una disposizione di cancellazione standard per quanto riguarda l’assicurazione che voi mettete più o meno in ogni contratto quando la AEG Live sta erogando anticipi ad un artista. Lo ricordo correttamente?”

Trell: “Sì, è corretto”.

Stebbins Bina: “E credo che lei abbia testimoniato, quando il signor Panish la stava interrogando, che voi in realtà cominciaste a cercare un’assicurazione per la cancellazione a novembre 2008, giusto?”

Trell: “Io ricordo che la prima volta che contattai Bob Taylor in merito all’assicurazione per la cancellazione fu a novembre del 2008, sì”.

Stebbins Bina: “E a novembre 2008, lei aveva una comprensione riguardo a chi sarebbe andato in ultima analisi l’obbligo di garantire l’assicurazione per la cancellazione?”

Trell: “Sarebbe stato obbligo dell’artista. È stato sempre un obbligo dell’artista, come ho spiegato ieri. Quando vengono fatti anticipi, è sempre obbligo dell’artista garantire questa forma di assicurazione al fine di avere i mezzi per restituire i soldi”.

Stebbins Bina: “Perciò, anche prima che questo accordo fosse firmato, per consuetudine, lei sapeva che questo sarebbe stato un obbligo del signor Jackson?”

Trell: “Esattamente. Per consuetudine e pratica nel settore dell’intrattenimento e nostra, alla AEG Live, sì”.

Stebbins Bina: “E vorrei procedere. Chi beneficia di assicurazioni per mancata apparizione come questa?”

Trell: “Beh, i costi che si devono pagare sono obblighi di pagamento dell’artista. Perciò, noi saremmo ripagati degli anticipi, ma è un obbligo dell’artista. Perciò, ne beneficia ArtistCo”.

Stebbins Bina: “Quindi, se ieri l’ho capita correttamente, AEG Live stava dando al signor Jackson un’ingente somma di denaro in prestito per produrre il tour, è giusto?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “E se per qualche ragione il tour non fosse andato avanti, l’assicurazione avrebbe ripagato AEG Live per quegli anticipi, in modo che l’artista non avrebbe dovuto mettere insieme i soldi per ripagarvi, è…?”

Obiezione di Panish per guida e suggerimenti al testimone, respinta dal giudice.

Trell: “L’assicurazione per la cancellazione, nella misura in cui sia fatto un reclamo contro di essa – di nuovo, che sia per uno spettacolo perso, o un certo numero di spettacoli o per l’intera serie – fino al grado in cui essa risponde, significa fino al punto in cui viene pagata, i nostri diritti nella polizza, significa i diritti di AEG Live nella polizza, esistono solo al livello dei nostri diritti secondo l’accordo per il tour, e sotto l’accordo per il tour, il signor Jackson o ArtistCo, la Michael Jackson Company, era obbligata a ripagarci gli anticipi che avevamo fatto, compresi i costi di produzione”.

Stebbins Bina: “E lei ha anche parlato un po’, quando il signor Panish la stava interrogando, del processo per provare ad ottenere l’assicurazione per il signor Jackson. Adesso vorrei farle delle domande in proposito. Come fece a determinare se il signor Jackson poteva ottenere l’assicurazione per la cancellazione per il This Is It tour?”

Trell: “Contattai un broker che usiamo di volta in volta per ottenere questi tipi di coperture”.

Stebbins Bina: “E chi è questo broker?”

Trell: “Bob Taylor”.

Stebbins Bina: “E qual è la sua società?”

Trell: “Lui lavora per una società chiamata Robertson Taylor”.

Stebbins Bina: “Questa società si trova negli Stati Uniti o altrove?”

Trell: “È a Londra”.

Stebbins Bina: “E lei comunicò con il signor Taylor riguardo all’ottenimento di un’eventuale assicurazione per il tour del signor Jackson?”

Trell: “Giusto. E quello che fa il broker, loro sondano il mercato delle assicurazioni per scoprire…  il termine tecnico usato è quale capacità ci sia nel mercato. Nell’industria dell’intrattenimento, sia l’artista che il promotore possono garantire questo tipo di assicurazione. Perciò da parte nostra, dalla parte della AEG Live, abbiamo questo obbligo relativo agli anticipi, ok, per cui l’artista è obbligato ad ottenere questo tipo di assicurazione. Separatamente, noi possiamo ottenere questo tipo di assicurazione, e a volte lo facciamo, soltanto per i costi di tasca nostra, come spese di marketing, costi di viaggio. Noi abbiamo persone che si spostano. Se gli spettacoli vanno persi, si deve dismettere quel processo, e ci sono pagamenti dovuti e da saldare a queste persone. Allo stesso tempo, da parte dell’artista, hanno i loro propri costi e spese, potenzialmente, e hanno anche profitti che possono fare. Perciò, non è insolito per l’artista ottenere pure questo tipo di assicurazione per assicurare i profitti che loro potrebbero fare in un particolare tour. Come una questione di sforzi della nostra attività o, suppongo, di politica aziendale, noi non facciamo un’assicurazione per la cancellazione al fine di assicurare i profitti anticipati per noi, ma solamente per recuperare i nostri anticipi”.

Stebbins Bina: “Perciò…”

Trell: “Perciò la capacità… con questo voglio dire, c’è una capacità generale disponibile nel mercato, chiamiamola x, qualunque ammontare di dollari sia. Ed è questa x a cui sia l’artista sia il promotore potrebbero accedere potenzialmente per ottenere questo tipo di copertura”.

Stebbins Bina: “E questa x corrisponde ad un certo ammontare di soldi?”.

Trell: “È qualsiasi cifra ritorni dal mercato, sì”.

Stebbins Bina: “E questo mercato è determinato dai promotori di concerti?”

Trell: “È determinato dai tipi di compagnie di assicurazione che sottoscrivono questo tipo di polizza”.

Stebbins Bina: “E lei ha detto che il signor Taylor era un broker. La sua società è separata dalla AEG Live?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ed è separata anche dalle compagnie di assicurazione?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E lui fa accordi tra gli artisti, i promotori di concerti e le compagnie di assicurazione? Questo è…”

Trell: “È un modo corretto di dirlo, sì”.

Stebbins Bina: “E lei lavorò solo con il signor Taylor oppure lavorò anche con qualcun altro della parte del signor Jackson in queste conversazioni?”

Trell: “Beh, di nuovo, dal momento che era un obbligo di ArtistCo, io lavorai con Dennis Hawk per assicurare questa copertura. Dovrei dire che non è insolito da parte dell’artista avere un promotore che lo assista ad ottenere questo tipo di copertura per due ragioni. Numero uno…”.

Panish: “Scusatemi, ho intenzione di fare obiezione. Non è una risposta attinente. La domanda era: ha lavorato con qualcun altro?”

Giudice: “Accolta”.

Panish: “Deve rispondere alla domanda”. Accolta dal giudice.

Stebbins Bina: “Quindi lei ha lavorato con il signor Hawk?”

Trell: “Ho lavorato con il signor Hawk, sì”.

Stebbins Bina: “Ed è comune o insolito per lei lavorare con qualcuno del personale dell’artista per ottenere l’assicurazione per cancellazione?”

Trell: “Ok, non è affatto insolito per due ragioni: numero 1, se è vero che è un obbligo di ArtistCo, la polizza è soggetta alla nostra approvazione. Evidentemente essa è finalizzata a restituirci gli anticipi. Perciò, noi dobbiamo essere soddisfatti della polizza. La quota dell’assicuratore, la forza della polizza. Quindi, numero 1, è soggetta prima alla nostra approvazione. E, numero 2, spesse volte, l’avvocato dell’artista, che è la persona con cui io ho più a che fare, chiede semplicemente che siamo noi ad occuparcene, in modo che non sia lui o lei a doverlo fare. Loro sanno che siamo noi, comunque, a dover essere soddisfatti della forza della polizza, quindi è semplicemente un’incombenza in meno per loro. Perciò, non è affatto una cosa insolita”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Taylor tornò mai da lei per dirle se l’assicurazione per il signor Jackson era disponibile ed in quale importo?”

Trell: “Lui disse che la capacità era pari a 17.500.000 di dollari”.

Stebbins Bina: “Prima di questo punto, penso sia stata una cattiva domanda perché le ho chiesto di fare un piccolo salto temporale”.

Trell: “Ok”.

Stebbins Bina: “Lei ebbe una comprensione riguardo a se il signor Taylor stava trovando facile o difficile trovare un’assicurazione per il signor Jackson?”

Trell: “Inizialmente, ebbe veramente difficoltà. A quanto pare, quando lui sondò i suoi mercati di riferimento, i primi segnali non erano affatto forti, se non addirittura inesistenti. C’era molta agitazione come risultato degli articoli dei giornaletti scandalistici che stavano riportando sulla salute di Michael. In particolare, ricordo che lui fece riferimento a qualcosa in merito al cancro alla pelle, che comparve in un giornale scandalistico nel Regno Unito”.

Stebbins Bina: “Che lei sappia, signor Trell, il signor Jackson aveva davvero un cancro alla pelle?”

Trell: “Non che io sappia, no”.

Stebbins Bina: “Ricorda di un assicuratore preoccupato perché i giornali scandalistici dicevano che il signor Jackson aveva un cancro alla pelle?”

Trell: “Loro sono assicuratori, quindi sottoscrivono un’assicurazione su qualsivoglia criterio utilizzino. Ovviamente questo include la storia delle cancellazioni di un particolare artista e qualsiasi altra informazione per loro disponibile sulla salute dell’artista. E per cose come queste, se loro ne sono a conoscenza, e loro evidentemente lo erano, avrebbero ottenuto risposte ed informazioni”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Taylor fece a lei e al signor Hawk una qualunque raccomandazione riguardo a un modo per ottenere che gli assicuratori si sentissero più a loro agio con l’idea di assicurare il signor Jackson?”

Trell: “Si pensò che fosse utile, alla luce di quello che si riportava, avere una visita medica compiuta perché poi lui potesse riportare quella relazione, quella relazione medica che aveva degli esiti, nel mercato”.

Stebbins Bina: “E lui raccomandò qualche dottore in particolare per quella visita medica?”

Trell: “Mi indirizzò ad un dottore che lui mi riferì come medico preferito dalla Lloyd’s, un dottore di New York di nome Slavit”.

Stebbins Bina: “E lei capì che il signor Taylor raccomandasse il dottor Slavit come persona per effettuare quella visita medica?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Bene. Ora, l’avvocato dei querelanti ieri le ha chiesto se il signor Hawk sia mai stato coinvolto direttamente nelle conversazioni via email con il signor Taylor. Vorrei rimettere su il uno dei loro reperti… in effetti, il reperto dei querelandi ???-14”.

Panish: “Gli è stato mostrato ieri?”

Stebbins Bina: “È uno che lei gli ha presentato ieri”.

Panish: “Perciò, questo fa parte delle prove?”

Stebbins Bina: “Sì”.

Panish: “Ok. Vada avanti”.

Stebbins Bina: “Chi c’è in questa catena di email, signor Trell?”

Trell: “Questa email è inviata a Dennis Hawk e a me da Bob Taylor l’8 gennaio 2009”.

Stebbins Bina: “Perciò di fatto il signor Taylor ebbe delle comunicazioni email direttamente con il signor Hawk?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E vorrei andare alla prima email di questa catena. In essa ci sono 4 pagine in realtà, 677-18. Veramente, torniamo a una, la 17. Signor Trell, può spiegare cos’è questa email, ricorda?”

Trell: “Sì, è un’email da parte mia a Bob Taylor il 7 gennaio 2009 in cui io gli sto passando i contatti dell’avvocato del signor Jackson, Dennis Hawk”.

Stebbins Bina: “E questo fu prima – se noto correttamente la data – prima che fosse eseguito l’accordo con il signor Jackson?”

Trell: “Approssimativamente 3 settimane prima, sì”.

Stebbins Bina: “Perciò, prima che fosse firmato l’accordo, lei ed il signor Taylor avevate già discusso dell’assicurazione per la cancellazione?”

Trell: “Sì, perché ci eravamo già scambiati bozze di documentazione, e quella disposizione e quella richiesta erano già contenute in quelle bozze dalla prima bozza in poi”.

Stebbins Bina: “E poi mi piacerebbe guardare l’email successiva di questa catena. Se lei vuole andare in cima ad essa, penso cominci qui. Signor Trell, sarebbe utile se le riportassi su questo documento, visto che ha un certo numero di pagine?”

Trell: “Certamente, va bene. Grazie”.

Stebbins Bina: “Possiamo zoomare su uno di questi primi due paragrafi? Primi 3 paragrafi. Perciò, a chi è indirizzata questa email?”

Trell: “Questa è un’email dal signor Taylor a Dennis Hawk e a me il 7 gennaio 2009”.

Stebbins Bina: “Ok, e questa riguarda una potenziale assicurazione fisica che… quella di cui ha appena parlato?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E quale fu la raccomandazione del signor Taylor secondo questa email?”

Trell: “Sta raccomandando in questo terzo paragrafo qui che : ‘all’artista sarà chiesto di sottoporsi ad una visita medica con un dottore accettato e fidato da parte loro’. Loro è riferito agli assicuratori”.

Stebbins Bina: “E dice che tipo di visita lui si aspettava che fosse questa?”

Trell: “Lui disse che sarebbe stata ‘una visita completa che avrebbe coinvolto un questionario, così come analisi del sangue e dell’urina”.

Stebbins Bina: “Se lei può girare alla pagina seguente… questo è il dottore che io penso lei abbia testimoniato ieri che il signor Taylor raccomandò?”

Trell: “Sì, il dottor Slavit”.

Stebbins Bina: “Adesso, lei aveva qualche preoccupazione riguardo ai costi per l’utilizzo del dottor Slavit?”

Trell: “Beh, come ho testimoniato in precedenza, avevo solo… chiesi perché era necessario avere un dottore di New York che volasse qui. Penso ci siano ottimi ospedali qui a Los Angeles, e dottori rinomati nel mondo. Perciò, stavo domandando della necessità di sostenere quella spesa in connessione a questa visita”.

Stebbins Bina: “E possiamo mettere su un’altra email che l’avvocato dei querelanti ha mostrato ieri, che è la 677-??. Questa è breve, perciò se lei ha bisogno che gliel’avvicini, va bene”.

Trell: “No, va bene”.

Stebbins Bina: “Ricorda di averla vista ieri?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ora, ieri il signor Panish le ha chiesto se da qualche parte, in questa email, lei disse di essere preoccupato dei costi perché sarebbero ricaduti sul signor Jackson. Ricorda questo?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E ricorda lei cosa gli ha risposto?”

Trell: “Beh, questa email non si riferisce a Michael Jackson, ma ovviamente la mia consapevolezza su chi in ultima analisi la spesa della fornitura e di chi ne aveva l’obbligo sarebbe ricaduta era l’artista”.

Panish: “Sono suoi commenti. Di nuovo, la risposta non è attinente alla domanda, che era…”

Giudice: “Accolta”.

Stebbins Bina: “Vostro Onore, io penso che in realtà la risposta fosse attinente. Io gli ho chiesto se ricordava cosa aveva detto al signor Panish, ed io credo che lui abbia riaffermato ciò che ha detto ieri al signor Panish”.

Giudice: “Rifacciamola, allora”.

Stebbins Bina: “D’accordo. Signor Trell, sto semplicemente cercando di scoprire perché… mi faccia vedere se posso chiederglielo in un altro modo. A partire dal 9 gennaio 2009, lei ebbe una comprensione riguardo a se questo sarebbe stato un costo per il signor Jackson o un costo per la AEG Live?”

Trell: “Sì, per le ragioni che ho spiegato, di consuetudine e pratica, e conoscendo cosa le nostre bozze di accordo avevano già affermato, e cosa i nostri accordi per i tour affermano sempre, sarebbe stato un obbligo di ArtistCo”.

Stebbins Bina: “Ed era qualcosa che lei ed il signor Hawk avevate già discusso?”

Trell: “Sì, avevamo già scambiato bozze di accordo per quella data”.

Stebbins Bina: “Perciò, anche se lei non lo dice qui in questa email, nella sua mente, penso che ieri abbia testimoniato, era acquisito?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Andiamo a quest’altro reperto. Signor Trell, alla fine fu stabilito per il dottor Slavit che esaminasse il signor Jackson?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E vorrei zoomare su questa prima email di questa catena. Comincia a pagina 1 e prosegue a pagina 2. Signor Trell, ricorda questa email a cosa si riferisce?”

Trell: “Beh, questa è un’email da parte mia a Bob Taylor il 25 gennaio. Si riferisce ad una discussione che Randy Phillips ebbe con qualcuno dell’entourage di Michael Jackson e si richiese che Bob Taylor fornisse a Dennis Hawk, l’avvocato di Michael, il curriculum del dottor Slavit. E lo si informava anche che il dottor Slavit avrebbe dovuto firmare un accordo di confidenzialità”.

