STATUS CONFERENCE del 24 giugno 2011

Il giudice della Corte Suprema Michael Pastor ha chiesto ai procuratori se intendono mostrare l'intero film This is it ai giurati, ma la questione è stata depositata per l’udienza successiva.

Il Vice procuratore distrettuale David Walgren inizialmente aveva chiesto di mostrare degli estratti del film tratti dalle prove dei due giorni antecedenti alla morte di Jackson il 25 giugno 2009. 

Gli avvocati di Murray, però, hanno chiesto di vedere le parti tagliate non inserite nel film relative all’arco temporale che comincia 10 giorni prima della morte di Jackson, precisamente dal 15 giugno al 24 giugno 2009.

"Vostro onore, ci fu una riunione a casa di Michael il 20 giugno 2009 e ci fu UN ALTRO IMPORTANTE AVVENIMENTO IL 16 GIUGNO, quando i produttori si lamentarono perché Michael non cooperava e saltava le prove e che alle prove NON STAVA BENE, noi abbiamo documenti che risalgono al 15 giugno 2009, quindi abbiamo necessità di ispezionare i filmati a partire da questa data" ha detto l'avvocato difensore Flanagan.

Walgren ha detto che l'accusa vuole visionare gli stessi filmati originali che saranno visti dalla difesa.

L'avvocato difensore Nareg Gourjian ha obiettato alla richiesta dell’accusa di partecipare alla proiezione privata dei filmati originali concordata con la Sony Pictures Entertainment sostenendo che la citazione era stata emessa dalla difesa. 

Walgren ha replicato che sarebbe "sciocco e una perdita di tempo" per lui procedere con una nuova citazione ed il giudice è stato d’accordo. 

"Penso che l’accusa debba farne parte", ha detto Pastor. 

Pastor ha decretato che entrambe le parti possono andare negli studi della Sony a partire da martedì 28 giugno per visualizzare le 21 scatole di materiale audio-visivo che contengono le 100 ore di filmati originali.

In realtà, le ore di filmato da mostrare agli avvocati sono state stimate in circa 40 dall'avvocato della Sony Bostwick dal momento che nella citazione non compare nulla che non faccia strettamente riferimento alle prove del concerto, quindi nella proiezione non saranno incluse immagini relative ai comunicati stampa oppure alla conferenza stampa che ebbe luogo a Londra il 5 marzo 2009.

Walgren ha detto che la visione di tutti i filmati richiederà molto tempo e questo potrebbe portare ad un ulteriore rinvio del processo di circa tre settimane. Gli avvocati della difesa non si sono opposti allo slittamento della selezione dei giurati alla fine di settembre 2011.

Il giudice ha ordinato che gli avvocati tornino il 12 luglio per dargli una relazione e una stima del tempo necessario, riservandosi la facoltà di decidere sul nuovo rinvio del processo per la fine di luglio.

“Non sono sorpreso da tutto questo” ha detto il giudice “Quando sono stato coinvolto in questo caso, sapevo che non sarebbe accaduto” riferendosi alla prima data di inizio processo di fine marzo.

L’avvocato della Sony Gary Bostwick ha detto che i materiali in possesso di Sony non sono suddivisi in categorie, e Pastor ha descritto il tesoro trovato come "scatole che qualcuno avrebbe nel proprio garage." 

Bostwick è stato d'accordo, ma l’ha definita una situazione unica a causa del percorso preso dal filmato. 

“La società di promozione dei concerti AEG, proprietaria dei video, decise di rilasciare un film postumo subito dopo la morte di Jackson precipitandosi ad avere il filmato delle prove editato dal regista Kenny Ortega” ha detto l'avvocato per la Sony Bostwick.

Il film alla fine venne venduto alla Sony e anche le riprese originali furono consegnate alla Sony.

Bostwick ha detto che questi produttori stavano lavorando cosi velocemente per realizzare il film che "non c'è mai stato alcun inventario completo."

Fonti: http://hosted.ap.org/dynamic/stories/U/US_MICHAEL_JACKSON_DOCTOR?SITE=AP&SECTION=HOME&TEMPLATE=DEFAULT&CTIME=2011-03-25-20-10-41

http://www.cnn.com/2011/CRIME/06/24/california.conrad.murray/index.html?eref=

http://www.teammichaeljackson.com/tmj_328.htm

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page