Michael visita i bambini ricoverati al Great Ormond Street Hospital di Londra (1988)

Michael Jackson nel 1988 visita i bambini gravemente malati e i loro genitori all' "Hospital Great Ormond Street Children", dove trascorre molto tempo anche con i piccoli pazienti meno gravi, riservando loro parole di conforto, leggendogli storie e consegnandogli regali, tra cui album, foto autografate e T -shirts e diventa socio del  "Wishing Well Fund" per sponsorizzare la costruzione di un nuovo reparto che farà parte dell' "Hospital for Sick Children" in Great Ormond Street, a Londra, Inghilterra.

http://mjjtime.blogspot.it/2010/07/today-in-mjj-history_20.html

 

DI SEGUITO LA TRADUZIONE DI UN ARTICOLO CHE ALL'EPOCA SCRISSE DELL'EVENTO

 

 

 "La caritatevole star Michael Jackson ieri ha asciugato le lacrime di alcuni bambini tra i più gravi in Gran Bretagna e le ha sostituite con un sorriso di gioia. Durante le sue apparizioni a Londra era deciso ad incontrare i pazienti del famoso ospedale Great Ormond Street.
[Il cantante] ha riservato alcune delle parole più commoventi e di conforto a una bambina crudelmente sfigurata in attesa di un intervento di chirurgia plastica. […]

 Michael ha stretto le sue mani mentre lei, in lacrime, gli parlava dei suoi timori riguardo all’intervento. Poi ha visitato il resto del reparto baciando teneramente tutti i bambini deformi che lo aspettavano in piedi. Poi, Michael, accompagnato da 5 assistenti, è andato nel reparto Peter Pan Ward, dal nome del personaggio che spera di poter interpretare in un film. Questo reparto è riservato ai bambini più gravi e, Michael, ha visitato i bambini ricoverati dai 5 ai 15 anni. Si è anche messo sulle ginocchia per raccontare loro delle favole. Michael, raggiante di gioia, ha poi distribuito decine di regali, album, foto e magliette.

Al personale ha detto di essersi sentito ispirato dal coraggio di questi bambini malati. Alcuni di loro sono molto gravi, ma lui, comunque, è riuscito a farli sorridere. Il piccolo Neil Clark, di 9 anni, che aveva appena subito un intervento chirurgico salvavita per rimuovere un tumore al cervello, non era sul calendario per vedere la stella, ma Michael ha cambiato i suoi piani e ha insistito per vederlo . Neil ha detto: “Michael adesso è il mio eroe, lui è assolutamente brillante”.  “Non potrò mai ringraziare abbastanza Michael Jackson per aver reso felice mio figlio”- ha detto il padre.

Un’altra piccola fan di 4 anni, Joanne, non poteva parlare dopo un intervento alla gola, ma lei ha lottato e ha pronunciato la parola “Thriller” a un Jackson felice. Ma la visita per la star ventinovenne è stata molto emotiva. Ha lasciato l'ospedale vicino alle lacrime. Uno dei suoi assistenti ha commentato: "Michael era molto commosso."
Judith Melville, caposala del reparto ospedaliero ha detto: “Michael ovviamente ama i bambini e loro gli vogliono bene. Lui ha donato ai nostri pazienti un giorno che ricorderemo per sempre”.


 

TRADUZIONE A CURA DI EMANUELA AREZZI PER LA PAGINA FB "MICHAEL JACKOSN DISCOGRAFIA" https://www.facebook.com/pages/Michael-Jackson-Discografia/130195473691925

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page