Stebbins Bina: “E sarebbe stato un accordo di confidenzialità correlato alle cartelle cliniche del signor Jackson, o cosa capì lei?”

Trell: “Penso si trattasse di un accordo di confidenzialità correlato a qualsiasi cosa fosse la sostanza della visita medica che doveva avvenire, e anche a qualsiasi cartella clinica o informazione specifica di Michael Jackson sarebbe stata fornita al dottor Slavit”.

Stebbins Bina: “E lei ha una qualche idea riguardo a se il signor Taylor spedì effettivamente il curriculum del dottor Slavit al signor Hawk?”

Trell: “Lo fece”.

Stebbins Bina: “E il dottor Slavit finì per eseguire la visita medica a Michael Jackson?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ricorda quando avvenne questo?”

Trell: “Credo fosse il 4 febbraio”.

Stebbins Bina: “Ora, lei vide mai gli esiti della visita del dottor Slavit a Michael Jackson?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perché no?”

Trell: “Non riceveremmo mai gli esiti di una visita medica in questo contesto. Non è mai successo, e nemmeno qui in questa particolare questione”.

Stebbins Bina: “Ci sono altri tour ai quali avete partecipato in cui dei dottori hanno eseguito delle visite mediche?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E ha mai visto gli esiti delle cartelle cliniche del paziente, delle cartelle cliniche dell’artista?”

Trell: “Mai”.

Stebbins Bina: “Le fu detto qualcosa degli esiti di quella visita?”

Trell: “Bob Taylor…”.

Panish: “Obiezione per hearsay (informazione di seconda mano, ndt)”.

Giudice: “Chieda solo sì o no?.

Stebbins Bina: “Le fu detto qualcosa?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Vostro Onore, penso sia un’eccezione alla regola dell’obiezione per hearsay perché si riferisce alla cognizione relativa a quali fossero le condizioni fisiche del signor Jackson, che è collegata ad una serie di questioni che si disputano in questo caso”.

Giudice: “Mi lasci sentire la domanda”.

Stebbins Bina: “Il signor Taylor le disse se la visita medica era stata superata oppure no?”

Giudice: “Ok, respinta, può rispondere”.

Trell: “Le parole esatte che mi disse il signor Taylor: ‘A parte un leggero caso di febbre da fieno, l’ha superato a pieni voti”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Taylor mai… ricorda se le inviò mai per email qualcos’altro riguardo ai risultati della visita medica?”

Trell: “Potrebbe ripetere la domanda, perfavore?”

Stebbins Bina: “Sa se il signor Taylor mai… lei ha detto che lui la chiamò. Le mandò mai un’email? Se lo ricorda?”

Trell: “Potrebbe aver detto la stessa cosa in un’email. Non ricordo nello specifico”.

Stebbins Bina: “Vorrei proiettare, solo per il testimone ed i legali dei querelanti, il reperto dei querelanti 2344, e vedere se questo le rinfresca la memoria”.

Trell: “Ok. Sì, mi rinfresca la memoria”.

Stebbins Bina: “Il signor Taylor le mandò mai un’email?”

Trell: “Inviò a me e al signor Gongaware qualcosa per email relativo alla polizza di assicurazione per la cancellazione che in parte fa riferimento alla visita medica”.

Stebbins Bina: “Ha una comprensione riguardo a se fu fatto al signor Jackson un’analisi del sangue durante la visita del dottor Slavit?”

Trell: “Questa è la mia comprensione”.

Stebbins Bina: “Quindi la sua comprensione era che ci fosse stata o no?”

Trell: “Che ci fosse stata. Fu fatta un’analisi del sangue durante questa visita, sì”.

Stebbins Bina: “Perciò, quando il signor Taylor la informò che il signor Jackson l’aveva superata a pieni voti, lei capì che non aveva superato solo la visita, ma anche l’analisi del sangue?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Ha mai portato a termine l’ottenimento dell’assicurazione per mancata apparizione per il tour This Is It?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Credo lei abbia detto che fu ottenuta a fine aprile?”

Trell: “Credo sia stata vincolata a fine aprile, sì. Forse il 24 aprile”.

Stebbins Bina: “Ok. E quanta copertura procurava?”

Trell: “Procurava 17 milioni e mezzo di dollari”.

Stebbins Bina: “Vorrei guardare la polizza dell’assicurazione”.

Trell: “Ok”.

Stebbins Bina: “Che è il reperto della difesa 11,287. Lo metta su per gli avvocati, prima”.

Panish: “11,287? Ok, proceda”.

Stebbins Bina: “Signor Trell, riconosce questo documento?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Cos’è?”

Trell: “È l’assicurazione per mancata apparizione di cui stavamo giusto discutendo, insieme ad una fattura relativa al pagamento del premio associato alla stessa”.

Stebbins Bina: “Ora, qui, in cima, dice ‘AEG Live, LLC, e/o la Mark Jones Company, LLC’. Chi è la Mark Jones Company?”

Trell: “Corretto. In ordine… a causa dell’alto profilo di Michael Jackson, per evitare che questa faccenda che era stata cercata una polizza diventasse pubblica, gli assicuratori utilizzarono questo nome sostituto per Michael Jackson”.

Stebbins Bina: “E questo è qualcosa che lei aveva mai visto prima per le polizze di assicurazione delle celebrità, in mancanza di una parola migliore?”

Trell: “Non l’avevo mai visto questo prima, no. Penso fosse ancora un altro elemento associato alle storie sui giornali scandalistici dell’epoca”.

Stebbins Bina: “Quindi questa è l’unica volta in cui lei ha visto l’uso di uno pseudonimo come questo?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Vorrei passare alla pagina 4. Signor Trell, secondo la sua comprensione cos’è questa pagina?”

Trell: “Questa pagina scandisce i dettagli della copertura, se vuole”.

Stebbins Bina: “Perciò, è una sorta di riassunto del resto?”

Trell: “È giusto, sì. Un riassunto”.

Stebbins Bina: “E cos’è un assicurato sotto una polizza di questo tipo?”

Trell: “Un assicurato è… è il termine tecnico usato dal particolare assicuratore che stipula questa polizza. Sarebbe l’equivalente di… beneficiario sarebbe un’altra parola a cui più persone farebbero riferimento”.

Stebbins Bina: “Quindi il beneficiario è quella persona che riceve tutti i proventi dalla polizza?”

Trell: “Corretto, sì”.

Stebbins Bina: “Allora, chi erano gli assicurati sotto questa polizza?”

Trell: “Ce n’erano due. La AEG Live e la Michael Jackson Company, LLC”.

Stebbins Bina: “E dice: ‘per i loro rispettivi diritti ed interessi’. Può spiegarmelo?”

Trell: “Giusto. È quello che accennavo prima, per i loro rispettivi diritti e interessi. Sarebbero i diritti e gli interessi in base all’accordo per il tour, perciò, nel nostro caso è il diritto di recuperare gli anticipi. Se fosse stata pagata qualunque somma eccedente quegli obblighi, questa sarebbe andata alla Michael Jackson Company, LLC”.

Stebbins Bina: “E quindi chi è la persona coperta da assicurazione, o cos’è la persona coperta da assicurazione? Cosa significa?”

Trell: “Significa la persona su cui la polizza effettivamente è scritta”.

Stebbins Bina: “Quindi la persona per cui, se succede qualcosa nel suo tour, entra in effetto la sua polizza per cancellazione?”

Trell: “Giusto. Associato a questo tipo di polizze c’è l’artista, sì”.

Stebbins Bina: “E Mark Jones è Michael Jackson?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Vorrei andare alla fine della pagina, qui, dice: ‘limite di indennità’. Cos’è?”

Trell: “Quello è l’importo della copertura dell’assicurazione. È l’importo massimo della copertura disponibile sotto questa polizza, 17 milioni e mezzo di dollari”.

Stebbins Bina: “E lei sapeva se a partire dal 24 aprile 2009 c’era una qualsiasi maggiore copertura disponibile per questo tour in particolare?”

Trell: “Secondo la mia conoscenza, non c’era nessun’altra copertura o capacità disponibile per questo tour”.

Stebbins Bina: “Ok. E poi vorrei andare dove dice: ‘condizioni supplementari’. Cos’è questa pagina signor Trell?”

Trell: “È un proseguimento dei termini e delle condizioni della polizza con maggiori dettagli”.

Stebbins Bina: “E cosa sono le ‘condizioni supplementari’?”

Trell: “Queste sono le condizioni in base alle quali è scritta la polizza. I termini e le condizioni di un accordo, in sostanza”.

Stebbins Bina: “Capito. E di cosa parla questo paragrafo?”

Trell: “Ok. Questa particolare polizza fu scritta sulla base di quello che è chiamato ‘ammontare in diminuzione’. È un mio termine, come lo chiamo io. Perciò, fu presentato un budget alla compagnia di assicurazione, e sulla base di quel budget, nel momento in cui veniva conseguito un guadagno sui primi 13 spettacoli, ok? i 17 milioni e mezzo di dollari sarebbero andati a diminuire. Perciò, come noi recuperavamo i nostri anticipi, l’ammontare della copertura sotto questa polizza di conseguenza sarebbe diminuito in proporzione”.

Stebbins Bina: “Perciò, di nuovo, era questa l’idea che lo scopo dell’assicurazione era recuperare gli anticipi?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “E quindi, una volta che gli anticipi in questo caso fossero stati recuperati, la polizza sarebbe calata?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Cosicché non debba essere più pagata?”

Trell: “Decresce sempre di più, è corretto”.

Stebbins Bina: “Ok, andiamo al titolo ‘rischio’. Cosa sono i rischi sotto una polizza di assicurazione per cancellazione? Cosa sono i rischi?”

Trell: “Il rischio è una parola usata per descrivere una circostanza della quale la polizza potrebbe rispondere, che un reclamo potrebbe essere fatto contro la polizza”.

Stebbins Bina: “Perciò, questi sono i rischi a cui questa polizza si applica?”

Trell: “Sono i tipi di rischio coperti dall’assicurazione”.

Stebbins Bina: “E quelli scritti qui sono quelli comuni nelle polizze per cancellazione?”

Trell: “Sì, questi sono i rischi comuni o tipici in una polizza di questa natura, sì”.

Stebbins Bina: “Può semplicemente passare in rassegna ciascuno di essi brevemente, spiegando cosa sono?”

Trell: “Certamente. Il primo rischio è il rischio di morte. Il secondo è il rischio di incidente o malattia. E questo dovrà essere spiegato ulteriormente”.

Stebbins Bina: “Giusto”.

Trell: “Ok. Il prossimo è il rischio di ritardi di viaggio. Voglio dire, questo è un tipico rischio coperto. Sa, un artista che passa da uno spettacolo all’altro, se lì succede qualcosa, le cose che possono accadere in una particolare sede, questo potrebbe sollevare un reclamo per mancata apparizione. Condizioni climatiche avverse è un rischio che c’è sempre. Se si tratta di uno spettacolo all’aperto, c’è sempre una disposizione di questo tipo. Poi, il rischio, che ovviamente non si applica qui, di casi di lutto nazionali, che potrebbe sollevare un reclamo di mancata apparizione”.

Stebbins Bina: “Cosa sarebbe un lutto nazionale?”

Trell: “Oh, voglio dire, sarebbe un evento significativo. Questo succede quando… voglio dire, tutti noi sapevamo dov’eravamo l’11 settembre. E tutti gli eventi sportivi, i concerti, e tutto il resto furono cancellati come conseguenza. Quello sarebbe un caso di lutto nazionale”.

Stebbins Bina: “Capito. E poi ‘altri rischi’. Cosa dice a proposito di altri rischi?”

Trell: “È come qualcosa che raccoglie tutto. Sarebbe coperto ‘qualsiasi altro rischio non elencato in questa sezione, e non specificamente limitato o escluso altrove in questo documento’”.

Stebbins Bina: “Ora, lei ha detto che il rischio di incidente e malattia doveva essere spiegato ulteriormente, e arriverò a questo adesso. In realtà, questa polizza a far data dal 24 aprile 2009 prevedeva la copertura per malattia?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Torniamo alle condizioni supplementari. Guardiamo la condizione supplementare n°2. Signor Trell, può spiegare qual è questa condizione supplementare e cosa vuol dire?”

Trell: “Sta a determinare che è coperto solamente il rischio di incidente e che il rischio di malattia non sarebbe stato coperto fino a quando non fossero state soddisfatte le seguenti condizioni: ‘che gli assicuratori abbiano preso visione e approvato la relazione medica che sarà fatta a Londra e che un assicuratore, un rappresentante degli assicuratori, abbia l’opportunità di partecipare ad una sessione di prove che avrà luogo a Londra”.

Stebbins Bina: “Perciò…”

Trell: “La soddisfazione di queste due cose sarebbe stata necessaria per avere il rischio di malattia aggiunto come rischio coperto da questa polizza”.

Stebbins Bina: “Perciò di quel rischio coperto al punto 2, solo la metà, per la parte relativa all’incidente, era effettiva a questo punto?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Vorrei anche dare un’occhiata ad alcune esclusioni da questa polizza. Cosa sono queste esclusioni in generale, signor Trell?”

Trell: “Le esclusioni da una polizza sono circostanze che, se si verificano, determinerebbero la mancata risposta della polizza”.

Stebbins Bina: “Cosa vuole dire?”

Trell: “Voglio dire che questo tipo di cose stabilite qui in questa pagina non sarebbero state coperte sotto questa polizza”.

Stebbins Bina: “Perciò, se al contrario qualcosa fosse un rischio coperto, queste sono come delle eccezioni ad esso?”

Trell: “È un altro modo di dirlo, sì”.

Stebbins Bina: “Non ho a che fare con le assicurazioni molto spesso”.

Trell: “Sì, è accurato”.

Stebbins Bina: “Vorrei dare un’occhiata all’esclusione 7.5. Cos’è questa?”

Trell: “Questa è una tipica, consueta esclusione standard che ha a che fare con il possesso illegale o l’assunzione illegale di droghe e i loro effetti”.

Stebbins Bina: “Perciò, è giusto dire che non si può usare l’assicurazione per la cancellazione a copertura di un artista che è morto, diciamo, di overdose di eroina?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “O di qualsiasi altra droga illegalmente detenuta e assunta?”

Trell: “Se rientra in quel parametro, sì”.

Stebbins Bina: “Perciò, la AEG Live non può andare là fuori ed ottenere una polizza per proteggersi da un artista che usi droga in modo illegale ed illecito?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Perciò… suppongo che ciò che sto dicendo è, questa polizza non affronterebbe quel problema?”

Trell: “Può ripetere la domanda… cosa intende per quel problema?”

Stebbins Bina: “Giusto. Questa polizza non coprirebbe… in altre parole,suppongo che ciò che sto cercando di dire, voi non potreste andare là fuori per ottenere una polizza per un artista che voi pensate abbia un problema di uso di droghe illecite?”

Trell: “Naturalmente no. Non corrisponderebbe, e questa è un’esclusione in ogni polizza per mancata apparizione che ho visto”.

Stebbins Bina: “Possiamo andare alla pagina 20? Ci può dire cos’è questa pagina?”

Trell: “Questa è, è chiamata ‘estensione alle persone nominate’. Significa che questa polizza si estende alle persone elencate qui, se qualcosa di stabilito qui dovesse succedere a loro”.

Stebbins Bina: “Perciò, qui in questa polizza è nominata una persona supplementare?”

Trell: “C’è il dottor Tohme Tohme”.

Stebbins Bina: “Quindi questo vuol dire che se il dottor Tohme si fosse ammalato,e questo avrebbe causato la cancellazione di uno spettacolo, la polizza avrebbe coperto pure lui?”

Trell: “Beh, significa che se… andiamo giusto alla prima cosa elencata qui, la morte di, questo vorrebbe dire che se il dottor Tohme fosse morto, e l’artista ne fosse rimasto sconvolto al punto da non riuscire ad eseguire lo spettacolo, quella cancellazione sarebbe ricaduta nella copertura fornita da questa polizza”.

Stebbins Bina: “C’era qualche altra ragione che lei sappia per pensare che il dottor Tohme avesse probabilità di morire?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Lei sa se il signor Jackson o gli avvocati del signor Jackson abbiamo mai considerato di aggiungere qualche altra persona supplementare a questa ‘estensione alle persone nominate’?”

Trell: “Non so cosa abbiano considerato. Io… questo viene da loro, perciò presumo che abbiano fatto le loro considerazioni”.

Panish: “Beh, chiedo che non venga messa a verbale. Nessun fondamento. ‘Presumo, considerato’, lui non lo sa”.

Giudice: “La risposta è rimossa. Chiama in causa la speculazione”.

Stebbins Bina: “Signor Trell, le persone aggiunte alla polizza, erano persone aggiunte dalla AEG Live o venivano dalla parte del signor Jackson?”

