Patrick Treacy condivide le sue riflessioni su Michael Jackson, "Il Michael che conoscevo…"

Patrick Treacy Shares His Reflections on Michael Jackson
By Deborah L. Kunesh

 

La maggior parte della gente conosce Michael Jackson come una icona mondiale, un ballerino di talento, un genio musicale, il Re del Pop.

Patrick Treacy, un medico cosmetico e umanitario di Dublino, ha avuto l'alquanto rara opportunità di conoscere l'uomo dietro la notorietà e il titolo. Ci darà un assaggio dell'essere umano e umanitario che a volte troppe poche persone hanno visto.

"Ho incontrato Michael dopo il processo di S.Maria quando viveva in Irlanda (2006-2007)", ha detto Treacy. Michael aveva avvicinato Treacy sperando che egli lo assumesse come paziente mentre era lì, per aiutarlo a gestire le sue condizioni dermatologiche. Da lì, è nato un rapporto professionale, come pure un'amicizia.

"E' stato subito evidente che condividevamo gli stessi ideali umanitari e l'amore per il continente africano", ha detto Treacy. "In effetti, al primo contatto le sue parole di apertura nei miei confronti sono state: 'Grazie per tutto quello che stai facendo per il popolo africano’," esclamò Treacy.

 

"Sono rimasto sorpreso quando ha continuato prendendo una vecchia rivista dalla tasca, in cui vi era un articolo dettagliato di alcune delle mie esperienze di incontri nei villaggi vuoti sulla rotta attraverso l'Africa, che avevo scritto nel 1992. Avevo chiamato la storia «Il silenzio della Savana». L'articolo parlava dei miei movimenti nel viaggio che ho fatto dal Kenya, alla Tanzania e Zambia in rotta verso il Sudafrica, dove stavo andando a lavorare come medico." (La maggior parte di questi articoli sono stati pubblicati successivamente sull’ Irish Medical Times e sono stati la base del premio "colonna vincente").

Michael è stato particolarmente toccato dall’articolo di Treacy, che descrive il paesaggio africano e le città deserte lasciate vacanti dalla peste.

Ecco un estratto dell’articolo:

"Le serate in Kenya sono incantevoli. È allora che la luce del sole assume un colore rosso profondo prima di tramontare, e le donne a piedi nudi vestiti con il kangas [indumento tipico africano. ndt] sciolto suscitano una polvere di luce murram [luce rossastra filtrata dalla polvere generata delle strade sferrate africane ] quando ci incontrano sulla loro strada verso casa nella notte. Come al tramonto il bordo gonfio del sole calante fa scivolare rivoli di colore scarlatto dalle linee del cielo e modella la silhouette degli alberi di acacia sulle colline intorno a noi. Questa è la magia immutabile nel paesaggio d'Africa, ed è il nostro segnale, abbiamo viaggiato abbastanza per la giornata. Ci dirigiamo verso i cespugli per trovare qualche zona d’ombra e accamparci. In lontananza si ode qualche voce da una 'manyatta' [Casa http://www.travelblog.org/Photos/2800561]

"Sai che ho pianto quando ho letto che…..”

‘Michael disse con una compassione autentica nella sua voce’ prosegue Treacy "Michael ha continuato dicendo", ‘Dobbiamo fare qualcosa insieme per il popolo africano’. "Con questo, abbiamo iniziato a pianificare un concerto in Ruanda ", ha detto Treacy.

Michael sapeva di un vecchio campo d'aviazione che poteva essere affittato per tenere lì il concerto e ha offerto a Treacy di volare con lui sul suo aereo per incontrare Nelson Mandela personalmente. "Sapeva che ero stato coinvolto nella sua lotta per la libertà", ha detto Treacy.

