THE PEOPLE vs CONRAD MURRAY: SELEZIONE DELLA GIURIA

La selezione dei giurati per il processo contro Conrad Murray è iniziata giovedì 24 marzo 2011. Il termine della procedura è stato fissato il 4 maggio 2011: di volta in volta, saranno forniti tutti gli aggiornamenti in questo articolo.

Le informazioni saranno tratte sia da quello che riportano i media ufficiali, sia dalla testimonianza di Samantha de Gosson, follower di Michael, impegnata ad ottenere un posto dentro l’aula di tribunale per tutte le udienze.

 

Prima udienza del 24 marzo: cronaca di Linda Deutsch per l’Associated Press http://today.msnbc.msn.com/id/42253205/ns/today-entertainment/

La prima domanda del giudice ai 159 potenziali giurati nel Palazzo di Giustizia di Los Angeles è stata semplice: quanti di voi non hanno sentito parlare del caso del dottore accusato per la morte di Michael Jackson? Prima c’è stato il silenzio e poi si sono sollevate due mani solitarie. Appena iniziata la selezione della giuria nel processo di omicidio colposo del dottor Conrad Murray, un’altra, più complicata questione è diventata evidente: come farà il giudice a tenere i giurati al riparo dal circo mediatico che li attende, e ad aiutarli a fare il loro dovere?

"I casi di vita vera non sono episodi scritti per gli show televisivi", ha ammonito il giudice della Corte Suprema Michael Pastor. 

Murray, figura imponente di circa 2 metri, si è alzato in piedi per salutare i partecipanti con un tenue: “Buongiorno signore e signori”, quando è stato presentato insieme ai suoi avvocati e ai procuratori radunati nella camera d’assemblea della giuria.

Pastor ha nominato una volta la superstar del pop nel suo discorso: “La presunta vittima è Michael Jackson”.

Il giudice ha avvertito i giurati di non leggere blog, Internet e di non usare twitter. Ha respinto il consenso alle telecamere in tribunale durante le udienze di selezione dei giurati, sebbene lo darà per le testimonianze.

Il processo di selezione è stato così gelosamente salvaguardato che i potenziali giurati non sono stati autorizzati a lasciare la sala della giuria fin quando non hanno terminato di compilare il questionario di circa 30 pagine che dovrà determinare la loro idoneità, adeguatezza e capacità di far parte della giuria.

Preoccupato che degli esterni potessero tentare di raggiungere i partecipanti, Pastor aveva fatto mettere al personale del tribunale dei cartelli in tutte le ascensori e lungo tutti i corridoi del Palazzo di Giustizia per avvisare dell’ammenda che sarebbe toccata a coloro che avrebbero cercato di entrare in contatto con i giurati. 
Per la prima volta in assoluto, il tribunale ha preparato il pranzo per un gruppo enorme di giurati. Il pasto, ha detto il giudice, non sarebbe stato  "una delle grandi esperienze culinarie della vostra vita", ma avrebbe permesso loro di rimanere sul posto.

Inevitabilmente, durante il processo ci si è soffermati sulla celebrità di Jackson che va oltre la sua vita. Il consueto gruppo di fan devoti si sono messi in fila per una lotteria che avrebbe assegnato i sei seggi pubblici nell’aula di tribunale. Hanno promesso che saranno presenti in tutti i procedimenti giudiziari e che si faranno sentire fuori per rimarcare la responsabilità di Murray per la morte del loro idolo.

La famiglia Jackson non ha partecipato alla sessione di apertura, che era poco più di una formalità intesa a scremare i giurati potenziali in base alle possibili difficoltà che potrebbero costituire un impedimento alla loro partecipazione al processo lungo due mesi. 
Entro la fine della giornata, 100 dei potenziali giurati sono stati dispensati dal servizio per questo caso, ma assegnati ad altri processi.
A coloro che hanno detto che avrebbero potuto partecipare, sono stati dati dei moduli da compilare con 125 domande. Le giurie che tipicamente vanno a formarsi per i processi lunghi, includono dipendenti pubblici, dipendenti privati ​​che sono comunque pagati mentre rendono questo servizio e i pensionati che non hanno pressioni di lavoro.

