STATUS CONFERENCE del 6 settembre 2011

Il giudice Pastor ha detto che il processo a Conrad Murray andrà avanti come da programma, finché la Corte d’Appello non emetterà un mandato di sospensione del procedimento.

“La difesa è giustificata a cercare il riesame d’appello", ha dichiarato Pastor, che si aspetta che la commissione competente acceleri l'esame della petizione depositata all’ultimo minuto dalla difesa per riconsiderare la sentenza sul sequestro dei giurati "Ma senza un mandato della Corte d'appello per la sospensione del procedimento, procederemo", ha detto Pastor.

Il giudice ha avvertito il dottor Conrad Murray ed i suoi avvocati di tenere la bocca chiusa in pubblico quando sono in disaccordo con le sue sentenze.

Pastor ha concluso l’udienza dicendo che voleva "fosse cristallino" che lui non vuole sentire o leggere le loro critiche nei notiziari.

Pastor sembrava sconcertato dalla risposta del dottor Murray quando un fotografo di TMZ gli si avvicinò in un centro commerciale all'aperto a Santa Monica, in California, il mese scorso. Il fotografo, che aveva seguito Murray mentre spingeva il suo bambino in un passeggino, gli chiese cosa pensasse della decisione del giudice di non sequestrare i giurati per metterli al riparo dalla copertura mediatica del processo.
"Penso che sia un errore, ma continueremo ad avere la nostra fede ed il Signore ci resterà vicino" disse Murray.

La difesa ha presentato un appello per la decisione del giudice Pastor, sostenendo che mantenere la giuria separata in un hotel per la durata del processo è l'unico modo per evitare che vengano influenzati dai commentatori TV e dalle notizie on-line.

Sebbene a Murray non fosse stato richiesto di assistere alle udienze preprocessuali da maggio, il giudice Pastor aveva ordinato che fosse in tribunale per questa udienza. Murray ha sentito il giudice dire di voler "ammonire il consiglio di avvocati ed il dottor Murray" che il caso “si svolgerà in quest’aula di tribunale".

"Non si svolgerà nelle interviste. Non si svolgerà sulla soglia di questo palazzo di giustizia, o in un centro commerciale o in un ristorante o in un talk-show radiofonico o mediante qualsiasi altro tipo di interviste. Voglio che sia cristallino, non voglio che l'imputato o altri a commentino se sono d'accordo o in disaccordo con la sentenza" ha detto il giudice.

Al momento ancora non c’è un ordine restrittivo per impedire al team di difesa o a Murray di parlare con i giornalisti in merito al processo. Il giudice non ha indicato in che modo avrebbe fatto valere il suo ammonimento.
Mentre è stato stabilito che il processo venga trasmesso in tv, le telecamere non sono state consentite nelle udienze pre-processo.Gli  avvocati della difesa a volte si sono fermati a parlare con i giornalisti all'esterno del tribunale, dopo tali udienza, ma sono diventati particolarmente silenziosi la scorsa settimana.

Venerdì 2 settembre gli avvocati di Murray hanno presentato una petizione di emergenza alla Corte di appello della California per chiedere che il processo venga rinviato fino a quando la decisione del giudice Pastor di non sequestrare la giuria non potrà essere riconsiderata.
"Il firmatario chiede semplicemente l'adozione di misure che impediscano alla giuria di essere avvelenata dalla massa di informazioni ed opinioni che saranno generate dai media", la difesa ha sostenuto nella sua petizione.
Il giudice aveva stabilito il mese scorso che il sequestro non era necessario perché ha fiducia nel fatto che i giurati seguiranno i suoi ordini di evitare notizie e commenti sul caso. Mantenere la giuria separata dal resto del mondo durante il processo avrebbe l’effetto di "farli sentire come dei detenuti", aveva detto Pastor.
"Questo è stato, con tutto il rispetto, abuso di discrezionalità", hanno sostenuto gli avvocati della difesa nelle loro 28 pagine petizione.
Hanno confrontato l'imminente processo con la recente copertura mediatica del processo per l’omicidio di Casey Anthony e hanno detto che Murray non può avere un giusto processo se la giuria non verrà isolata.
"A causa della notorietà internazionale del signor Jackson, sarebbe impossibile per un giurato dare un’occhiata a qualsiasi fonte di notizie in televisione o su Internet, senza vedere un titolo nettamente stampato per animare la discussione sul processo.".

Pastor ha in programma un'altra udienza per mercoledì 7 settembre relativa a  "tutte le altre questioni che potrebbero esserci da affrontare prima dell'inizio della selezione dei giurati” come eventuali modifiche richieste dal consiglio degli avvocati al questionario di 30 pagine che il giudice ha definito esaustivo.

La difesa oggi ha depositato una mozione per proibire due studi fatti da un testimone dell’accusa, il medico anestesista Steven L. Shafer. Secondo la mozione, il dottore nel suo rapporto ha citato degli studi che concludono che il consumo orale di Propofol ne impedirebbe gli effetti sedativi. La difesa sostiene che il primo studio non include esseri umani o consumo orale. Il secondo studio obiettato dalla difesa è una ricerca non pubblicata di un professore cileno dove 6 studenti volontari hanno bevuto del Propofol e sono stati sottoposti ad esami del sangue. La difesa di Murray sostiene che il dottor Shafer non ha partecipato a nessuno dei due studi, pertanto chiedono al giudice di non ammetterli al processo. Il giudice Pastor non ha sentenziato sulla mozione.

La selezione della giuria comincerà giovedì mattina, il primo gruppo dei 480 potenziali giurati verrà sottoposto al questionario per determinare chi è in grado di resistere a difficoltà finanziarie e familiari mentre resterà seduto in giuria per tutta la durata del processo, prevista di cinque settimane. Le dichiarazioni di apertura sono fissate per il 27 settembre 2011.

Fonti: http://www.cnn.com/2011/CRIME/09/06/california.conrad.murray.hearing/index.html?iref=allsearch

http://muzikfactorytwo.blogspot.com/2011/09/latest-developments-in-conrad-murray.html?spref=tw

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page