STATUS CONFERENCE del 21 aprile 2011

Il giudice della Corte Suprema di Los Angeles Michael Pastor ha decretato che i vice procuratori distrettuali David Walgren e Deborah Brazil potranno mostrare ai giurati due foto dell’autopsia di Michael Jackson durante il processo per omicidio colposo a carico del dottore della pop star.

Il giudice ha sostenuto che le fotografie, una delle quali mostra Jackson avvolto in un camice d'ospedale mentre nell’altra è nudo, con certe parti anatomiche oscurate, sono rilevanti per il caso e quando gli sono state mostrate le ha descritte come immagini moderate ma non crude o macabre.

Il vice procuratore distrettuale David Walgren ha precisato di essere consapevole della presenza dei familiari del cantante nell’aula di tribunale durante il processo del dottor Conrad Murray, aggiungendo che le fotografie saranno esposte con attenzione.

Il procuratore ha affermato che le foto sosterranno la sua tesi per la quale il cantante nel complesso fosse in salute e mostreranno anche i segni delle punture sul corpo di Jackson.

Gli avvocati della difesa hanno presentato obiezione all’esibizione delle foto durante il processo argomentando che i funzionari del coroner e gli esperti possono descrivere le condizioni di Jackson senza che ne vengano mostrate le immagini.

Walgren è stato categorico sulla necessità di mostrare le condizioni fisiche di Jackson per supportare la dichiarazione dell'accusa sullo stato di buona salute del cantante:

"Questo è un OMICIDIO e non possiamo fare finta che non lo sia" ha detto.

Il giudice è stato d'accordo con l'esigenza di far vedere le immagini ai giurati ricordando che i testimoni nelle udienze preliminari dissero che Jackson era estremamente magro e in particolare un testimone lo descrisse come un malato terminale.

Pastor ha anche decretato che i procuratori potranno mostrare in misura limitata degli estratti del film documentario "This is it" sulle prove generali di Jackson per i suoi concerti di ritorno sulle scene programmati a Londra.

David Walgren ha detto che il filmato delle prove del “This is it” dimostra che Jackson fosse impegnato nella preparazione del suo tour di ritorno sul palco e non disperato per farne un successo, come argomentato dagli avvocati di Murray.

I procuratori hanno in programma di far vedere Jackson nelle sue esibizioni di “The way you make me feel” e “Earth Song”, l'ultimo brano registrato da Jackson il giorno prima di morire, mentre il direttore artistico Kenny Ortega testimonierà sul comportamento della pop star prima della sua morte.

La difesa ha fatto obiezione dichiarando che il film è stato editato allo scopo di mostrare un Jackson nella sua forma migliore. L’avvocato difensore Nareg Gourjian ha detto che i produttori del film hanno fatto sui video un lavoro di montaggio per dare una FALSA impressione della salute e delle possibilità di Jackson e ha fatto notare che non tutto il filmato è stato girato nei due giorni precedenti alla morte di Jackson il 25 giugno 2009.

Il vice procuratore distrettuale David Walgren ha controbattuto dicendo che i video sono il “massimo della prova del benessere fisico e mentale di Jackson e del suo ottimismo per il futuro”.

Il giudice Pastor ha detto che i procuratori potranno mostrare solo filmati dalle prove dei due giorni precedenti alla morte di Jackson. Ha anche detto che il filmato deve essere editato in modo tale che vengano rimossi alcuni degli effetti speciali e sussidi visivi, in particolare le immagini delle balene, degli orsi polari, una graziosa bambina e altri elementi di “flora e fauna” nel video.

Il giudice ha precisato che mostrare il filmato non ha il significato di intrattenimento e non ha importanza che le canzoni vengano mostrate per intero.

L’avvocato della difesa Ed Chernoff ha cercato l’opportunità di visionare il filmato originale delle prove di Jackson, ma i procuratori hanno detto di non esserne in possesso. Hanno suggerito che gli avvocati di Murray emettano un mandato di comparizione per la Sony Pictures, che ha acquistato i diritti del filmato dopo la morte del cantante.