Il modulo comprende probabilmente la loro conoscenza del caso, i loro gusti musicali, i loro rapporti con i propri medici, la loro conoscenza dei farmaci da prescrizione e se hanno predeterminato la loro opinione sulla colpevolezza o innocenza di Murray.

Il giudice ha accettato di rendere pubblico il questionario dopo che tutti i potenziali giurati avrebbero finito di compilarlo.
Si prevede che il caso durerà fino a due mesi dopo l’avvio delle dichiarazioni di apertura il 9 maggio 2011.
Murray, che gestisce anche una clinica a Las Vegas, ha la sua carriera in bilico. Il giudice ha già sospeso la sua licenza di esercitare medicina in California e le commissioni mediche in Texas e Nevada potrebbero seguirne l'esempio, se sarà condannato. E’ uno dei motivi per i quali i suoi avvocati hanno detto che Murray voleva un processo rapido.

 

Testimonianza di Samantha de Gosson, follower di Michael, dall'interno dell'aula di tribunale: http://www.facebook.com/notes/samantha-de-gosson/court-hearing-march-24th-2011jury-selection-my-notes-from-inside-the-court-room/10150129938373798


Si è trattato di un’udienza riservata, con il limite di 6 posti per il pubblico, alla quale dovevano partecipare anche i media. Questa udienza era per la procedura della selezione dei giurati nella quale era presente anche Murray. Nessun membro della famiglia di Michael era in aula. Per ragioni di sicurezza e problemi all’ascensore, l’assemblea è stata spostata al 5° piano, nel dipartimento 107. Tutti sono stati scortati lì dopo che il giudice ci aveva chiarito alcune procedure. 
Le sue dichiarazioni: 
1.) Avrebbe fatto prestare giuramento a 160 potenziali giurati nella camera d’assemblea.
2.) Poi, avrebbe presentato Murray ai potenziali giurati.
3.) Avrebbe spiegato la procedura ai potenziali giurati.
4.) I potenziali giurati sarebbero stati avvertiti che questo caso sarebbe durato 40/45 giorni, che sarebbero dovuti tornare il 4 maggio e che ci si aspetta la loro disponibilità lungo tutto il periodo fino al primo luglio. 
5.) Avrebbe poi chiesto a ciascun potenziale giurato di riempire un questionario molto breve di 3 pagine che avrebbe incluso la domanda se loro sarebbero stati in grado di fare parte di questo caso oppure indicavano un problema (la ragione per la quale non avrebbero potuto prenderne parte).
Il giudice si aspettava che da 160 potenziali giurati, fino agli 80/100 di loro avrebbe indicato un problema. Questo questionario non ha nulla a che vedere con il questionario relativo al caso che consiste di 27 pagine. Il giudice poi ha detto che la valutazione di questo questionario non avrebbe preso più di 10 minuti di tempo e che una volta che ai potenziali giurati sarebbe stato consegnato, la sessione sarebbe stata privata e messa in sicurezza. Una volta riempiti i questionari, sarebbero stati consegnati agli avvocati per la presa in esame (Accusa e Difesa).
Il giudice ha dichiarato che tutti i questionari sarebbero stati sigillati finché non venivano riempiti tutti, dopodiché sarebbero stati rilasciati immediatamente per diventare documenti pubblici. 