Michael e Nelson Mandela

" Michael aveva una capacità infinita di sorprenderti con la sua onestà e il suo approccio unico alla vita."
  Patrick Treacy
 

La missione di Michael è subito evidente a coloro che si prendono un attimo per guardare più in profondità. Voleva guarire il mondo, mostrare l'amore a tutti coloro che si sono imbattuti nel suo percorso così come quelli di cui i sentieri ha volutamente deciso di attraversarli, e come lui stesso ha dichiarato, per continuare ad amare e aiutare le persone nel modo che ci disse Gesù.

"Michael era profondamente cristiano e credeva che gli atti privati di carità sono considerati virtuosi solo se non sono fatti affinché gli altri possano ammirarli", ha dichiarato Treacy. "Noi tutti dovremmo ricordare il vangelo di Matteo (6:01), quando Gesù dice: "Fate attenzione a non fare i vostri atti di giustizia di fronte agli altri, per essere visti da loro. Se lo fate, non avrete ricompensa presso il Padre vostro celeste ".
Patrick Treacy

Michael, guidato dalla sua fede, rimase fedele a quei principi biblici, ecco perché ha fatto così tanto del suo dare in segreto, senza telecamere o la copertura della stampa, e tra l'altro, ecco perché solo così poche persone, tranne i fan irriducibili e quelli abbastanza vicini da poterlo vedere con i propri occhi, conoscevano davvero la profondità del suo dare..

Oltre alla loro comune passione per l'umanitarismo, Treacy ha considerato Michael un amico. "Sapevo che Michael era un amico. Le qualità dell’amicizia sono l'onestà, la capacità di essere solidali nei momenti di crisi e il raggiungimento di obiettivi comuni, essere attenti e adattabili, ma più di tutto implica fiducia ", ha dichiarato Treacy. "Tuttavia, Michael è stato soprattutto questo. Si aspettava fiducia e rispetto per la sua bontà intrinseca, ma non sempre è questo che si riceve in cambio dalle persone."
Treacy utilizza un esempio dal Mahavanain Buddhism per spiegare i suoi sentimenti di amicizia per Michael.

"Nel Mahavanain Buddhism, vi è un'esistenza illuminata conosciuta come la 'bodhisattva' In questa posizione, una persona decide di posticipare il raggiungimento del Nirvana, al fine di alleviare la sofferenza degli altri", afferma Treacy.
Treacy sente moltissimo questo quando descrive il tipo di persona che era Michael. Rinunciare alla propria felicità per aiutare a guarire gli altri e questo pianeta.

"Sono stato fortunato ad avere incontrato alcuni di questi visionari, Nelson Mandela, Madre Teresa, Bono, John Lennon e Michael Jackson", ha dichiarato Treacy. "Solo cinque persone in quasi mezzo secolo. Quanto basta per contarle sulle dita di una mano. Ognuno di loro, intrinsecamente motivato da un senso di grande compassione, ha generato il bodhicitta* a vantaggio di tutti gli esseri senzienti. Ho conosciuto Lady Diana Spencer nella metà degli anni novanta per motivi medici e sono stato in presenza di Sua Santità Dalai Lama senza averlo realmente incontrato. Tutte queste persone, molto influenti, come messaggeri globali utilizzano i loro poteri per cercare di rendere il mondo un posto migliore dove vivere per ciascuno di noi. Nelson Mandela era contro l'ingiustizia dell'apartheid**, Madre Teresa e Bono contro l'ingiustizia della povertà, John Lennon contro l'ingiustizia della guerra, Michael Jackson è andato oltre. Il suo lavoro artistico porta dentro un messaggio spirituale per queste e tutte le altre ingiustizie del genere umano ... quella del razzismo, della disuguaglianza, della malattia, della fame e della corruzione. Questa per me era l'incarnazione di Michael Jackson l'amico".