Trell: “Venivano da Dennis Hawk, l’avvocato del signor Jackson, sì”.

Stebbins Bina: “Quindi AEG Live non ebbe nulla a che fare con l’aggiunta del dottor Tohme alla polizza?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Era tutto ciò che volevo chiederle”.

Trell: “Ok”.

Stebbins Bina: “Bene, ora, come abbiamo visto, la polizza non copriva il signor Jackson per malattia a far data dal 24 aprile 2009, è corretto?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “E lei cercò di ottenere la pianificazione della seconda visita medica prevista dall’assicurazione così da poter concretizzarne la copertura?”

Trell: “Sì. Infatti, la seconda visita era programmata per il 6 luglio”.

Stebbins Bina: “Pensavate che il signor Jackson avrebbe superato la seconda visita il 6 luglio?”

Trell: “NON AVEVAMO NESSUNA RAGIONE PER CREDERE CHE NON L’AVREBBE SUPERATA. Noi avevamo un’idea degli esiti del primo esame medico”.

Stebbins Bina: “Ora, mi permetta di chiederle qualcosa di diverso. I costi della produzione, gli anticipi per la produzione, superarono mai i 17 milioni di dollari?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E nel suo settore, si preferisce avere un’assicurazione per la cancellazione che sia superiore o inferiore agli anticipi erogati?”

Trell: “Generalmente li si predisporrebbe in modo che fossero equivalenti”.

Stebbins Bina: “In modo che, se ci fosse qualche cancellazione, nessuna di esse risulterebbe non assicurata?”

Trell: “L’importo dell’assicurazione sarebbe uguale all’importo degli anticipi”.

Stebbins Bina: “Ed era possibile questo dal 24 aprile 2009?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perciò, dopo il 24 aprile 2009, lei fece qualche sforzo per vedere se poteva aggiungere una copertura supplementare in modo da far corrispondere quei due importi?”

Trell: “Avevo delle conversazioni in corso con Bob Taylor di tanto in tanto, solo per vedere se c’era stato qualche cambiamento nel mercato riguardo alla potenziale capacità di assicurare questo tour, in modo particolare alla luce della prima visita medica”.

Stebbins Bina: “E questo per lei sarebbe qualcosa di insolito da fare? Provare a far corrispondere gli anticipi ed il premio dell’assicurazione?”

Trell: “Sì, molto insolito”.

Stebbins Bina: “È insolito da fare?”

Trell: “Nel senso che, non riesco a pensare ad altre circostanze in cui sia avvenuto questo”.

Stebbins Bina: “Perché in altre circostanze, gli anticipi corrispondono già o lei non se ne preoccupava?”

Trell: “L’importo disponibile per la copertura era sufficiente a coprire gli anticipi”.

Stebbins Bina: “Capito. Quindi, in tutte le altre circostanze, lei ha avuto una situazione in cui è riuscito ad assicurare l’intero importo da subito?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Mentre in questo caso, non era stato disponibile?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Quindi lei, di tanto in tanto, stava tentando di ottenere una copertura maggiore?”

Trell: “Semplicemente domandando se c’era un qualunque modo per colmare il divario, sì”.

Stebbins Bina: “Stava facendo quelle domande perché era preoccupato per la salute o il benessere del signor Jackson ?”

Trell: “No. Stavo solo cercando di colmare il divario tra costi e spese”.

Stebbins Bina: “E lei fece queste domande durante tutto questo periodo, o solo certe volte?”

Trell: “Di tanto in tanto”.

Stebbins Bina: “E riuscì mai ad ottenere una maggiore copertura?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Vorrei mostrarle il reperto 8447. Mettiamolo su giusto per un momento per il testimone e l’avvocato dei querelanti”.

Panish: “Questo è nel nostro libro, qui?”

Stebbins Bina: “Dovrebbe esserci. 8447”.

Panish: “Ok, grazie”.

Stebbins Bina: “Penso che potremmo aver trattato una versione di questa email. Non ne sono sicura”.

Panish: “Io no, ma proceda”.

Stebbins Bina: “Mentre aspettiamo, signor Trell, lei aveva una comprensione riguardo al perché non fosse disponibile nessuna copertura supplementare?”

Trell: “La comprensione è perché nel mercato gli assicuratori non erano disposti ad offrire di più, alla luce delle preoccupazioni che avevano, che continuavano ad avere, a causa di quello che riferivano i media”.

Stebbins Bina: “Qualche obiezione al documento?”

Panish: “No”.

Il reperto della difesa 8447, una catena di email, è stata contrassegnata e ricevuta come reperto.

Stebbins Bina: “Procediamo mettendo su il reperto 8447. Voglio chiederle in merito alla seconda email di questa catena. Questa è un’email proveniente dal signor Taylor. E credo che lei signor Trell abbia detto ad un certo punto che il dottor Murray venne coinvolto nelle comunicazioni con il signor Taylor?”

Trell: “È corretto”.

Stebbins Bina: “Come accadde questo, se lo sa?”

Trell: “Kathy Jorrie, che stava lavorando al contratto da libero professionista del dottor Murray, chiese se lui poteva essere in una posizione tale da aiutare a raccogliere le cartelle cliniche del signor Jackson degli ultimi 5 anni, che era ciò che l’assicurazione stava richiedendo”.

Stebbins Bina: “E quella storia clinica era necessaria per ottenere la polizza per la cancellazione?”

Trell: “Era necessaria al fine di ottenere che la malattia fosse aggiunta come rischio coperto”.

Stebbins Bina: “E di nuovo, chi erano gli assicurati sotto quella polizza?”

Trell: “La Michael Jackson Company e la AEG Live”.

Stebbins Bina: “Andiamo all’email all’inizio di questa catena. Signor Trell, questa è un’email al signor Taylor dal signor Gongaware e in copia ci siete lei, il signor Woolley ed il signor Phillips, la vede?”

Trell: “Sì, la vedo”.

Stebbins Bina: “E ci sono una serie di altre email inoltrate?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Voglio chiederle a proposito di una di queste email inoltrate e andiamo alla seconda pagina, qui. In realtà, se possiamo zoomare in fondo alla prima pagina, così riusciamo a vedere dove comincia l’email. Secondo la sua comprensione, a chi è indirizzata?”

Trell: “Da Bob Taylor a Conrad Murray”.

Stebbins Bina: “Prima lei ha parlato delle voci nei giornali scandalistici?”

Trell: “Corretto, sì”.

Stebbins Bina: “Sa cos’è questa lista qui?”

Trell: “Sembra essere un elenco delle specifiche storie dei giornali scandalistici che soggiacevano all’intero processo, sì”.

Panish: “E lei ha detto che data è questa?”

Stebbins Bina: “24 giugno, o 25 giugno”.

Panish: “Siamo in fondo, 25 giugno?”

Stebbins Bina: “Siamo sull’email in fondo alla pagina, che poi va alla seconda”.

Panish: “Gli ultimi 2 identificativi sono 77?”

Stebbins Bina: “Sì”.

Panish: “Ok, allora siamo al 25 giugno”.

Stebbins Bina: “25 giugno. E credo che lei abbia detto che il signor Taylor era a Londra?”

Trell: “Sì, 8 ore avanti rispetto a noi”.

Stebbins Bina: “Perciò, certe volte c’è un po’ di confusione riguardo a se siamo al 24 o al 25 giugno, dipende da che data è e dall’orario?”

Trell: “Beh, se lui ha mandato l’email alle 05:44, io la sto ricevendo circa alle 22:00 del 24 giugno, la sera precedente”.

Stebbins Bina: “Perciò le 06:00 di mattina a Londra qui sarebbe la sera prima?”

Trell: “Sarebbero le 22:00 qui”.

Stebbins Bina: “Allora, torniamo indietro a quell’elenco”.

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E queste sono le cose in merito alle quali lei ricorda che gli assicuratori erano preoccupati?”

Trell: “Questo è ciò che lui descrisse a me quando ne parlammo, sì”.

Stebbins Bina: “E queste erano le ragioni per cui era difficile ottenere un’assicurazione per il signor Jackson?”

Trell: “Sì, esattamente”.

Stebbins Bina: “E alcune di esse includevano che il signor Jackson usasse una sedia a rotelle?”

Trell: “Sì, sentii questo riferimento alla sedia a rotelle molte volte, a quanto pare c’era una fotografia di Michael Jackson su una sedia a rotelle con una mascherina chirurgica sul viso, e Bob vi fece riferimento in diverse occasioni”.

Stebbins Bina: “Lei ha mai visto il signor Jackson su una sedia a rotelle? Suppongo che lei lo abbia visto solo una volta. Il 26 gennaio era su una sedia a rotelle?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Sentì mai che qualcuno avesse visto il signor Jackson su una sedia a rotelle a parte che sui giornali scandalistici?”

Trell: “Solo in media come questi”.

Stebbins Bina: “E quello che riportava la stampa sul fatto che l’artista stesse soffrendo, o avesse sofferto in precedenza, di un cancro. Sa se Michael Jackson soffrisse di cancro?”

Trell: “Non ho nessuna conoscenza che lui ne abbia mai sofferto”.

Stebbins Bina: “E poi le notizie sulle procedure cosmetiche”.

Trell: “Qual è la domanda?”

Stebbins Bina: “Era qualcosa di cui si interessavano i giornali scandalistici?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E lei ha una qualunque comprensione riguardo a se il signor Jackson avesse fatto delle procedure cosmetiche?”

Trell: “Secondo la mia comprensione, sì, fece delle procedure cosmetiche”.

Stebbins Bina: “E i dolori alla schiena. Lei ha una qualunque comprensione riguardo a se il signor Jackson avesse dei dolori alla schiena?”

Trell: “Non avevo nessuna comprensione del fatto che lui avesse un dolore alla schiena, no, non in quel momento”.

Stebbins Bina: “Questo elenco è una sorta di sunto di tutto sparso un po’ ovunque, vero?”

Trell: “Sembra esserlo, sì”.

Stebbins Bina: “In questo elenco c’è un qualunque accenno all’abuso di farmaci?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Un qualunque accenno all’abuso di alcol?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Un qualunque accenno all’insonnia?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perciò, quelle non erano cose di cui gli assicuratori erano preoccupati, che lei sappia?”

Panish: “Mi scusi, Vostro Onore. Travisa la testimonianza. Innanzi tutto, questo è ciò che il signor Taylor sta riferendo in merito a ciò che ha menzionato la stampa, non quello che hanno detto gli assicuratori”.

Giudice: “Ok”.

Stebbins Bina: “Signor Trell, questo documento dice se gli assicuratori stavano chiedendo oppure no informazioni su questi argomenti?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “È sicuro?”

Trell: “Mi scusi?”

Stebbins Bina: “Ho detto: ne è sicuro?”

Trell: “Può ripetere la domanda? Mi scusi, pensavo stesse facendo la stessa domanda”.

Stebbins Bina: “Questa email dal signor Taylor al dottor Murray indica oppure no se gli assicuratori avevano richiesto questa informazione?”

Trell: “È ciò che dice questa email, sì”.

Stebbins Bina: “Ok. Puoi mettere giù il reperto. Oltre ad ottenere la programmazione di questa seconda visita medica, e oltre a… sa cosa? Penso di aver già parlato di questo. La AEG Live avrebbe mai potuto fare profitto sulla polizza per la cancellazione?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perché?”

Trell: “Beh, per prima cosa, noi otteniamo questo tipo di copertura solo per i costi di tasca nostra, in questo caso gli anticipi; e in secondo luogo, in questo caso particolare, quei costi superavano l’importo della copertura”.

Stebbins Bina: “Perciò, se ci fosse stata una polizza in atto e fosse stato fatto un reclamo, e per una qualunque ragione non fosse stata pagata, chi sarebbe responsabile dei costi che l’assicurazione avrebbe coperto altrimenti?”

Trell: “La Michael Jackson Company”.

Stebbins Bina: “Spostiamoci dall’assicurazione. Parlerò di qualcosa che ieri è venuto fuori brevemente, che era l’idea sulle assunzioni, e sulle pratiche di mantenimento degli impiegati e dei liberi professionisti, della AEG Live. Ricorda questo?”

Trell: “Ok, sì”.

Stebbins Bina: “È un passaggio piuttosto brusco dall’argomento assicurazione, ma voglio assicurarmi che capiamo le cose prima di spostarci alla prossima fila di domande”.

Trell: “Ok”.

Stebbins Bina: “Sembra che lei stesse facendo una distinzione fra gli Impiegati della AEG Live e i liberi professionisti impegnati dalla AEG Live. Ho capito bene?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Di cosa si trattava?”

Trell: “Perché loro sono diversi per una serie di aspetti differenti”.

Stebbins Bina: “Mi può spiegare cosa vuole dire?”

Trell: “Beh, gli impiegati sono semplicemente questo. Sono gli Impiegati della società, sono supervisionati dal Management della società, sono pagati in conformità al W-2, che significa che la società paga trattenendo le tasse e cose di questo genere. Loro possono ottenere il benefit sulle spese sanitarie ed altri benefit che offre la società. Gli impiegati di fatto sono assicurati dalla società per le loro azioni sul lavoro. D’altro canto, i liberi professionisti sono semplicemente questo: liberi. Da qui il loro nome. I loro obblighi sono conformi ad un contratto. Loro da noi prendono l’importo totale delle loro parcelle, non sono trattenute le tasse. È obbligo loro pagare le tasse che devono, oppure sono pagati tramite un servizio paghe di una terza parte. I liberi professionisti non ricevono i benefit sanitari, ferie, o altri benefit. I liberi professionisti forniscono l’assicurazione alla società, la prova di un’assicurazione per responsabilità alla società con cui stanno lavorando, e loro risarciscono anche la società con la quale hanno stipulato un contratto per reclami che possono emergere a causa della loro negligenza sotto il contratto in questione”.

Stebbins Bina: “Ci sono parecchie implicazioni qui”.

Trell: “Giusto”.

Stebbins Bina: “Voglio assicurarmi… a quale scopo AEG Live assumerebbe degli impiegati?”

Trell: “AEG Live assumerebbe degli impiegati per farli lavorare a tempo pieno presso il nostro ufficio”.

Stebbins Bina: “E queste persone generalmente sarebbero impiegati della società a tempo indeterminato?”

Trell: “Generalmente, sì”.

Stebbins Bina: “E in effetti loro lavorano presso il vostro ufficio sulla Wilshire Boulevard?”

Trell: “Lavorano presso il nostro ufficio sulla Wilshire Boulevard e noi abbiamo altri uffici, li chiamiamo uffici regionali, in giro per il paese. E abbiamo anche uffici fuori dagli Stati Uniti. Perciò, tutte quelle persone sono impiegati della società”.

Stebbins Bina: “E se la AEG Live sta facendo un tour di concerti, tutti quelli che lavorano a questo tour di concerti sono assunti come impiegati di AEG?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Allora in che modo le persone sarebbero impegnate per il tour?”

Trell: “Di fatto, ci sarebbero davvero poche persone che sarebbero impiegati coinvolti in un tour che noi stiamo producendo. Si tratta di un avvenimento unico, di un progetto di una sola volta, di un’attività  a breve termine. Quindi le persone sarebbero assunte per fare in modo che quel progetto avvenga. Al termine del progetto, queste persone viaggerebbero tutte su strade separate”.

Stebbins Bina: “E quindi, quando state facendo un tour, usate principalmente impiegati o liberi professionisti?”

Trell: “Tour che stiamo producendo?”

Stebbins Bina: “Sì”.

Trell: “Usiamo principalmente liberi professionisti”.

Stebbins Bina: “E questi liberi professionisti sarebbero persone che lavorano in aree che probabilmente sono diverse da quella che è la principale attività della AEG Live?”

Trell: “Giusto. Voglio dire, loro… i liberi professionisti avrebbero un’area di competenza necessaria a far realizzare il progetto. Che sia nell’ambito del suono, delle luci… loro lavorano in attività di fornitura attrezzature. Come lo schermo LED a cui ho fatto riferimento ieri che sarebbe stato lo sfondo dello spettacolo, loro hanno una competenza che non è disponibile all’interno della società stess”.

Stebbins Bina: “E voi avete processi diversi, la AEG Live usa processi diversi per impegnare gli impiegati rispetto a quando impegna liberi professionisti?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Vorrei mettere in piedi un esempio dimostrativo per aiutare a spiegare la sua testimonianza”.

Trell: “Ok”.

Stebbins Bina: “Signor Trell, cominciamo con gli impiegati. Ci può dire come procede la AEG Live quando deve assumere un impiegato presso i suoi uffici di Los Angeles oppure regionali?”