Il giudice ha sollevato la questione di diversi siti internet che avevano pubblicato online dei presunti questionari “trapelati”. Ha espresso la sua preoccupazione a riguardo e vuole scoprire quale sia stata la possibile fonte di questi questionari. Comunque, ha precisato di aver letto uno di questi questionari pubblicato su un sito e ha affermato che nemmeno una delle domande menzionate era accurata o vera e che si trattava di una totale “assurdità”. 
Poi, a tutti i media è stato chiesto di lasciare l’aula e solamente i 6 di noi sono stati lasciati da soli con gli avvocati, il personale e Murray.
Siamo poi stati scortati fuori dall’aula dal vicesceriffo e accompagnati in corridoi privati e agli ascensori. Poi, siamo stati portati in una stanza con i 159 potenziali giurati che ci fissavano mentre entravamo. Ci hanno fatti accomodare in dei posti riservati che da una parte ci permettevano di osservarli tutti frontalmente.
Ci era stato espressamente chiesto di non interagire con nessuno di loro e nemmeno tra di noi. A nessun media era stato consentito di partecipare ad eccezione di un paio di cronisti giudiziari, uno dei quali lo conosco molto bene e mi aveva intervistato prima. 
Quando ho osservato il gruppo dei potenziali giurati devo dire che mi è parso equilibrato per età, etnia e genere. Alcuni di loro si erano addormentati…
Poi è arrivato il giudice a spiegare la procedura ma una cosa mi ha scioccato terribilmente! Ha annunciato il caso contro Conrad Murray che è stato accusato di aver somministrato una dose letale di propofol a Michael Jackson il… 28 Giugno 2008!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Cosa?!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Poi nella stanza è entrato Murray e ci sono state delle ovvie reazioni da parte dei potenziali giurati. Li ho osservati e ho visto alcuni avere delle reazioni molto chiare. La maggior parte di loro sapeva riguardo a chi e a che cosa il caso si riferiva prima ancora che il giudice facesse il nome di Michael. 
Il giudice poi li ha fatti alzare tutti per prestare giuramento. Ha quindi chiesto se qualcuno dei presenti NON aveva sentito parlare prima del caso. Soltanto 2 potenziali giurati hanno risposto che non ne avevano mai sentito parlare.
Ciascun avvocato si è presentato ai giurati e così ha fatto anche Murray. Si è alzato, sembrava a disagio, e ha detto: “Buongiorno signore e signori”. 
Mentre spiegava l’importanza di non mentire sotto giuramento di punizione o spergiuro e di non discutere il caso con NESSUNO, il giudice ha letto tutta una serie di regole riguardo a non discutere, condividere o ricorrere a nulla per cercare consigli sul caso (regole del codice)… una di queste regole era: “Non consultare la Bibbia in merito a questo caso”… !!!! E “Non fare esperimenti avendo questo caso in mente”… Mi state prendendo in giro???!!! Come se non bastasse, ha scherzato sul cibo che ai potenziali giurati sarebbe toccato mangiare in tribunale dicendo che non sarebbe stata un’esperienza culinaria. 
Quindi, siamo stati condotti fuori dalla stanza, con la possibilità di tornare al 9° piano. Ci sono tornata per un po’. Gli avvocati sono entrati nelle camere. Niente più sarebbe accaduto a porte aperte perciò ho lasciato il tribunale per andare a Forest Lawn ad osservare da lontano il funerale di Elisabeth Taylor, sedendomi nella Baby Land prospiciente la Holly Terrace.