Treacy sente la canzone di Michael, "Man in the Mirror" e pensa sia auto-analitica. "Tutti i grandi leader spirituali hanno attraversato un periodo di auto-analisi, di dubbio e di meditazione. Sento che questo è parte della sua vera eredità. "

  "Sto iniziando con l'uomo nello specchio; Gli sto chiedendo di cambiare i suoi modi, nessun messaggio può essere più chiaro, se si vuole rendere il mondo un posto migliore, guarda te stesso e fai quel cambiamento". Lyrics dalla canzone Man in the Mirror  http://www.youtube.com/watch?v=EgbwWIw7x10

Una performance molto vitale e spirituale di " Man in the Mirror" ai Grammy Awards del 1988 (preceduto da "The Way You Make Me Feel") http://www.youtube.com/watch?v=Y-Fnp_mTE94&feature=player_embedded

Facendo cenno all’ imminente processo al medico che curava Michael quando è morto, il dottor Conrad Murray, Treacy ha detto: "Ci sono forze che tentano di infangare il suo nome prima del nuovo processo a Los Angeles. I media si stanno attrezzando per lanciare più missili possibili contro un 'mostro' che era 'tossicodipendente’ e che era probabilmente colpevole di pedofilia, anche se è stato prosciolto da tutte le accuse", ha detto Treacy.

"Poche persone ora ricordano che egli ha donato tutti i soldi dalla canzone che abbiamo appena citato sopra a opere di carità. A seguito del Victory Tour del 1984, donò il suo compenso $ 5 milioni degli utili del tour in beneficenza. Nel 1985 ha co-scritto il singolo "We Are the World" con Lionel Richie e ha donato tutti i proventi per aiutare i bisognosi in Africa. Quasi 20 milioni di copie di "We Are the World" sono state vendute, diventando uno dei singoli più venduti di tutti i tempi. Il progetto ha raccolto milioni per combattere la fame ".

I media hanno indubbiamente giocato un ruolo importante in questo erroneo giudizio su chi realmente era Michael Jackson.

"Ci sono due tipi di media attualmente in funzione nella nostra società", ha detto Treacy.
"Uno, come la 'BBC' abbraccia l’obiettività e vede la sua funzione nel fornire documentari di attualità credibili e commentare notizie scritte principalmente per i suoi ascoltatori e lettori. Questo tipo di giornalista professionale è generalmente libero dal dover favorire inserzionisti con un elevato volume di vendite, il menagement dell’audience televisivo (TAM ratings) o altri numeri", afferma Treacy.
"L'altro tipo di reporter scrive storie solo per compiacere gli inserzionisti. Queste sono di solito soggettive, prive di credibilità e si spingono ai limiti della legalità. Le loro fonti di informazione spesso non hanno adeguate credenziali e possono essere inaffidabili.
Sfortunatamente, molte persone nella nostra società occidentale, sono poco informate o non adeguatamente istruite e qualche volta non sono in grado di distinguere le componenti soggettive della credibilità di una fonte o di un messaggio. I media giocano su queste persone per generare le vendite delle loro pubblicazioni. Per ottenere volumi di vendita elevati devono scrivere di qualcuno che un sacco di gente conosce. L'assenza di regolamentazione in questo mercato porta alla volgare diffamazione e questo è giuridicamente più facile ogni volta che la persona in questione è deceduta".
Questo fraintendimento mediatico ha provocato anche in Treacy stesso la voglia di proteggere Michael da quello che potrebbe essere frainteso da un pubblico incredulo a causa di un sistema mediatico rabbioso come qualcosa di diverso dall'intento nobile che è sempre stato.
Treacy, non è estraneo a situazioni disastrose (è diventato un prigioniero di Saddam Hussein nel 1988 quando si avventurò in una zona circostante in cui si era verificato un attacco debilitante, inviando molta gente in un ospedale vicino a Baghdad. 'Sono stato rilasciato dalla sua prigionia solo 4 giorni prima dell'inizio della prima guerra del Golfo nel mese di agosto del 1990’), egli era pienamente consapevole di come potrebbe sembrare al pubblico, e anche, come si sarebbe sviluppato nei media, il fatto che Michael ascoltando il suo cuore ha visitato i bambini gravemente ustionati in un attacco recente, presso l'ospedale Crumlin Childrens a Dublino.
"Gavin Murray, 5 anni di età, e sua sorella Millie, 7, sono stati segnati a vita dopo che le fiamme di una bomba a benzina scoppiata a causa di una guerra tra gang, li ha inghiottiti mentre erano seduti sul sedile posteriore dell'auto della loro mamma ai Pineview Gardens, Moyross, in Limerick il 10 settembre 2006. I bambini hanno riportato terribili ferite che hanno provocato un dolore insopportabile su di loro dopo l'attentato. Tale era l'entità delle lesioni di Gavin che il suo orecchio destro effettivamente si sciolse dopo essere stato estratto dalla macchina in fiamme. Le ustioni coprivano il 25 per cento del corpo, viso, testa, schiena e mani e doveva essere sedato quando le sue ferite dovevano essere pulite e le bende cambiate. Millie aveva ustionato il 30 per cento del suo corpo, il suo viso, il braccio destro, la coscia destra e la parte bassa della schiena arano bruciate. Le ferite sono state ricostruite con innesti di pelle presi dalla sua schiena e dalle gambe. Entrambi i bambini devono indossare indumenti protettivi e continuare a ricevere un trattamento quotidiano per le ferite riportate.
La gente diceva: "i bambini si sono trasformati in una palla di fuoco umana".
Sheila Murray ha tirato Millie dall'inferno mentre Gavin è stato salvato dai vicini, tra cui Robert Sheehan. I bambini sono stati portati al Mid-Western Regional Hospital, prima di essere trasferiti al Crumlin Childrens' Hospital..’ In una dichiarazione del Consultant Plastic Surgeon presso il Crumlin, il dottor David Orr ha detto che i bambini hanno subito ustioni che li hanno portati ad essere in pericolo di vita e hanno subìto una "grave deturpazione permanente".
La madre ha dichiarato: "Quando è passato l’effetto dei sedativi, avevano un terribile dolore e dovevo essere lì per dare loro supporto. Ma la maggior parte del tempo ho dovuto lasciare la stanza perché non potevo più stare a guardare". "Saranno fisicamente segnati per il resto della loro vita. Devo sedere quasi tutte le notti Gavin a causa dei terribili incubi.
"Hanno entrambi paura a dormire da soli così li faccio dormire con me”.

