Processo Murray: 5° GIORNO, 3 ottobre 2011. Testimonianza di Consuelo Ng

Il procuratore Deborah Brazil ha chiamato il settimo testimone per l’accusa nella 5° giornata di processo a Conrad Murray, Consuelo Ng, una delle assistenti dello studio medico di Murray di Las Vegas.

La Ng ha identificato l’imputato Murray dicendo di averlo incontrato più o meno nel 2003-2004 tramite sua nonna, che era una sua paziente e migliorò la sua salute grazie a Murray.

Poi, la signorina Ng chiese a Murray se poteva lavorare come volontaria nel suo studio medico e Murray le disse di sì. Nello stesso tempo, lei lavorava come assistente per un gruppo domiciliare. La Ng non è un’infermiera.

Anche nel 2009 la signorina Ng lavorava come volontaria nello studio del dottor Murray di Las Vegas 5 giorni a settimana. Rispondeva alle telefonate, si occupava dell’archivio, dava il suo aiuto sia al front office sia nel back office, che vuol dire misurare ai pazienti il polso, la pressione sanguigna e altri segnali vitali.

La Brazil ha chiesto alla Ng di descrivere lo studio di Murray a Las Vegas. La Ng ha detto che c’erano 4 stanze per gli esami, due stanze che Murray usava per i suoi pazienti, c’era una stanza extra ed un’altra stanza dove c’era la macchina per la EECP, e c’erano due uffici sul retro, una sala per le pause, il front office e una sala d’attesa e altre due stanze su un altro lato ed il bagno.

La stanza EECP è una stanza specifica dove alcuni pazienti del dottor Murray venivano assistiti dopo essere stati operati da lui. Tra questi pazienti, c’è il signor Robert Russell, che la Ng conosceva per questo motivo.

Oltre alla Ng, c’erano altre tre ragazze nello studio del dottor Murray. Nessuna di loro era infermiera. Come risorsa esterna, c’era l’assistente amministrativa per lo studio di Murray, che aveva base a San Diego. La Ng ha detto che il dottor Murray trattava specificamente ed esclusivamente problemi cardiaci. La Ng ha detto che una settimana sì e una no il dottor Murray era a Las Vegas, l’altra settimana era a Houston.

La Ng ha detto che quando Murray era a Houston, lo studio di Las Vegas era aperto e i pazienti venivano ad esempio per fare l’ecocardiogramma che veniva eseguito da tecnici esterni. Per quanto riguarda la procedura dell’eecp, la Ng o una delle altre tre ragazze si occupava di collegare il paziente al macchinario specifico, controllando il livello di ossigeno del paziente con un  pulsiossimetro a dito e misurando la pressione sanguigna del paziente. La Brazil ha chiesto alla Ng quante volte lei o una delle altre ragazze facevano questi controlli, ma il giudice ha accolto l’obiezione della difesa.

La Ng ha detto che quando Murray non era a Las Vegas, chiamava lo studio ogni giorno. Quando era a Las Vegas, non effettuava le procedure allo studio, ma in ospedale.

La Ng ha detto che non sapeva che Murray fosse in California il 25 giugno 2009. La Ng ha detto che nel mese di giugno 2009 Murray chiamò a volte per riprogrammare gli appuntamenti con i pazienti.

La Ng ha riconosciuto la lettera inviata da Murray ai suoi pazienti il 15 giugno 2009. La Ng ha detto che Murray disse loro che avrebbe lasciato lo studio di Las Vegas per viaggiare per il tour. La Ng ha detto che Murray comunicò loro che era il medico personale di Michael Jackson. La Ng ha detto di non ricordare quando Murray informò il suo staff, ma pensa fosse prima della lettera del 15 giugno. La Ng ha detto che lei avrebbe continuato a lavorare nel periodo sabbatico di Murray perché sarebbe venuto un altro dottore allo studio.

Il 25 giugno 2009 Murray chiamò allo studio di Las Vegas, ma non parlò con la Ng. La Ng ha riconosciuto il numero dello studio di Murray: 702-8666802. Era normale che Murray chiamasse lo studio quando non era presente.

La Ng e le altre ragazze andarono a pranzo e quando tornarono ricevettero una telefonata dal loro contabile. Fu così che appresero che era successo qualcosa a Michael Jackson.

CONTROINTERROGATORIO DI ED CHERNOFF:

Chernoff ha chiesto se la Ng era stata citata in giudizio per testimoniare e lei ha risposto di sì. Chernoff ha chiesto conferma alla Ng di quella che era la routine di Murray a Las Vegas: il lunedì, il martedì e il mercoledì visitava i pazienti e il venerdì eseguiva procedure all’ospedale. Chernoff ha chiesto alla Ng se Murray era amichevole con i suoi pazienti, se conosceva le sue famiglie e se i pazienti si affezionavano a lui e la Ng ha detto di sì e ha confermato che Robert Russell fosse un buon esempio di paziente che si era legato affettivamente a Murray. La Ng ha detto che quando chiese di fare la volontaria a Murray era perché voleva apprendere il lavoro di assistente medico e perché Murray aveva trattato bene sua nonna.

Chernoff ha chiesto alla Ng se era previsto che lei e le altre rimanessero a lavorare nello studio di Las Vegas e la Ng ha detto che sì, Murray aveva detto che avrebbe trovato un dottore che lo sostituisse. Chernoff ha detto che alla fine la Ng aveva dovuto smettere di lavorare lì a causa di quello che era successo a Michael Jackson. L’accusa ha fatto obiezione e in un primo momento il giudice l’ha respinta, ma poi Chernoff ha riformulato la domanda dicendo che il dottor Murray dopo quella circostanza era stato costretto a chiudere l’attività, che era diventata uno zoo e il giudice ha accolto l’obiezione dell’accusa.

La Ng ha detto che quando Murray disse loro che sarebbe partito per seguire Michael, radunò tutto lo staff e disse che si sarebbe preso un periodo sabbatico e che sarebbe andato in tour con Michael Jackson. La Ng ha detto che era entusiasta per Murray perché: “è Michael Jackson, tutti conoscono Michael Jackson”. La Ng ha ricordato che Murray disse che probabilmente sarebbe tornato per la fine del 2009.

 

Fonti: http://www.youtube.com/user/gurgle1624#p/search/0/uX7NalVVaR0

http://www.youtube.com/user/gurgle1624#p/search/0/JKkDyTwLi6o

 

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page