Trell: “Beh, anzitutto qualcuno all’interno della società deve avere una necessità di assumere qualcuno. Identificano questa necessità e ne ottengono l’approvazione, oppure no. Assumendo che ottengano l’approvazione per fare un’assunzione per quella posizione, presenteranno tipo un modulo di requisiti che definisce i dettagli di quel lavoro. Le cose che ci si potrebbe aspettare: di che lavoro si tratta, quali ne sono i titoli, lo stipendio, ecc. E a quel punto noi pubblicheremmo la selezione per quella posizione, per la quale farebbero domanda candidati autonomi”.

Stebbins Bina: “Riempirebbero dei moduli di domanda?”

Trell: “Riempirebbero dei moduli per il lavoro, sì”.

Stebbins Bina: “E poi cosa accadrebbe?”

Trell: “Quelli andati oltre il processo dei moduli, avrebbero un colloquio con una o più persone collegate a quella particolare posizione in questione”.

Stebbins Bina: “Sarebbe lei a volte?”

Trell: “Io mi occuperei dell’assunzione di persone all’interno del dipartimento legale della AEG Live, sì”.

Stebbins Bina: “Perciò, diciamo che lei abbia condotto colloqui, esaminato curricula, e scelto il candidato che vorrebbe assumere come impiegato. Cosa succede dopo?”

Trell: “Ok. Beh, a quel punto viene coinvolto il dipartimento delle risorse umane, e loro fanno quello che io riferisco per verificare la capacità di impiego”.

Stebbins Bina: “Che significa?”

Trell: “Si tratta del numero di previdenza sociale del candidato, i suoi indirizzi passati, si verificano le sue esperienze professionali. Sono informazioni che occorrono allo scopo del W-2, per trattenere le tasse e roba del genere”.

Stebbins Bina: “Per assicurarvi che loro siano…?”

Trell: “Impiegabili”.

Stebbins Bina: “E quale sarebbe un esempio di non impiegabile? Suppongo sia ciò che sto cercando di capire”.

Trell: “Se loro… se non avessero un numero di previdenza sociale, non sarebbe possibile trattenere le tasse”.

Stebbins Bina: “E poi qualcos’altro?”

Trell: “Le risorse umane farebbero un controllo sulla fedina penale. E se l’impiegato fosse in una posizione sensibile dal punto di vista economico… o se il potenziale impiegato stesse facendo domanda per una posizione sensibile dal punto di vista economico, farebbero anche una verifica di solvibilità”.

Stebbins Bina: “Cosa intende per ‘sensibile dal punto di vista economico’?”

Trell: “Se sono coinvolti nel maneggiare soldi. Suppongo sia un modo semplice per spiegarlo”.

Stebbins Bina: “Come qualcuno che lavora in amministrazione?”

Trell: “Tutte queste persone che lavorano in finanza ed amministrazione, sì”.

Stebbins Bina: “La AEG Live fa verifiche di solvibilità per quelli che non sono assunti in posizioni sensibili dal punto di vista economico?”

Trell: “Per gli impiegati?”

Stebbins Bina: “Sì”.

Trell: “Non che io sappia”.

Stebbins Bina: “E poi, dopo che fate tutti questi controlli, cosa succede?”

Trell: “Beh, se torna tutto, e la persona è ancora interessata al lavoro, si fa un’offerta. La persona accetta o no, si stabilisce una data di inizio e si parte”.

Stebbins Bina: “E tutto questo succede sempre in questo ordine, o certe volte le offerte vengono sempre fatte a seguito dei controlli, o… succede sempre in questo ordine?”

Trell: “No, non succede sempre in questo ordine. Ma quel processo con le risorse umane succede con gli impiegati a tempo pieno”.

Stebbins Bina: “Prima che vengano assunti?”

Trell: “Prima che vengano assunti, sì”.

Stebbins Bina: “Ora, questo è lo stesso processo che voi usate per i liberi professionisti?”

Trell: “Assolutamente no”.

Stebbins Bina: “E perché?”

Trell: “Beh, di nuovo, perché si tratta di un progetto specifico. È qualcosa che ha un inizio ed una fine. E le persone necessarie per realizzarlo hanno aree di competenza esterne a quelle possedute dalle persone nella nostra società”.

Stebbins Bina: “Perciò, diciamo che state mettendo insieme un tour, e avete bisogno di costruire un team di persone che lavorino a questo tour. Pubblichereste un annuncio di lavoro da qualche parte nel modo in cui fate con gli impiegati?”

Trell: “No. Voglio dire, noi non abbiamo un’unità per le attività foniche, non abbiamo un’unità per le luci. Non sarebbe un buon affare impiegare in sede persone a tempo pieno per tutto l’anno, perché i tour vanno e vengono. Quindi i liberi professionisti… in virtù di questo, assumiamo terze parti per quelle specialità o per quell’equipaggiamento specifico, qualunque caso possa essere. E quelle persone arrivano a noi mediante uno di tre canali”.

Stebbins Bina: “Stavi proprio per chiederle come le trovate?”

Trell: “Beh, o sono già noti a noi perché ci abbiamo lavorato in passato; o loro sono conosciuti nel settore e ci sono stati riferiti, oppure sono noti all’artista”.

Stebbins Bina: “E quando lei dice ‘noti all’artista’, cosa vuol dire?”

Trell: “Voglio dire che hanno una storia, un collegamento, un qualche nesso con l’artista”.

Stebbins Bina: “Perciò, ad esempio, qualcuno come Karen Faye per il This Is It tour, da quale di queste strade è arrivata a voi?”

Trell: “Era nota all’artista. Travis Payne sarebbe un altro esempio, e anche Kenny Ortega”.

Stebbins Bina: “Perciò, secondo la sua comprensione, quelle erano tutte persone già note al signor Jackson?”

Trell: “Corretto.”

Stebbins Bina: “E poi una volta che entrate in contatto con un libero professionista, o un libero professionista è stato indicato in uno di questi tre modi, qual è il passo successivo? Conducete dei colloqui e raccogliete il curriculum?”

Trell: “Loro non fanno colloqui. Di nuovo, o perché sono già noti per a noi aver lavorato in precedenza con loro o perché hanno una reputazione nel settore per i servizi o le attrezzature che forniscono. Perciò l’ingaggio di un libero professionista  è una questione contrattuale. È in virtù di un contratto. Quindi inizierebbe il processo di concordare i termini e le condizioni di tale ingaggio.”

Stebbins Bina: “Perciò iniziate a negoziare un contratto?”

Trell: “È  corretto”.

Stebbins Bina: “E che tipo di cose, o che tipo di persone sarebbe coinvolto, o chi, scusi. Chi sarebbe coinvolto nella negoziazione di questo tipo di contratto con i liberi professionisti del tour?”

Trell: “Bene, le persone responsabili del progetto generalmente sarebbero coinvolte nello stabilire e regolare le tariffe di pagamento, ad esempio, o ogni altro specifico termine o condizione.”

Stebbins Bina: “Il vostro reparto gestisce gli effettivi processi contrattuali?”

Trell: “È  corretto”.

Stebbins Bina: “E, in effetti, solo per tornare indietro un momento, la AEG Live ha lavorato solo con liberi professionisti nei tour di concerti?”

Trell: “Abbiamo dei dipendenti che sarebbero coinvolti nei tour, ma generalmente parlando, si tratta di liberi professionisti”.

Stebbins Bina: “E usate liberi professionisti per ogni altro progetto, che abbiamo sentito, in cui l’AEG Live è coinvolta”

Trell: “Voglio dire, I festival che facciamo, sia che si tratti di Coachella o Diligenza, o siamo coinvolti nel  jazz di New Orleans e nel festival del patrimonio culturale, cose di questa natura, sono anche progetti che hanno un determinato inizio e fine. Quindi ci possono essere alcuni dipendenti all’interno della società  che sono coinvolti in questi eventi, ma in gran parte, le persone che sono impegnate per lavorare lì sono ingaggiate su base one-off [unico avvenimento, una tantum ndt] come liberi professionisti”.

Stebbins Bina: “Avete un’idea di quanti progetti AEG Live svolge in un anno? Solo in larga stima”.

Trell: “Bene, solo negli ultimi anni abbiamo fatto tra i 5 – 6.000 spettacoli annuali ogni anno in giro per il mondo. Lo scorso anno nel 2012 abbiamo realizzato approssimativamente  5.800 eventi. Il che è un pochino fuorviante, perché questo include tutti i concerti ‘evento unico’, ma in realtà non  conto per tutto il lavoro e lo sforzo impiegato. Voglio dire,  un festival, ad esempio, prende un sacco di mano d’opera per essere portato a termine. Questo è solo un evento tra i 5.800. Quindi si dovrebbero assumere tutte quelle persone per ciascun evento”.

Stebbins Bina: “E le persone  assunte per un evento sarebbero, generalmente, i liberi professionisti, se ho ben capito?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Okay. Ora, in questo processo di contrattazione con i liberi professionisti, ieri le è stato chiesto di controlli sul background e cose di questo genere. AEG svolge un controllo sul background di un libero professionista?”

Trell: “No, per i motivi che ho detto in precedenza. A noi sono già noti; loro sono noti nel settore; o sono conosciuti dall’artista.”.

Stebbins Bina: “Perciò loro in qualche modo hanno un rapporto con qualcuno che sta lavorando al tour?”

Trell: “È corretto”.

Stebbins Bina: “E AEG ha mai fatto controlli sul background dei liberi professionisti??”

Trell: “No, in base alla mia conoscenza”.

Stebbins Bina: “Ha qualche comprensione in merito al fatto, è in questo settore da molto tempo, se si tratta di una consuetudine in questo settore?”

Panish: "Obiezione, sta chiedendo la testimonianza di un esperto. Lui non è un esperto. Per AEG, sta bene, ma non è indicato come un esperto".

Giudice: "Accolta".

Stebbins Bina: "Vediamo se posso chiedere questo. Penso che sia sicuro, ma Vostro Onore... È a conoscenza di altre società di concerti che svolgono un controllo sul background dei liberi professionisti?”

Panish: "Stessa obiezione".

Giudice: "Accolta".

Stebbins Bina: “Signor Trell, ha mai condotto un controllo sul background dei liberi professionisti?”

Panish: "Obiezione, chiesto e risposto".

Giudice: "Respinta".

Trell: “No, io non l’ho fatto”.

Stebbins Bina: “Bene. Vuol dire che non ci sono garanzie per i liberi professionisti che lavorano con AEG Live?”

Trell: “No, non vuol dire affatto questo”.

Stebbins Bina: “Allora mi dica in che modo la AEG Live ottiene garanzie nei suoi rapporti con i liberi professionisti”.

Trell: “Ok. Beh, di nuovo, come questione generale, c’è già un nesso o una connessione con noi oppure con l’artista. Poi, a livello contrattuale vengono predisposte delle richieste ai liberi professionisti. Loro devono rilasciare certe dichiarazioni e certe garanzie. Devono fornire alla nostra società  l’assicurazione di responsabilità generale per la commercializzazione, e risarciscono la società in caso di negligenza o cattiva condotta”.

Stebbins Bina: “E richiedete mai che i lberi professionisti forniscano prove di licenze e permessi, cose di questa natura?”

Trell: “Questo tipo di cose rientra nelle dichiarazioni e garanzie che sono offerte. A loro è richiesto di mostrare anche prova di avere qualunque cosa sia loro necessario per compiere il tipo di attività che compiono, che siano licenze, o requisiti associate alle leggi in vigore, cose di questa natura”.

Stebbins Bina: “Sa cos’ è una ricerca registri civili?”

Trell: “Ne ho un’idea. È una ricerca per verificare se ci sono oppure no dei procedimenti pendenti in generale”.

Stebbins Bina: “La AEG Live effettua questo tipo di ricerca sugli impiegati o sui liberi professionisti?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “E la AEG Live fece un qualunque tipo di controllo sul background delle persone coinvolte nel This Is It... più precisamente, su qualcuno dei liberi professionisti ingaggiati per il This Is It tour?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perciò, la AEG Live non fece nessun controllo sul background di Karen Faye o Kenny Ortega?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “O del signor Timm Woolley?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Il signor Woolley in realtà stave gestendo informazioni finanziarie. Come mai la AEG Live non fece una verifica di solvibilità su di lui?”

Trell: “Il signor Woolley era conosciuto alla società e ad un certo punto ne è diventato il direttore finanziario. Non solo aveva già lavorato in precedenza con la AEG Live, ma era anche noto nel settore per il suo lavoro di commercialista di tour. Infatti, ora è il commercialista per il tour dei Rolling Stones che sta avendo luogo in questo momento”.

Stebbins Bina: “Ok, un altro paio di domande. In che modo l’assicurazione aiuterebbe ad assicurare che un libero professionista sia effettivamente sicuro?”

Trell: “Beh, il concetto di assicurazione e indennità in questi tipi di accordi è del tutto consueto e tipico. Mostra un livello di diligenza e la capacità da parte del libero professionista di essersi assicurato quel tipo di copertura assicurativa. E loro devono nominare la società come ciò che viene chiamato assicurato supplementare. Questa poi risponderebbe se ci fosse un reclamo derivante dalle loro azioni.”.

Stebbins Bina: “La AEG Live si sforza di fornire un ambiente di lavoro sicuro per l’artista con il quale sta lavorando?”

Trell: “Certamente, come problema generale, sì”.

Stebbins Bina: “E come lo fa?”

Trell: “Lo facciamo assumendo persone capaci che sono esperte nei loro specifici ambiti. Quando stiamo realizzando un progetto...voglio dire, tutto l’ambiente di lavoro di quel progetto, è desiderio o obiettivo della società che sia un ambiente sicuro”.

Stebbins Bina: “Fate qualcosa per assicurarvi che quando i liberi professionisti lasciano le sedi della AEG Live, non facciano nulla di male?”

Trell: “No. Voglio dire, il progetto di un tour è solo questo, giusto? Le persone si mettono insieme, montano il tour, costruiscono questa cosa. È qualcosa in corso, che si sta sviluppando. Ma di sera, quando le persone lasciano quel progetto, stanno andando via per raggiungere le loro famiglie a casa. E quello che fanno a casa loro, nella privacy della loro casa, nella sacralità della loro camera da letto, sono affair loro”.

Stebbins Bina: “Ed in connessione con i tour che la AEG Live sta producendo, sto parlando nello specifico di produzione ora, è comune per un artista avere un entourage col quale viaggiare?”

Trell: “Certamente”.

Stebbins Bina: “E la AEG Live certe volte è coinvolta nel pagamento o assicurazione di quei viaggi, o in altri modi con quell’entourage?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Fa controlli sul background di chi fa parte dell’entourage dell’artista?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perché no?”

Trell: “Perché quelle sono le persone che l’artista vuole avere con sé quando va in tour. Sarebbe fuori luogo e sconsigliabile da parte nostra inserirci negli affair o nei rapporti personali fra un artista e quell tipo di persone”.

Stebbins Bina: “Parliamo nello specifico della bozza di contratto del dottor Murray. In che modo la AEG Live arrivò a trattare con il dottor Murray? Stava cercando un dottore per il tour?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Allora che lei sappia, cosa accadde?”

Trell: “Secondo la mia comprensione, Michael richiese che questo dottore accompagnasse lui e la sua famiglia a Londra per questo periodo di tempo”.

Stebbins Bina: “La AEG Live fece alcuna ricerca per i dottori o per trovare il miglior dottore per il signor Jackson?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perché no?”

Trell: “Perché non è qualcosa che faremmo nel montaggio di un tour. Questo sarebbe qualcosa di personale dell’artista, come ho appena descritto. Non farebbe parte della costruzione dello spettacolo”.

Stebbins Bina: “La AEG Live ebbe un qualunque ruolo nella scelta del dottor Murray?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Sulla base della sua esperienza sulle faccende relative ai tour di concerti, lei fu sorpreso dalla richiesta del signor Jackson di portare un medico personale in tour?”

Obiezione per mancanza di fondamento, respinta dal giudice.

Trell: “No, non mi sorprende. Non è necessariamente insolito che un artista o una band abbiano un medico ad accompagnarli in tour. Siamo stati coinvolti in altri tour in cui l’artista aveva un dottore con sé o con la sua famiglia”.

Stebbins Bina: “Quelli erano tour che voi stavate producendo o solo promuovendo?”

Trell: “Quelli erano tour che stavamo promuovendo”.

Stebbins Bina: “Ora, il signor Panish le ha fatto delle domande sulle email tra il dottor Murray e il signor Woolley. Qual è la sua comprensione, se ne ha una, sul ruolo del signor Woolley nel trattare con il dottor Murray?”

Trell: “Penso che loro stessero stabilendo alcuni parametric base dell’ingaggio”.

Stebbins Bina: “Vorrei rivedere alcune di quelle email che il signor Panish le ha mostrato. Se ricordo bene, la cifra del compenso per il dottor Murray fu concordata il 6 maggio 2009?”

Trell: “Sì, sembra accurato”.

Stebbins Bina: “E lei ha una comprensione di come fu fissata quella cifra?”