Michael voleva andare a trovarli, e ne abbiamo discusso a lungo. Ho pensato che fosse una cattiva idea, in quanto non sapevo dove fossero i media, si sarebbe esposto alle loro ostilità e vederlo andare in un ospedale pediatrico così presto dopo il caso di pedofilia poteva essere letto completamente in modo sbagliato.
Lui voleva che io andassi con lui ma gli ho detto che avrei voluto andarci da solo e vedere come stavano i bambini , dopo che ho lavorato come medico in ospedale.
Mi chiedeva continuamente: "quanto dolore provano?" "devono somministrargli morfina?" "Quanto malamente sono ustionati?" “Andrai a vederli per me?" "Sono stati sfregiati?" "Provengono da un contesto svantaggiato?" "Perché non posso andare a vederli?"
Michael mi diceva: "Perché dici queste cose Patrick, perché non posso andare a vederli? Non credi che non potrei mai fare del male ai bambini?"
Poi mi raccontò una lunga storia di come era stata istituita una certa società per quanto riguarda il suo caso di Santa Maria a mano su azioni (meno parli e meglio è!)
Ho detto: "Michael, io non credo che tu faresti mai del male a un bambino!"
Lui disse: "Allora, perché non mi lasci andare in ospedale?"

Ho detto "Perché, la tua innocenza ti porterà nei guai!"

Ha detto "Che innocenza?"


Ho detto "Sai, la tua incapacità di vedere ciò che i media farebbero di ciò, è la ragione per cui sono in difficoltà, in primo luogo!"

Lui disse: "Pensi che potrei mai danneggiare un bambino?"

ho risposto "No!"

Egli ha detto "Vuol dire che viene dal profondo del tuo cuore!"

Ho detto "Michael, penso che sei come un moderno Gesù Cristo!"

Egli ha detto: "Se Gesù fosse qui ora tu l’avresti fermato?"

