La Testimoninaza di Gokor, Il Driver Armeno di Michael

Gokor, il Driver armeno di Michael parla dopo il Memorial, nel 2009

Il conducente e amico di Michael Gokor è stato intervistato da un canale locale armeno poco dopo il memorial (Gokor è armeno). Un giorno, Gokor portò Michael ad una riunione importante, Mike come al solito stava guardando la gente fuori dal finestrino quando scattò la luce rossa del semaforo.

C'era una bambina con la sua mamma sul marciapiede, stava giocando con la palla mentre la sua mamma era impegnata a parlare al telefono. Ad un tratto, la palla della bimba rotolò sull'autostrada e la bambina le corse dietro per riprenderla; mentre cercava di recuperarla, scattò la luce verde e una macchina cominciò a procedere in direzione della bambina.

Mike, che aveva assistito a tutto, aprì la portiera in quel momento e corse fuori dalla sua auto per salvare la bambina. Gokor non ebbe il tempo sufficiente per capire cosa stava accadendo, tutto quello che riuscì a vedere era una macchina che stava investendo MJ e pensò che stesse per morire. Fortunatamente, entrambi riuscirono a saltare dall'altra parte della strada e anche la madre riuscì a intervenire e tirar via la figlia.

Quando Michael tornò in macchina, lui e Gokor erano scioccati e tremavano, Mike era in lacrime al pensiero che l'auto avrebbe potuto travolgere la bambina, in quel momento Michael non aveva a cuore la propria vita, era pronto a salvare la piccola.

Il conducente ha raccontato anche che Michael utilizzava dei travestimenti per uscire in mini taxi con Gokor anche solo per andare a prendere un gelato e mentre aspettavano in coda nessuno avrebbe mai saputo che Michael Jackson era stato vicino a loro.

Una volta mentre erano in fila, in attesa, Michael chiese a Gokor di dire ad una anziana signora che era accanto a loro che lui (Gokor) avrebbe pagato per lei. La donna, inveì diverse volte contro Gokor, infine Gokor si voltò verso Michael e disse ad alta voce: "Vedi MICHAEL JACKSON, lei non vuole."

A quel punto tutti si voltarono a guardarli e l’anziana signora non riusciva a crederci, si mise in ginocchio, tremava e piangeva per lo shock. Michael l’aiutò ad alzarsi, la strinse, la baciò e poi pagò il gelato a tutti i presenti nel negozio.

 

Un altro episodio raccontato in questo link http://www.elusiveshadow.com/fermeture/fermeture.php e tradotto da "4everMJJ" per MJFanSquare Froum

Dopo un concerto, Michael Jackson e il suo entourage si precipitarono in una limousine, subito inseguiti da molti fan. Una di loro, cercando disperatamente di intravedere il Re del Pop, si avvicinò così tanto alla macchina che rimase leggermente ferita. Quando il cantante capì quello che stava accadendo, andò in collera contro la sicurezza e contro Gokor, minacciò di licenziare tutti e decise di invitare la fan a passare la giornata con lui per scusarsi. La fece salire sulla sua limousine e le parlò liberamente della sua vita e della sua carriera per le ore che seguirono.

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page