Trell: “La mia comprensione è che fu comunicata a Paul Gongaware da Brother Michael Williams”.

Stebbins Bina: “Vorrei mostrarle il reperto dei querelanti 175-1. Questa è l’email del 6 maggio 2009. Lei sa cosa significa ‘150mila al mese per MJ’?”

Trell: “Significa che Michael Jackson aveva concordato di pagare il dottor Murray 150mila dollari al mese”.

Stebbins Bina: “Ora, le è stato chiesto della seconda frase che dice: ‘Il dottor Murray ha bisogno di circa 10 giorni per cessare la sua attività, e poi sarà disponibile a tempo pieno’. Lei ha una comprensione riguardo a se il dottor Murray stesse già lavorando part-time per il signor Jackson in quel momento, oppure no?”

Trell: “Non ne ho idea”.

Stebbins Bina: “Lei sa se il dottor Murray aveva mai avuto in cura il signor Jackson prima di quel momento?”

Trell: “Solo perché lui aveva dichiarato che lo aveva fatto, sì”.

Stebbins Bina: “Quando dice ‘lui aveva dichiarato’, intende Michael Jackson o il dottor Murray, o entrambi?”

Trell: “Intendo che il dottor Murray aveva dichiarato di essere stato il dottore del signor Jackson per circa 3 anni prima”.

Stebbins Bina: “Vorrei adesso guardare quest’altra email che le ha mostrato il signor Panish, il reperto 177-1. Questa è un’email dell’8 maggio 2009. Ora signor Trell, come persona che firma i contratti per la AEG Live, questa email è qualcosa che lei considerò essere un contratto?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Perché no?”

Panish: “Vostro Onore, faccio obiezione, adesso è un’opinione di testimone esperto in merito a cosa è un contratto e a cosa non lo è”.

Giudice: “Respinta”

Panish: “Anche per la corte di istuire la giuria”.

Giudice: “Respinta”.

Trell: “Semplice, perché non contiene tutti i termini e le condizioni dell’ingaggio”.

Stebbins Bina: “Può leggere quella frase, signor Trell?”

Trell: “Dice: ‘c’è molto da considerare e sarei felice di continuare la discussione quando le è comodo. Timm’”.

Stebbins Bina: “E quella frase le dà una qualche comprensione riguardo a se il dottor Murray o il signor Woolley lo considerassero loro stessi completato e fatto a quel punto?”

Trell: “No. Sembra che loro... l’intento è continuare a discutere la faccenda”.

Stebbins Bina: “In ogni caso, qui dice che l’entità contraente è la GCA Holdings, LLC. Sa se il contratto tra la AEG Live ed il dottor Murray fosse un contratto di impiego o un contratto di libera professione?”

Trell: “Sempre un contratto di libera professione”.

Stebbins Bina: “Andiamo ad un altro reperto, il 191-1. Il signor Panish le ha mostrato un’email, io vorrei mostrarle quella precedente ad essa. É l’email dal signor Woolley al dottor Murray del 14 maggio 2009, con in copia il signor Gongaware. Può descrivermi di cosa tratta quest’email?”

Trell: “Sembra che il signor Woolley stia chiedendo al dottor Murray se lui avesse una risposta o meno per un’email che lui gli aveva inviato che affrontava certi termini dell’ingaggio”.

Stebbins Bina: “Sarebbe quella che abbiamo appena visto dell’8 maggio?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Perciò, c’è qualcosa in questa email che le fa pensare che le parti avessero o non avessero raggiunto un accordo a questo punto?”

Trell: “Beh, lui non aveva avuto notizie dal dottor Murray in merito all’una o all’altra scelta, perciò questo mi farebbe pensare che non ci fosse nessun accordo”.

Stebbins Bina: “E può leggere la frase successiva?”

Trell: “Vorrei fare il passo successivo di discutere un contratto per il periodo, inclusi i termini su cui siamo d’accordo”.

Stebbins Bina: “E questo le dà una compresione riguardo a se era inteso o no che ci sarebbero stare discussion future?”

Trell: “Penso che il linguaggio semplice rende chiaro che il passo successivo fosse discutere un contratto”.

Stebbins Bina: “E ora, diamo un’occhiata a quella che le ha mostrato il signor Panish in risposta a questa. Lei ricorda il linguaggio di quel secondo periodo, per quanto riguarda il ‘con il mio cliente’?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “A chi si riferisce come suo cliente il dottor Murray?”

Trell: “Al signor Jackson”.

Stebbins Bina: “E in merito a chi dice che i suoi servizi sono già impegnati completamente?”

Trell: “Al signor Jackson”.

Stebbins Bina: “E in questa prima frase del secondo periodo cosa sta dicendo il dottor Murray?”

Trell: “Sta chiedendo se noi possiamo mettere insieme un contratto cosicché lui possa farlo vedere al suo avvocato”.

Stebbins Bina: “Perciò lui vuole che un avvocato riveda il contratto?”

Trell: “Sì. Lui sta chiedendo un contratto”.

Stebbins Bina: “E dà una qualunque indicazione in merito a se sta per firmare il contratto oppure no?”

Trell: “No, lui sta per farlo vedere al suo avvocato”.

Pausa pranzo.

Stebbins Bina: “Signor Trell, prima della pausa pranzo stavamo parlando di alcune email fra il dottor Murray ed il signor Woolley. Prima di ritornare su quelle, vorrei riprendere quello di cui stavamo parlando stamattina riguardo alla seconda visita medica predisposta per il signor Jackson. Ho capito bene che fu una richiesta della polizza a far data dal 24 aprile 2009, quando fu rilasciata?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Perciò questo non fu qualcosa che venne aggiunto in risposta a qualunque cosa avesse a che fare con la salute del signor Jackson a maggio o a giugno?”

Trell: “No, era una richiesta per la polizza originaria al fine di aggiungere la malattia come rischio coperto”.

Stebbins Bina: “Perciò, quella seconda visita medica a Londra era qualcosa che ci sarebbe stata sempre, dal momento in cui quella polizza fu rilasciata?”

Trell: “Se la malattia doveva essere aggiunta, sì”.

Stebbins Bina: “Ieri si è parlato anche di un’email del 22 marzo 2009 in cui gli assicuratori chiedevano informazioni necessarie per la polizza. Lei ricorda se una di quelle domande era se ci sarebbe stato o meno un dottore ad accompagnare il signor Jackson in tour?”

Trell: “Ricordo l’email, sì”.

Stebbins Bina: “Ora, il 22 marzo 2009 AEG Live sapeva che il signor Jackson stava portando il dottor Murray in tour?”

Trell: “Non che io sappia”.

Stebbins Bina: “Che lei sappia, quando si apprese questo?”

Trell: “A fine aprile, inizi maggio”.

Stebbins Bina: “Lei prima ha detto cha sa di altri tour in cui AEG Live ha agito come promotore, ma non come produttore, nei quali ci sono stati dottori in tour. Ce ne può indicare qualcuno?”

Trell: “Beh, ad esempio Celine Dion a Las Vegas e adesso questo in corso dei Rolling Stones”.

Stebbins Bina: “Quanti tour la AEG Live ha prodotto, rispetto a quelli che ha solo promosso?”

Trell: “Tour come quello di cui stiamo parlando qui... soltanto uno”.

Stebbins Bina: “Soltanto uno?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “La signora Hollander ha parlato di probabile metà dozzina, c’è qualcosa di sbagliato in questo oppure...”

Trell: “Beh, lo sto caratterizzando un pochino diversamente. Abbiamo fatto elementi di produzione, ma per quel che riguarda un tour che sia affine a quello che stavamo facendo in questo caso, noi abbiamo prodotto il tour di Prince qualche anno fa, che era un tour di 88 spettacoli”.

Stebbins Bina: “E quello è l’unico in cui la AEG Live abbia agito come produttore in un modo che lei ritiene simile al This Is It tour?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Torniamo alle email tra il dottor Murray ed il signor Woolley, questa è quella in cui il dottor Murray aveva chiesto un contratto per rivederlo con il suo avvocato. Qual è la data di questa email?”

Trell: “15 maggio 2009”.

Stebbins Bina: “E lei sa se ci furono altre email tra il dottor Murray ed il signor Woolley dopo questa?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Voglio mostrarle quest’altra email del 21 maggio 2009. Può leggere le frasi sottolineate per me?”

Trell: “Questa è dal signor Woolley al dottor Murray: ‘Vorrei mandarle un contratto tra un giorno o due, ma sto cercando aiuto al dipartimento legale perché le forme entro le quali io lavoro non si applicano alla sua posizione specializzata”.

Stebbins Bina: “Lei prima ha parlato di forme contrattuali standard e poi variazioni su quelle forme standard. La bozza dell’accordo del dottor Murray era una forma standard di accordo per liberi professionisti della AEG Live?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Woolley era autorizzato a redigere un accordo che variasse da una forma standard, creando un suo proprio contratto?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Di chi sarebbe stata questa responsabilità?”

Trell: “Sarebbe ricaduta su di me”.

Stebbins Bina: “Perciò, questa email a lei cosa dice?”

Trell: “Quest’email per me significa che lui sperava di avere una proposta di contratto da poter spedire al dottor Murray in un giorno o due dalla data di questa email”.

Stebbins Bina: “Torniamo alle altre due che le ha mostrato l’avvocato Panish successive alle due email che abbiamo appena visto. Sono email in cui il dottor Murray sta chiedendo un versamento del compenso mensile. Ora, l’altro giorno non abbiamo visto l’email di risposta al dottor Murray da parte del signor Woolley, vero?”

Trell: “Non ricordo che l’abbiamo fatto, no”.

Stebbins Bina: “Ora, signor Trell, in questa email il signor Woolley sta dicendo al dottor Murray: ‘Nessun problema... puoi essere pagato’?”

Trell: “No, lui disse che il dipartimento legale non aveva ancora completato l’accordo che era piuttosto specialistico dal momento che è un evento raro che sia ingaggiato un dottore per accompagnare un artista in tour”.

Stebbins Bina: “E lui disse qualcosa a riguardo del fatto che il pagamento poteva essere fatto prima che ci fosse un contratto esecutivo?”

Trell: “Disse cha la politica di AEG impone che i pagamenti possano essere fatti solamente ai sensi di un contratto del tutto esecutivo”.

Stebbins Bina: “Ad un certo punto, vista la natura così specialistica di questo accordo, passò dal signor Woolley a qualcun altro alla AEG Live?”

Trell: “Sì, effettivamente passò a me come responsabile dell’ufficio legale della società”.

Stebbins Bina: “E lei poi negoziò direttamente con il dottor Murray?”

Trell: “No, delegai l’incarico a Kathy Jorrie, un avvocato esterno che lavora per la nostra società di volta in volta”.

Stebbins Bina: “Perciò, sotto sua direzione, la signorina Jorrie cominciò le negoziazioni con il dottor Murray?”

Panish: “Obiezione Vostro Onore, guida e suggerisce la risposta”.

Giudice: “Respinta”.

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Sa se lei parlò con il signor Murray?”

Trell: “Sì, lo fece”.

Stebbins Bina: “E lei era messo in copia nelle bozze che la signorina Jorrie spedì al dottor Murray?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ricorda quante bozze ci furono?”

Trell: “Non ricordo, no”.

Stebbins Bina: “Lei sa se la signorina Jorrie apportò qualche modifica alla sua bozza iniziale, sulla base delle risposte che ricevette dal dottor Murray?”

Trell: “Effettivamente lei fece delle modifiche al nostro contratto di base per i liberi professionsti e so che furono fatte delle modifiche in corso come parte delle negoziazioni con il dottor Murray”.

Stebbins Bina: “Ora vorrei andare all’email della prima bozza che la signorina Jorrie le mandò. Qual è l’oggetto di questa email?”

Trell: “L’oggetto è: ‘Accordo per il dottor Murray 15 giugno 2009’”.

Stebbins Bina: “E non parla di ‘bozza’, giusto?”

Trell: “No, non parla di ‘bozza’”.

Stebbins Bina: “Lei capì che fosse una ‘bozza’?”

Trell: “Sì, lei lo dice espressamente nel primo periodo: ‘Ho allegato una bozza di accordo per tua revisione e commenti’”.

Stebbins Bina: “E lei sa se questa bozza di fatto fu spedita al dottor Murray?”

Trell: “Secondo la mia comprensione, il signor Woolley la passò poi al dottor Murray”.

Stebbins Bina: “Questa è l’email a cui si sta riferendo?”

Trell: “Sì, questa è l’email da Timm Woolley al dottor Murray del 16 giugno 2009”.

Stebbins Bina: “E in questa email il signor Woolley fa riferimento al fatto che questo contratto sarebbe stato retroattivo a maggio?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E a questo punto lei aveva una comprensione riguardo a se ci fosse oppure no un accordo firmato... se ci fosse o no un accord tra la AEG Live ed il dottor Murray?”

Trell: “Beh, questa era la prima proposta di contratto che il dottor Murray riceveva, quindi è chiaro che non c’era nessun contratto a questo punto”.

Stebbins Bina: “Adesso vorrei che lei desse un’occhiata a questo paio di pagine della prima bozza. C’è qualcosa in questo documento che le fa ritenere che non fosse il contratto finale?”

Trell: “Sì, non è firmato da nessuno”.

Stebbins Bina: “Adesso, vorrei andare al paragrafo 9, questa è una versione che abbiamo visto prima nell’accordo successivo. Può leggere questa disposizione per me?”

Trell: “Certo. Paragrafo 9: ‘L’artista acconsente che l’effetto di questo accordo sia condizionato all’approvazione e al consenso dell’artista. Senza che l’artista abbia espresso e scritto l’approvazione dell’accordo, né le parti dell’accordo avranno alcun diritto né obblighi l’uno verso l’altro provenienti dall’accordo”.

Stebbins Bina: “Questa è una disposizione standard che c’è in tutti gli accordi della AEG Live per i liberi professionisti?”

Trell: “No, non è una disposizione presente nel nostro modulo base per i liberi professionisti”.

Stebbins Bina: “Perché fu aggiunta qui?”

Trell: “A causa della personale richiesta qui da parte del signor Jackson per questo particolare ingaggio del suo medico personale”.

Stebbins Bina: “E questa disposizione cosa significa?”

Trell: “Significa semplicemente che questo pezzo di carta, questo documento, questo accordo non ha alcun effetto a meno che o finché il signor Jackson non fornisca la sua approvazione scritta di questo accordo”.

Stebbins Bina: “E questa disposizione è presente nella primissima bozza che la signorina Jorrie mandò al dottor Murray?”

Trell: “Sì, c’era”.

Stebbins Bina: “E questo spazio, signor Trell, era lo spazio per la firma del signor Jackson?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Questo è qualcosa che è presente normalmente nei vostri contratti per i liberi professionisti?”

Trell: “No, da quando ricopro il mio ruolo, non l’ho mai visto in nessun contratto per i liberi professionisti e la sua inclusione qui è motivata da quel paragrafo 9 che abbiamo appena visto”.

Stebbins Bina: “Perciò, il signor Jackson avrebbe dato espressamente la sua approvazione scritta firmando questo spazio?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Adesso può leggere la frase scritta sopra questo spazio, perfavore?”

Trell: “Certo. ‘Il sottoscritto con la presente conferma che ha richiesto al produttore di ingaggiare il dottor Murray secondo i termini qui stabiliti e per conto di e a spese del sottoscritto”.

Stebbins Bina: “Ora, qui dice a spese del signor Jackson. Abbiamo visto budget in cui il compenso del dottor Murray era caratterizzato come un anticipo di produzione, lo ricorda questo?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ora, ieri abbiamo parlato degli anticipi di produzione e degli anticipi all’artista. Il signor Jackson era responsabile di entrambi gli anticipi ai sensi del suo contratto con AEG?”

Trell: “Sì, lo era la Michael Jackson Company”.

Stebbins Bina: “La Michael Jackson Company era responsabile in ogni caso?”

Trell: “Sarebbe stato un obbligo della Michael Jackson Company in ogni caso, sì”.

Stebbins Bina: “Secondo la sua comprensione, il dottor Murray alla fine sarebbe stato caratterizzato come un anticipo all’artista o un anticipo di produzione?”

Trell: “La mia comprensione è che sarebbe stato caratterizzato come anticipo all’artista”.

Stebbins Bina: “Anche se il budget mostrava che fosse un anticipo di produzione?”

Obiezione di Panish, respinta dal giudice.

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Perché?”

Trell: “”Beh, la ragione è che questo era un accomodamento specifico su richiesta dell’artista, rispetto al tipo di costi di produzione che sarebbero stati tipicamente e abitualmente inclusi nei dati di tutti i costi di produzione e montaggio del tour”.

Stebbins Bina: “Secondo lei, questo accordo in sé dice se il dottor Murray è categorizzato o meno come un anticipo all’artista o un anticipo di produzione?”