Ho pensato per un attimo e onestamente ho detto "No!"

Poi disse: "tu non ha mai incontrato Gesù e non sai come una persona potrebbe stare vicino a lui. Dici che conosci me ma non vuoi! Questo è ipocrita!"

Ho detto "Michael hai ragione!"

Sentivo ancora che non sarebbe dovuto andare in ospedale, mi opposi e devo dire che mi dispiace che in quel giorno io non ho camminato accanto a lui quando ne aveva più bisogno.
Sapete, i ragazzi mi hanno contattato attraverso qualcun'altro e hanno detto che uno dei momenti più importanti della loro vita è stato quando Michael ha pensato a loro.

Abbiamo anche un altro bambino che è gravemente ustionato la cui madre è coinvolta nella conversazione precedente e dice che Michael la sta aiutando anche dall’al di là.

"un essere meraviglioso. Lo ringrazio tanto per aver dato a Jodie la foto firmata. Uniti dal fatto che entrambi hanno subìto ustioni alla testa, e che lui è morto il giorno del suo compleanno, ci sentiamo legati a lui. Veramente era uno dei più grandi umanitari che il mondo abbia mai visto.”
Adrienne O Donohoe

Madre di un bambino ustionato che ama Michael e che ha condiviso il compleanno con lui. Michael ha dato a Patrick qualcosa di autografato per darla a lei.


Queste idee sbagliate agganciate ad hoc, acquistate dal pubblico e alimentate dai media, hanno alterato lo stile di vita di Michael, la sua integrità vocale per il colore della sua pelle.
Era ovvio che la pelle di Michael divenne più chiara durante la metà degli anni’80. I media, nella loro frenesia di stampare qualsiasi cosa su Michael, senza alcuna prova, hanno dichiarato che Michael ha sbiancato la sua pelle e ha cambiato le sue caratteristiche per sembrare europeo. Anche se non vi era alcuna prova di questo, il pubblico, ormai sempre più immune alle linee confuse dell’ integrità giornalistica, ha inghiottito tutte queste menzogne, senza lasciare spazio ad alcun dubbio.
"E' ben documentato che nel 1986 a Michael fu diagnosticata la Vitiligine e il Lupus", afferma Treacy.

Treacy continua a spiegare: "La vitiligine è una malattia cronica che provoca la depigmentazione di chiazze di pelle. Essa si verifica quando i melanociti, le cellule responsabili della pigmentazione della pelle, muoiono o non sono in grado di funzionare. La causa della vitiligine è sconosciuta, ma la ricerca suggerisce che può derivare da cause di stress ossidativo, malattie genetiche e autoimmuni, neurali o virali".

foto che mostrano molto chiaramente la vitiligine di Michael

La vitiligine di Michael è stata ben documentata e comprovata nelle relazioni dell’autopsia che sono state rese pubbliche lo scorso anno (link dell’articolowww.reflectionsonthedance.com/AutopsyRevealsTheTruth.html ).
In aggiunta alla vitiligine, Michael ha sofferto di un'altra malattia autoimmune chiamata Lupus. "il lupus è una condizione che colpisce diverse persone in modi differenti", afferma Treacy. "Questi variano da manifestazioni cutanee, articolazioni gonfie e stanchezza estrema. Entrambe queste condizioni lo hanno reso sensibile alla luce solare (da qui l'ombrello con cui lo avete visto ogni volta che era fuori) come la vitiligine che lo ha esposto al cancro della pelle e il suo lupus che avrebbe potuto riattivare la remissione. E' anche ben documentato che ha usato farmaci topici per bilanciare le sue tonalità di pelle diverse, e questi lo hanno anche reso sensibile gli effetti delle radiazioni ultraviolette".
Per saperne di più sulle falsità e le verità che circondano i cambiamenti del colore della pelle di Michael e molto di più, visita la pagina Facts Versus Fiction www.reflectionsonthedance.com/Factsversusfiction.html

Lupus: eruzione a farfalla sulle guance

Michael tiene un ombrello mentre è all’aperto

Treacy e Jackson sono rimasti in contatto dopo che Michael ha lasciato l'Irlanda, anche se non lo ha più visto negli ultimi 2 anni della sua vita dopo che Michael è ritornato in America.
Treacy intimamente sapeva che Michael era morto non appena ha sentito le voci che cominciavano a circolare. "E' stata la stessa sensazione che ho avuto dopo che il primo aereo ha colpito la torre del New York Trade Center. Chiamatelo un sentimento spirituale. Dentro di me lo sapevo ".