Pastor ha poi proibito ad entrambe le parti di scavare nella vita privata del dottore imputato e del suo famoso paziente, dicendo che vuole che il procedimento sia strettamente focalizzato sull’assistenza medica di Murray nei confronti di Jackson durante i mesi che hanno portato alla sua morte il 25 giugno 2009.

Il giudice ha detto che i giurati non sentiranno nulla in merito alle relazioni extraconiugali di Murray, ai suoi figli fuori dal matrimonio, e le sue frequentazioni negli strip club, prove di cui i procuratori avevano sperato di potersi avvalere. Ha decretato che i procuratori potranno chiamare a testimoniare le diverse amanti di Murray durante il processo, ma dovranno omettere alcuni dettagli salaci. Per esempio, Pastor ha detto che non vuole sentire alcun riferimento ai locali per soli uomini dove Murray ha incontrato alcune delle sue amanti.

Né, ha specificato il giudice, la giuria sentirà nulla riguardo a quelle prove che gli avvocati della difesa avrebbero voluto presentare sul severo debito di Jackson e sulla montagna di procedimenti legali pendenti a suo carico.

Questa decisione sulle difficoltà finanziarie di Jackson è un duro colpo per Murray, i cui avvocati difensori avevano preannunciato che il loro caso si sarebbe incentrato proprio sul collegamento che le disperate condizioni finanziarie di Jackson avrebbero con la loro affermazione che egli si sia autosomministrato la dose letale di propofol. Nei commenti in tribunale, l’avvocato difensore Chernoff ha indicato di avere in programma l’argomentazione secondo cui Jackson avrebbe preso il farmaco per l’insonnia così da poter poi essere pronto per le prove della serie dei suoi concerti di ritorno sulle scene che avrebbe posto fine ai suoi problemi economici.

Ma Pastor ha definito il debito di Jackson irrilevante e ha detto che la testimonianza di un analista finanziario prevista dalla difesa avrebbe generato “una battaglia fra commercialisti” e “trasformato ciò che dovrebbe essere un procedimento incentrato sulle accuse di omicidio colposo in una pungente analisi di personali questioni finanziarie”.

Il giudice è andato avanti dicendo: “Semplicemente non è a quello che arriveremo”

Infine, Pastor ha decretato che dal processo saranno escluse le dichiarazioni fatte da Murray ai suoi esperti forensi nelle quali sembra che il dottore abbia cambiato alcuni dettagli precedentemente dati alla polizia riguardo al suo trattamento di Jackson.

Il giudice ha detto che gli esperti non possono agire come "pappagalli" ripetendo dichiarazioni fondate su dicerie da parte dell'imputato dinanzi ai giurati.

L'accusa ha suggerito che se Murray vuole raccontare la sua versione, dovrebbe farlo dal banco dei testimoni.

La selezione della giuria riprenderà il 4 maggio 2011 e le dichiarazioni di apertura sono previste per il 9 maggio 2011.

Fonti: http://www.eurweb.com/?p=100190

http://www.latimes.com/news/local/la-me-murray-20110422,0,6052104.story

http://abcnews.go.com/Entertainment/wireStory?id=13428227&sms_ss=twitter&at_xt=4db0b6072ecdf588,2

COMMENTI

avatar fran66b
0
 
 
OK per le foto dell'autopsia... che mi sa tanto verranno "vendute" anche fuori dall'aula... e poi non si può indagare sulla vita privata del Dr. Murray, vietato dire che frequentava i locali di strip tease... prima del 25 giugno?

Però quando si trattò del processo del 2005 a Michael Jackson.... non c'era stato tutto questo tatto.... anzi Michael è stato sputtanato... in aula e fuori... alla grande....!

Mi sembra un tantino ingiusto....!!!
Please login to post comments or replies.
Home page