 

Aggiornamento di Linda Deutsch per l’Associated Press il 25 marzo: http://hosted.ap.org/dynamic/stories/U/US_MICHAEL_JACKSON_DOCTOR?SITE=SCCHA&SECTION=HOME&TEMPLATE=DEFAULT

Il giudice, preoccupato di non trovare abbastanza giurati per il processo del dottore di Michael Jackson, venerdì ne ha prolungato la ricerca, anche dopo aver congedato 147 persone che avevano detto di poter dedicare tempo ad un caso che si prevede della durata di due mesi.

Il giudice della Corte Suprema Michael Pastor ha preso quest’iniziativa dopo che più della metà dei 340 potenziali giurati convocati giovedì per il processo di Murray erano stati dispensati per difficoltà correlate alla lunghezza del processo e anche dopo aver suggerito agli avvocati riuniti alle camere che una prima occhiata ai questionari dei giurati ha indicato che molti candidati avrebbero potuto essere eliminati a causa dei loro forti punti di vista su questioni che questo caso coinvolge. Solo tre persone del primo gruppo dei giurati avevano fatto sapere di non conoscere nulla di questo caso.

Venerdì Pastor è venuto fuori da una seconda giornata di colloqui con gli avvocati nelle camere per scremare i moduli che fanno presenti le difficoltà dei candidati e ha detto: “Devo concludere che semplicemente non abbiamo un numero sufficiente di giurati preselezionati. Abbiamo proprio bisogno di un altro giorno per la scrematura in base alle loro difficoltà”.

Pastor ha ordinato che un altro gruppo di potenziali giurati venga convocato il 7 aprile 2011. La selezione in persona dei giurati è fissata per il 4 maggio. Il giudice ha detto che devono aspettarsi di prestare il loro servizio fino al 1° luglio.

 

Aggiornamento di Fox News del 28 marzo: http://www.fox43.com/news/nationworld/ktla-conrad-murray-trial-questionaire,0,6932500.story?page=1

Murray ha licenziato la sua addetta alle relazioni pubbliche dopo che lei ha ammesso di aver rilasciato una copia del questionario da dare ai giurati nel caso che lo vede imputato.

Il giudice Michael Pastor aveva ordinato che le domande incluse nel questionario di 27 pagine fossero tenute confidenziali ed è stato informato della pubblicazione nelle sue camere di consiglio dagli avvocati della difesa.

E' stato riportato che il team di relazioni pubbliche di Murray ha rilasciato 6 domande di quelle proposte, nessuna delle quali è poi finita nel questionario finale.

Dopo l'udienza di giovedì 24 marzo, l'avvocato di Murray Ed Chernoff ha confermato che la responsabile della fuga di notizie sia stata Miranda Sevcik, pubblicista con base a Houston.

Secondo il Los Angeles Times, la Sevick era stata assunta dal team di Murray due giorni dopo la morte di Jackson.

 

Aggiornamento di Barry Leibovitz per la CBS news il 7 aprile: http://www.cbsnews.com/8301-504083_162-20051797-504083.html

Senza alcuna sorpresa, sembra proprio che tutti conoscano il caso per omicidio colposo a carico del medico personale di Michael Jackson, Conrad Murray.

Un nuovo gruppo di 140 potenziali giurati hanno dovuto riferire in merito al caso e tutti hanno indicato di avere familiarità con esso.

Il giudice della Corte Suprema Michael Pastor aveva convocato un terzo gruppo di candidati per essere sicuro che ci saranno abbastanza persone fra le quali scegliere quando il prossimo mese comincerà l'interrogazione nei dettagli.

I candidati che hanno dato disponibilità per un processo della durata di due mesi stanno riempiendo i questionari. Coloro che esprimono pareri forti sulla colpevolezza o innocenza del dottor Murray potrebbero essere scartati prima di raggiungere la tribuna della giuria.

Un gruppo di 147 candidati è già stato eliminato dalla fase successiva dell'interrogazione prevista per il 4 maggio.

 

 

Aggiornamento di Linda Deutsch per l'Associated Press l'8 aprile:

http://www.breitbart.com/article.php?id=cp_inn0l23f01&show_article=1

e di Rajesh Mirchandani per la BBC il 9 aprile: http://www.bbc.co.uk/news/world-us-canada-13022237

I potenziali membri di una giuria che alla fine dovrà valutare il caso contro il medico di Michael Jackson si trovano ad affrontare una serie di domande che includono se essi abbiano mai visto il Re del Pop, partecipato ai suoi concerti, o conosciuto membri della sua famiglia.

Il questionario per i giurati che contiene 117 domande è stato reso noto giovedì dopo che i candidati che avevano detto di poter prestare servizio nel processo del dottor Conrad Murray della durata di due mesi hanno finito di rispondere.

(LINK per scaricare il questionario per intero: http://www.scribd.com/doc/52651891/Juror-Questionnaire-Murray-Trial)

Ai potenziali giurati è stato chiesto se abbiano mai visto Michael Jackson o i membri della sua famiglia o Conrad Murray di persona, mai acquistato o posseduto e ancora posseggono dischi, cd, dvd di Michael Jackson o della sua famiglia, mai partecipato a qualcuno dei suoi o dei loro concerti; se abbiano preso parte alla lotteria per poter presenziare al Memorial di Michael Jackson e se abbiano mai visto il documentario postumo "This Is It" sulla preparazione dei suoi concerti e se sì perché.