"Ed è stato confermato quando TMZ ha dato la notizia. Le stazioni televisive irlandesi e britanniche hanno cominciato a chiamarmi, in quanto vi erano stati alcuni titoli del reporter Paul Martin nei documenti di Londra di pochi giorni prima in cui si diceva che Michael sarebbe venuto a vedere me. Questa è stata la prima volta che la gente era venuta a conoscenza del fatto che egli era stato visto come un paziente in Ailesbury (la clinica di Treacy). Apparentemente è stato fatto trapelare dal suo staff, perché noi non avremmo mai rivelato la sua associazione con la clinica in qualsiasi momento. I miei pensieri sono andati immediati ai suoi figli e alla tata dei figli, Grace Rwaramba che sapevo fossero molto vicini".
"Emotivamente", ha detto Treacy, "Ho sentito un misto di tristezza e confusione, perché una parte di tutti noi era andata via con lui. Mi sono sentito infastidito dal fatto che il mondo non ha mai avuto la possibilità di conoscere Michael come persona, e ho sperato che avrebbe trovato il conforto e la felicità in Cielo fino a quando non ci rincontreremo e saremo di nuovo insieme".

 

 

 

 

Alcuni ricordi e riflessioni su Michael:

 

Spesso, mentre Michael è stato in clinica si riempiva le tasche di alcuni prodotti della nostra migliore gamma cosmeceutica . Gli elementi spesso potevano arrivare a costare fino a $ 200 ciascuno, naturalmente non li rubava, era solo il modo in cui era. Un giorno l’ho visto timidamente venire fuori dalla stanza di vetro dove teniamo le forniture e gli ho detto "Che hai?"

Tirò fuori le bottiglie di Nicholas Perricone, Agera e Matriskin e li ha assemblati tutti insieme sul bancone

"Beh, certamente hai buon gusto!" Ribattei. "Ma, non ci sarà più nulla per nessuna delle signore irlandesi!"

"Mi dispiace, Patrick" disse maliziosamente ......"basta metterli sul mio conto!"


Tale padre, Tale figlio

Alcune notti dopo, ero a casa di Michael. E' stato un paio di notti prima dei World Music Awards 2006 a metà novembre di quell'anno. Era naturalmente preoccupato di come l'evento sarebbe stato poi trasmesso in 160 Paesi tra cui gli Stati Uniti, Canada, Europa, Australia, Giappone, Sud-Est asiatico, Cina, Africa e Medio Oriente. Era anche terrorizzato al pensiero di dover incontrare la Regina.
Abbiamo parlato di cose importanti fino a quando non si è fatto tardi, non riuscivo a trovare la mia giacca, un regalo acquistato per me da mia madre che era morta da poco. Dopo averla cercata per un po', l’abbiamo trovato su Blanket che si era addormentato sul divano al piano di sotto. Michael me l’ha portata su per le scale.
"L'ho trovato sul divano al piano di sotto" ha detto.

"Blanket si è addormentato usandola come coperta!"

Ho guardato Michael con un’espressione interrogativa alla Sherlock Holmes cercando di ricordare se in realtà l’avevo lasciato al piano di sotto quando ero venuto su.

Ha frainteso il mio comportamento e rapidamente ha risposto in un falso accento irlandese

"Shure, ha preso da suo padre!"

Questo concerto a Londra è stata l'ultima esibizione dal vivo che Michael ha mai dato!