Trell: “Non espressamente, no”.

Stebbins Bina: “È possibile cambiare le categorizzazioni su un budget se più tardi si stabilisce che qualcosa è stato messo nella colonna sbagliata?”

Obiezione accolta dal giudice.

Stebbins Bina: “Lei ha una comprensione in merito a se i budget cambiano in connessione con il saldo conto del tour?”

Trell: “Sì ce l’ho”.

Stebbins Bina: “E so che ha testimoniato che il signor Webking è il direttore finanziario, ma lei, come persona che maneggia i contratti, ha un qualche coinvolgimento nell’assicurarsi che le spese siano categorizzate secondo come l’artista ed il contratto fra artista e AEG Live le categorizza?”

Trell: “Sì”.

Panish: “Obiezione, non c’è nessun fondamento, lui ha detto che non le categorizza”.

Giudice: “Sta parlando di come erano categorizzate o descritte nei contratti preparati dal testimone?”

Stebbins Bina: “Signor Trell, nel processo di chiusura conti di un tour, lei è coinvolto nella revisione dei contratti per calcolare quale tipo di spese dovrebbe essere categorizzata in quale elenco?”

Trell: “Io ho familiarità con i contratti che stanno alla base del progetto in questione di tour... E so dove dovrebbero essere categorizzate, sì”.

Obiezione, accolta dal giudice.

Stebbins Bina: “Lei è coinvolto nel processo di risoluzione dei conti?”

Trell: “Le persone che sono coinvolte direttamente in questo processo verranno da me a farmi domande di tanto in tanto, quindi sì, in un certo modo sono coinvolto”.

Stebbins Bina: “E nel caso del contratto fra il signor Jackson ed AEG, voi ovviamente non siete mai arrivati al punto di risoluzione successive al tour, ma è qualcosa nel quale lei sarebbe stato coinvolto?”

Obiezione, respinta dal giudice.

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E secondo la sua comprensione, il compenso del dottor Murray doveva essere un anticipo all’artista o un anticipo di produzione?”

Trell: “Secondo me, era un anticipo all’artista”.

Stebbins Bina: “Ok. E tornando a quella disposizione del paragrafo 9, lei sa se il dottor Murray sollevò mai alcuna obiezione ad essa?”

Trell: “Io so che lui non sollevò mai alcuna obiezione a quella disposizione”.

Stebbins Bina: “Ci fu mai una bozza di questo accord mandata al dottor Murray che non contenesse questa disposizione?”

Trell: “No, ogni bozza conteneva quella disposizione”.

Stebbins Bina: “Andiamo avanti e parliamo dell’ultima bozza spedita il 24 giugno 2009. Andiamo alla prima pagina, signor Trell. Chi sono le parti secondo questa bozza di accordo?”

Trell: “Le parti sono la AEG Live Productions LLC come produttore e la GCA Holdings, LLC ed il dottor Conrad Murray”.

Stebbins Bina: “Ora, il signor Gongaware è una parte di questo accordo?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Phillips?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Uno di loro due avrebbe firmato questo accordo come parte di esso nelle loro capacità individuali?”

Trell: “No, non come individui, no”.

Stebbins Bina: “Ora, guardiamo in cima, qual è il titolo di questo documento?”

Trell: “Contratto di libera professione”.

Stebbins Bina: “Secondo la sua comprensione, il dottor Murray sollevò mai obiezione al suo contratto come libero professionista e non come dipendente di AEG?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Ora, qual era la data secondo cui questo accordo sarebbe diventato effettivo?”

Trell: “Il 1° maggio 2009”.

Stebbins Bina: “Se Michael Jackson non avesse firmato questo accordo, come da paragrafo 9 che abbiamo visto precedentemente, questo accord sarebbe ancora effettivo a partire dal 1° maggio 2009?”

Obiezione e sidebar.

Stebbins Bina: “Ok. Signor Trell, lei fu coinvolto nell’aggiungere questo paragrafo 9 a questa bozza di contratto?”

Trell: “Sì. Ne parlai con la signorina Jorrie per rendere il contratto espressamente soggetto alla firma di Michael Jackson su quel documento”.

Stebbins Bina: “Torniamo alla prima pagina, c’è questo paragrafo 3. Può dirmi cosa dice a riguardo dei tempi per i pagamenti che il dottor Murray avrebbe potuto ricevere ai sensi di questo contratto?”

Trell: “Dice al più tardi il 15° del mese o 5 giorni lavorativi dopo dopo l’esecuzione e la consegna di questo accordo”.

Stebbins Bina: “E secondo questa disposizione, chi sarebbe stato pagato?”

Trell: “La GCA Holdings, LLC”.

Stebbins Bina: “Perciò, la AEG Live avrebbe pagato direttamente il dottor Murray?”

Trell: “No, avremmo pagato quell’entità”.

Stebbins Bina: “Andiamo avanti, all’ultima pagina. A spese di chi sarebbero stati i pagamenti al dottor Murray in ultima analisi?”

Panish: “Obiezione, questa domanda sarà stata posta e risposta almeno cinque volte...”

Giudice: “Accolta”.

Stebbins Bina: “Andiamo alla voce a) sulla prima pagina di questo documento. Sa per cosa era intesa questa disposizione?”

Trell: “La voce a) era intesa a stabilire che questo era un ingaggio su richiesta dell’artista”.

Stebbins Bina: “E questa voce b) a cosa serviva?”

Trell: “Beh, in parte a fare in modo che il dottor Murray dichiarasse di essere un cardiologo con licenza. Era intesa anche a fornire la sua dichiarazione che avesse agito come medico generico dell’artista prima”.

Stebbins Bina: “Ora guardiamo al paragrafo intitolato ‘Ambito dei servizi’. Può leggermi la penultima frase che comincia con ‘Il dottor Murray dovrà’...?”

Trell: “Sì.’Il dottor Murray dovrà anche fornire altri simili servizi così come ragionevolmente richiesti dall’artista di volta in volta durante il termine del presente accordo”.

Stebbins Bina: “Ora andiamo alla prima bozza. Signor Trell, può leggere quella frase su questa bozza precedente?”

Trell: “Questo pertiene alla prima bozza, credo”.

Stebbins Bina: “Sì”.

Trell: “’Il dottor Murray dovrà anche fornire altri simili servizi così come ragionevolmente richiesti dal Produttore di volta in volta durante il termine del presente accordo”.

Stebbins Bina: “Il produttore sarebbe AEG Live o AEG Productions, giusto?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “È mai stata vostra intenzione che il dottor Murray fornisse servizi alla AEG Live Productions?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “E quella dicitura fu poi modificata per riflettere che non ci fosse questa intenzione?”

Trell: “Sì, dopo fu modificata, ‘produttore’ sarebbe stato cambiato in ‘artista’”.

Stebbins Bina: “Ora, ieri abbiamo visto il reperto dei querelanti 648 che mostrava un documento con le note in rosso tra una versione precedente e una versione successiva della bozza del contratto del dottor Murray. Ricorda che ieri stavamo guardando questa email che aveva in allegato due documenti, quello con le revisioni e quello finale?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Può leggere il primo pezzo di questa email che fu inoltrata a lei, giusto?”

Trell: “Sì, giusto. È un’email da Kathy Jorrie a Timm Woolley e a Conrad Murray: ‘Gentile dottor Murray, ho allegato alla presente una versione revisionata del suo contratto che incorpora tutte le revisioni da lei richieste. Nella versione in word, ho messo le annotazioni in rosso cosicché lei possa vedere tutte le modifiche’”.

Stebbins Bina: “Lei revisionò la versione con le note in rosso che inviò la signorina Jorrie?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E può dirmi se c’era qualche cambiamento nel paragrafo intitolato ‘ambito dei servizi’?”

Trell: “Sì, c’era una modifica, quella di cui stavamo giusto discutendo per cui fu eliminato ‘produttore’ sostituito da ‘artista’”.

Stebbins Bina: “E secondo la sua comprensione, perché fu fatta quella modifica?

Trell: “Fu una modifica richiesta dal dottor Murray”.

Stebbins Bina: “Adesso torniamo a quello che il dottor Murray firmò, ma non fu firmato dagli altri. Su questo c’era quella modifica con la dicitura ‘artista’, giusto?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Andiamo al paragrafo 4. Sa se questo paragrafo 4 ha un linguaggio simile a quello del paragrafo 1?”

Trell: “No, è in contraddizione”.

Stebbins Bina: “Sa per quale motivo il paragrafo 4 e il paragrafo 1 sono contraddittori?”

Trell: “Sì. Queste diciture sono contenute nei nostri moduli base di contratto, e quando fu fatta la modifica nel paragrafo 1, nessuna delle due parti si accorse di dover fare la modifica corrispondente qui nel paragrafo 4, perciò questa è una rimanenza da quel modulo”.

Stebbins Bina: “E questo a volte succede quando con i moduli dei contratti, le cose vengono lasciate da una versione all’altra?”

Trell: “Certamente sì”.

Panish: “Obiezione, guida il testimone”.

Giudice: “Accolta”.

Panish: “Che sia tolta la risposta dal verbale”.

Giudice: “Accolta”.

Stebbins Bina: “Ok. Adesso riprendiamo il contratto fra AEG e Michael Jackson. Può leggere la prima frase?”

Trell: “Con la firma sottostante, ciascuna parte riconosce la sua accettazione di quanto precede e acconsente a negoziare il contratto definitivo sollecitamente ed in buona fede”.

Stebbins Bina: “C’era un altro contratto che stava per essere negoziato dopo questo contratto fra AEG e Michael Jackson?”

Trell: “No, questo è un altro esempio di rimanenza da un modulo, l’ultima parte di esso che fa riferimento ad un contratto definitivo”.

Panish: “Farò di nuovo obiezione e chiederò di nuovo che sia rimossa la risposta dal verbale”.

Giudice: “Si rimuova la risposta dal verbale e si riformuli la domanda”.

Stebbins Bina: “Signor Trell, ci sarebbe stato un altro contratto? Un contratto definitivo?”

Trell: “No, questo contratto era il contratto definitivo tra le parti”.

Stebbins Bina: “Ha una spiegazione del perché qui ci fosse questa dicitura?”

Trell: “Sì, questo veniva da un modulo più breve che riassumeva termini e condizioni, quest’ultima dicitura si trova in quel modulo che prevede un documento negoziato separatamente, il modulo originale fu semplicemente esteso in quel formato che finì per essere questo contratto. Io e Kathy, sa, non cogliemmo questa dicitura che era rimasta”.

Stebbins Bina: “Questa dicitura sarebbe dovuta essere qui?”

Obiezione, respinta dal giudice.

Trell: “No, la frase dovrebbe finire con ‘di quanto precede’”.

Stebbins Bina: “Guardiamo al reperto 677-180, questo è l’accordo del dottor Tohme Tohme che abbiamo guardato stamattina. Può spiegarmi perché c’è la parola ‘modifica’ alla fine di questa frase?”

Trell: “Anche questa sarebbe una rimanenza da un modulo, non so a cosa si riferisca nello specifico, ma nella versione finale non fu cancellata come avrebbe dovuto”.

Stebbins Bina: “Torniamo alla bozza del contratto del dottor Murray. Signor Trell, ci sono altri errori in questo paragrafo?”

Trell: “Sì, c’è un errore anche in questo paragrafo. Al quarto rigo, dove c’è la lista delle parti che la GCA si impegna ad indennizzare, c’è una dicitura ‘del dottor Murray’ che non dovrebbe esserci”.

Stebbins Bina: “Cosa dovrebbe dire invece?”

Trell: “Il modulo di contratto da cui questo è partito usa la dicitura ‘contraenti’, perciò a me sembra che qualcuno abbia sostituito ‘contraente’ con ‘dottor Murray’, e l’ha cambiato lì, non accorgendosi dell’errore”.

Stebbins Bina: “Questo tipo di errori succedono qualche volta quando si sta redigendo un contratto?”

Obiezione accolta dal giudice.

Stebbins Bina:  “Signor Trell, è qualcosa che succede qualche volta, o non succede mai che ci siano errori in contratti fatti in connessione con...”.

Trell: “A volte succedono, sì”.

Stebbins Bina: “Lei ricorda se aveva letto questo contratto in quel periodo di tempo intercorso tra quando la signorina Jorrie lo mandò a lei, che ieri è stato stabilito avvenne circa alle 01:00 del mattino, e quando il dottor Murray lo firmò e lo rispedì alla signorina Jorrie?”

Trell: “No, non ricordo di averlo letto. Non ricordo di averlo revisionato”.

Stebbins Bina: “Lei lo avrebbe revisionato prima che chiunque alla AEG Live lo firmasse?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Qualcuno di AEG Live lo firmò mai?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Signro Trell, il dottor Murray aveva lavorato con AEG Live prima?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Il dottor Murray era noto all’artista?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Era conosciuto nel settore?”

Trell: “Non nel nostro settore dell’intrattenimento, no”.

Stebbins Bina: “Perciò delle tre lui era noto all’artista?”

Trell: “Sì, è corretto”.

Stebbins Bina: “E questa bozza di accordo richiedeva al dottor Murray licenze e permessi?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Richiedeva un’assicurazione?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Prevedeva delle misure di indennizzo?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ora vorrei che lei leggesse ad alta voce il sottoparagrafo 7.3 di questo accordo che si riferisce al paragrafo 7 intitolato ‘Recesso’”.

Trell: “Certo: ...‘Immediatamente dal Produttore se l’Artista decide per qualunque motivo che l’Artista non vuole più o non ha più bisogno dei servizi del dottor Murray”.

Stebbins Bina: “E questa fu una disposizione per la quale lei fu coinvolto nell’aggiungerla a questa bozza di contratto?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E qual era il suo intento nell’aggiungere una disposizione come questa?”

Trell: “Rendere la sua sussistenza o il suo protrarsi espressamente soggetto ai desideri dell’artista”.

Stebbins Bina: “Ora, qualcuna di queste disposizioni permetteva ad AEG di recedere dal contratto con il dottor Murray per una ragione qualsiasi, o solamente per ragioni specifiche?”

Trell: “No, solo per ragioni specifiche”.

Stebbins Bina: “Ieri l’avvocato Panish le ha fatto domande sul sottoparagrafo 7.2. Questa è una disposizione comune nei contratti per liberi professionisti quando si sta costruendo un tour?”

Trell: “Sì. L’intento qui è dare al produttore una certa flessibilità per recedere da questo contratto se la serie di concerti, com’è definita, viene cancellata o posticipata perché in questo caso non si vuole un obbligo di pagamento in corso e continuo per qualcosa che non sta avendo luogo”.

Stebbins Bina: “Se il tour non fosse andato avanti, ci sarebbe stata una qualunque motivazione per questo accordo tra la AEG Live ed il dottor Murray e la sua società?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “C’è qualcosa in questo documento che dice che se questo accordo è cancellato, il dottor Murray non può più prendersi cura del signor Jackson?”

Trell: “No, ovviamente no”.

Stebbins Bina: “Altri contratti sarbbero stati terminati se il tour fosse stato cancellato?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Per esempio, il contratto di Karen Faye, se il tour fosse stato cancellato, AEG Live avrebbe continuato a pagarla?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Signor Trell, adesso vorrei tornare ad alcune email su cui il signor Panish l’ha interrogata ieri in rapporto alle condizioni del signor Jackson alle prove. Lei è stato designato come la persona più ben informata per la sua società in merito a questo. In che modo ha raccolto le sue informazioni?”

Trell: “Ho avuto delle conversazioni con chi era effettivamente presente alle prove per raccogliere le loro osservazioni. Nello specifico, con Randy Phillips e Paul Gongaware. Successivamente, parlai con la signorina Amy Morrison quando scoprii che aveva preso parte ad una sessione di prove”.

Stebbins Bina: “E quali furono queste osservazioni?”

Trell: “Le osservazioni furono che, tranne per quell’unico giorno del 19 giugno, in cui né il signor Phillips né il signor Gongaware erano presenti, quando il signor Jackson era alle prove sembrava stare bene e le sue esibizioni erano formidabili”.

Stebbins Bina: “Lei ha parlato del 19 giugno, il giorno in cui il signor Jackson era malato. È sua comprensione che qualcuno della AEG Live fosse presente alle prove del 19 giugno?”

Trell: “Secondo la mia comprensione, nessuno della AEG Live era presente a quelle prove del 19 giugno”.

Stebbins Bina: “Ora voglio tornare al reperto dei querelanti che il signor Panish le ha mostrato ieri, quell’email intitolata ‘problema in prima linea’, la ricorda?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E lei ha una comprensione riguardo a se questa era la prima email della catena oppure no?”

Trell: “Credo sia la prima”.

Stebbins Bina: “E da chi proviene?”

Trell: “Da John Hougdahl, noto anche come Bugzee, a Paul Gongaware e Randy Phillips”.