In una sezione, ai candidati è stato chiesto di dichiarare se sanno qualcosa a riguardo di un lungo elenco di persone che possono essere chiamate come testimoni o menzionate durante il procedimento. Inclusi nella lista i tre figli di Jackson - Prince, Paris e Blanket - così come i suoi genitori, fratelli e sorelle.

Le risposte dei giurati saranno rilasciate quando verranno interrogati in persona a partire dal 4 maggio.

Buona parte delle domande coinvolge la familiarità con i farmaci e l'esposizione alla copertura mediatica del caso, compresi Internet e i post dei social media. Ai potenziali giurati è stato anche chiesto se abbiano mai postato articoli di blog sul caso.

In una sezione intitolata "Atteggiamenti verso le celebrità e la gente nei notiziari", è stato loro chiesto: "Pensi che le persone ricche e famose siano trattate in modo diverso nel sistema giudiziario?". I candidati hanno dovuto esprimere quanto siano d’accordo su certe affermazioni relative al rapporto tra le leggi e le persone di alto profilo, ad esempio se pensano che lo status di celebrità possa favorirli nella risoluzione di eventuali crimini pendenti su di essi. In particolare, nel questionario mancava qualunque riferimento all’assoluzione molto pubblicizzata di Jackson dopo il suo processo per molestie su minori nel 2005.

Ai potenziali giurati è stato domandato anche: "Hai opinioni o sentimenti positivi o negativi nei confronti di Conrad Murray o di Michael Jackson?"

La domanda 101 va dritta al cuore del problema: “Ti sei già fatto un'opinione sulla colpevolezza o innocenza di Conrad Murray?”

Gli avvocati hanno voluto sapere anche se abbiano mai assunto farmaci da prescrizione, incluso il propofol, e un lungo elenco di sedativi e farmaci che alterano l'umore; se i candidati abbiano amici o familiari che siano mai stati dipendenti dai farmaci da prescrizione e se siano mai stati in un programma di riabilitazione per droghe e alcol.

Inoltre, i candidati dovevano rivelare se siano mai stati coinvolti in una situazione di emergenza medica e se questo possa pregiudicare in qualche modo la loro decisione sul caso.

In un altro sviluppo del caso, gli avvocati di Murray hanno depositato sei mozioni per escludere dalle testimonianze "informazioni sessualmente scandalose" per quanto riguarda la frequentazione di Murray di uno strip club di Los Angeles, le donne che ha incontrato lì e la quantità di soldi che ha speso.

"Queste prove non hanno alcuna incidenza razionale su nessuna delle questioni di questo caso e vogliono essere presentate semplicemente allo scopo di importunare e screditare il dottor Murray", afferma una mozione.

Tre delle amanti di Murray hanno testimoniato nel corso di un'udienza preliminare all'inizio di quest'anno.

Le mozioni della difesa stanno cercando anche di escludere dal materiale probatorio le foto dell'autopsia di Jackson.

"Il dottor Murray è sotto processo con l’accusa di aver causato la morte della superstar internazionali Re del pop Michael Jackson," dichiara un’altra mozione. "Come se questo fatto da solo non fosse sufficientemente incandescente, l'accusa cerca di infervorare ulteriormente gli animi della giuria introducendo le fotografie dell'autopsia di Jackson".

Le mozioni presentate dall’avvocato Nareg Gourjian chiedono anche di escludere le prove che coinvolgono i sussidi di Murray ai suoi bambini, azioni legali relative ai suoi affari finanziari, e le sue relazioni con le donne.

I procuratori hanno presentato una mozione alla fine della giornata per chiedere di ammettere come prova le registrazioni audio delle dichiarazioni di Murray ai detective della polizia durante il lungo interrogatorio di due giorni successivo alla morte di Jackson.

I procuratori David Walgren e Deborah Brazil hanno detto che le dichiarazioni di Murray "sono chiaramente delle ammissioni".

Il giudice Michael Pastor ha fissato un’udienza per il prossimo 21 Aprile per occuparsi delle mozioni.

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page