Dr. Patrick Treacy

 

 

Dr. Patrick Treacy remembers Michael Jackson (Humanitarian)
www.youtube.com/watch?v=6xL7zvkwdHk&feature=player_embedded

Patrick Treacy on Michael Jackson's death
www.youtube.com/watch?v=BlzC71kAoeE&feature=player_embedded



*[Il termine Bodhicitta (sanscrito, "Mente di illuminazione" o "Mente del Risveglio") è proprio del Buddhismo Mahāyāna e indica l'intenzione del bodhisattva di conseguire l'illuminazione per la salvezza di tutti gli esseri senzienti.]

** [L'apartheid (lingua afrikaans, letteralmente "separazione") era la politica di segregazione razziale istituita dal governo di etnia bianca del Sudafrica nel dopoguerra e rimasta in vigore fino al 1990.L'apartheid fu applicato dal governo sudafricano anche alla Namibia, fino al 1990 amministrata dal Sudafrica. L'apartheid è stato proclamato crimine internazionale da una convenzione delle Nazioni Unite, votata dall'assemblea generale nel 1973 e entrata in vigore nel 1976 (International Convention on the Suppression and Punishment of the Crime of Apartheid), ed è stato successivamente inserito nella lista dei crimini contro l'umanità che la Corte penale internazionale può perseguire. Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Apartheid ]

 

 

 

Billie Jean e le scatole

 

 

"Billie Jean e le scatole" era un progetto scientifico che ho fatto molti anni fa con il quale ho vinto sia il concorso British Amateur Young Scientist dell’anno nel Regno Unito e la Aer Lingus Biochemist dell'anno nella Repubblica d'Irlanda. Il progetto di ricerca implicava il monitoraggio di piante di fagiolo mung [ http://nutrimenteveg.blogspot.com/2010/01/...gioli-mung.html ], che ho scoperto crescevano molto più grandi se circondate da onde sonore di una frequenza specifica. Il ragionamento alla base del progetto era in anticipo sui tempi, soprattutto per un giovane quattordicenne.

Mio padre ha creduto in me e anche se non potevamo permetterci il materiale scientifico, lui ha personalmente fatto a mano le speciali scatole acustiche dove far crescere dentro le piante. Egli fece questo ritagliando le scatole dalle insegne pubblicitarie fuori dal nostro business garage. Michael effettivamente ha pensato che fosse importante e originale fare le prime ricerche sugli effetti del suono sulle piante e voleva vedere ed eventualmente comprare le scatole (che sento possano effettivamente trovarsi ancora a casa!).

Ho scherzato con lui su come avrei suonato 'Earth Song' per le piante di fagiolo mung, invece di usare quelle lunghezze d'onda mono da un AFO (Audio Frequency Oscillator) se ne fossi stato a conoscenza al momento. Mi ha chiesto come pensavo che la scienza si possa effettivamente prestare a tutto ciò, era davvero molto interessato al concetto secondo il quale le piante possono essere sensibili ai suoni. So che lui voleva che gli dicessi che realmente le piante sentono il suono, si sentono amate e che così crescono bene, meglio di un bambino in una buona famiglia borghese. La capacità delle piante di decifrare il suono è una possibilità, ma quando un po' per scherzo gli ho detto che piuttosto che le piante ‘sentano’ il suono può essere solo che le onde sonore facessero muovere le particelle del terreno e permettergli così di rilasciare gas 'etano', che è un noto inibitore negativo, si è un po’ arrabbiato con me.
"Dici sul serio!" ha detto

"Sì, era una delle mie spiegazioni, molti anni fa"

Poi mi guardò con quegli occhi da sopra la sua bustina di tè e ha detto..

"Oh... allora puoi dimenticarti Earth Song! Vai a suonargli Billie Jean a tutto volume.. lei si che sicuramente li farà crescere!"

 

©Copyright 2010 by Deborah L. Kunesh

FONTE: http://www.reflectionsonthedance.com/interview-with-patrick-treacy.html

COMMENTI

Please login to post comments or replies.
Home page