Stebbins Bina: “E questa email indica o meno se il signor Phillips o il signor Gongaware erano presenti quando avvennero quelle circostanze?”

Trell: “Beh, lui sta scrivendo a loro per portare questo alla loro attenzione, perciò presumibilmente loro non erano presenti”.

Obiezione, respinta dal giudice.

Stebbins Bina: “Adesso vorrei andare a quest’altra email, dal signor Ortega al signor Phillips. Potrebbe leggere queste due frasi ad alta voce?”

Trell: “Ok. ‘Alla fine, è importante che lo sappiano tutti, io credo che lui questo lo voglia davvero. Se noi staccassimo la spina, ne sarebbe distrutto, gli si spezzerebbe il cuore. È terribilmente spaventato che gli venga portato via’”.

Stebbins Bina: “Ora, una cosa che ieri non abbiamo visto in dettaglio è a chi queste email furono mandate. Sappiamo del signor Ortega, del signor Phillips, del signor Gongaware e del signor Leiweke. In realtà, dove ci sono gli indirizzi queste email sono state redatte. Lei sa chi è ‘Katz J.’ ?”

Trell: “Sì, questo è Joel Katz”.

Stebbins Bina: “E sa chi è questo ‘FM Dileo’?”

Trell: “Sì, questo è Frank Dileo”.

Stebbins Bina: “Aveva una comprensione riguardo a se il signor Katz stava rappresentando qualcuno in connessione con il This Is It tour?”

Trell: “In questa data, la mia comprensione era che lui stesse rappresentando il signor Jackson”.

Stebbins Bina: “Perciò, era uno degli avvocati del signor Jackson?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E chi è Frank Dileo?”

Trell: “Dileo è un ex manager del signor Jackson, che tornò nella vita di Michael Jackson verso la fine del nostro periodo e in questa data del 20 giugno la mia comprensione è che Frank stesse rappresentando il signor Jackson in qualche facoltà”.

Stebbins Bina: “Sa esattamente in quale facoltà?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Chi è Michael Kane?”

Trell: “Michael Kane è il business manager di Michael”.

Stebbins Bina: “E chi è John Branca?”

Trell: “John Branca è un avvocato dello studio legale Ziffren molto noto nel settore, aveva anche un rapporto passato con il signor Jackson e in questa data era mia comprensione che lui anche adesso stesse rappresentando Michael Jackson”.

Stebbins Bina: “Perciò, in questa catena di email ci sono due avvocati di Michael Jackson, il suo business manager e qualcuno che lo rappresentava in una certa facoltà, ma lei non è certo in che modo?”

Trell: “Corretto”.

Stebbins Bina: “Lei ha una comprensione riguardo a se queste altre persone vedevano il signor Jackson regolarmente?”

Panish: “Obiezione, nessun fondamento”.

Stebbins Bina: “Sto chiedendo la sua comprensione”.

Giudice: “Accolta”.

Stebbins Bina: “Lei interagì con qualcuna di queste persone a giugno 2009?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Con chi?”

Trell: “Ebbi interazioni con Frank Dileo e occasionalmente con il signor Katz”.

Stebbins Bina: “Lei ha una qualche comprensione riguardo a se Dileo o il signor Katz vedessero regolarmente il signor Jackson in questo periodo?”

Panish: “Obiezione, ancora per inadeguato fondamento”.

Giudice: “Accolta”.

Stebbins Bina: “In che facoltà lei vide o interagì con il signor Katz o il signor Dileo?”

Trell: “Loro erano occasionalmente nei nostril uffici a Los Angeles per la loro rappresentazione di Michael e il This Is It tour”.

Stebbins Bina: “Lei non è mai stato ad una prova del signor Jackson, quindi non potrebbe dirmi se loro furono mai presenti a delle prove, giusto?”

Trell: “Non so se loro avessero mai preso parte a qualche prova”.

Stebbins Bina: “Ma a tutti loro fu inviata questa email, giusto?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: Ora, in questa email il signor Ortega descrive i sintomi del signor Jackson quella sera del 19 giugno. Secondo la sua comprensione, qualcuno della AEG Live, qualche impiegato della AEG Live, osservò mai personalmente questi sintomi nel signor Jackson?”

Obiezione, respinta dal giudice.

Trell: “Non che io sappia, no”.

Stebbins Bina: “E i sintomi esposti qui a partire dalla terza frase che comincia con... ‘Appariva piuttosto debole’?”

Trell: “Sì, piuttosto debole, affaticato, con brividi di freddo, tremante, sconclusionato ed ossessivo”.

Stebbins Bina: “Quindi sintomi preoccupanti?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Ortega indica da qualche parte in questa email cosa lui crede che possa essere il problema del signor Jackson il 19 giugno 2009?

Trell: “Sembra che lui pensi sia qualcosa di psicologico, lui dice: ‘dovrebbe essere esaminato psicologicamente’”.

Stebbins Bina: “E poi, lei vede la domanda del signor Branca alla fine?”

Trell: “Intende: ‘Sappiamo se è coinvolto un problema di abuso di sostanze?””.

Stebbins Bina: “Lei ha visto l’email di qualcuno che abbia affermato con decisione che fosse coinvolto un problema di abuso di sostanze?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Sa se qualcuno abbia mai saputo che chiunque alla AEG Live sia mai venuto a sapere se ci fosse o no un problema di abuso di sostanze?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “Diamo un’occhiata a quest’altra email che le è stata mostrata ieri, la 318-1. In questa email, il signor Phillips indica di sapere cos’ha il signor Jackson?”

Trell: “No, lui indica che non lo sa”.

Stebbins Bina: “Suggerisce delle possibilità?”

Trell: “Parla di problema chimico o fisiologico”.

Stebbins Bina: “Quindi adesso abbiamo quella psicologica, quella chimica e quella fisiologica come possibilità?”

Trell: “Giusto”.

Stebbins Bina: “La scorsa settimana, quando ha testimoniato il signor Travis Payne, lei era qui?”

Trell: “Sì, ero qui quando Travis ha testimoniato”.

Stebbins Bina: “Ricorda che lui ha testimoniato di aver pensato che forse il signor Jackson avesse un brutto raffreddore o l’influenza il 19 giugno 2009?”

Trell: “Ricordo che lui abbia testimoniato che lui avesse i sintomi del raffreddore o dell’influenza”.

Stebbins Bina: “Ha mai visto qualcuno dichiarare con decisione cosa avesse esattamente il signor Jackson il 19 giugno 2009?”

Trell: “No, l’unica cosa che sembra corrispondere sono i brividi di freddo. Sembra che tutti parlino di brividi, o freddo, ma nessuno ha dichiarato o sta dichiarando adesso con precisione che cosa stave succedendo”.

Obiezione, respinta dal giudice.

Pausa

Stebbins Bina: “Signor Trell, voglio mostrarle un altro reperto dei querelanti che le è stato fatto vedere ieri, il 678-204. Ora, ieri le è stato chiesto a proposito di conversazioni che il signor Phillips ebbe con il dottor Murray. Questa email fa riferimento ad una di queste conversazioni?”

Trell: “Fa riferimento al fatto che Randy abbia avuto una lunga conversazione con il dottor Murray”.

Stebbins Bina: “Dall’email, lei riesce a dirmi se fu una conversazione al telefono o di persona?”

Trell: “Sembra essere una conversazione al telefono, perché lui dice: ‘e mi stava parlando dalla casa in cui aveva trascorso la mattinata con MJ’”.

Stebbins Bina: “Come persona più informata che si è istruita su quelli che furono i rapport tra la AEG Live ed il dottor Murray in quel period, lei ha parlato con il signor Phillips delle interazioni che lui ebbe con il dottor Murray?”

Trell: “Sì, con il signor Phillips ed il signor Gongaware”.

Stebbins Bina: “E lei ha una comprensione riguardo a se il signor Phillips abbia mai avuto un incontro di persona con il dottor Murray senza la presenza del signor Jackson?”

Trell: “No, la mia compresione è che ci furono 2 incontri in cui c’erano il signor Phillips ed il dottor Murray, ma il signor Jackson era presente ad entrambi”.

Stebbins Bina: “E sa quando avvennero questi due incontri?”

Trell: “Beh, uno il 20 giugno che coinvolse Randy, Kenny Ortega, il dottor Murray e Michael; ed è mia comprensione che agli inizi di giugno ci fu un altro incontro, ma non conosco la data precisa”.

Stebbins Bina: “Ora vorrei farle notare qualcosa in questa email che ho notato solo ieri. Che orario riporta questa email?”

Trell: “Le 20:48 del 20 giugno 2009”.

Stebbins Bina: “E dia semplicemente un’occhiata all’ultima frase lì. Ha una qualche comprensione riguardo a se questa email con l’orario delle 20:48 sia accurata o no?”

Panish: “Obiezione, non c’è nessun fondamento”.

Giudice: “Non so cosa voglia dire con... Se l’orario è accurato?”

Panish: “Come potrebbe saperlo? Nessun fondamento per questo testimone”.

Giudice: “Il computer... beh, ok”.

Stebbins Bina: “La questione è che le email sono stampate in posti diversi e qualche volta hanno orari diversi. Sto solo cercando di scoprire quando questa potrebbe essere stata spedita”.

Giudice: “Accoglierò l’obiezione”.

Stebbins Bina: “Andiamo alla prossima email. Che orario riporta questa?”

Trell: “Le 13:20 del 20 giugno”.

Stebbins Bina: “Torniamo alla prima email. Può rivedere cosa sta affermando il signor Phillips qui sulla sua conversazione con il dottor Murray?”

Trell: “Il signor Phillips afferma che il dottor Murray ha detto che Michael non solo è fisicamente pronto per esibirsi, ma che scoraggiarlo accelererà il suo declino, piuttosto che fermarlo: ‘Il dottor Murray ha anche ribadito che lui è psicologicamente capace, e mi stava parlando dalla casa in cui aveva trascorso la mattinata con MJ’”.

Stebbins Bina: “Ora, lei ha ricordato prima l’incontro del 20 giugno 2009. Può dirmi brevemente cosa accadde in quell’incontro secondo la sua conoscenza?”

Trell: “All’incontro, come prima cosa Michael indicò di stare bene, semplicemente bene. In second luogo, il dottor Murray rimproverò Kenny Ortega per aver persino espresso una preoccupazione, e affermò molto testardamente che lui si stava occupando della cura medica del signor Jackson, e che Michael stava bene”.

Stebbins Bina: “Ed il signor Phillips le descrisse come apparve Michael Jackson in quell’incontro?”

Trell: “Non ricordo”.

Stebbins Bina: “Sa se il signor Jackson si presentò a qualche prova dopo il 20 giugno?”

Trell: “Beh, il 20, il 21 e il 22 erano giorni liberi, lui provò il 23 ed il 24 giugno”.

Stebbins Bina: “E qualche impiegato di AEG era presente il 23 e il 24?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Chi c’era in quei giorni?”

Trell: “Secondo la mia comprensione, Randy e Paul Gongaware erano presenti il 23 e il 24, ed in uno di questi giorni c’era anche la signorina Amy Morrison, che non ricorda esattamente che giorno fosse. Era il giorno in cui Kevin Mazur era lì per il servizio fotografico, qualunque giorno fosse quello, lei era lì”.

Stebbins Bina: “E lei ha una comprensione di come apparve fisicamente il signor Jackson a quelle prove sulla base di ciò che hanno dichiarato a lei gli impiegati di AEG Live?”

Trell: “Sembrava stare bene e le prove furono formidabili”.

Stebbins Bina: “Ora, dopo la seconda prova del 24 giugno 2009, il signor Jackson fece ancora prove?”

Trell: “No, lui morì il giorno dopo”.

Stebbins Bina: “E successivamente alla morte del signor Jackson, lei ha testimoniato che ci furono degli incontri con alcuni dei suoi consulenti d’affari ai quali partecipò anche lei. Come arrivò a partecipare anche lei a questi incontri?”

Trell: “Beh, io ero molto coinvolto nel progetto del This Is It tour, e sono il Responsabile dell’Ufficio Legale della società, perciò quando la riunione fu convocata negli uffici del signor Branca, fui invitato a partecipare”.

Stebbins Bina: “Può solo ricordare chi era presente a quella riunione?”

Trell: “C’erano il dottor Tohme, Frank Dileo e Michael Kane. C’era John Branca, mentre John McClain, l’altro esecutore dell’Estate di Michael Jackson, era presente telefonicamente in vivavoce, c’era Joel Katz ed altri avvocati dei due studi legali del signor Katz e del signor Branca, c’era Kathy Jorrie, Randy, Paul e Bruce Black”.

Stebbins Bina: “Ora, vorrei farle rivedere il reperto 677-203 mostratole ieri dai querelanti. Se ricordo la sua testimonianza, lei ha detto che il dottor Murray... il dottor Tohme, era stato licenziato ad un certo punto dal signor Jackson agli inizi di maggio del 2009?”

Trell: “Giusto”.

Stebbins Bina: “E lei ha mai avuto una comprensione riguardo a se il rapporto tra il dottor Tohme ed il signor Jackson cambiò di nuovo?”

Trell: “Sì, fu mia comprensione che il dottor Tohme fosse tornato a rappresentarlo in qualche facoltà”.

Stebbins Bina: “Ed è questa la ragione per cui il dottor Tohme era presente a quella riunione?”

Trell: “Sì”.

Panish: “Obiezione, non c’è nessun fondamento per questo, sia rimossa dal verbale la risposta”.

Giudice: “Accolta”.

Stebbins Bina: “Ricorda che le sono state fatte domande su questo documento ieri?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Il dottor Tohme le disse mai personalmente che lui era un funzionario della Michael Jackson Company?”

Trell: “Sì. Lo fece”.

Panish: “Obiezione, sentito dire. La risposta sia rimossa dal verbale”.

Giudice: “Accolta”.

Stebbins Bina: “In questo documento, si dice che il dottor Tohme è un funzionario della Michael Jackson Company?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Lei credeva fosse vero nel momento in cui questo documento fu introdotto?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E oggi che è seduto lì, ha qualche conoscenza riguardo a se fosse vero oppure no, al di là di quello che è scritto in esso?”

Trell: “No, non ho nessuna conoscenza se fosse vero oppure no”.

Stebbins Bina: “E qui, nel paragrafo 3, dice che il sottoscritto, il dottor Tohme, dichiara e garantisce di essere un funzionario della Michael Jackson Company?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Il dottor Tohme firmò questo documento?”

Trell: “Sì, lo firmò per conto della Michael Jackson Company”.

Stebbins Bina: “Lei fu coinvolto nella redazione di questo documento?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “E qual era il suo scopo?”

Trell: “Lo scopo era ottenere il riconoscimento da parte del dottor Tohme delle spese di produzione sostenute a quella data visto che il dottor Tohme per un certo periodo di tempo all’inizio, e poi alla fine, stava rappresentando il signor Jackson in qualche facoltà”.

Obiezione, respinta dal giudice.

Stebbins Bina: “Il dottor Tohme era l’unico manager che il signor Jackon aveva in quel periodo?”

Trell: “No, dal momento in cui stipulammo il contratto fino al 25 giugno, o fino alla data di...  di questo, il 28 giugno, o quando è stato, c’erano due persone che erano lì a rappresentare il signor Jackson in qualche facoltà, il dottor Tohme e Frank Dileo”.

Stebbins Bina: “E la AEG Live aveva un document simile per il dottor Tohme?”

Trell: “Avevamo un documento simile per il signor Dileo in cui lui firmò una dichiarazione riguardo allo stesso budget dei costi di produzione allegato a questo documento”.

Stebbins Bina: “E lei sa che fine fecero questi due documenti? Furono forniti a qualcuno degli altri rappresentanti del signor Jackson”

Trell: “Furono forniti all’Estate”.

Stebbins Bina: “E qual era lo scopo di fornirli all’Estate, se lei lo sa?”

Trell: “Stavano semplicemente coprendo il periodo di tempo in questione attraverso entrambi. In ultimo, l’Estate fece il suo proprio audit e la sua propria indagine dei... e la revisione dei costi di produzione, e confermò gli stessi”.

Stebbins Bina: “E i costi di produzione... gli anticipi di produzione alla fine furono approvati dall’Estate di Michael Jackson?”

Trell: “Sì”.

Stebbins Bina: “Ora, voglio chiederle brevemente del reperto 678-177 di cui il signor Panish le ha chiesto prima. Questo è un document creato dalla AEG Live?”

Trell: “No, è un documento creato da questa società per essere usato in connessione con l’assunzione degli impiegati, che viene dato ai neoassunti di AEG”.

Stebbins Bina: “Viene mai dato a liberi professionisti ingaggiati per lavorare in tour?”

Trell: “No”.

Stebbins Bina: “E voglio guardare qui, all’ultima frase. La AEG Live fa mai verifiche di solvibilità su tutti i suoi impiegati? E sto parlando di impiegati qui, non di liberi professionisti”.

