STATUS CONFERENCE del 23 giugno 2011

La Sony Pictures Entertainment ha accettato di fornire una proiezione privata al dottor Conrad Murray e ai suoi avvocati difensori per visualizzare alcune delle 100 ore di filmato originale delle prove di Michael Jackson per il suo concerto "This Is It".

Ma secondo i documenti depositati in tribunale nell’udienza di oggi, a loro non sarà consentito di fare dichiarazioni pubbliche su ciò che vedranno.

Un accordo raggiunto da ambo le parti ha stabilito che Murray ed i suoi avvocati avranno accesso a 21 scatole contenenti registrazioni audiovisive delle prove di Jackson, che divennero la base per un film concerto dopo la sua morte.

La questione è sorta quando l’accusa ha annunciato di voler mostrare ai giurati estratti dal film concerto rilasciato nelle sale cinematografiche, "Michael Jackson This Is It", per dimostrare che Jackson fosse in buona salute nei giorni prima della sua morte. La difesa vuole dimostrare il contrario. Gli avvocati sostengono che le scene che mostrano Jackson in un precario stato di salute durante le prove possano essere state eliminate dal film. Hanno detto che ci sono più di 100 ore di riprese da cui è derivato il film. Dal momento che la Sony ha un obbligo contrattuale con l'Estate di Michael Jackson secondo il quale è vietato l'utilizzo di qualunque cosa che possa mostrare l'artista "in una luce negativa", gli avvocati di Murray ritengono che i video non editati possano aiutare la loro strategia difensiva.

La Sony in un primo momento ha fatto resistenza alla richiesta della difesa e l'avvocato dell'azienda, Gary Bostwick, si è detto preoccupato del fatto che il materiale potesse trapelare e diffondersi a macchia d’olio su Internet. 

Il giudice della Corte Superiore Michael Pastor aveva detto in una precedente udienza che l'accesso a qualsiasi filmato sarebbe avvenuto con restrizioni per impedire che venisse diffuso su Internet e altrove. 

"Se i materiali di Michael Jackson fuoriescono, ci potrebbero essere conseguenze sorprendenti per la Sony e l’Estate di Jackson" aveva detto il giudice. "Non sono propenso ad ordinare che vengano semplicemente consegnati ". 

In seguito, le parti hanno raggiunto un accordo.

"Sony ha accettato di permettere al dottor Murray e ai suoi avvocati di controllare e visualizzare i materiali in questione in un luogo che sarà designato dalla Sony Pictures Entertainment," dice la stipula.

L’accordo prevede che, dopo aver visualizzato i materiali, gli avvocati di Murray prepareranno una lista dei segmenti che vogliono ottenere per utilizzarli nel caso di Murray.

Specifica che né Murray né i suoi agenti o i suoi avvocati faranno alcuna dichiarazione pubblica riguardo a "il contenuto o la natura dei materiali, il loro deposito, la loro ubicazione o la loro qualità."

L'unica questione che il giudice deve ancora risolvere è chi pagherà i costi del personale richiesto per la visione e la copia dei segmenti indicati dalla difesa. Nell’udienza in programma venerdì 24 giugno si dovrebbe discutere anche di questo problema, ma gli avvocati di ambo le parti hanno indicato nei documenti che chiederanno un rinvio al 27 luglio.

Fonte: http://www.washingtonpost.com/national/sony-agrees-to-show-this-is-it-raw-footage-to-lawyers-for-doctor-accused-in-jackson-death/2011/06/23/AGN57mhH_story.html

 

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page