Panish: “Farò obiezione, è stato chiesto almeno 3 volte oggi”.

Giudice: “Penso che abbiamo finito con questo”.

Panish: “Sì, abbiamo finito”.

Stebbins Bina: “Non siamo andati a vedere questo profilo sul modulo, Vostro Onore. Ho solo letteralmente quest’unica domanda in proposito”.

Giudice: “Ok”.

Trell: “Le verifiche di solvibilità, come dice il documento, possono essere richieste, ma solamente quando è sostanzialmente in relazione alle responsabilità del ruolo in questione per gli impiegati”.

Stebbins Bina: “D’accordo, e penso sia tutto”.

Panish: “Può rimettere quel reperto su, perfavore? Grazie”.

 

RIESAME DIRETTO BRIAN PANISH:

Panish: “Ora, signore, lei... è riferito nei documenti di AEG che il dottor Murray avesse un ruolo da consulente, non è così, signore?”

Trell: “Non sono sicuro di cosa lei intenda per ‘documenti di AEG’”.

Panis: “Beh, lei ha visto documenti, in quanto persona più informata, del dottor Murray riportato come un consulente?”

Trell: “Le chiederei di farmi vedere il document al quale si sta riferendo”.

Panish: “No, lei ha visto, come ha appena testimoniato in merito a tutti i documenti che ha revisionato, l’avvocato continuava a chiederle: ‘ha visto questo, ha visto quest’altro’. Lei ha visto qualche documento in cui al dottor Murray ci si riferisce come consulente, sì o no?”

Trell: “Non ricordo”.

Panish: “E signore, lei ha dato molte risposte in merito alle quali era piuttosto sicuro, giusto?”

Trell: “Sì”.

Panis: “E lei ci ha detto che era molto, molto coinvolto nel This Is It tour, giusto?”

Trell: “Sì”.

Panish: “E lei ci ha detto tutto a riguardo del suo incontro con il signor Jackon, vero signore?”

Trell: “Il mio incontro a casa sua quando firmammo il contratto fu il mio unico incontro con lui, sì”.

Panish: “Ok. Perciò, lei ha incontrato Michael Jackson solamente una volta in tutta la sua vita, giusto?”

Trell: “Sì”.

Panis: “E quell’unica volta in cui lei lo ha incontrato, penso di averlo sentito almeno 10 volte oggi, fu il 26 gennaio 2009, quando fu firmato il contratto, giusto?”

Trell: “Sì”.

Panish: “E lei è così sicuro di questo così come di tutte le altre cose che abbiamo sentito da lei nelle ultime sei ore, giusto?”

Trell: “Io sono sicuro che quando fu firmato il contratto è stata l’unica volta che ho incontrato Michael Jackson”.

Panish: “No signore, lei ci ha detto 10 volte, e l’avvocato lo diceva nelle sue domande, che il 26 gennaio 2009 lei incontrò il signor Jackson e lui firmò tutti quegli accordi. Lei ci ha detto tutto in proposito, non è così signore?”

Trell: “Questo è il mio ricordo, sì”.

Panis: “E lei ci ha detto di esserne sicuro perché non dimenticherà mai quel momento, giusto?”

Trell: “Non dimenticherò di aver incontrato Michael Jackson”.

Panish: “No. Parlo del 26 gennaio 2009, alla casa di Carolwood a Beverly Hills, è corretto?”

Trell: “Quello è il luogo in cui avvenne l’incontro, sì”.

Panish: “E lei è così sicuro di questo, che avvenne il 26 gennaio 2009, il giorno in cui il contratto fu firmato, come di tutto il resto che ha testimoniato sotto giuramento in questa corte, giusto?”

Trell: “Quella è la data in cui io credo che abbiamo firmato il contratto”.

Panish: “No, lei è SICURO di questo? Perché lo ha testimoniato per circa 11 volte finora. Era solo una sua stima, o lei ha detto, e l’avvocato glielo ha chiesto nelle sue domande: ‘e fu il 26 gennaio 2009 quando voi firmaste, e fu il 26 gennaio 2009...’, lei è assolutamente sicuro di questo, non è così, signore?”

Trell: “Questa è la mia comprensione”.

Panish: “Ok. Proprio come ce l’ha su ogni altra cosa che ha detto in questo caso, giusto?”

Trell: “Sì”.

Panish: “E signore... Michael Jackson, a lei piaceva, giusto?”

Trell: “Mi piaceva... in che senso lo sta chiedendo?”

Panis: “Beh, lei ci ha raccontato cosa ha provato quando lo ha incontrato, e che lui era gentile, aveva una stretta di mano ferma, era impegnato ed entusiasta. Ce ne ha parlato per 15 minuti ieri, non è così?”

Trell: “Non penso di averne parlato per 15 minuti, ma lui sembrò molto gradevole quando lo incontrai, pensai fosse interessante che si alzasse e mi venisse incontro per salutarmi alla porta”.

Panish: “E lei ha detto che era entusiasta di incontrarlo, non è così, signore?”

Trell: “Non ricordo di aver detto che ero entusiasta, ma certamente, sa... era eccitante incontrare Michael Jackson”.

Panish: “Bene signore. Alla AEG Live è politica aziendale parlare in TERMINI DISPREGIATIVI dell’artista con il quale state per fare tour megagalattici?”

Trell: “È una politica aziendale?”

Panis: “Sì”.

Trell: “No, naturalmente no”.

Panish: “È appropriato per un avvocato della società parlare in termini dispregiativi di un artista con cui hanno stipulato un contratto che frutterà milioni e milioni di dollari?”

Trell: “È appropriato?”

Panish: “Sì”.

Trell: “No”.

Panish: “Come membro dell’ordine degli avvocati, lei non penserebbe che un avvocato di AEG dovrebbe riferirsi ad un artista come Michael Jackson con termini dispregiativi, è così, signore?”

Trell: “Guardi, io penso che le persone abbiano le loro proprie impressioni, pensieri e sentimenti riguardo a Michael Jackson”.

Panish: “Ok. Beh, è questo il modo in cui lei lo percepiva, in modo dispregiativo, signore?”

Trell: “Sa, posso non necessariamente essere stato d’accordo con alcune scelte di vita che Michael Jackson ha fatto. Certamente, avevo un immenso rispetto per lui come performer e intrattenitore. Nella mia possibilità di incontrarlo, nel mio unico incontro a casa sua, lui fu molto gradevole, c’era una vera energia positiva nella stanza, come ho testimoniato, e sì, non dimenticherò di averlo incontrato quel  giorno”.

Panish: “Ok, signore. Chi è Ted Fikre?”

Trell: “Ted è il responsabile dell’ufficio legale di AEG”.

Panis: “E lui riporta al signor Black, l’avvocato a capo dell’Anschutz Group che riporta direttamente al signor Anschutz, giusto?”

Trell: “Sì”.

Panish: “Ed il signor Fikre e lei vi scambiate delle email durante il giorno, vero signore?”

Trell: “Beh, Ted è la persona che mi ha assunto, e la ragione per cui oggi ho il ruolo che ho. Ci scambiamo email, sì”.

Panish: “Ed il signor Fikre le mandò un’email in cui lui e lei pensavate che il signor Jackson fosse un freak (in inglese, la parola ha un senso dispregiativo indicando una persona stramba, pazzoide, anormale, ndr) non è così, signore?”

Trell: “Non ricordo la parte ‘lui e lei’ alla quale si sta riferendo”.

Panis: “Ok. Il signor Fikre le disse che Michael Jackson era un freak?”

Trell: “Ricordo un’email in cui fece riferimento a questo, sì”.

Panish: “Ok. Guardiamo al reperto 886-1. Parliamo di lei e dell’avvocato a capo di AEG che parlavate dell’incontro con Michael Jackson, ok?”

Trell: “Giusto. Feci sapere a Ted che stavo andando a Carolwood alle 17:00”.

Panish: “Ok, partiamo dal fondo, Paul Gongaware scrive a Randy Phillips e dice: ‘MJ ancora oggi?’, giusto?”

Trell: “Giusto”.

Panis: “E sarebbe il giorno in cui lei incontrò il signor Jackson e furono firmati i contratti, giusto?”

Trell: “Giusto”.

Panish: “E lei ci ha detto, adesso siamo arrivati a 12 o 13 volte, in modo così sicuro come lei è su qualsiasi altra cosa, che quell’incontro fu il 26 gennaio 2009, non è così, signore?”

Trell: “Questo è ciò che ho testimoniato, sì”.

Panish: “Ok. Ci dica in quale giorno avvenne davvero quell’incontro, signore”.

Trell: “Ok, era il 28”.

Panis: “Perciò, così sicuro com’era, proprio come su tutto il resto che ha testimoniato, lei si è sbagliato su questo, non è così, signore?”

Trell: “Mi sbagliavo sulla data della firma, sì”.

Panish: “Ma lei ce lo ha detto 12 volte sotto giuramento, non è così, signore?”

Trell: “Non ricordo quante volte ho fatto riferimento al 26 gennaio, ma ho fatto riferimento alla data in cui firmammo il contratto”.

Panish: “Beh, lei ci ha fatto riferimento un bel po’ signore... E lo ha fatto giusto quando io gliel’ho chiesto. Perciò, parliamo di quel 28 gennaio, non del 26, ok?”

Trell: “Ok”.

Panish: “Vuole cambiare ora la sua testimonianza su questo sotto giuramento, signore?”

Trell: “Non ho necessariamente la data sul mio calendario. Dalle email, sembra fosse il 28 gennaio”.

Panish: “Ma lei ha testimoniato tutto in proposito e in modo estensivo. Lei capisce di cosa si tratta quando testimonia sotto giuramento, vero signore, come avvocato?”

Trell: “Sì”.

Panish: “E quando l’avvocato le fa una domanda e dice: ‘e l’incontro del 26 gennaio 2009’, si presume che l’avvocato non rappresenti falsamente la verità, non è così, signore?”

Trell: “Non penso che loro stiano rappresentando falsamente la verità. Si firmò un documento a casa sua. Fu mercoledì 28 gennaio, non lunedì 26”.

Panish: “Ok. Ora guardiamo l’email signore. Ore 17:00. A Carolwood Drive, ‘tu e Shawn’, con riferimento al signor Gongaware, voi siete istruiti ad essere lì dall’amministratore delegato della vostra società, giusto?”

Trell: “Esatto”.

Panish: “E di che ora è quell’email, signore?”

Trell: “Delle 12:48”.

Panish: “Ora guardiamo l’email successiva. Da chi fu inviata quell’email?”

Trell: “La inviai io a Ted”.

Panis: “Ted, allora, subito dopo... ‘Ted, per tua informazione’... voleva dire al suo amico Ted che stava andando ad incontrare Michael Jackson, vero?”

Trell: “Penso che stavo facendo sapere a Ted che mi stavo dirigendo lì per firmare il contratto. Quella sarebbe un’informazione che il signor Fikre voleva e o gli sarebbe piaciuto sapere”.

Panish: “Perché il signor Fikre è un membro del consiglio di AEG, vero, signore? Ne abbiamo parlato quando gliel’ho chiesto in precedenza. Ricorda questo?”

Trell: “Questo non lo so”.

Panish: “Il signor Fikre era un membro del consiglio di AEG e lo è ancora oggi, vero?”

Trell: “Questa è la mia comprensione”.

Panis: “Ed è sopra di lei nella società, lui riporta al signor Black, che riporta direttamente al signor Anschutz, giusto?”

Trell: “Questo è vero”.

Panish: “E vediamo l’orario della sua email al signor Fikre”.

Trell: “Le 13:09”.

Panish: “Ok. E ora, quanto tempo gli ci volle per risponderle, lo sa?”

Trell: “Avrò bisogno di vedere l’email per saperlo”.

Panis: “Ok, vediamo quanto tempo gli ci volle per risponderle”.

Trell: “Lui rispose alle 13:11”.

Panish: “3 minuti dopo... 2 minuti dopo, lei e l’avvocato che riporta al signor Black, che riporta direttamente al signor Anschutz... e lui le disse, domanda: ‘questo significa che stai per andare ad incontrare il freak?, questo è ciò che il responsabile legale di AEG, che sta per fare un affare multimilionario con l’artista signor Jackson, è questo il modo col quale lui si riferì al signor Jackson, non è così, signore?”

Obiezione, respinta dal giudice.

Trell: “Questo è il modo con cui si è riferito a lui, sì”.

Panish: “E lui è il capo, il responsabile dell’ufficio legale di tutta AEG. Questo è un uomo grazie al quale voi speravate di fare milioni e milioni di dollari, non è così, signore?”

Trell: “Beh, noi speravamo di avere un tour di successo, sì”.

Panish: “Milioni e milioni di dollari, non è così?”

Trell: “Non so quanti soldi sarebbero stati fatti”.

Panish: “E QUESTO E’ IL TIPO DI RISPETTO CHE IL VOSTRO AVVOCATO MOSTRA VERSO QUESTO ARTISTA RIFERENDOSI A LUI COME UN FREAK. Non è così, signore?”

Obiezione, respinta dal giudice.

Panish: “Risponda perfavore”.

Trell: “Potrebbe rifarmi la domanda, perfavore?”

Panish: “Certamente. (al cancelliere) Se può rileggerla, perfavore”.

Trell: “Dovrebbe chiederlo al signor Fikre”.

Panish: “Beh, lei gli rispose e non disse: ‘non chiamarlo con un termine dispregiativo’, lo ha fatto, signore?”

Trell: “Io dissi che non ero sicuro di come mi sentivo”.

Panish: “Signore, lei non ha detto: ‘non parlare così del signor Jackson, stiamo per lavorare con lui su un grande progetto da cui vogliamo tutti fare soldi’, vero, signore?”

Trell: “No, non gli dissi questo”.

Panish: “Lei gli disse: ‘non parlare delle persone in questo modo, non è una cosa carina da dire’? Gli disse questo signore?”

Trell: “No, non gli dissi nemmeno questo”.

Panish: “Sua madre le ha mai detto che se non si ha qualcosa di carino da dire su qualcuno, non dirla?”

Stebbins Bina: “Obiezione Vostro Onore, è polemico”.

Giudice. “Questo è veramente polemico”.

Panish: “Beh, signore, a quanto pare lei rispose: ‘Non sono sicuro di come mi sento a riguardo. Interessante di sicuro, ma piuttosto spaventoso’. Questo è quello che lei pensava del signor Jackson come responsabile dell’ufficio legale dell’imputato in questo caso, non è così, signor Trell?”

Trell: “Quello è quello che scrissi”.

Panis: “E il suo lavoro è proteggere gli interessi finanziari di AEG, non è così, signore?”

Trell: “Il mio lavoro è supervisionare l’ufficio legale della società”.

Panish: “Che protegge gli interessi finanziari della AEG Live e di AEG e della Anschutz, posseduta e controllata dal signor Phillip Anschutz, non è così, signore?”

Obiezione, respinta dal giudice.

Trell: “Finanziarie e d’altro canto tutte le questioni legali”.

Panish: “Quindi è un sì?”

Trell: “Coinvolge questioni finanziarie, sì”.

Panish: “Per tutte quelle società, non solo AEG Live, ma AEG, fino al signor Anschutz della Anschutz, giusto?”

Trell: “Beh, la mia posizione è in AEG Live, signore”.

Panish: “Signore, il signor Anschutz è nel consiglio con il signor Fikre, l’uomo che ha chiamato Michael Jackson un freak? Loro sono nel consiglio insieme?”

Trell: “In realtà, non lo so”.

Panish: “Lei non sa chi c’è nel consiglio di AEG?”

Trell: “Beh, come lei ben sa, di recente ci sono stati dei cambiamenti, perciò oggi non sono sicuro  su chi faccia parte del consiglio di AEG”.

Panis: “Il signor Anschutz ne fa parte?”

Trell: “Presumo di sì, ma non  lo so”.

Panish: “Ed il signor Fikre è nel consiglio di AEG, vero, signore?”

Trell: “Questa è la mia comprensione”.

Panish: “Ok. Il signor Fikre ha detto al signor Anschutz che andava in giro facendo riferimento al signor Jackson come a un freak mentre voi stavate stipulando un contratto per fare un tour mondiale?”

Stebbins Bina: “Obiezione Vostro Onore, polemico e privo di fondamento”.

Giudice: “Sta chiedendo se lui lo sa, respinta”.

Stebbins Bina: “Vostro Onore, non ha chiesto se lui lo sa, ha chiesto... voglio dire, immagino possa chiedere se lui lo sa, ma...”

Giudice: “Lo sa, gli chieda se lui lo sa o non lo sa”.

Panish: “Ha mai detto al signor Philip Anschutz che il suo responsabile dell’ufficio legale di AEG si riferì al signor Jackson come a un freak?”

Trell: “No”.

 

Fonte: http://teammichaeljackson.com/archives/8558

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page